Archivi tag: Fisica

Olimpiadi Europee della Fisica

Una medaglia d’argento, tre di bronzo e una Menzione d’onore per gli studenti della squadra italiana che ha partecipato alla III edizione delle Olimpiadi Europee della Fisica. La manifestazione si è svolta a Riga, in Lettonia, dal 31 maggio al 4 giugno, organizzata dall’Università della Latvia.
La competizione era articolata in due fasi, una prova teorica composta da tre problemi e una prova sperimentale. Questa terza edizione ha visto la presenza di studenti da 35 Paesi con la partecipazione, fuori gara, di delegazioni di ragazzi dal Sud America e dall’Asia.

I cinque componenti della squadra italiana sono stati tutti premiati:

Mattia Arundine, medaglia di bronzo, Liceo scientifico “Alfonso Gatto”, Agropoli (SA).
Pietro Benotto, medaglia di bronzo, Liceo scientifico “Giancarlo Vallauri”, Fossano (CN).
Francesco Debortoli, Menzione d’onore, Liceo scientifico “Galileo Galilei”, Trento.
Luca Muscarella, medaglia d’argento, Liceo scientifico “Alessandro Volta”, Milano.
Nikolas Plattner, medaglia di bronzo, Liceo scientifico “Galileo Galilei”, Trento.
Le prove si sono rivelate molto complesse, di conseguenza assume ancora maggior rilievo il risultato dei nostri studenti, ai quali vanno i più vivi rallegramenti da parte di tutta la comunità italiana delle Olimpiadi di Fisica e dell’AIF (Associazione per l’Insegnamento della Fisica), che organizza la competizione su mandato del Ministero dell’Istruzione, dell’Università e della Ricerca.

Nota 27 ottobre 2016, AOODGOSV 11890

Ministero dell’Istruzione, dell’Università e della Ricerca
Dipartimento per il sistema educativo di istruzione e formazione
Direzione generale per gli ordinamenti scolastici e la valutazione del sistema nazionale di istruzione

Ai Direttori degli Uffici Scolastici Regionali Loro sedi
Al Sovrintendente Scolastico per la scuola in lingua italiana della provincia di Bolzano
Bolzano
Al Dirigente del Dipartimento Istruzione della provincia di Trento Trento
Al Sovrintendente agli Studi della Regione Autonoma della Valle d’Aosta
Aosta
Ai Dirigenti Scolastici dei Licei Scientifici Loro sedi
E p.c.
Al Capo Dipartimento per il sistema educativo di istruzione e formazione
SEDE
Al Dirigente Tecnico Coordinatore della segreteria tecnica degli esami di stato Francesco Branca
SEDE

Oggetto: Seminario residenziale di formazione 1-3 Dicembre 2016 – Bologna

In linea con le azioni messe in atto da questa Direzione Generale a sostegno dell’acquisizione delle competenze relative al metodo sperimentale nell’insegnamento della Fisica e Scienze previste nelle Indicazioni Nazionali per i Licei Scientifici e delle competenze relative al Problem Solving nell’insegnamento della matematica in tutti gli indirizzi di studio, in particolare nei Licei Scientifici, viene organizzato un seminario di formazione residenziale di tre giorni rivolto ai docenti di Matematica, Matematica e Fisica nei Licei Scientifici, Fisica nei Licei Scientifici e Scienze nei Licei Scientifici.
Il seminario è organizzato nell’ambito dei progetti Nazionali PP&S (www.progettopps.it) e LSOSAlab (http://ls-osa.iniroma3.it).

Il seminario avrà luogo dal 1 (arrivo) al 3 (partenza) del mese di dicembre a Bologna presso l’Opificio Golinelli ed è organizzato con il contributo scientifico dell’Accademia delle Scienze di Torino, del Dipartimento di Scienze dell’Università Roma Tre, del Dipartimento di Matematica dell’Università di Torino, e con il contributo logistico del Liceo Scientifico G. Galilei di Verona e del IIS C. Anti di Villafranca di Verona; i lavori saranno aperti il 1 dicembre da un Convegno Scientifico Nazionale dal titolo “La Matematica, la Fisica e le Scienze nella realtà del quotidiano e nell’astratto dell’immaginario”.
Il programma dei giorni 2 e 3 dicembre prevede lavori di gruppo nell’ambito della Matematica, della Fisica e delle Scienze per la definizione di percorsi curriculari centrati su esperienze di laboratorio nell’ambito della Fisica e delle Scienze riprodotti in sede e su problemi attinenti a situazioni di realtà. Si costituiranno tre gruppi di lavoro per ogni disciplina coordinati da tutor e docenti universitari.
Le spese di viaggio (con un tetto massimo di 150 €) e alloggio (già organizzato presso alcuni hotel di Bologna) sono a carico dei due progetti nazionali. La partecipazione al seminario è considerata formazione in servizio.
Il programma dei lavori, incluso quello del Convegno Scientifico, è allegato alla presente nota.
Al link https://goo.gl/forms/xBUD9NOKfFWZpxAO2 è posto il modulo di richiesta di partecipazione per i docenti interessati. La scadenza per l’iscrizione è fissata al 11 novembre 2016; saranno selezionati, tra quelli che avranno espresso la volontà a partecipare, 66 docenti per i tre gruppi di Matematica, 66 per i tre gruppi di Fisica, 66 per i tre gruppi di Scienze in base alle competenze elencate nel form, alle motivazioni a partecipare, alle classi di concorso e alla distribuzione regionale.
Si invitano gli USR a dare massima diffusione della presente nota a tutte le istituzioni scolastiche di secondo grado, in particolare ai Licei Scientifici e ai Licei Scientifici con opzione Scienze Applicate, della regione.

Si coglie l’occasione per porgere cordiali saluti

Il Direttore Generale
Carmela Palumbo


Allegati

Nota 25 marzo 2015, AOODGSIP 2089

Ai Direttori Generali degli Uffici Scolastici Regionali
LORO SEDI
p.c. Al Responsabile del progetto IDIFO 5
prof.ssa Marisa Michelini
Università di Udine

Nota 25 marzo 2015, AOODGSIP 2089

OGGETTO: Scuola estiva di Fisica Moderna per studenti di scuole secondarie di 2° grado, presso l’Università di Udine (SENS-FM 2015), 13 -18 luglio 2015.

Nota 13 marzo 2015, AOODGSIP 1762

Ai Direttori Generali degli Uffici Scolastici Regionali
LORO SEDI
p.c. Al Responsabile del progetto IDIFO 5
prof.ssa Marisa Michelini
Università di Udine

Nota 13 marzo 2015, AOODGSIP 1762

OGGETTO: Scuola estiva di Fisica Moderna per studenti di scuole secondarie di 2° grado, presso l’Università di Udine (SENS-FM 2015), 13 -18 giugno 2015. Trasmissione bando.

Avviso 24 settembre 2013

Ministero dell’Istruzione, dell’Università e della Ricerca
Dipartimento per l’Istruzione
Direzione Generale per gli Ordinamenti Scolastici e per l’Autonomia Scolastica
Segreteria del Direttore

L’Associazione per l’Insegnamento della Fisica (AIF) con la collaborazione del Ministero dell’Istruzione, dell’Università e della Ricerca (MIUR), Direzione Generale per gli Ordinamenti Scolastici e l’Autonomia Scolastica, progetta ed organizza la XXVIII edizione delle Olimpiadi della Fisica. Gli Istituti di Istruzione Secondaria di Secondo Grado sono invitati ad iscriversi. Le Olimpiadi della Fisica sono una competizione a carattere individuale rivolta a studenti della Scuola Secondaria Superiore che mostrano particolare inclinazione per gli studi scientifici.

La competizione si articolerà secondo il seguente calendario:
11 dicembre 2013: Gare di Istituto
18 febbraio 2014: Gare Locali
9 – 12 aprile 2014: Gara Nazionale – Senigallia
7 – 15 luglio 2014: XLV IPhO – Astana (Kazakistan)

In allegato il bando di partecipazione. Per ulteriori informazioni sulla competizione consultare il sito http://www.olifis.it/

Il Direttore Generale
f.to Carmela Palumbo

OLIMPIADI DELLA FISICA 2014
BANDO DI PARTECIPAZIONE

L’Associazione per l’Insegnamento della Fisica (AIF) con la collaborazione del Ministero dell’Istruzione, dell’Università e della Ricerca (MIUR), Direzione Generale per gli Ordinamenti Scolastici e l’Autonomia Scolastica, progetta ed organizza la XXVIII edizione delle Olimpiadi della Fisica. Gli Istituti della Scuola Secondaria di Secondo Grado sono invitati ad iscriversi.
La Olimpiade della Fisica è una competizione a carattere individuale rivolta a studenti della Scuola Secondaria Superiore che mostrano particolare inclinazione per gli studi scientifici.
Nessuna limitazione di età è prevista per la partecipazione alle Olimpiadi Italiane della Fisica.
Possono prendervi parte tutti gli studenti degli istituti di istruzione secondaria di secondo grado attivi in Italia e analoghi istituti italiani operanti all’estero che siano regolarmente iscritti alle Olimpiadi della Fisica. Singoli studenti particolarmente motivati a partecipare alle gare e che frequentano scuole che non aderiscono alle Olimpiadi della Fisica nell’anno in corso possono inoltrare richiesta di partecipazione alla Segreteria delle Olimpiadi della Fisica (segreteria@olifis.it).
Gli studenti che si iscrivono alle Olimpiadi della Fisica dovrebbero conoscere almeno in parte la fisica necessaria per risolvere i problemi assegnati nelle gare degli anni precedenti.
La Olimpiade della Fisica si sviluppa con tre prove che si succederanno nel corso dell’anno scolastico:
o la Gara di Istituto (di primo livello, mercoledì 11 dicembre 2013),
o la Gara Locale in 51 sedi locali dislocate su tutto il territorio nazionale (di secondo livello, martedì 18 febbraio 2014),
o la Gara Nazionale (9 – 12 aprile 2014).
Tra i vincitori della Gara Nazionale, con una ulteriore prova che si svolge alla fine del mese di maggio, vengono scelti i cinque componenti della squadra italiana che partecipa nel mese di luglio alle IPhO – Olimpiadi Internazionali della Fisica.
Le IPhO sono una competizione internazionale annuale nella quale gli studenti che, al 30 giugno, non abbiano ancora compiuto il ventesimo anno d’età sono chiamati a risolvere individualmente in due giornate diverse tre problemi teorici e due problemi sperimentali di Fisica.
Termine improrogabile per l’iscrizione è il 10 novembre 2013 da effettuarsi esclusivamente on line al sito www.olifis.it.
Sassoferrato, 16 settembre 2013

Il responsabile delle Olimpiadi della Fisica per l’Associazione per l’Insegnamento della Fisica
prof. Dennis Luigi Censi

tel: 0732 1966045; fax: 0731 9213; e-mail: segreteria@olifis.it; web: www.olifis.it

Avviso 19 luglio 2013

Ministero dell’Istruzione, dell’Università e della Ricerca
Dipartimento per l’Istruzione
Direzione Generale per gli Ordinamenti Scolastici e per l’Autonomia Scolastica
Segreteria del Direttore

Dal 7 al 15 luglio 2013 si è svolta a Copenhagen la 44-esima edizione delle Olimpiadi Internazionali della Fisica, che ha visto la partecipazione di 82 paesi e 372 studenti.

Tutti gli studenti della squadra italiana, mostrando una solida preparazione disciplinare, hanno affrontato la soluzione dei tre problemi teorici e dei due problemi sperimentali di fisica proposti, guadagnando ciascuno una medaglia di bronzo.
Il vincitore assoluto è risultato lo studente Szabó Attila della delegazione dell’Ungheria. L’elenco completo dei premiati è disponibile al seguente indirizzo: http://ipho2013.dk.
Nello stesso sito sono disponibili i video delle cerimonie di apertura e di premiazione e i testi dei problemi assegnati.
Le Olimpiadi Internazionali della Fisica sono una competizione a carattere individuale riservata a studenti non universitari e consiste nella soluzione di tre problemi teorici e due problemi sperimentali di Fisica.
Ogni nazione è stata rappresentata con una squadra di cinque studenti. La squadra italiana era composta dagli studenti:
Roberto Albesiano, di classe quinta, del Liceo Scientifico “BRUNO” di ALBENGA
Federico Belliardo, di classe quarta, dell’I.I.S. “VALLAURI” di FOSSANO
Michele Fava, di classe quinta, dell’I.I.S. “COLOMBINI” di PIACENZA
Leonardo Fiore, di classe quinta, del Liceo Scientifico “VOLTA” di MILANO
Luigi Pagano, di classe quinta, del Liceo Scientifico “BANZI BAZOLI” di LECCE
che sono risultati vincitori di una selezione in quattro fasi successive, alla quale hanno partecipato quasi 50000 studenti provenienti da circa 700 scuole secondarie superiori di secondo grado.

IL DIRETTORE GENERALE
Carmela Palumbo

Avviso 28 giugno 2013

Ministero dell’Istruzione, dell’Università e della Ricerca
Dipartimento per l’Istruzione
Direzione Generale per gli Ordinamenti Scolastici e per l’Autonomia Scolastica
Segreteria del Direttore

A conclusione di un percorso di selezione iniziato sette mesi fa con la partecipazione di quasi 700 scuole secondarie di II grado, cinque studenti sono stati selezionati per rappresentare l’Italia alle prossime Olimpiadi Internazionali della Fisica che si svolgeranno a Copenhagen da 7 al 15 luglio 2013. La squadra sarà formata da:
• ROBERTO ALBESIANO classe V – LICEO G. BRUNO di ALBENGA
• FEDERICO BELLIARDO classe IV – I.I.S. “G. VALLAURI” di FOSSANO
• MICHELE FAVA classe V – ISTITUTO IM G. M. COLOMBINI di PIACENZA
• LEONARDO FIORE classe V – LICEO A. VOLTA di MILANO
• LUIGI PAGANO classe V – LICEO SCIENTIFICO BANZI BAZOLI di LECCE

IL DIRETTORE GENERALE
F.to Carmela Palumbo

Nota 29 aprile 2013, Prot. n. 2732

Ministero dell’Istruzione, dell’Università e della Ricerca

Ai Direttori Generali degli Uffici Scolastici Regionali
LORO SEDI

p.c. Al Responsabile del progetto IDIFO 4
prof.ssa Marisa Michelini
Università di Udine

Nota 29 aprile 2013, Prot. n. 2732

OGGETTO: Scuola estiva di Fisica Moderna per studenti di scuole secondarie di 2° grado. Università di Udine, 22 – 27 luglio 2013. Trasmissione bando.

Nota 5 giugno 2012, AOODGSC Prot. n. 3340

Ministero dell’Istruzione dell’Università e della Ricerca
Dipartimento per l’Istruzione
Direzione Generale per lo Studente, l’Integrazione, la Partecipazione e la Comunicazione
Ufficio VI

Ai Direttori Generali degli Uffici Scolastici Regionali
LORO SEDI
p.c. Ai Referenti regionali PLS
p.c. Alla prof.ssa Marisa Michelini
Università di Udine

OGGETTO: Premio Antonella Bastai Prat per una ricerca in didattica della fisica svolta nella scuola. Scadenza: 31 luglio 2012

Si comunica che l’Associazione per l’insegnamento della Fisica (AIF), per onorare la memoria del consigliere Antonella Bastai Prat, che rivolse il suo impegno a rivalutare e migliorare l’insegnamento della fisica, ha deciso di dare continuità nel rinnovamento al premio IlAntonella Bastai Prat”, finalizzato a promuovere la professionalità degli insegnanti e il miglioramento della prassi scolastica attraverso l’innovazione didattica e la ricerca.

Il bando, allegato alla presente nota, prevede il conferimento del premio ad un’attività didattica con caratteristiche innovative e di ricerca, che sia stata svolta nel corso dell’anno scolastico 2011/2012 nelle scuole italiane di ogni ordine e grado e che abbia contribuito al miglioramento dell’apprendimento scientifico dei giovani e ad accrescere la padronanza dell’azione didattica da parte dell’insegnante sulla fisica.

L’attività, pertanto, deve possedere natura innovativa e dimensione di ricerca.

Gli interessati dovranno far pervenire la documentazione prevista, redatta secondo le istruzioni riportate nell’allegato bando, entro il 31 luglio 2012, al seguente indirizzo: AIF – Premio Antonella Bastai Prat – cio prof. Marisa Michelini – CIRD dell’Università di Udine, via delle Scienze, n. 208 – 33100 Udine.

Il premio verrà conferito in occasione del Congresso Nazionale AIF 2012.

Ulteriori chiarimenti e informazioni potranno essere richiesti alla prof.ssa Marisa Michelini all’indirizzo elettronico: marisa.michelini@uniud.it

Nel ringraziare per la consueta fattiva collaborazione, si rivolge l’invito a dare la massima diffusione al presente premio.

IL DIRETTORE GENERALE
Giovanni Boda

—————————

Associazione per l’insegnamento della Fisica
Premio
ANTONELLA BASTAI PRAT
per una ricerca in didattica della fisica svolta nella scuola

1. L’Associazione per l’Insegnamento della Fisica (AIF), per onorare la memoria del Consigliere scomparso Antonella Bastai Prat, che non solo operò in modo entusiasta e proficuo nell’AIF, ma si dedicò anche personalmente con grande passione a migliorare e rivalutare l’insegnamento della fisica sia con il proprio insegnamento nelle classi sia mediante attività di aggiornamento, gruppi di studio e di ricerca didattica, desidera dare continuità al premio “Antonella Bastai Prat” nella forma rinnovata, che promuove la professionalità degli insegnanti attraverso l’innovazione didattica e la ricerca. Con il contributo della famiglia Prat bandisce pertanto un premio da conferirsi per un’attività didattica con caratteristiche innovative e di ricerca, che sia stata svolta nell’ultimo anno scolastico 2011-12 nelle scuole italiane di ogni ordine e grado, per contribuire al miglioramento dell’apprendimento scientifico dei giovani ed accrescere la padronanza dell’azione didattica da parte dell’insegnante sulla fisica. Alle modalità con cui favorire i processi di apprendimento è dedicato questo premio in particolare, che guarda all’innovazione didattica come un processo di miglioramento nella prassi scolastica.

2. L’importo del premio è fissato in 1000 (mille) Euro.

3. L’attività deve avere natura innovativa e dimensione di ricerca. Essa deve essere condotta dall’insegnante, facendo riferimento al lavoro con una classe o un gruppo di allievi. Essa deve riguardare prevalentemente uno o più dei seguenti aspetti di didattica della fisica: proposte didattiche basate sulle tecnologie dell’informazione e della comunicazione e sulla multimedialità in relazione al miglioramento dei processi di apprendimento, progettazione e sperimentazione di percorsi e/o materiali didattici, raccordo dell’attività in classe con l’esperienza quotidiana, ruolo dell’attività sperimentale e suo raccordo con teoria e modelli.

4. L’attività che verrà giudicata meritevole del premio sarà pubblicata su La Fisica nella Scuola in forma di articolo, a cura del vincitore e secondo le indicazioni del Gruppo Redazionale della rivista, che valuterà per la pubblicazione anche altri lavori segnalati dalla Commissione scientifica del Premio.

5. L’attività può essere presentata al concorso da un gruppo di insegnanti, che l’hanno realizzata in collaborazione, ferma restando l’unicità di ciascun premio.

6. Il lavoro svolto dovrà essere documentato mediante un rapporto, che deve illustrare: 1) Il problema affrontato, argomentandone ruolo ed importanza rispetto al contesto scolastico ed alle esigenze didattiche; 2) gli obiettivi; 3) la natura innovativa e di ricerca; 4) lo svolgimento, con indicazione di: fasi, attività, modalità, strumenti, metodologie e tempi; 5) i criteri ed i metodi di documentazione e valutazione degli esiti e quindi dell’efficacia dell’intervento didattico; 6) la bibliografia di riferimento; 7) le collaborazioni e i rispettivi ruoli nel lavoro svolto.

7. Gli interessati al Premio dovranno far pervenire entro il_31.7.2012 all’AIF Premio Antonella Bastai Prat – cio prof. Marisa Michelini – CIRD dell’Università di Udine, via delle Scienze 208, 33100 Udine, la seguente documentazione:
1. domanda di partecipazione al concorso in carta libera con l’indicazione della data e del luogo di nascita, del domicilio e del recapito telefonico dell’insegnante partecipante;
2. dichiarazione del dirigente scolastico della scuola in cui si è svolta l’attività;
3. due copie del rapporto di ricerca su supporto cartaceo e 2 copie su supporto elettronico, come file di formato pdf;
4. ogni altra documentazione ritenuta utile per il giudizio.
5. Nella domanda i candidati devono indicare sotto la loro responsabilità:
a) cognome e nome, luogo e data di nascita, codice fiscale;
b) cittadinanza, indirizzo di residenza;
c) posizione di servizio: stato di servizio, scuola, materia di insegnamento;
d) recapito ai fini del concorso, completo di indirizzo di posta elettronica;
e) il titolo dell’attività;
f) dichiarazione che l’attività proposta non è già oggetto di studi finanziati da enti pubblici o privati e che è stata svolta in autonomia o con le collaborazioni specificate nel rapporto di ricerca.

8. Il premio è conferito su giudizio di una Commissione scientifica appositamente costituita a cura dell’Associazione per l’Insegnamento della Fisica. Sono criteri di valutazione: 1) la rispondenza della ricerca alle finalità dell’iniziativa ed a quanto previsto nel presente bando; 2) l’originalità, l’interesse e il valore scientifico della proposta; 3) l’utilità per la scuola.
Il giudizio della Commissione scientifica è insindacabile.
I concorrenti premiati nell’ultimo concorso sono esclusi dalla premiazione nel presente bando.

9. Il premio verrà assegnato in occasione del Congresso Nazionale AIF 2012.

10. Chiarimenti e informazioni possono essere richiesti a Marisa Michelini all’indirizzo postale sopra indicato o al seguente indirizzo elettronico: marisa.michelini@uniud.it

 

Nota 1 aprile 2011, Prot. n. 0003064 R.U.

Ministero dell’Istruzione, dell’Università e della Ricerca

Dipartimento per l’Istruzione

Direzione Generale per lo Studente, l’Integrazione, la Partecipazione e la Comunicazione

Ufficio VI

 

Ai Direttori Generali degli

Uffici Scolastici Regionali

LORO SEDI

 

Oggetto: Scuola estiva di Fisica Moderna per studenti di scuole secondarie di 2° grado. Università di Udine, 25 – 30 luglio 2011.

 

Si comunica che l’Università di Udine organizza anche quest’anno, dal 25 al 30 luglio 2011, la terza Scuola estiva di Fisica Moderna per studenti delle classi IV e V delle scuole secondarie di 2° grado, organizzata nell’ambito del Progetto IDIFO 3 del Piano Nazionale lauree Scientifiche (PLS), co-finanziato dal MIUR e dalla scrivente Direzione Generale. Tale scuola ha l’obiettivo di offrire agli studenti interessati percorsi di apprendimento su argomenti di elettromagnetismo e fisica moderna, quali meccanica quantistica, fisica della materia e superconduttività, attraverso attività sperimentali. La scuola estiva offre, inoltre, ai giovani un ambiente stimolante di approfondimento scientifico e matematico, basato sul personale coinvolgimento dei partecipanti in sfide ludiche da vivere in cooperazione tra giovani e docenti universitari. Il numero dei partecipanti è fissato in 30; la selezione tra tutti coloro che avranno prodotto domanda, sarà effettuata da apposita commissione sulla base dei seguenti criteri:

 

certificazione del profitto riportato dallo studente nelle materie scientifiche nell’anno scolastico 2009/2010 e al termine del primo quadrimestre dell’anno scolastico 2010/2011, rilasciata dall’istituto di appartenenza;

regione di residenza per la miglior distribuzione nazionale ( ai sensi del Progetto IDIFO 3 il 20% dei posti è riservato a studenti residenti in Friuli Venezia Giulia );

tipologia di scuola secondaria;

altri titoli eventuali.

 

A parità di punteggio, la preferenza sarà accordata allo studente anagraficamente più giovane. L’iscrizione è gratuita. Le spese di vitto e alloggio per gli studenti saranno a carico dell’organizzazione. Le spese di trasporto, invece, saranno a carico dei partecipanti. Il termine per l’iscrizione è fissato al 30 giugno 2011. Gli studenti dovranno inviare domanda, secondo il modello predisposto, al CIRD (Centro Interdipartimentale per la Ricerca Didattica ) dell’Università degli Studi di Udine ( via delle Scienze, 206 – 33100 Udine; tel. 0432 558211, fax 0432 558230 ). Entro il 10 luglio 2011 sarà pubblicata la graduatoria degli ammessi alla scuola sul sito: http://www.fisica.uniud.it/URDF/laurea/pls3_4.htm Informazioni dettagliate sul bando e sulla scuola estiva sono aggiornate settimanalmente sul sito sopra riportato.

 

IL DIRETTORE GENERALE

f.to Massimo ZENNARO

————————-

Scuola estiva di Fisica Moderna

per studenti di scuole secondarie superiori

IDIFO3

Udine, 25-30 luglio 2011

 

Dal 25 al 30 luglio 2011, si svolgerà a Udine, nel Campus Universitario delle Facoltà Scientifiche, la Scuola estiva di Fisica Moderna per studenti delle classi IV e V delle scuole secondarie superiori, organizzata nell’ambito del Progetto IDIFO3 del Piano Lauree Scientifiche (PLS).

Nell’ambito del Progetto Innovazione didattica in Fisica e Orientamento (IDIFO3) del Piano Lauree Scientifiche, realizzato in collaborazione con 18 Università italiane ed enti di ricerca, l’Università degli Studi di Udine organizza la terza Scuola estiva di Fisica Moderna, allo scopo di offrire agli studenti interessati percorsi di apprendimento su argomenti di Elettromagnetismo e Fisica Moderna, quali Meccanica Quantistica, Fisica della Materia e Superconduttività, con attività sperimentali.

L’organizzazione della Scuola è effettuata dalla Sezione di Fisica e Matematica del Dipartimento di Chimica, Fisica e Ambiente (DCFA), in collaborazione con la Scuola Superiore, le Facoltà di Scienze Matematiche Fisiche Naturali e di Scienze della Formazione dell’Università di Udine e con l’Università di Trieste, oltre che con le Direzioni Generali dello Studente e dell’Università del MIUR e diverse realtà di ricerca in fisica, come l’INFN, l’Area di Ricerca Science Park, l’ICTP, la SISSA, il Sincrotrone Elettra e gli enti per il diritto allo studio locali.

La partecipazione alla Scuola prevede una serie di attività in presenza: lezioni, seminari ed attività di laboratorio presso i locali della Sezione di Fisica e Matematica del Dipartimento DCFA dell’Università di Udine e del Dipartimento di Fisica dell’Università di Trieste. L’ospitalità dei partecipanti viene assicurata presso i collegi universitari convenzionati con l’Università di Udine.

La Scuola Estiva offre ai giovani un ambiente stimolante di approfondimento scientifico e matematico, basato sul personale coinvolgimento dei partecipanti in sfide ludiche da vivere in cooperazione tra giovani e docenti universitari. Un ambiente in cui l’atmosfera, i metodi e gli strumenti della ricerca scientifica sono direttamente esplorati da ciascun partecipante.

DESTINATARI

Possono partecipare alla Scuola tutti gli iscritti nell’a.s. 2010/2011 al quarto e quinto anno delle Scuole Secondarie di II grado.

Il numero di studenti ammessi alla partecipazione è fissato in 30: qualora i finanziamenti integrativi richiesti dessero esito positivo, il numero di posti sarà esteso fino 50, compatibilmente con i finanziamenti ricevuti.

La selezione sarà effettuata, da apposita commissione, sulla base dei seguenti criteri di priorità:

– certificazione del profitto riportato dallo studente nelle materie scientifiche nell’anno scolastico 2009-2010 e al termine del primo quadrimestre dell’anno scolastico 2010-2011, rilasciata dall’Istituto di appartenenza;

– regione di residenza per la miglior distribuzione nazionale (ai sensi del Progetto IDIFO3 il 20% dei posti è riservato a studenti residenti in Friuli Venezia Giulia);

– tipologia di Scuola Secondaria;

– altri titoli eventuali

A parità di punteggio, la preferenza sarà accordata allo studente anagraficamente più giovane.

PROGRAMMA DI MASSIMA

Le attività della Scuola Estiva prevedono:

– conferenze e seminari, tenuti dai docenti delle Università e degli enti di ricerca collaboranti al Progetto IDIFO3 e da esperti nel campo della didattica della fisica moderna,

– percorsi concettuali, laboratori di didattica e sperimentali; attività di simulazione numerica, di modellizzazione e di problem solving,

– visita guidata all’Università di Trieste e a centri di ricerca, quale il Sincrotrone ELETTRA dell’Area di Ricerca di Trieste e l’ICTP di Trieste.

Le attività laboratoriali comprenderanno i seguenti esperimenti:

– Diffrazione ottica. Acquisizione con sensori collegati in linea con l’elaboratore della distribuzione di intensità luminosa prodotta su uno schermo da fenditure, analisi dei dati e discussione delle leggi fenomenologiche caratteristiche

– Polarizzazione. Introduzione operativa alla polarizzazione come proprietà della luce e suo ruolo per comprendere lo stato quantico e le basi della meccanica quantistica

– Misura della velocità della luce

– Misura della resistività in funzione della temperatura di superconduttori, metalli e semiconduttori

– Induzione elettromagnetica nella fisica classica e moderna. Collana di esperimenti e misure

– Effetto Hall. Misura della costante di Hall per materiali diversi

– Fenomenologia della superconduttività: effetto Meissner e pinning, collana di esperimenti e problem solving sperimentali sulla superconduttività

– Esperimento di Frank e Hertz. Misura delle energie di transizione atomica del mercurio

– Effetto Ramsauer . Valutazione delle dimensioni di un atomo di Xenon a partire da effetti quantistici sull’interazione atomo-fascio di elettroni

MODALITÀ DI PARTECIPAZIONE

L’iscrizione è gratuita. Le spese di vitto e alloggio per gli studenti saranno a carico dell’organizzazione. Le spese di trasporto saranno a carico dei partecipanti.

Gli studenti minori saranno seguiti da un tutor.

Il termine di iscrizione è fissato al 30 giugno 2011

Gli studenti dovranno inviare l’allegata domanda d’iscrizione al CIRD (Centro Interdipartimentale per la Ricerca Didattica) dell’Università degli Studi di Udine (via delle Scienze, 206 – 33100 UDINE; tel 0432/55.82.11; fax 0432/55.82.30). Farà fede la data del timbro postale. Entro la data del 10 Luglio 2011 verrà pubblicata la graduatoria degli ammessi alla Scuola sul sito http://www.fisica.uniud.it/URDF/laurea/pls3.htm).

L ‘attività formativa non costituisce rapporto di lavoro e la sua durata è stabilita in un numero di ore non inferiore a 30. Durante lo svolgimento del periodo formativo, le attività didattiche saranno tenute e verificate da docenti e ricercatori dell’Università di Udine e delle sedi partecipanti al progetto IDIFO3.

Al termine del percorso sarà rilasciata un’attestazione sull’esperienza formativa compiuta.

Durante lo svolgimento del periodo formativo ogni allievo è tenuto a:

 svolgere le attività concordate con i responsabili;

 rispettare le norme in materia di igiene, sicurezza e salute sui luoghi di lavoro che gli verranno debitamente comunicate dai responsabili;

 mantenere in ogni caso un comportamento consono rispetto all’ambiente in cui viene svolto il periodo di formazione.

La responsabilità civile durante la permanenza dei ragazzi negli ambienti dell’Università di Udine è coperta da apposita polizza assicurativa. Per gli eventuali infortuni legati all’uso del laboratorio e non riconducibili al mancato rispetto delle norme comunicate ai partecipanti alla scuola, è prevista apposita polizza assicurativa obbligatoria (INA Assitalia) con oneri a carico dello studente (€ 10,50). Il Dipartimento di Chimica, Fisica e Ambiente si ritiene sollevato da ogni altra responsabilità.

Comitato Scientifico

Cristiana Compagno, Magnifico Rettore dell’Università di Udine

Gianluca Foresti, Preside della Facoltà Scienze della Formazione, UniUD

Franco Parlamento, Preside della Facoltà Scienze MMFFNN, UniUD

Pietro Corvaja, Scuola Superiore dell’Università di Udine

Lorenzo Fedrizzi, Direttore DCFA, UniUD

Lorenzo Santi, Direttore CIR, UniUD

Marisa Michelini, Responsabile IDIFO3, UniUD

Maria Peressi, Responsabile PLS – Fisica UniTS

Giorgio Pastore, UniTS

Direzione Scientifica

Marisa Michelini

Lorenzo Santi

Coordinamento Didattico

Alberto Stefanel

Alessandra Mossenta

Stefano Vercellati

URDF – UniUD

Sede della Scuola

CAMPUS RIZZI

Via delle Scienze, 206 – 33100 UDINE

Organizzazione e informazioni

Segreteria CIRD e DCFA dell’Università di Udine

Donatella Ceccolin e Martina Scrignaro

Tel 0432/558211 – Fax 0432/558230

E-mail: cird@uniud.it

http://www.fisica.uniud.it/URDF/laurea/pls3.htm

Informazioni sulla scuola estiva vengono aggiornate settimanalmente alla pagina web http://www.fisica.uniud.it/URDF/laurea/pls3.htm

Normativa ai sensi del D. Lgs n. 196/2003 L’Università degli Studi di Udine, in qualità di titolare del trattamento, garantisce la massima riservatezza dei dati forniti: le informazioni verranno utilizzate ai sensi del D. Lgs n. 196/2003, al solo scopo di promuovere future e analoghe iniziative. In ogni momento, potrà avere accesso ai Suoi dati e chiederne la modifica o la cancellazione.

L’iniziativa rientra nel Progetto IDIFO3 del Piano Lauree Scientifiche, approvato dal MIUR e da esso co-finanziato.

 

Il Magnifico Rettore dell’Università di Udine

Prof. Cristiana Compagno

 

Il Direttore del Dipartimento di Chimica, Fisica e Ambiente dell’Università di Udine

Prof. Lorenzo Fedrizzi

 

Il Responsabile del Progetto IDIFO3

Prof. Marisa Michelini

 

—————

 

Università degli Studi di Udine

Piano Lauree Scientifiche – Fisica

Scuola Estiva Nazionale di Fisica Moderna

per studenti di Scuola Secondaria Superiore

Udine, 25-30 luglio 2011

Università degli Studi di Udine

Via delle Scienze, 208 – 33100 UDINE – Tel.0432.558211 – fax 0432.558230

 

La/Il sottoscritta/o (cognome)________________________ (nome)________________________

nata/o (luogo e data)___________________________________________________________

residente a (Città) _____________________________________( _____) CAP______________

in via/p.zza ______________________________________________________, n. __________

Tel. ______________________ Cell. ______________________e-mail_____________________

Iscritta/o nell’a.s. 2010/11 presso (istituto)____________________________________________

Indirizzo____________________________________________Città___________________(___)

Tel. ___________________ Fax ___________________e-mail___________________________

CHIEDE

di essere iscritto alla Scuola Estiva Nazionale di Fisica Moderna per Studenti di Scuola Secondaria

che si svolgerà a Udine nel periodo 25-30 luglio 2011, organizzata nell’ambito del Progetto IDIFO3.

Si allega alla presente copia di certificato scolastico riportante il profitto conseguito nelle materie

scientifiche nell’a.s. 2009/10 e al termine del I quadrimestre o II trimestre dell’anno 2010/11.

Data ___________________________ Firma _______________________________________

Autorizzo il trattamento dei miei dati personali ai sensi del D. Lgs. N. 196/2003

Data ___________________________ Firma _______________________________________

Firma del genitore ________________________________________________________

 

La/Il sottoscritta/o _________________________________________nata/o il _______________

genitore di ____________________________________, consapevole che la responsabilità civile

durante la permanenza degli studenti negli ambienti della Sezione di Fisica e Matematica del Dipartimento

di Chimica, Fisica e Ambiente dell’ Università degli Studi di Udine è coperta da apposita polizza e che,

per gli eventuali infortuni, legati all’uso del laboratorio e non dovuti al mancato risp etto della norme

comunicate ai partecipanti, si provvederà, in seguito all’ attodell’ iscrizione, alla stipula di ulteriore apposita

polizza obbligatoria con one ri a carico dello studente (€10,50), si assume ogni responsabilità relativa al

comportamento di suo figlio durante lo svolgimento della Scuola Estiva Nazionale di Fisica Moderna di cui

alla presente richiesta.

Data ___________________________ Firma ________________________________

Facoltativo

 

La/Il sottoscritta/o _________________________, docente di ______________________ presso l’Istituto__________________________________Città _____________________ propone lo

studente ______________________________ per la partecipazione alla Scuola Estiva Nazionale di Fisica

Moderna organizzata nell’ ambito del piano PLS, in quanto (1) ___________________________

______________________________________________________________________________.

Data _________________ timbro e firma del Dirigente Scolastico _______________________

 

(1) Inserire la motivazione

Nota 29 novembre 2010, MIUROODGOS prot. n. 8630 /R.U./U

Ministero dell’Istruzione, dell’Università e della Ricerca

Dipartimento per l’Istruzione

Direzione Generale per gli Ordinamenti Scolastici e per l’Autonomia Scolastica

Ufficio II

Ai Direttori Generali

degli Uffici Scolastici Regionali

LORO SEDI

Al Sovrintendente agli Studi per la Regione Autonoma della Valle d’Aosta

Al Sovrintendente Scolastico

per la Provincia Autonoma di Bolzano

Al Sovrintendente Scolastico

per la Provincia Autonoma di Trento

All’Intendente Scolastico per le scuole

delle località ladine di Bolzano

All’Intendente Scolastico

per la scuola in lingua tedesca

di Bolzano

Oggetto: 1a Edizione del Premio “Macchinando, macchinando” per l’apparecchio di fisica più originale

L’Istituto di Istruzione Secondaria di 2° grado “Francesco Giordani” di Caserta, indice la prima edizione del bando: Macchinando, macchinando, premio per l’apparecchio di fisica più originale.

La gara intende promuovere le eccellenze nelle scuole ,tramite il sostegno dell’attività di ricerca e di implementazione creativa delle conoscenze curricolari in un’operatività che possa risultare utile agli obiettivi aziendali ed all’innovazione scientifica.

Ulteriori Informazioni sugli aspetti organizzativi si potranno richiedere alla segreteria organizzativa della gara :”Macchinando, macchinando”, 1a edizione c/o ISISS “F.Giordani” di Caserta tel.0823\327359; fax 0823\325655; e-mail: cetf02000x@istruzione.it , mentre maggiori dettagli sulle prove, si informa che le stesse saranno pubblicate sul sito web della Scuola: http://www.giordanicaserta.it .

IL DIRIGENTE

F.to Antonio Lo Bello

————————–

“Macchinando, macchinando”
( premio all’apparecchio di fisica più originale)
1aEdizione: a.s. 2010/2011
EGOLAMENTO DI PARTECIPAZIONE
Premessa
L’Istituto di Istruzione Secondaria di 2° grado “Francesco Giordani”, sito alla
Via Laviano,in Caserta, nell’ambito della propria attività istituzionale, in ottemperanza
alla normativa vigente in materia:
 Circolare n. 7 del 20 gennaio 2010
 Risoluzione n. 280/E del 25 novembre 2009 dell’Agenzia delle Entrate
 Circolare n. 86 del 20 ottobre 2008
 Decreto ministeriale 28 luglio 2008
 Circolare esplicativa del quadro normativo, prot. n. 18 del 28 gennaio 2008
 Decreto legislativo 29 dicembre 2007, n. 262
 Legge 11 gennaio 2007 n. 1, artt. 2- 3
ha inteso avviare con i seguenti soggetti accreditati MIUR (Allegato A al D.G.G. n.5
del 9\03\2010):
– Associazione per l’Insegnamento della Fisica AIF-Lombardia
-Federazione delle associazioni scientifiche e tecniche FAST-Lombardia-
E in accordo con la Facoltà di Ingegneria, Unina2, Aversa (CE)
La prima edizione del bando:
“Macchinando, macchinando”,
premio all’apparecchio di fisica più originale.
volto alla promozione delle eccellenze nelle scuole ed al sostegno dell’attività di
ricerca e di implementazione creativa delle conoscenze curricolari .
.
Art. 1 – Indizione e modalità di svolgimento delle prove
Per l’anno scolastico 2010-2011 è indetta la gara : “Macchinando, macchinando”, 1^
edizione.
La gara si articolerà in tre fasi :
1. trasmissione degli elaborati all’istituto proponente entro il 28\02\2011;
2. selezione delle opere finaliste (n.5) ,da parte del Comitato Tecnico Scientifico,
entro il 10\04\2010
3. proclamazione dell’opera vincitrice ,del 2° e del 3° classificato da parte della
Giuria; manifestazione finale e premiazione il 23 aprile 2011.
Le finali e la premiazione si svolgeranno il 23 aprile 2011 a CASERTA (CE), presso
L’Istituto Giordani, in Via Laviano.
Art. 2 – Finalità
La gara intende promuovere le eccellenze nelle scuole ,tramite il sostegno dell’attività
di ricerca e di implementazione creativa delle conoscenze curricolari in un’operatività
che possa risultare utile agli obiettivi aziendali ed all’innovazione scientifica.
Art. 3 – Enti promotori
Per l’anno scolastico 2010-2011: ISISS Giordani, Unioncamere –Caserta, Comune di
Caserta, Provincia di Caserta.
Art. 4 – Comitato scientifico, Comitato organizzatore, Giuria
Per la realizzazione della Gara “Macchinando, macchinando”, 1^ edizione, sono
costituiti: un Comitato scientifico e un Comitato organizzatore, presieduti
rispettivamente dal Preside della Facoltà di Ingegneria UNINA 2,Ch.mo Prof. Di
Natale e dal Dirigente Scolastico ,Prof. Villari .
Il Comitato scientifico della gara è composto come segue:
– 1 docente universitario
– 1 dirigente di Istituzione Scolastica
– 2 esperti disciplinari
– 1 rappresentante delle associazioni professionali,
– 1 rappresentati di Aziende del territorio\Unioncamere
– 1 rappresentanti degli Enti pubblici
Il Comitato organizzatore della gara “Macchinando, macchinando”,1° edizione è
composto come segue:
Francesco Villari (Dirigente Scolastico ISISS “Giordani”-Caserta)
Prof.ssa Rosalia Pannitti
Prof.ssa Giuliana De Tata
Sig.ra Anna Pedalino(ATA).
La Giuria sarà composta da cinque membri, che verranno individuati nel gruppo del CS,
e sarà presieduta da una personalità eminente del mondo scientifico.
Art. 5 – Informazioni
Informazioni sugli aspetti organizzativi e sulle prove si potranno richiedere alla
segreteria organizzativa della gara: “Macchinando, macchinando”, 1^ edizione
Segreteria organizzativa
c/o ISISS “F.Giordani”, Caserta
tel.0823\327359;
fax 0823\325655;
e-mail: cetf02000x@istruzione.it
Informazioni sulle prove saranno pubblicate sul sito web della Scuola:
http://www.giordanicaserta.it
Alle scuole che, per partecipare alle finali, avranno necessità di pernottare a Caserta,
sarà messo a disposizione l’elenco delle strutture ricettive disponibili.
Le spese per il trasferimento edv il soggiorno a Caserta sono a totale carico delle
scuole partecipanti.
Art. 6 – Iscrizione\ Partecipazione
La Gara è aperta a tutti gli alunni frequentanti le classi delle scuole secondarie di
secondo grado del territorio nazionale.
Ciascuna scuola può partecipare con uno o più prototipi , avendo cura di effettuare
tante iscrizioni quanti sono i prodotti dei loro alunni che intendono presentare,
secondo le seguenti modalità:
richiesta di iscrizione entro il 22 dicembre 2010, inviando via e-mail
(cetf02000x@istruzione.it) l’apposito modello Allegato 1 scaricabile dal sito ed
effettuando il versamento della quota di partecipazione di € 100.00 sul ccp .no 198812
intestato all’ ITIS F.Giordani di Caserta; la ricevuta del versamento dovrà essere
trasmessa via fax al n. 0823325655,con la specifica della causale: iscrizione gara
“Macchinando macchinando”, 1° edizione.
Art. 7 – Restrizioni per la Scuola organizzatrice e per le scuole di
titolarità dei componenti del CS e del CO.
Alla Scuola organizzatrice e alle Scuole di titolarità dei docenti facenti parte del
CTS e del CO è consentita la partecipazione alla gara: “Macchinando, macchinando”,
1^ edizione; tuttavia, perché sia garantita la più assoluta trasparenza, gli studenti
provenienti da tali Scuole non concorreranno per il conseguimento dei premi stabiliti.
Sarà redatta per gli stessi studenti una graduatoria a sé stante, che consentirà,
comunque, di ottenere menzioni d’onore, attestati di partecipazione e, ove ne
sussistesse la possibilità, premi in libri.
Art. 8 – Requisiti tecnici per la partecipazione alle selezione.
La selezione sarà effettuata dal CTS presso la sede dell’ISISS Giordani rispettando
i seguenti criteri e metodologie di valutazione dell’apparecchio concorrente:
1. presenza di elementi fissi e mobili (punti da 1 a 5);
2. capacità di produrre un lavoro utile (p.da 1 a 5);
3. capacità\efficacia dimostrativa (p.da 1 a 5);
4. riferimento alle “macchine” di Leonardo (p.da 1 a 5),
5. originalità (p.da 1 a 10).
Art. 9 – Ammissione
Saranno ammesse a partecipare alla gara le scuole che si avranno formalizzato
l’iscrizione .
La Scuola organizzatrice pubblicherà, entro il 12 gennaio 2010, sul sito della scuola
l’elenco delle scuole ammesse a partecipare.
Art. 10 – Premiazione
Per il concorrente classificatosi primo ,il vincitore, per il secondo e per il terzo
classificato e per i finalisti sono previsti premi in libri, dizionari o altri beni e
strumenti per lo studio. Per tutti i partecipanti sono previsti attestati di
partecipazione.
La proclamazione del vincitore e le premiazioni da parte di una personalità eminente
del mondo scientifico, avranno luogo il 23 aprile 2011, presso l’Auditorium dell’
ISISS Giordani di Caserta .
Il Dirigente Scolastico
Prof. Francesco Villari
Caserta, 26\03\2010

Nota 14 ottobre 2010, Prot. n. 7298

Ministero dell’Istruzione, dell’Università e della Ricerca

Dipartimento per l’Istruzione

Direzione Generale per gli Ordinamenti scolastici e per l’Autonomia Scolastica

Ufficio II

Ai Direttori Generali degli Uffici Scolastici Regionali

LORO SEDI

Al Sovrintendente agli Studi per la Regione Autonoma della Valle d’Aosta

Al Sovrintendente Scolastico per la Provincia Autonoma di Bolzano

Al Sovrintendente Scolastico per la Provincia Autonoma di Trento

All’Intendente Scolastico per le scuole delle località ladine di Bolzano

All’Intendente Scolastico per la scuola in lingua tedesca

di Bolzano

Oggetto: Scuola di “Storia della fisica” 2010

L’Associazione per l’Insegnamento della Fisica, ente qualificato come soggetto riconosciuto per la formazione del personale della scuola (art. 66 del vigente C.C.N.L. e artt. 2 e 3 della Direttiva n. 90/2003 – Decreto di conferma 8 giugno 2005) organizza un corso residenziale di formazione in Storia della Fisica sul tema “Figure e storie della fisica del novecento”.

La scuola si terrà presso l’Hotel Europe e il Liceo Scientifico Berard di AOSTA dal 29 novembre al 4 dicembre 2010. Direttori del corso saranno la prof.ssa Carla Romagnino e il prof. Luca Malagoli, coordinatore del Gruppo Storia della Fisica dell’AIF. Il corso e’ articolato in lezioni e lavori di gruppo. La giornata conclusiva coincide col seminario di studi dedicato a Ettore Orlandini.

Le iscrizioni sono aperte e il numero di partecipanti può arrivare fino a cinquanta. Il programma e le informazioni logistiche sono reperibili sul sito www.lfns.it/STORIA/.

IL DIRIGENTE

F.to Antonio LO BELLO

Allegato

Nota 14 ottobre 2010, Prot. n. MIURAOODGOS n.7299

Ministero dell’Istruzione, dell’Università e della Ricerca

Dipartimento per l’Istruzione

Direzione Generale per gli Ordinamenti Scolastici e per l’Autonomia Scolastica

Uff.II

Ai Direttori Generali degli Uffici Scolastici Regionali

LORO SEDI

Al Sovrintendente agli Studi per la Regione Autonoma della Valle d’Aosta

Al Sovrintendente Scolastico per la Provincia Autonoma di Bolzano

Al Sovrintendente Scolastico per la Provincia Autonoma di Trento

All’Intendente Scolastico per le scuole delle località ladine di Bolzano

All’Intendente Scolastico per la scuola in lingua tedesca di Bolzano

Oggetto: 25nnio delle Olimpiadi della Fisica – Bando 2010-11

L’Associazione per l’Insegnamento della Fisica avvia anche questo anno le iniziative connesse con la partecipazione italiana alle Olimpiadi Internazionali della Fisica.

Gli Istituti Scolastici sono invitati ad aderire in considerazione del valore formativo che rivestono sia l’impegno richiesto per la preparazione alle prove che l’utilizzo di materiali sviluppati con specifica attenzione ai bisogni di apprendimento degli studenti più capaci e motivati.

Le iscrizioni degli istituti scolastici, dal 1 ottobre al 10 novembre 2010, si effettuano dal sito della segreteria all’indirizzo www.segreteria-olifis.it dove si trovano anche il calendario delle prove e le istruzioni per la procedura di iscrizione.

Si allega alla presente il bando e il calendario delle prove.

F.to.IL DIRIGENTE

Antonio LO BELLO

—————————————————

Oggetto: XXV Olimpiade Italiana di Fisica

Venezia, 6 settembre 2010

L’Associazione per l’Insegnamento della Fisica avvia anche questo anno le iniziative connesse con

la partecipazione italiana alle Olimpiadi Internazionali della Fisica. Nel 2010 la nostra squadra, composta

da cinque studenti di scuole secondarie superiori, ha incontrato a Zagabria, in Croazia, 386 coetanei

provenienti da 84 paesi, misurandosi nella capacità di risolvere problemi di fisica e di progettare e condurre

esperimenti. In quella occasione, ancora una volta, tutti cinque i nostri studenti hanno conseguito un premio

per la buona qualità del lavoro fatto ottenendo due medaglie d’argento, una medaglia di bronzo e due

menzioni di merito.

Le Olimpiadi Italiane della Fisica sono organizzate dall’Associazione per l’Insegnamento della

Fisica in base ad una convenzione stipulata col MIUR. Nel contesto delle Olimpiadi della Fisica vengono

proposte attività finalizzate a favorire il coinvolgimento dei giovani in un apprendimento attivo e

responsabile, ad orientare i loro interessi e le loro capacità ed a motivare e sostenere l’impegno di quelli

studenti che mostrano particolari inclinazioni per gli studi scientifici. Lo scorso anno 654 istituti di istruzione

secondaria superiore hanno partecipato alle Gare delle Olimpiadi Italiane della Fisica e in quasi quattrocento

si sono organizzate le prove dei Giochi di Anacleto rivolte a studenti che stanno muovendo i primi passi

nello studio della fisica.

Gli Istituti Scolastici sono invitati ad aderire alle suddette iniziative in considerazione del valore

formativo che rivestono sia l’impegno richiesto per la preparazione alle prove che l’utilizzo di materiali

sviluppati con specifica attenzione ai bisogni di apprendimento degli studenti più capaci e motivati. Possono

iscriversi individualmente studenti che frequentano istituti che non sono iscritti alle olifis. Per richiedere una

iscrizione individuale dovranno scrivere a olifis@aif.it indicando il proprio nome e cognome, l’istituto e la

classe che frequentano e la sede dove si trova la loro scuola. Si possono trovare informazioni sulle attività

di sostegno ed approfondimento organizzate a livello locale ed associate alla partecipazione ai giochi delle

Olimpiadi di Fisica sul sito ufficiale di olifis all’indirizzo www.olifis.it e nelle pagine del gruppo yahoo

<segreteria_olifis> riservato agli insegnanti responsabili nella loro scuola della organizzazione delle

Olimpiadi della Fisica.

Le iscrizioni degli istituti scolastici, dal 1 ottobre al 10 novembre 2010, si effettuano dal sito della

segreteria all’indirizzo www.segreteria-olifis.it dove si trovano anche il calendario delle prove e le istruzioni

per la procedura di iscrizione.

per il Gruppo Olimpiadi dell’A.I.F.

prof. Giuliana Cavaggioni

responsabile di progetto

—————————————————

CALENDARIO 2010 – 2011

se la fisica è una tua passione ….

XXV Olimpiade Italiana della Fisica

10 Dicembre Gare di Istituto

11 Febbraio Gare Locali

28 – 30 Aprile Gara Nazionale

2011 International Physics Olympiads a Bangkok in Tailandia

se stai facendo i primi passi nella fisica ….

XIX Giochi di Anacleto

28 Aprile Domande e Risposte

6 Maggio In Laboratorio

Nota 25 giugno 2010, Prot. MIURAOODGOS n. 4821

Ministero dell’Istruzione, dell’Università e della Ricerca

Dipartimento per l’Istruzione

Direzione Generale per gli Ordinamenti Scolastici e per l’Autonomia Scolastica

Uff.II

Ai Direttori Generali

degli Uffici Scolastici Regionali

LORO SEDI

Al Sovrintendente agli Studi per la Regione Autonoma della Valle d’Aosta

Al Sovrintendente Scolastico

per la Provincia Autonoma di Bolzano

Al Sovrintendente Scolastico

per la Provincia Autonoma di Trento

All’Intendente Scolastico per le scuole

delle località ladine di Bolzano

All’Intendente Scolastico

per la scuola in lingua tedesca

di Bolzano

Oggetto: Corso di aggiornamento e formazione per gli insegnanti di matematica, fisica ed informatica delle scuole secondarie di secondo grado

Dal 17 al 19 settembre 2010 si terrà a Riccione il corso di aggiornamento e formazione “Matematica in classe” rivolto ai docenti di matematica, fisica ed informatica delle scuole secondarie di secondo grado, organizzato dal Centro Pristem dell’Università “Bocconi” di Milano e dal gruppo Polymath di Torino.

Il corso, alla sua terza edizione, intende affrontare due tematiche principali: da un lato, il rapporto tra matematica e realtà e l’importanza dei modelli; dall’altro, il valore culturale della matematica e sua storia.

Per ulteriori informazioni e modulo d’iscrizione collegarsi al sito matematica.unibocconi.it.

IL DIRIGENTE

F.to Antonio LO BELLO

Nota 23 giugno 2010, Prot. MIURAOODGOS n. 4765

Ministero dell’Istruzione, dell’Università e della Ricerca

Dipartimento per l’Istruzione

Direzione Generale per gli Ordinamenti Scolastici e per l’Autonomia Scolastica

Uff.II

Ai Direttori Generali

degli Uffici Scolastici Regionali

LORO SEDI

Al Sovrintendente agli Studi per la Regione Autonoma della Valle d’Aosta

Al Sovrintendente Scolastico

per la Provincia Autonoma di Bolzano

Al Sovrintendente Scolastico

per la Provincia Autonoma di Trento

All’Intendente Scolastico per le scuole

delle località ladine di Bolzano

All’Intendente Scolastico

per la scuola in lingua tedesca

di Bolzano

Oggetto: Stage per la ricerca in Fisica all’Università degli Studi di Roma Tor Vergata – 14-18 Giugno 2010

Un incontro per far avvicinare la scuola all’università. E’ questo lo scopo dello stage estivo organizzato dal Ministero dell’Istruzione e della Ricerca (MIUR), Direzione Generale ordinamenti scolastici e per l’Autonomia Scolastica – ufficio II, in collaborazione con la facoltà di Scienze Matematiche, Fisiche e Naturali del secondo ateneo della Capitale, che si è concluso il 18 giugno u.s..

Un’esperienza per studiare, vedere e comprendere, nel profondo, il funzionamento delle stelle e di tutto il sistema solare. L’iniziativa è inserita nel progetto didattico “Stage per la ricerca in Fisica all’Università degli Studi di Roma Tor Vergata”, allegato alla presente, e rientra tra le attività avviate da questa Direzione generale per la promozione della cultura scientifica.

Le lezioni, tenute dai docenti della facoltà di Scienze MMFFNN dell’università di Roma Tor Vergata, hanno toccato argomenti quali il Sistema Solare, la Ricerca di pianeti e di vita intorno alle stelle, il Sole, gli ammassi di galassie e la Cosmologia.

L’iniziativa punta ad abbattere l’idea di un insegnamento delle scienze tutto legato alla tradizione libresca. Su 30 ore di lezioni, infatti, ben 20 sono state quelle spese nei laboratori scientifici per mettere in pratica quello che si è imparato in classe. Sono stati previsti anche momenti di aggregazione in cui discenti e docenti si sono confrontati sulle tematiche discusse durante i moduli, come se si trattasse di un seminario.

Un’esperienza ricca di stimoli, quindi, per creare un network fra giovani appassionati del firmamento, ricercatori, insegnanti e scienziati.

L’astrofisica con le sue “eccellenze” riscuote sempre maggior interesse sia tra i giovani che nel mondo accademico internazionale, tra queste il prof. Massimo Capaccioli, professore ordinario di Astronomia presso l’Università Federico II di Napoli e dal 1992 al 2005 direttore dell’Osservatorio Astronomico di Capodimonte a Napoli, che sarà insignito del titolo di professore onorario da parte dell’Università Statale di Mosca Lomonosov e riceverà la medaglia Struve dell’Osservatorio di San Pietroburgo.

IL DIRIGENTE

F.to Antonio LO BELLO

Allegato