Archivi tag: Biblioteche

Il libro del mese

È “Bronzi italiani (Trecento-Settecento)”, di Lodovico Pollak, il libro con cui sarà aperta, lunedì 16 gennaio 2023, l’iniziativa “Il libro del mese”, promossa dalla Biblioteca “Luigi De Gregori” del Ministero dell’Istruzione e del Merito e inserita fra le attività di valorizzazione del patrimonio librario del MIM.

Noemi Di Segni, Presidente dell’UCEI, Unione delle Comunità Ebraiche Italiane, il 19 gennaio 2023, ha visitato la Biblioteca del Ministero dell’Istruzione e del Merito nell’ambito dell’iniziativa “Il libro del mese”, che questo mese è dedicata al Giorno della Memoria, attraverso l’esposizione del libro di Lodovico Pollak “Bronzi italiani (Trecento-Settecento)”. Alla visita era presente anche il Capo Dipartimento per le risorse umane, finanziarie e strumentali, Jacopo Greco, in rappresentanza dell’Amministrazione.

Ogni mese, per guidare i visitatori e i dipendenti alla scoperta delle sue opere più significative, la Biblioteca esporrà un libro collegato a una ricorrenzanazionale o internazionale.

A gennaio, in occasione del Giorno della Memoria, che si celebra il 27 del mese, come previsto dalla legge n. 211 del 20 luglio 2000, il volume scelto è quello di Lodovico Pollak, archeologo e mercante d’arte deportato ad Auschwitz nel 1943 e deceduto nel campo di sterminio. La famiglia Pollak fu catturata a Roma durante il rastrellamento del 16 ottobre 1943.

Il libro sarà esposto nella Sala della Legislazione Scolastica, sita al piano terra del Palazzo dell’Istruzione in Viale di Trastevere 76/A, fino al 31 gennaio. Nello stesso contesto saranno visionabili anche alcune opere riferite al periodo storico dell’autore, che, nella sua attività di archeologo, fu scopritore di un frammento del “Laocoonte”, una delle più importanti sculture di epoca ellenistica, esposto presso i Musei Vaticani.

La copia del volume “Bronzi italiani (Trecento-Settecento)” conservata presso la Biblioteca del MIM è firmata in originale dall’autore, con prefazione di Guglielmo Bode, ed è editata dall’antiquario romano Alfredo Barsanti. Si tratta di una rara edizione in folio pubblicata nel 1922 in soli 150 esemplari. Il volume è ben conservato, in una preziosa veste legata in marocchino, con fregio in oro, ed è illustrato da 50 tavole, opera del fotografo Cesare Faraglia.

Il libro sarà ‘sfogliabile’ anche in una versione digitalizzata. Distinguendosi per qualità, dimensioni e caratteristiche specifiche, il testo è stato inserito nel progetto di digitalizzazione “Biblioteca accessibile”, avviato per migliorare l’accessibilità e tutelare la conservazione dei volumi storici di maggior rilievo della Biblioteca e dell’Emeroteca del Ministero dell’Istruzione e del Merito.

L’esposizione del libro di Pollak si inserisce nell’ambito delle attività del Ministero per le celebrazioni del Giorno della Memoria.

Il personale del Ministero potrà accedere alla Sala dove sarà presente il volume dal lunedì al venerdì dalle 9.00 alle 13.00 e il pomeriggio dalle 14.00 alle 15.00. Per i dipendenti non occorre prenotazione. I visitatori esterni potranno prenotarsi tramite la mail biblioteca@istruzione.it.

Nel mese di ottobre l’iniziativa sarà ripetuta, in occasione dell’ottantesimo anniversario del rastrellamento del ghetto di Roma.

Leggere con le dita

Il libro “Cuore” di Edmondo De Amicis, il carme “Dei Sepolcri” di Ugo Foscolo, un sillabario per imparare a leggere e scrivere, una raccolta di spartiti musicali per lo studio del pianoforte.

Sono alcuni dei volumi in Braille conservati presso la Biblioteca “Luigi De Gregori” del Ministero dell’Istruzione e del Merito che saranno visionabili in occasione della Giornata mondiale del Braille, proclamata dall’ONU. La Giornata viene celebrata il 4 gennaio, in memoria della nascita di Louis Braille, inventore del rivoluzionario metodo di scrittura e lettura per non vedenti e ipovedenti.

I testi si trovano all’interno della Sala dell’Emeroteca, al piano terreno del Palazzo dell’Istruzione, e saranno esposti dal 4 al 9 gennaio 2023 in uno spazio dedicato che consentirà ai visitatori di scoprire una parte del patrimonio librario della Biblioteca. I libri in Braille in possesso del MIM sono, in particolare, ausili didattici risalenti agli anni Venti del secolo scorso.

I visitatori potranno osservare da vicino alcune di queste pubblicazioni d’epoca, che sono testimonianza della valenza del Braille quale fondamentale strumento di comunicazione ed espressione, di accesso alla cultura e all’istruzione.

Tra i volumi esposti saranno visionabili:

  • De Amicis Edmondo, “Cuore”, volume terzo, Stamperia Nazionale Braille, Firenze;
  • Foscolo Ugo, “Dei sepolcri. Carme a Ippolito Pindemonte”, Stamperia Nazionale Braille, Firenze, 1925;
  • “Sillabario”, Stamperia Nazionale Braille, Firenze, 1925;
  • Köhler Louis, “Sedici studi con la mano ferma. Opera 224”, Stamperia Nazionale Braille, Firenze, 1925.

Per informazioni e prenotazioni è possibile scrivere a biblioteca@istruzione.it.

Per il personale del Ministero dell’Istruzione e del Merito non occorre prenotazione.

La piccola esposizione sarà ripetuta dal 21 al 28 febbraio, in occasione della Giornata nazionale del Braille, istituita con legge n.126 del 3 agosto 2007.

La Biblioteca Luigi “De Gregori”

#ioleggoperché

#IOLEGGOPERCHÉ

NUMERI DA RECORD PER #IOLEGGOPERCHÉ
la grande iniziativa nazionale di AIE a favore delle biblioteche scolastiche con cui sta crescendo una generazione sempre più vicina ai libri

Oltre mezzo milione i volumi donati nella settima edizione da cittadini (431.911) ed editori (100.000)

Levi (AIE) “In sette anni abbiamo portato nelle scuole oltre 2milioni e mezzo di libri, contribuendo a crescere una nuova “generazione #ioleggoperché”, che i libri li legge, li porta a casa e li ama

I titoli più donati: Il piccolo Principe, Il meraviglioso mondo di Oz, La Fabbrica di cioccolato, Il ladro di foglie, Bastoncino

Milano, 19 dicembre 2022 – Oltre mezzo milione di libri nuovi nelle biblioteche scolastiche italiane, oltre 2,5milioni entrati nelle scuole in 7 anni: è il traguardo da record raggiunto con questa settima edizione da #ioleggoperché, l’iniziativa nazionale per la creazione e il potenziamento delle biblioteche scolastiche che dal 5 al 13 novembre scorsi ha visto le librerie di tutta Italia riempirsi di bambini e ragazzi, genitori, insegnanti e cittadini che credono nel valore della lettura. La straordinarietà di questa edizione era chiara fin dall’inizio – con il coinvolgimento di quasi quattro milioni di studenti23.240 scuole iscritte, 250 nidi e 3.275 librerie – ed è ora confermata nei numeri finali: 431.911 libri donati dai cittadini, altri 100 mila dagli editori per un totale di 531.911.

L’iniziativa, lanciata nel 2016 dall’Associazione Italiana Editori (AIE), è realizzata con il sostegno del Ministero per la Cultura – Direzione Generale Biblioteche e Diritto d’Autore e del Centro per il libro e la lettura a cui si aggiunge quest’anno il Dipartimento per lo Sport della Presidenza del Consiglio dei Ministri; in collaborazione con il Ministero dell’Istruzione, con il Dipartimento dell’Editoria e dell’Informazione e la partecipazione di tutto il mondo del libro (Associazione Librai Italiani, Sindacato Italiano Librai e Cartolibrai Associazione Italiana Biblioteche), con il patrocinio della Presidenza del Consiglio dei Ministri, con il supporto di Fondazione Cariplo e di SIAE – Società Italiana degli Autori ed Editori.

“#ioleggoperché è alla sua settima edizione e rappresenta un appuntamento ormai imprescindibile nel comune obiettivo di combattere la povertà educativa e il divario sociale attraverso l’amore per i libri e per la lettura, tanto che il valore della manifestazione è stato suggellato anche quest’anno dal conferimento della Medaglia assegnata dal Presidente della Repubblica – ha commentato Ricardo Franco Levi, Presidente di AIE -. “Costruiamo con i libri il mondo del futuro” è lo slogan di questa edizione, che si è svolta dal 5 al 13 novembre. Il lavoro degli insegnanti è stato come sempre prezioso e davvero in tanti hanno donato un ideale “mattoncino”: studenti, cittadini, editori da un lato, ma anche Istituzioni, canali televisivi, partner, scrittori e testimonial, il mondo dello sport, in particolare quello dello sci e del calcio, hanno permesso la costruzione di una ideale biblioteca scolastica, formata da oltre 2milioni e mezzo di libri nuovi in sette anni per gli studenti di tutti gli ordini e gradi. Non solo: con i libri, in questi sette anni abbiamo contribuito a crescere una nuova “generazione #ioleggoperché” che i libri li legge, li usa, li ama”.

“Come avevamo auspicato, #ioleggoperché 2022 è stata la più partecipata di sempre- ha proseguito Renata Gorgani, vicepresidente del Gruppo di varia dell’AIE e membro del Consiglio di Amministrazione del Centro per il libro e la lettura. Questo vuole dire che c’è ormai un forte riconoscimento di questa iniziativa da parte di scuole, librerie e soprattutto del pubblico generoso che ha acquistato un libro per regalarlo alle biblioteche scolastiche. Significa anche che #ioleggoperché è sempre più diffusa e che c’è sete di libri, di progetti sulla lettura ed esigenza di biblioteche a scuola, che sono lo strumento più efficace per mettere a disposizione di tutti i ragazzi quel mondo di immaginazione, crescita e sapere che sono i libri”.

“Accolgo con soddisfazione il grande successo della settima edizione di #ioleggoperché – dichiara il Ministro della Cultura Gennaro Sangiuliano – che conferma quanto sia forte la voglia di libri nei più giovani. La lettura è un’esperienza straordinaria che ci consente di vivere più vite, immedesimandoci ogni volta nel protagonista di un romanzo o confrontandoci con il pensiero dell’autore di un saggio: un autentico arricchimento individuale che va incoraggiato il più possibile. È importante che il seme gettato nei nuovi lettori di oggi venga coltivato fino a renderli i lettori adulti di domani”.

“Ogni anno il progetto #ioleggoperché riscuote un grande successo nelle scuole di tutta Italia, stimolando tantissimi studenti al piacere della lettura: il libro è un oggetto prezioso che nessuna innovazione tecnologica potrà mai sostituire – ha sottolineato il Ministro dell’Istruzione e del Merito Giuseppe Valditara -. Io stesso ho aderito a questa splendida iniziativa, donando due libri che mi sono cari: per la scuola primaria Quadronno di Milano ho scelto “Il libro dei perché” di Gianni Rodari, con l’augurio che le bambine e i bambini imparino a farsi sempre domande e a cercare risposte. Ai ragazzi del liceo Berchet di Milano ho voluto donare “Il resto di niente” di Enzo Striano, nella speranza che li stimoli a coltivare sempre la libertà, che è un bene prezioso.

Complimenti al Presidente di AIE Ricardo Franco Levi e a tutte le persone coinvolte in questo progetto di grande valore, che ha raggiunto il suo settimo anno di vita suscitando in migliaia di bambini e adolescenti un entusiasmo crescente per la scoperta di nuovi mondi tramite la lettura”.

Le donazioni hanno registrato una forte impennata, con una crescita del 24% rispetto al 2021. 

Le percentuali sono così suddivise tra le aree: Nord Ovest (29%), Nord Est (27%), Centro (22%), Sud e isole (22%). Qui il link per “Donazioni del pubblico per aree geografiche e per grado scolastico”). 

Le regioni in cui si è donato di più sono Lombardia (17,7 %), Emilia-Romagna (13%) e Veneto (11%) seguite da Toscana, Piemonte e Lazio: ecco il link per “Libri donati – regione per regione”.

In testa alla classifica delle province e dei comuni più prodighi svettano, oltre a Roma e Milano, anche Torino, Vicenza, Napoli e Bologna.

Tra le città, da evidenziare come particolarmente vivaci anche Firenze, Palermo, GenovaRimini e Modena, mentre tra le province si sono distinte Bari, Modena, Cuneo, Brescia, Venezia, Padova e Treviso: un mix che rivela un tessuto sociale molto attivo, a riprova che #ioleggoperché è un progetto che coinvolge il Paese davvero in modo capillare.

Le cinque scuole che hanno ottenuto il maggior numero di libri per le loro biblioteche quest’anno sono tutte secondarie di primo grado. Sul podio troviamo la Sandro Pertini di Savona, la Bernardo Pasquini di Massa e Cozzile (PT) e la Pirandello-Svevo di Napoli (link per “Scuole che hanno ricevuto più libri”).

Tra i titoli più amati, richiesti dalle scuole e donati dai cittadini, troviamo come consuetudine al primo posto “Il piccolo principe”, seguito da “Il meraviglioso Mago di Oz”, “La Fabbrica di cioccolato”, “Il ladro di foglie” (qui il link per “Libri più donati”).

#IOLEGGOPERCHÉ LAB

Un’edizione da ricordare anche grazie a #ioleggoperchéLABla piattaforma sperimentale lanciata da AIE nel 2022 con l’intento di estendere le attività di #ioleggoperché all’intero anno e in ambiti specifici. Due i progetti avviati: #ioleggoperchéLAB Nidi e #ioleggoperchéLAB – CALABRIA.
Il primo, organizzato in stretta collaborazione con Fondazione Cariplo, ha portato nei 250 nidi selezionati in Lombardia e Piemonte 2.679 nuovi libri donati dai cittadini, che si sommano ai 2.500 donati dagli editori perché si potessero sviluppare attività di lettura con i piccolissimi già in apertura della campagna e ha permesso di realizzare un progetto formativo rivolto a tutti: 11 video di formazione – ispirati dai 10 titoli scelti dagli editori, disponibili sul sito per educatori e genitori –, ricchi di spunti didattici per imparare a condividere i libri con la fascia d’età da 0 a 3 anni.

“Grazie al progetto #ioleggoperchéLAB Nidi – ha sottolineato il presidente di Fondazione Cariplo, Giovanni Fosti – è stato possibile donare oltre 5.000 libri raggiungendo più di 7.300 bambini nel territorio della Lombardia e nelle province di Novara e del Verbano Cusio Ossola. La lettura è una straordinaria occasione di crescita e di apprendimento: con questo nuovo progetto Fondazione Cariplo e AIE hanno voluto offrire occasioni per stimolare la curiosità, la capacità di relazione e il desiderio di conoscenza nei bambini più piccoli, cercando di raggiungere per primi quei nidi che vedono una maggiore presenza di famiglie fragili.”

L’impatto dell’iniziativa sui nidi coinvolti sarà misurato grazie al lavoro esperto delle Università di Bologna e della Calabria, i cui primi esiti saranno presentati il 6 marzo 2023 alla Bologna Children’s Book Fair.

Anche #ioleggoperchéLAB – CALABRIA proseguirà per l’intero anno, coordinato dal Dipartimento di Scienze Politiche e Sociali dell’Università della Calabria, coinvolgendo molteplici realtà della regione fino a novembre 2023. La riflessione scientifica partirà dal confronto con gli operatori protagonisti delle sperimentazioni, al fine di valutare l’impatto delle attività di promozione della lettura, con l’obiettivo di elaborare un modello di buone pratiche, mirate alla riduzione delle disuguaglianze e al contrasto della povertà educativa, generalizzabile per il Mezzogiorno e per le zone periferiche delle grandi città.  

LA COMUNICAZIONE E LO SPORT

La maratona di #ioleggoperché si è aperta sabato 5 novembre sui canali social con il coinvolgimento di autrici e autori che hanno voluto suggerire i titoli da leggere per “costruire il mondo del futuro” regalando spunti e idee per la generazione di #ioleggoperché.

Un sostegno particolarmente significativo è venuto dal mondo dello sport: la campionessa olimpica Sofia Goggia, nuova ambassador del progetto insieme allo storico Rudy Zerbi e grande appassionata di lettura, ha invitato i suoi fan e tutto il pubblico ad andare a donare. Anche il mondo del calcio è stato di grande sostegno: in tutti gli stadi, i capitani delle squadre maschili della Lega Serie A e della Lega Serie B sono scesi in campo con un libro in mano, e per la prima volta lo hanno fatto anche le capitane delle squadre della Figc che hanno giocato la finale della Super Coppa Femminile.

Anche in questa edizione, il lavoro di squadra per #ioleggoperché ha trovato grandissimo sostegno sia nelle Istituzioni che nel mondo della TV e della radio: una campagna sociale, nella programmazione delle maggiori reti televisive con quasi 400 spot programmati passati su Rai grazie alla campagna di comunicazione della Presidenza del Consiglio dei Ministri e sulle reti SKY, La7, Mediaset (con il sostegno di Mediafriends Onlus). Tutte le reti televisive hanno comunque sostenuto la campagna all’interno dei loro programmi attraverso gli appelli dei conduttori a donare e il coinvolgimento diretto degli ospiti in studio. RadioRai2, radio ufficiale per il secondo anno, ha tenuto alta l’attenzione sull’iniziativa in modo costante così come le migliaia di articoli pubblicati su carta stampata e web, nazionali e locali.

Molto partecipato il supporto degli attori della fiction “Un posto al sole”, che anche quest’anno ha nominato la campagna delle donazioni in una scena tra Jimmy e il nonno -, oltre a quello dell’ambassador Rudy Zerbi a Radio Deejay.  

La presenza sui social media è stata particolarmente significativa, confermando la crescita continua e costante rispetto alle edizioni precedenti: gli utenti raggiunti sono infatti aumentati del 18% dall’inizio delle iscrizioni e del 20% nella settimana delle donazioni rispetto al 2021. I canali dell’iniziativa hanno ricevuto oltre 17 milioni di visualizzazioni raggiungendo, soltanto nella settimana di donazioni, più di 1 milione di persone. Anche il nuovo canale di TikTok si è fatto sentire, coinvolgendo un pubblico di potenziali lettori sempre più ampio e ottenendo 61mila visualizzazioni video.

CONTRIBUTO EDITORI E CONTEST 2022

Ora il testimone passa agli editori aderenti all’iniziativa che contribuiranno destinando alle biblioteche scolastiche un monte libri pari a 100.000 volumi nuovi su base nazionale e la cui consegna è stabilita per la primavera 2023.

Ma prima, a gennaio, l’appuntamento è con le 20 scuole vincitrici del contest, che si aggiudicheranno 1.000 euro ciascuna, da spendere in libri per arricchire ancora di più le loro biblioteche. Le oltre 700 scuole che hanno partecipato alla sfida hanno scatenato la creatività di studenti e insegnanti per creare animazioni nelle librerie gemellate di tutta Italia. Il tema del contest per le scuole dell’infanzia, primarie e secondarie di primo grado è “Leggere per costruire un mondo più inclusivo” e i 10 buoni per le vincitrici sono messi a disposizione da SIAE. Il tema per le secondarie di secondo grado invece è “Il libro e lo sport per un futuro più inclusivo”, per mostrare come due mondi apparentemente lontani possono avvicinare i giovani, convergere e ispirare a costruire un futuro migliore, e i 10 buoni per loro sono messi a disposizione dal Dipartimento per lo Sport della Presidenza del Consiglio dei Ministri.

Qui il video conclusivo che racconta questa edizione, i risultati raggiunti, l’entusiasmo di chi ha aderito e le emozioni di bambini e ragazzi: link

L’iniziativa è realizzata da AIE con il sostegno del Ministero per la Cultura – Direzione Generale Biblioteche e Diritto d’Autore, il Centro per il libro e la lettura e il Dipartimento per lo Sport della Presidenza del Consiglio dei Ministri; in collaborazione con il Ministero dell’Istruzione, con il Dipartimento dell’Editoria e dell’Informazione e di tutto il mondo del libro (Associazione Librai Italiani, Sindacato Italiano Librai e Cartolibrai Associazione Italiana Biblioteche), con il patrocinio della Presidenza del Consiglio dei Ministri, con il supporto di Fondazione Cariplo e di SIAE – Società Italiana degli Autori ed Editori, con il contributo di Pirelli e con il sostegno di Mediafriends Rai per la Sostenibilità.

Mediapartner: Corriere della SeraGruppo Mondadori, laRepubblica, La7, Mediaset TGcom24, Rai, SkyGiornale della Libreria, Il Libraio. Si ringraziano Emme Promozione e Ibs.it

Radio ufficiale: Radio Rai 2 / Technical Partner: Mondadori Libri

Per saperne di piùwww.ioleggoperche.it

Nota 30 settembre 2022, AOODGPER 34807

Ministero dell’Istruzione
Dipartimento per il sistema educativo di istruzione e di formazione
Direzione generale per il personale scolastico- Ufficio VI
Formazione del personale scolastico, formazione dei dirigenti scolastici e accreditamento enti

Ai Dirigenti scolastici delle istituzioni scolastiche di ogni ordine e grado LORO SEDI

Oggetto: Comunicazione avvio monitoraggio nazionale relativo alle biblioteche scolastiche e alla promozione alla lettura.

Decreto Direttivo Ministero Cultura 11 marzo 2022, DG-BDA 160

Ministero della Cultura
DIREZIONE GENERALE BIBLIOTECHE E DIRITTO D’AUTORE

Fondo per la promozione della lettura, della tutela e della valorizzazione del patrimonio librario (art. 22, comma 7 quater, D.L. 24 aprile 2017 n. 50, convertito con L. 21 giugno 2017, n. 96) – Disciplina di assegnazione delle risorse.

#IOLEGGOPERCHÉ

#IOLEGGOPERCHÉ, LA GRANDE INIZIATIVA NAZIONALE DI AIE A FAVORE DELLE BIBLIOTECHE SCOLASTICHE, SUPERA OGNI SUO RECORD. RAGGIUNTO L’OBIETTIVO DI 1MILIONE DI LIBRI DONATI ALLE SCUOLE

Dai primi dati parziali provenienti dall’86% delle librerie aderenti, le donazioni per l’edizione 2019 sono già oltre quota 273.000 (ben oltre il dato 2018)

Tra il 19 e il 27 ottobre oltre 1000 le iniziative sparse su tutto il territorio tra reading, flash mob e attività nelle piazze: grazie al Contest saranno premiate le 10 più creative e originali

Ora il testimone passa agli editori che doneranno altri 100.000 libri alle scuole

Levi (AIE): “Un risultato ancora una volta straordinario, merito di un grande gioco di squadra: insieme abbiamo raggiunto e superato l’obiettivo di 1 milione di libri donati alle scuole grazie al progetto in 4 anni”

Il Ministro Fioramonti: “Contento del successo per due motivi: ci ricorda la centralità del libro nella formazione e nella crescita dei ragazzi ed è un’iniziativa ‘corale’, dove più soggetti fanno la loro parte di passione e responsabilità per l’educazione dei nostri ragazzi”

Milano, 7 novembre 2019 – #ioleggoperché si supera, ancora una volta. L’iniziativa lanciata nel 2015 dall’Associazione Italiana Editori(AIE) si conferma “a furor di popolo” la più grande maratona nazionale di solidarietà a favore delle biblioteche scolastiche:i cittadini hanno infatti risposto con grande generosità alla chiamata, accorrendo a donare un libro per le oltre 15.000 scuole iscritte omogeneamente tra Nord, Centro, Sud Italia e isole (un’adesione superiore al 70% rispetto allo scorso anno, quando erano state circa 9.000 le scuole partecipanti), durante la campagna che si è svolta dal 19 al 27 ottobre scorsi nelle oltre 2.400 librerie aderenti. In base ai primi dati parziali, provenienti dall’86% delle librerie, si è già superato l’ammontare complessivo dei libri donati lo scorso anno, toccando quota 273.676. Il testimone passa ora agli editori aderenti che contribuiranno con altri 100.000 libri da ripartire tra le scuole che ne avranno fatto richiesta entro e non oltre il 15 novembreprossimo attraverso il portale www.ioleggoperche.it
La manifestazione – organizzata e promossa dall’Associazione Italiana Editori (AIE) in collaborazione con il Ministero dell’Istruzione, dell’Università e della Ricerca(MIUR), con l’Associazione Librai Italiani (ALI) e il Sindacato Librai e Cartolibrai (SIL), l’Associazione Italiana Biblioteche (AIB), il Centro per il Libro e la LetturaConfindustria – Gruppo Tecnico Cultura e Sviluppo, con il supporto di SIAE – Società Italiana degli Autori ed Editori, che vanta anche il patrocinio della Presidenza del Consiglio dei Ministri, del Ministero per i Beni e per le Attività culturali e per il Turismo (MIBACT) e della Banca d’Italia – ha battuto in questa edizione tutti i dati delle precedenti, confermando ancora una volta quanto sia urgente il “fabbisogno” di libri per gli istituti scolastici di tutti gli ordini e i gradi nel Paese.

“Questo è il risultato di un grande gioco di squadra – ha sottolineato il presidente di AIE, Ricardo Franco Levi –. Un grazie a tutti coloro che hanno partecipato al progetto per raggiungere l’obiettivo. Ma un grazie particolare va ai testimonial Rudy Zerbi e Luciana Littizzetto, ai partner, agli autori – Paola Calvetti, Chiara Francini, Alessia Gazzola, Andrea Vitali – che ci hanno aiutato a lanciare questa edizione, fino ai testimonial spontanei del progetto: dal Premier Giuseppe Conte al Sottosegretario Martella, alla Viceministra Ascani. Un gesto molto apprezzato da tutti noi perché d’esempio per tutti gli italiani. Il sogno di superare 1 milione di libri donati complessivamente da #ioleggoperché sin dalla sua nascita non solo è diventato realtà ma è stato anche superato”.
“Sono contento del successo di questa iniziativa per almeno due motivi – ha commentato il Ministro dell’Istruzione, dell’Università e della Ricerca, Lorenzo Fioramonti -. Il primo, è perché ci ricorda la centralità del libro nella formazione e nella crescita dei ragazzi, ma direi di chiunque, perché un adulto che legge un libro è una persona che vuole continuare a crescere. Il secondo motivo è altrettanto importante. Questa è un’iniziativa collettiva, mi verrebbe da dire ‘corale’, dove più soggetti fanno la loro parte di passione e responsabilità per l’educazione dei nostri ragazzi. Senza retorica, un obiettivo meraviglioso”.
#ioleggoperché e le 1000 iniziative in giro per lo Stivale
Per 9 giorni #ioleggoperché è stata un’ininterrotta festa di partecipazione civilesu scala nazionale soprattutto per i bimbi e i ragazzi – quest’anno gli studenti coinvolti complessivamente sono stati oltre 3 milioni -, con circa un migliaio di eventi spontanei – tra letture ad alta voce, incontri con l’autore, flash mob letterari, lezioni, gare di abilità, spettacoli, installazioni in vetrina –organizzati e condivisi sulla piattaforma del progetto Agorà. Per le migliori iniziative, torna il contest #ioleggoperché a cui hanno aderito più di mille scuole in tutta Italia con la collaborazione delle librerie gemellate: alle 10 scuole che hanno organizzato le attività più efficaci e originali verranno consegnati entro dicembre 2019, grazie al supporto di SIAE, altrettanti buoni del valore di 1.500 euro per l’acquisto di libri in libreria.

#ioleggoperché in tv
Il risultato straordinario, in termini di partecipazione e donazioni, è stato supportato dalla collaborazione di tutte le reti televisive e dall’endorsement istituzionale: l’iniziativa è stata insignita anche quest’anno della Medaglia del Presidente della Repubblica ed è sostenuta dalla Presidenza del Consiglio dei Ministri – Dipartimento Informazione ed Editoria che, per la prima volta, ne ha fatto una campagna di comunicazione del Governo sulle reti televisive. Lo spot è stato programmato sulle reti Rai come campagna istituzionale e sulle reti Mediaset (con il sostegno di Mediafriends Onlus), Sky La7 come campagna sociale (https://we.tl/t-43NMB2rGyn). Con l’ingresso in “Un posto al sole” – la storica serie televisiva in onda su Rai 3, prodotta da Rai Fiction e ambientata a Napoli – per la prima volta #ioleggoperché è entrata anche in una trasmissione di intrattenimento destinata al largo pubblico, accanto al circuito stretto dei programmi tematici di cultura e libri. I passaggi televisivi promozionali sono stati migliaia, rendendo visibile il progetto di #ioleggoperché come mai prima d’ora.

#ioleggoperché sui social
Davvero significativa anche la mobilitazione sui social media: i canali dell’iniziativa hanno ricevuto oltre 25 milioni di visualizzazioniraggiungendo, soltanto nella settimana di donazioni, oltre 5 milioni di persone(2.835.000 Facebook + 1.716.813 Instagram + 700.000 Twitter) e generando intorno all’hashtag #ioleggoperché quasi 1.200.000 interazioni. La maratona #ioleggoperché è stata raccontata anche in diretta social alla Libreria dei Ragazzi di Milano sabato 19 ottobre.

#ioleggoperché sui campi di calcio
Anche quest’anno il mondo del calcio ha fatto sua la causa della promozione alla lettura tra i più giovani: la rinnovata sinergia con Lega Serie A e Lega B ha portato sui campi da calcio di 10 città italiane gli striscioni e i video di #ioleggoperché con il coinvolgimento diretto dei giocatori della A, scesi in campo portando un libro per 250 bimbi accompagnatori, e quelli della Lega B con video nei quali hanno invitato tutti a donare un libro alle scuole della città della loro squadra.

#ioleggoperché tra libri, sport e senso di squadra
Grazie alla collaborazione con la Fondazione Pirelli, lunedì 21 ottobre si è svolta “Facciamo squadra con i libri”, una mattinata rivolta ai bambini dell’ultimo anno delle scuole elementari e ai ragazzi delle secondarie inferiori per parlare della passione per la lettura e dell’importanza del fare squadra in classe, alla presenza di Luigi Garlando, autore di libri per ragazzi e giornalista, Javier Zanetti, mito nerazzuro, Regina Baresi, leader dell’Inter femminile e Mario Isola, Head of F1 e Car Racing del Gruppo Pirelli.
————————
#ioleggoperché è un progetto di AIE, in collaborazione con Ministero dell’Istruzione, dell’Università e della Ricerca (MIUR), con l’Associazione Librai Italiani (ALI), con il Sindacato Italiano Librai e Cartolibrai (SIL), con l’Associazione Italiana Biblioteche (AIB) e con il Centro per il libro e la lettura, Confindustria – Gruppo Tecnico Cultura e Sviluppo, con il supporto di SIAE – Società Italiana Autori ed Editori. Il progetto ha il patrocinio della Presidenza del Consiglio dei Ministri, del Ministero per i Beni e le Attività culturali e del Turismo (MIBACT) e della Banca d’Italia.
Si svolge con il sostegno di Mediafriends Onlus, Lega Serie A e Lega B e con il contributo di Pirelli.

Mediapartner: Corriere della Sera, Gruppo Mondadori, la Repubblica, La7, TGcom24, Rai, SKY. 
Mediasupporter: Giornale della Libreria, Il Fatto Quotidiano, Il Giornalino, ILlibraio.it, Radio Capital, Studenti, Sorrisi e Canzoni TV

Aderiscono, oltre alle librerie indipendenti di ALI SIL: Ancora, LaFeltrinelli, Giuntialpunto, Libraccio, Librerie Claudiana, Librerie Coop, MondadoriStore, Paoline, San Paolo, TCI Touring Club Italiano, Ubik.

Per saperne di piùwww.ioleggoperche.it 
ELENCO SCUOLE
https://www.ioleggoperche.it/uploads/2019/10/10/scuole2019.pdf
ELENCO LIBRERIE
https://www.ioleggoperche.it/uploads/2019/10/10/librerie2019.pdf

Social
Facebook: @ioleggoperche – https://www.facebook.com/ioleggoperche/
Twitter: @ioleggoperche – https://twitter.com/ioleggoperche
Instagram: @ioleggoperche – https://instagram.com/ioleggoperche
YouTube: https://www.youtube.com/ioleggoperchévideo

Bando 8 ottobre 2019, MiBAC C-LL 1624-P

Ministero per i beni e le attività culturali e per il turismo
Centro per il libro e la lettura

d’intesa con

Ministero dell’Istruzione, dell’Università e della Ricerca
Dipartimento per la programmazione e la gestione delle risorse umane, finanziarie e strumentali
Direzione generale per interventi in materia di edilizia scolastica, per la gestione dei fondi strutturali per l’istruzione e per l’innovazione digitale

BANDO PER IL FINANZIAMENTO DI POLI DI BIBLIOTECHE SCOLASTICHE PER LA PROMOZIONE DEL LIBRO E DELLA LETTURA – ANNO 2019

Biblioteche scolastiche, Curricoli digitali e Progetti Cittadinanza

Biblioteche scolastiche innovative, curricoli digitali all’avanguardia, progetti di “Cittadinanza globale” e “Cittadinanza europea”: sono disponibili sul sito del Ministero dell’Istruzione, dell’Università e della Ricerca, le graduatorie finali per il finanziamento dei progetti delle scuole.

Cinque i milioni di euro a disposizione per la realizzazione di ulteriori 500 nuove biblioteche innovative nell’ambito del Piano nazionale scuola digitale. I finanziamenti prevedono sia interventi di tipo infrastrutturale e sia di dematerializzazione e digitalizzazione. Le biblioteche offriranno spazi di consultazione e formazione avanzati, aperti al territorio anche al di fuori dell’orario di lezione scolastica, e saranno fruibili da tutti, non solo dagli studenti dell’istituto.

Sono 125 le reti di scuole selezionate per la realizzazione di contenuti didattici innovativi sui temi delle competenze digitali e di percorsi didattici fortemente all’avanguardia. Per questi progetti gli istituti potranno contare su uno stanziamento di oltre 4 milioni di euro. Le aree tematiche in cui saranno realizzati i curricoli spaziano dai diritti in internet, all’educazione ai media (e ai social), al coding, all’arte e alla cultura digitale, all’economia e all’imprenditorialità digitale.

Scuole aperte anche di pomeriggio e attività mirate per sviluppare competenze trasversali, sociali e civiche per gli studenti. Sono 2.890 le scuole autorizzate per i progetti di “Cittadinanza globale” e 3.779 quelle per i progetti di “Cittadinanza europea”  che dal prossimo anno scolastico potranno ampliare la propria offerta formativa grazie al finanziamento complessivo di circa 150 milioni di euro previsto dall’Avviso del programma operativo PON 2014-2020. Le risorse permetteranno di realizzare attività per iniziative destinate agli studenti oltre l’orario di lezione, nonché per il potenziamento delle competenze linguistiche e stage all’estero.

Nota 22 dicembre 2017, AOODGEFID 38240

Ministero dell’Istruzione, dell’Università e della Ricerca
Dipartimento per la programmazione e la gestione delle risorse umane, finanziarie e strumentali
Direzione generale per gli interventi in materia di edilizia scolastica, per la gestione dei fondi strutturali per l’istruzione e per l’innovazione digitale

Alle Istituzioni scolastiche statali di ogni ordine e grado
c.a. Dirigente Scolastico
c.a. Animatore digitale
LORO SEDI –
E, p.c. Agli Uffici Scolastici Regionali
c.a. Direttori Generali
c.a. Referenti per il PNSD
LORO SEDI –

Oggetto: Azione #24 del Piano nazionale per la scuola digitale. Concorso pubblico #iMiei10Libri – I 10 libri più votati dagli studenti entrano in tutte le biblioteche scolastiche – Piano nazionale per la scuola digitale (PNSD) – Cfr. Avviso pubblico prot. n. 8256 del 1° giugno 2016.

Avviso 13 maggio 2016, AOODGEFID 7767

Ministero dell’Istruzione, dell’Università e della Ricerca
Dipartimento per la programmazione e la gestione delle risorse umane, finanziarie e strumentali
Direzione generale per interventi in materia di edilizia scolastica, per la gestione dei fondi strutturali per l’istruzione e per l’innovazione digitale

Avviso 13 maggio 2016, AOODGEFID 7767

Avviso pubblico per la realizzazione da parte delle istituzioni scolastiche ed educative statali di Biblioteche scolastiche innovative, concepite come centri di informazione e documentazione anche in ambito digitale – Piano Nazionale Scuola Digitale (PNSD)


Banana Biblioteche: dalla Svizzera, un nuovo software per gestione biblioteche

Banana Biblioteche: dalla Svizzera, un nuovo software per gestione biblioteche

Per la gestione di biblioteche scolastiche, aziendali, di uffici legali, o di raccolte private.

Produttore: Banana.ch SA – Via Trevano 7a – 6900 Lugano (Svizzera)
www.banana.ch – info@banana.ch

Banana.ch è da oltre 25 anni il produttore del software contabile per piccole ditte ed associazioni più venduto in Svizzera ed in continua espansione anche a livello mondiale: Banana Contabilità. Il suo successo è dovuto, oltre alla simpatia del nome, principalmente alla volontà di mantenere un prezzo basso e di offrire un programma dall’approccio molto semplice e intuitivo.
Da poco la ditta Banana.ch SA ha elaborato un’applicazione specifica per biblioteche, utilizzabile sempre all’interno del software Banana Contabilità.
Banana Biblioteche riprende i dati dei libri direttamente da Internet (inserendo il codice ISBN si riprendono le informazioni da Google) o da Excel con il semplice Copia/Incolla.
Ci sono poi tutta una serie di funzioni pratiche che rendono la gestione dei prestiti e la catalogazione dei libri davvero facile, anche per volontari o persone senza una formazione specifica.
Ecco dove trovare maggiori informazioni: https://doc8.banana.ch/it/node/8109

Banana Biblioteche

Nota 12 ottobre 2010, Prot. MIURAOODGOS n. 7224

Ministero dell’Istruzione, dell’Università e della Ricerca

Dipartimento per l’Istruzione

Direzione Generale per gli Ordinamenti Scolastici e per l’Autonomia Scolastica

Uff.II

Ai Direttori Generali degli Uffici Scolastici Regionali

LORO SEDI

Al Sovrintendente agli Studi per la Regione Autonoma della Valle d’Aosta

Al Sovrintendente Scolastico per la Provincia Autonoma di Bolzano

Al Sovrintendente Scolastico per la Provincia Autonoma di Trento

All’Intendente Scolastico per le scuole delle località ladine di Bolzano

All’Intendente Scolastico

per la scuola in lingua tedesca di Bolzano

Oggetto: Una rete di biblioteche scolastiche per le competenze chiave del XXI secolo – A.S. 2010/2011

Il MIUR, la Commissione Nazionale Biblioteche Scolastiche dell’AIB (Associazione Nazionale Biblioteche), la Facoltà di Scienze della Formazione e il Dipartimento di Scienze dell’Educazione dell’Università degli Studi di Padova, la Facoltà di Scienze della Formazione dell’Università degli Studi “Roma Tre” propongono il Progetto “Una rete di biblioteche scolastiche per le competenze chiave del XXI secolo” per la valorizzazione delle biblioteche scolastiche come “luoghi di cultura”.

Il progetto ha lo scopo di favorire l’integrazione tra il curricolo scolastico e i nuovi apprendimenti compresi quelli informativi, digitali e multimediali.

Codesti Uffici sono invitati a nominare un referente di progetto che curi la diffusione dell’iniziativa fra le Istituzioni scolastiche di appartenenza, sollecitando la costituzione di reti scolastiche che potranno presentare uno o più progetti aderenti alle diverse finalità declinate nella presente nota entro il 15 dicembre 2010.

La documentazione sarà successivamente inviata agli indirizzi e-mail citati nel Progetto in allegato.

IL DIRIGENTE

f.to Antonio LO BELLO

Allegati

5 dicembre – Amico Libro

Parte il Progetto Amico Libro, grazie all’accordo raggiunto tra MPI, AIE, ANCI e UPI per promuovere tra i giovani la lettura. Stanziati 12 milioni di euro dal MPI, fino a mille euro per ogni scuola da Comuni e Province, sconti alle scuole per l’acquisto di libri da parte dell’AIE. La stessa AIE, su dati ISTAT, rileva che nel 2006 i non lettori sono stati il 55,9 per cento degli italiani (erano il 57 per cento nel 1986); l’indagine biennale sulla lettura condotta da Mondadori segnala che i non lettori nel 2007 sono giunti al 62 per cento.