Archivi categoria: Leggi

Legge 19 novembre 2021, n. 165

Legge 19 novembre 2021, n. 165

Ripubblicazione del testo del decreto-legge 21 settembre 2021, n. 127, coordinato con la legge di conversione 19 novembre 2021, n. 165, recante: «Misure urgenti per assicurare lo svolgimento in sicurezza del lavoro pubblico e privato mediante l’estensione dell’ambito applicativo della certificazione verde COVID-19 e il rafforzamento del sistema di screening.», corredato delle relative note. (Testo coordinato pubblicato nella Gazzetta Ufficiale – Serie generale – n. 277 del 20 novembre 2021). (21A07254)

(GU Serie Generale n.290 del 06-12-2021)

Conversione in legge, con modificazioni, del decreto-legge 21 settembre 2021, n. 127, recante misure urgenti per assicurare lo svolgimento in sicurezza del lavoro pubblico e privato mediante l’estensione dell’ambito applicativo della certificazione verde COVID-19 e il rafforzamento del sistema di screening. (21G00182)

(GU Serie Generale n.277 del 20-11-2021)

La Camera dei deputati ed il Senato della Repubblica hanno approvato;

IL PRESIDENTE DELLA REPUBBLICA
Promulga La seguente legge:

Art. 1

1. Il decreto-legge 21 settembre 2021, n. 127, recante misure urgenti per assicurare lo svolgimento in sicurezza del lavoro pubblico e privato mediante l’estensione dell’ambito applicativo della certificazione verde COVID-19 e il rafforzamento del sistema di screening, e’ convertito in legge con le modificazioni riportate in allegato alla presente legge.

2. La presente legge entra in vigore il giorno successivo a quello della sua pubblicazione nella Gazzetta Ufficiale.

La presente legge, munita del sigillo dello Stato, sara’ inserita nella Raccolta ufficiale degli atti normativi della Repubblica italiana. E’ fatto obbligo a chiunque spetti di osservarla e di farla osservare come legge dello Stato.

Data a Roma, addi’ 19 novembre 2021

MATTARELLA

Draghi, Presidente del Consiglio dei ministri
Speranza, Ministro della salute


Misure urgenti per assicurare lo svolgimento in sicurezza del lavoro pubblico e privato mediante l’estensione dell’ambito applicativo della certificazione verde COVID-19 e il rafforzamento del sistema di screening. (21G00139)

(GU Serie Generale n.226 del 21-09-2021)

ERRATA-CORRIGE  

Comunicato relativo al decreto-legge 21 settembre 2021, n. 127, recante: «Misure urgenti per assicurare lo svolgimento in sicurezza del lavoro pubblico e privato mediante l’estensione dell’ambito applicativo della certificazione verde COVID-19 e il rafforzamento del sistema di screening». (Decreto-legge pubblicato nella Gazzetta Ufficiale – serie generale – n. 226 del 21 settembre 2021). (21A05644)

(GU Serie Generale n.228 del 23-09-2021)

Nel decreto-legge citato in epigrafe, pubblicato nella Gazzetta Ufficiale – serie generale – n. 226 del 21 settembre 2021, nella formula terminativa finale a pagina 5, seconda colonna, dove e’ scritto: «…sara’ inserito nella Raccolta degli atti normativi…», leggasi: «…sara’ inserito nella Raccolta ufficiale degli atti normativi…».

Legge 9 novembre 2021, n. 156

TESTO COORDINATO DEL DECRETO-LEGGE 10 settembre 2021, n. 121 

Ripubblicazione del testo del decreto-legge 10 settembre 2021, n. 121, coordinato con la legge di conversione 9 novembre 2021, n. 156, recante: «Disposizioni urgenti in materia di investimenti e sicurezza delle infrastrutture, dei trasporti e della circolazione stradale, per la funzionalita’ del Ministero delle infrastrutture e della mobilita’ sostenibili, del Consiglio superiore dei lavori pubblici e dell’Agenzia nazionale per la sicurezza delle ferrovie e delle infrastrutture stradali e autostradali.», corredato delle relative note. (Testo coordinato pubblicato nella Gazzetta Ufficiale – Serie generale – n. 267 del 9 novembre 2021). (21A06797)

(GU Serie Generale n.280 del 24-11-2021 – Suppl. Ordinario n. 39)

Conversione in legge, con modificazioni, del decreto-legge 10 settembre 2021, n. 121, recante disposizioni urgenti in materia di investimenti e sicurezza delle infrastrutture, dei trasporti e della circolazione stradale, per la funzionalita’ del Ministero delle infrastrutture e della mobilita’ sostenibili, del Consiglio superiore dei lavori pubblici e dell’Agenzia nazionale per la sicurezza delle infrastrutture stradali e autostradali. (21G00170)

(GU Serie Generale n.267 del 09-11-2021)


MINISTERO DELLE INFRASTRUTTURE E DELLA MOBILITA’ SOSTENIBILI

COMUNICATO  

Comunicato relativo al testo del decreto-legge 10 settembre 2021, n. 121, coordinato con la legge di conversione 9 novembre 2021, n. 156, recante: «Conversione in legge, con modificazioni, del decreto-legge 10 settembre 2021, n. 121, recante disposizioni urgenti in materia di investimenti e sicurezza delle infrastrutture, dei trasporti e della circolazione stradale, per la funzionalita’ del Ministero delle infrastrutture e della mobilita’ sostenibili, del Consiglio superiore dei lavori pubblici e dell’Agenzia nazionale per la sicurezza delle ferrovie e delle infrastrutture stradali e autostradali.». (21A06989)

(GU Serie Generale n.279 del 23-11-2021)

Nel testo coordinato in epigrafe, pubblicato nella Gazzetta Ufficiale – Serie generale – n. 267 del 9 novembre 2021, sono apportate le seguenti correzioni:

alla pag. 70, prima colonna, all’art. 1, comma 1, lettera a-bis), capoverso lettera b), ottavo rigo, in luogo delle parole: «complesse per l’edilizia,» leggasi: «complesse per l’edilizia nonche’»;

alla pag. 70, seconda colonna, all’art. 1, comma 1, lettera a-bis), capoverso lettera b), primo rigo, in luogo delle parole: «generi merceologici autorizzati e, comunque,» leggasi: «generi merceologici autorizzati, comunque» e, al dodicesimo rigo, in luogo delle parole: «per i quali ricorre sempre il limite» leggasi: «per i quali si applica sempre il limite »;

alla pag. 70, seconda colonna, all’art. 1, comma 1, lettera a-ter), numero 1), in luogo delle parole: «al comma 3, le parole: “ed i)” sono soppresse» leggasi: «al comma 3, le parole: “, h) ed i)” sono sostituite dalle seguenti: “e h)”»;

alla pag. 71, seconda colonna, all’art. 1, comma 1, lettera c-quater), quinto rigo, in luogo delle parole: «delle targhe di cui ai commi 1 e 2» leggasi: «della targa di cui al comma 2»;

alla pag. 72, prima colonna, all’art. 1, comma 1, lettera d-bis), terzo rigo, in luogo delle parole: «non si applicano inoltre» leggasi: « non si applicano, inoltre,»;

alla pag. 74, prima colonna, all’art. 1, comma 1, lettera g-bis), sesto rigo, in luogo delle parole: «Resta fermo il divieto per i pedoni di cui all’articolo 190, comma 4» leggasi: «Resta fermo per i pedoni il divieto di cui all’articolo 190, comma 4»;

alla pag. 74, seconda colonna, all’art. 1, comma 1-ter, primo rigo, in luogo delle parole: «L’articolo 188, comma 3 -bis , del codice della strada, di cui al decreto legislativo 30 aprile 1992, n. 285, introdotto dal comma 1, lettera f), numero 01), si applica a decorrere dal 1° gennaio 2022.» leggasi «Il comma 3-bis dell’articolo 188 del codice della strada, di cui al decreto legislativo 30 aprile 1992, n. 285, introdotto dal comma 1, lettera f), numero 01), del presente articolo, si applica a decorrere dal 1° gennaio 2022.»;

alla pag. 75, seconda colonna, all’art. 1, comma 5-bis, penultimo rigo, in luogo delle parole: «Ai fini del riconoscimento» leggasi: «Ai fini della concessione»;

alla pag. 76, prima colonna, all’art. 1, comma 5-ter, quinto rigo, in luogo delle parole: «per il riconoscimento» leggasi: «per la concessione»;

alla pag. 76, prima colonna, all’art. 1, comma 5-sexies, lettera a), capoverso lettera a), secondo rigo, in luogo delle parole: «di seguito indicati » leggasi: «di seguito denominati»;

alla pag. 76, seconda colonna, all’art. 1, comma 5-septies, secondo rigo, in luogo delle parole: «a partire » leggasi: «a decorrere»; alla pag. 79, prima colonna, all’art. 1-ter, capoverso 75-sexiesdecies, secondo rigo, in luogo delle parole: «al fine di scongiurare » leggasi: «al fine di prevenire»;

alla pag. 79, prima colonna, all’art. 1-ter, capoverso 75-septiesdecies, all’ultimo rigo, in luogo delle parole: « a coadiuvare» leggasi: «a favorire»;

alla pag. 79, prima colonna, all’art. 1-ter, capoverso 75-vicies, ultimo rigo, in luogo delle parole: «del codice della strada, di cui al decreto legislativo 30 aprile 1992, n. 285.» leggasi: «del codice della strada, di cui al decreto legislativo 30 aprile 1992, n. 285, quando il monopattino ha un motore termico o un motore elettrico avente potenza nominale continua superiore a 1 kW.»;

alla pag. 79, prima colonna, all’art. 1-ter, capoverso 75-vicies ter, alinea, in luogo delle parole: « Il Ministero delle infrastrutture e della mobilita’ sostenibili avvia, in collaborazione con il Ministero dell’interno e con il Ministero dello sviluppo economico, apposita istruttoria finalizzata alla verifica» leggasi: «Il Ministero delle infrastrutture e della mobilita’ sostenibili, in collaborazione con il Ministero dell’interno e con il Ministero dello sviluppo economico, avvia apposita istruttoria finalizzata alla verifica»;

alla pag. 81, prima colonna, all’art. 2, comma 2-undecies, capoverso 6-bis, al quarto rigo, in luogo delle parole: «ANAS S.p.A.» leggasi: «La societa’ ANAS S.p.A.» e al decimo rigo in luogo delle parole «attraverso il contratto di programma» leggasi «sulla base del contratto di programma »;

alla pag. 86, seconda colonna, all’art. 4, comma 1-septies, lettera a), capoverso comma 1, lettera c), al secondo rigo, in luogo delle parole: «interazione porto citta’» leggasi: «interazione tra porto citta’»;

alla pag. 87, prima colonna, all’art. 4, comma 1-septies, lettera b), capoverso comma 2, sesto rigo, in luogo delle parole: «I PRP declinano» leggasi: «I PRP specificano»;

alla pag. 87, seconda colonna, all’art. 4, comma 1-septies, lettera d), capoverso comma 4-ter, al secondo e al sesto rigo, in luogo della parola: «ricompresi» leggasi: «compresi»;

alla pag. 88, prima colonna, all’art. 4, comma 3-bis, all’alinea, in luogo delle parole: «Su tutto il territorio» leggasi: «In tutto il territorio»;

alla pag. 89, prima colonna, all’art. 4, comma 4-ter, lettera a), in luogo delle parole: «previsto dal comma 1-bis» leggasi: «previsto dal secondo comma»;

alla pag. 89, seconda colonna, all’art. 4, comma 6-bis, lettera b), al secondo rigo, in luogo delle parole: « si possono avvalere » leggasi: « possono avvalersi»;

alla pag. 94, seconda colonna, all’art. 7-bis, comma 3, secondo rigo, in luogo delle parole: «di cui al comma 1» leggasi: «di cui al comma 1,»;

alla pag. 97, seconda colonna, all’art. 10, comma 7-quinquies, al quart’ultimo rigo, in luogo delle parole: «e di sue societa’ direttamente o indirettamente controllate» leggasi: «e di societa’ da essa direttamente o indirettamente controllate»;

alla pag. 98, prima colonna, all’art. 10, comma 7-sexies, ultimo rigo, in luogo delle parole: «dalla chiusura anche parziale» leggasi: «dalla chiusura, anche parziale,»;

alla pag. 100, prima colonna, all’art. 12, comma 1, capoverso 8-bis, al quarto rigo, in luogo delle parole: «impegnate a mezzo dell’affidamento» leggasi: «impegnate mediante l’affidamento»;

alla pag. 100, seconda colonna, all’art. 12, comma 12-ter, lettera b), nella Tabella A (Articolo 6-quater), in luogo delle parole: «Premialita’ comma 3» leggasi: «Premialita’ di cui al comma 3»;

alla pag. 104, prima colonna, all’art. 16, comma 3-ter, al secondo rigo, in luogo delle parole: «e’ stabilita» leggasi: «sono stabilite»;

alla pag. 104, prima colonna, all’art. 16, comma 3-quinquies, terzo rigo, in luogo delle parole: «e’ riconosciuto» leggasi: «e’ concesso»;

alla pag. 104, prima colonna, all’art. 16, comma 3-sexies, settimo rigo, in luogo delle parole: «dall’INPS» leggasi: «dall’Istituto nazionale della previdenza sociale»;

alla pag. 104, seconda colonna, all’art. 16, comma 3-septies, lettera a), secondo rigo, in luogo delle parole: «Non si applicano le previsioni» leggasi: «Non si applicano le disposizioni».

Legge 8 novembre 2021, n. 163

Disposizioni in materia di titoli universitari abilitanti. (21G00176)

(GU Serie Generale n.276 del 19-11-2021)

Legge Costituzionale 18 ottobre 2021, n. 1

Legge Costituzionale 18 ottobre 2021, n. 1

Modifica all’articolo 58 della Costituzione, in materia di elettorato per l’elezione del Senato della Repubblica. (21G00156)

(GU n.251 del 20-10-2021)  

La Camera dei deputati ed il Senato della Repubblica, con la maggioranza assoluta dei rispettivi componenti, hanno approvato;

IL PRESIDENTE DELLA REPUBBLICA
Promulga la seguente legge costituzionale:

Art. 1

1. Al primo comma dell’articolo 58 della Costituzione, le parole: «dagli elettori che hanno superato il venticinquesimo anno di eta’» sono soppresse.

La presente legge costituzionale, munita del sigillo dello Stato, sara’ inserita nella Raccolta ufficiale degli atti normativi della Repubblica italiana. E’ fatto obbligo a chiunque spetti di osservarla e di farla osservare come legge dello Stato.

Data a Roma, addi’ 18 ottobre 2021

MATTARELLA

Draghi, Presidente del Consiglio dei ministri

Visto, il Guardasigilli: Cartabia


ERRATA-CORRIGE  

Comunicato relativo alla legge costituzionale 18 ottobre 2021, n. 1, recante: «Modifica all’articolo 58 della Costituzione, in materia di elettorato per l’elezione del Senato della Repubblica.». (Legge costituzionale pubblicata nella Gazzetta Ufficiale – Serie generale – n. 251 del 20 ottobre 2021). (21A06347)

(GU Serie Generale n.252 del 21-10-2021)

Nella formula di promulgazione della legge costituzionale citata in epigrafe, pubblicata nella sopra indicata Gazzetta Ufficiale, alla pag. 1, dove e’ scritto:
«La Camera dei deputati ed il Senato della Repubblica, con la maggioranza assoluta dei rispettivi componenti, hanno approvato;»,
leggasi:
«La Camera dei deputati ed il Senato della Repubblica, con la maggioranza assoluta dei rispettivi componenti, hanno approvato; Nessuna richiesta di referendum costituzionale e’ stata presentata;».

Legge 24 settembre 2021, n. 133

Conversione in legge, con modificazioni, del decreto-legge 6 agosto 2021, n. 111, recante misure urgenti per l’esercizio in sicurezza delle attività scolastiche, universitarie, sociali e in materia di trasporti. (21G00143)

(GU Serie Generale n.235 del 01-10-2021)

La Camera dei deputati ed il Senato della Repubblica hanno approvato;

IL PRESIDENTE DELLA REPUBBLICA
Promulga la seguente legge:

Art. 1

1. Il decreto-legge 6 agosto 2021, n. 111, recante misure urgenti per l’esercizio in sicurezza delle attivita’ scolastiche, universitarie, sociali e in materia di trasporti, e’ convertito in legge con le modificazioni riportate in allegato alla presente legge.

2. Il decreto-legge 10 settembre 2021, n. 122, e’ abrogato. Restano validi gli atti e i provvedimenti adottati e sono fatti salvi gli effetti prodottisi e i rapporti giuridici sorti sulla base del medesimo decreto-legge n. 122 del 2021.

3. La presente legge entra in vigore il giorno successivo a quello della sua pubblicazione nella Gazzetta Ufficiale.

La presente legge, munita del sigillo dello Stato, sara’ inserita nella Raccolta ufficiale degli atti normativi della Repubblica italiana. E’ fatto obbligo a chiunque spetti di osservarla e di farla osservare come legge dello Stato.

Data a Roma, addi’ 24 settembre 2021

MATTARELLA

Draghi, Presidente del Consiglio dei ministri
Bianchi, Ministro dell’istruzione
Giovannini, Ministro delle infrastrutture e della mobilita’ sostenibili
Speranza, Ministro della salute

Visto, il Guardasigilli: Cartabia


Misure urgenti per l’esercizio in sicurezza delle attivita’ scolastiche, universitarie, sociali e in materia di trasporti. (21G00125)

(GU Serie Generale n.187 del 06-08-2021)

Legge 16 settembre 2021, n. 126

Conversione in legge, con modificazioni, del decreto-legge 23 luglio 2021, n. 105, recante misure urgenti per fronteggiare l’emergenza epidemiologica da COVID-19 e per l’esercizio in sicurezza di attivita’ sociali ed economiche. (21G00136)

(GU Serie Generale n.224 del 18-09-2021)


TESTO COORDINATO DEL DECRETO-LEGGE 23 luglio 2021, n. 105 

Ripubblicazione del testo del decreto-legge 23 luglio 2021, n. 105, coordinato con la legge di conversione 16 settembre 2021, n. 126, recante: «Misure urgenti per fronteggiare l’emergenza epidemiologica da COVID-19 e per l’esercizio in sicurezza di attivita’ sociali ed economiche.», corredato delle relative note. (Testo coordinato pubblicato nella Gazzetta Ufficiale – Serie generale – n. 224 del 18 settembre 2021). (21A05687)

(GU Serie Generale n.234 del 30-09-2021)


La Camera dei deputati ed il Senato della Repubblica hanno approvato;

IL PRESIDENTE DELLA REPUBBLICA
Promulga la seguente legge:

Art. 1

1. Il decreto-legge 23 luglio 2021, n. 105, recante misure urgenti per fronteggiare l’emergenza epidemiologica da COVID-19 e per l’esercizio in sicurezza di attivita’ sociali ed economiche, e’ convertito in legge con le modificazioni riportate in allegato alla presente legge.

2. La presente legge entra in vigore il giorno successivo a quello della sua pubblicazione nella Gazzetta Ufficiale. La presente legge, munita del sigillo dello Stato, sara’ inserita nella Raccolta ufficiale degli atti normativi della Repubblica italiana.

E’ fatto obbligo a chiunque spetti di osservarla e di farla osservare come legge dello Stato.

Data a Roma, addi’ 16 settembre 2021

MATTARELLA

Draghi, Presidente del Consiglio dei ministri
Speranza, Ministro della salute

Visto, il Guardasigilli: Cartabia


Misure urgenti per fronteggiare l’emergenza epidemiologica da COVID-19 e per l’esercizio in sicurezza di attività sociali ed economiche. (21G00117)

(GU Serie Generale n.175 del 23-07-2021)

Legge 6 agosto 2021, n. 113

Conversione in legge, con modificazioni, del decreto-legge 9 giugno 2021, n. 80, recante misure urgenti per il rafforzamento della capacita’ amministrativa delle pubbliche amministrazioni funzionale all’attuazione del Piano nazionale di ripresa e resilienza (PNRR) e per l’efficienza della giustizia. (21G00124)

(GU Serie Generale n.188 del 07-08-2021 – Suppl. Ordinario n. 28)

Misure urgenti per il rafforzamento della capacita’ amministrativa delle pubbliche amministrazioni funzionale all’attuazione del Piano nazionale di ripresa e resilienza (PNRR) e per l’efficienza della giustizia. (21G00093)

(GU Serie Generale n.136 del 09-06-2021)

Legge 4 agosto 2021, n. 109

Conversione in legge, con modificazioni, del decreto-legge 14 giugno 2021, n. 82, recante disposizioni urgenti in materia di cybersicurezza, definizione dell’architettura nazionale di cybersicurezza e istituzione dell’Agenzia per la cybersicurezza nazionale. (21G00122)

(GU Serie Generale n.185 del 04-08-2021)

La Camera dei deputati ed il Senato della Repubblica hanno approvato;

IL PRESIDENTE DELLA REPUBBLICA

Promulga la seguente legge:

Art. 1

1. Il decreto-legge 14 giugno 2021, n. 82, recante disposizioni urgenti in materia di cybersicurezza, definizione dell’architettura nazionale di cybersicurezza e istituzione dell’Agenzia per la cybersicurezza nazionale, e’ convertito in legge con le modificazioni riportate in allegato alla presente legge.

2. La presente legge entra in vigore il giorno successivo a quello della sua pubblicazione nella Gazzetta Ufficiale.

La presente legge, munita del sigillo dello Stato, sara’ inserita nella Raccolta ufficiale degli atti normativi della Repubblica italiana. E’ fatto obbligo a chiunque spetti di osservarla e di farla osservare come legge dello Stato.

Data a Roma, addi’ 4 agosto 2021

MATTARELLA
Draghi, Presidente del Consiglio dei ministri
Visto, il Guardasigilli: Cartabia


Disposizioni urgenti in materia di cybersicurezza, definizione dell’architettura nazionale di cybersicurezza e istituzione dell’Agenzia per la cybersicurezza nazionale. (21G00098)

(GU Serie Generale n.140 del 14-06-2021)


PRESIDENZA DEL CONSIGLIO DEI MINISTRI

COMUNICATO  

Comunicato relativo al testo del decreto-legge 14 giugno 2021, n. 82, coordinato con la legge di conversione 4 agosto 2021, n. 109, recante: «Disposizioni urgenti in materia di cybersicurezza, definizione dell’architettura nazionale di cybersicurezza e istituzione dell’Agenzia per la cybersicurezza nazionale». (21A06621)

(GU Serie Generale n.267 del 09-11-2021)

Nel testo coordinato in epigrafe, pubblicato nella Gazzetta Ufficiale – Serie generale – n. 185 del 4 agosto 2021, alla pag. 81, seconda colonna, all’art. 12, comma 2, lettera c), in luogo delle parole: «…iniziative di comunicazione e dissemina;» leggasi: «…iniziative di comunicazione e disseminazione, nonche’ di significativa esperienza in progetti di trasformazione digitale, ivi compreso lo sviluppo di programmi e piattaforme digitali con diffusione su larga scala. Il regolamento, a tali fini, disciplina la composizione del contingente e il compenso spettante per ciascuna professionalita’;».

Legge 30 luglio 2021, n. 112

Conversione in legge, con modificazioni, del decreto-legge 8 giugno 2021, n. 79, recante misure urgenti in materia di assegno temporaneo per figli minori. (21G00120)

(GU Serie Generale n.188 del 07-08-2021)

La Camera dei deputati ed il Senato della Repubblica hanno approvato;

IL PRESIDENTE DELLA REPUBBLICA
Promulga la seguente legge:

Art. 1

1. Il decreto-legge 8 giugno 2021, n. 79, recante misure urgenti in materia di assegno temporaneo per figli minori, e’ convertito in legge con le modificazioni riportate in allegato alla presente legge.

2. La presente legge entra in vigore il giorno successivo a quello della sua pubblicazione nella Gazzetta Ufficiale.

La presente legge, munita del sigillo dello Stato, sara’ inserita nella Raccolta ufficiale degli atti normativi della Repubblica italiana. E’ fatto obbligo a chiunque spetti di osservarla e di farla osservare come legge dello Stato.

Data a Roma, addi’ 30 luglio 2021

MATTARELLA

Draghi, Presidente del Consiglio dei ministri
Franco, Ministro dell’economia e delle finanze
Bonetti, Ministro per le pari opportunita’ e la famiglia
Orlando, Ministro del lavoro e delle politiche sociali

Visto, il Guardasigilli: Cartabia


Misure urgenti in materia di assegno temporaneo per figli minori. (21G00090)

(GU Serie Generale n.135 del 08-06-2021)

Legge 29 luglio 2021, n. 108

Ripubblicazione del testo del decreto-legge 31 maggio 2021, n. 77, coordinato con la legge di conversione 29 luglio 2021, n. 108, recante: «Governance del Piano nazionale di ripresa e resilienza e prime misure di rafforzamento delle strutture amministrative e di accelerazione e snellimento delle procedure.», corredato delle relative note. (Testo coordinato pubblicato nel Supplemento Ordinario n. 26/L alla Gazzetta Ufficiale – Serie generale – n. 181 del 30 luglio 2021). (21A04831)

(GU Serie Generale n.192 del 12-08-2021 – Suppl. Ordinario n. 31)


Conversione in legge, con modificazioni, del decreto-legge 31 maggio 2021, n. 77, recante governance del Piano nazionale di ripresa e resilienza e prime misure di rafforzamento delle strutture amministrative e di accelerazione e snellimento delle procedure. (21G00118)

(GU Serie Generale n.181 del 30-07-2021 – Suppl. Ordinario n. 26)


Governance del Piano nazionale di rilancio e resilienza e prime misure di rafforzamento delle strutture amministrative e di accelerazione e snellimento delle procedure. (21G00087)

(GU Serie Generale n.129 del 31-05-2021)


AVVISO DI RETTIFICA  

Comunicato relativo al decreto-legge 31 maggio 2021, n. 77, recante: «Governance del Piano nazionale di rilancio e resilienza e prime misure di rafforzamento delle strutture amministrative e di accelerazione e snellimento delle procedure.». (Decreto-legge pubblicato nella Gazzetta Ufficiale – Serie generale – n. 129 del 31 maggio 2021 – Edizione straordinaria). (21A03437)

(GU Serie Generale n.130 del 01-06-2021)

Nel decreto-legge citato in epigrafe, pubblicato nella sopra indicata Gazzetta Ufficiale, devono intendersi apportate le seguenti correzioni:

– nel titolo, riportato nel Sommario e alla pagina 1, dove e’ scritto: «Governance del Piano nazionale di rilancio e resilienza…», leggasi: «Governance del Piano nazionale di ripresa e resilienza…»;

– all’articolo 8, comma 1, quarto rigo, alla pag. 8, dopo la parola: «istituisce», la virgola barrata deve intendersi espunta;

– nella rubrica dell’articolo 31, alla pag. 25, dove e’ scritto: «(Semplificazione per gli impianti di accumulo e fotovoltaici)», leggasi: «(Semplificazione per gli impianti di accumulo e fotovoltaici e individuazione delle infrastrutture per il trasporto del GNL in Sardegna)»;

– la rubrica dell’articolo 32, alla pag. 26, deve intendersi sostituita dalla seguente: «(Norme di semplificazione in materia di produzione di energia elettrica da fonti rinnovabili e semplificazione delle procedure di repowering)»;

– all’articolo 36, comma 1, secondo rigo, alla pag. 31, le parole: «che non alterino lo stato dei luoghi e siano condotti,», devono intendersi espunte;

– all’articolo 44, comma 6, sesto rigo, alla pagina 46, dove e’ scritto: «…dalla ricezione della relazione di cui al terzo periodo,…», leggasi: «….dalla ricezione della relazione di cui al quinto periodo,…»;

– all’articolo 44, comma 8, terzultimo rigo, alla pag. 46, le parole: «all’articolo 3», sono sostituite dalle seguenti: «all’articolo 2».

Legge 23 luglio 2021, n. 106

Ripubblicazione del testo del decreto-legge 25 maggio 2021, n. 73, coordinato con la legge di conversione 23 luglio 2021, n. 106, recante: «Misure urgenti connesse all’emergenza da COVID-19, per le imprese, il lavoro, i giovani, la salute e i servizi territoriali.», corredato delle relative note. (Testo coordinato pubblicato nel Supplemento Ordinario n. 25/L alla Gazzetta Ufficiale – Serie generale – n. 176 del 24 luglio 2021). (21A04838)

(GU Serie Generale n.186 del 05-08-2021 – Suppl. Ordinario n. 27)


Conversione in legge, con modificazioni, del decreto-legge 25 maggio 2021, n. 73, recante misure urgenti connesse all’emergenza da COVID-19, per le imprese, il lavoro, i giovani, la salute e i servizi territoriali. (21G00116)

(GU Serie Generale n.176 del 24-07-2021 – Suppl. Ordinario n. 25)


Misure urgenti connesse all’emergenza da COVID-19, per le imprese, il lavoro, i giovani, la salute e i servizi territoriali. (21G00084)

(GU Serie Generale n.123 del 25-05-2021)


AVVISO DI RETTIFICA  

Comunicato relativo al decreto-legge 25 maggio 2021, n. 73, recante: «Misure urgenti connesse all’emergenza da COVID-19, per le imprese, il lavoro, i giovani, la salute e i servizi territoriali.». (Decreto-legge pubblicato nella Gazzetta Ufficiale – Serie generale – n. 123 del 25 maggio 2021). (21A03370)

(GU Serie Generale n.125 del 27-05-2021)

Nel decreto-legge citato in epigrafe, pubblicato nella sopraindicata Gazzetta Ufficiale, alla pagina 74, dopo la tabella E, e’ aggiunta la seguente:

«Tabella – articolo 50, commi 1 e 2 (Interventi urgenti per la vigilanza e la sicurezza sui luoghi di lavoro)| +————————————–+———————-+

|PIEMONTE | 250.402 | +————————————–+———————-+

|VALLE D’AOSTA | 7.142 | +————————————–+———————-+

|LOMBARDIA | 565.904 | +————————————–+———————-+

|P.A. BOLZANO | 29.179 | +————————————–+———————-+

|P.A. TRENTO | 30.268 | +————————————–+———————-+

|VENETO | 276.822 | +————————————–+———————-+

|FRIULI VENEZIA GIULIA | 70.191 | +————————————–+———————-+

|LIGURIA | 91.146 | +————————————–+———————-+

|EMILIA-ROMAGNA | 253.569 | +————————————–+———————-+

|TOSCANA | 214.166 | +————————————–+———————-+

|UMBRIA | 50.661 | +————————————–+———————-+

|MARCHE | 87.154 | +————————————–+———————-+

|LAZIO | 329.064 | +————————————–+———————-+

|ABRUZZO | 74.453 | +————————————–+———————-+

|MOLISE | 17.449 | +————————————–+———————-+

|CAMPANIA | 316.262 | +————————————–+———————-+

|PUGLIA | 225.140 | +————————————–+———————-+

|BASILICATA | 31.769 | +————————————–+———————-+

|CALABRIA | 108.477 | +————————————–+———————-+

|SICILIA | 277.488 | +————————————–+———————-+

|SARDEGNA | 93.294 | +————————————–+———————-+

| | 3.400.000 |

+————————————–+———————-+».

Istituto Poligrafico e Zecca dello Stato

Legge 17 giugno 2021, n. 87

Conversione in legge, con modificazioni, del decreto-legge 22 aprile 2021, n. 52, recante misure urgenti per la graduale ripresa delle attivita’ economiche e sociali nel rispetto delle esigenze di contenimento della diffusione dell’epidemia da COVID-19. (21G00104)

(GU Serie Generale n.146 del 21-06-2021)

La Camera dei deputati ed il Senato della Repubblica hanno approvato;

IL PRESIDENTE DELLA REPUBBLICA
Promulga la seguente legge:

Art. 1

1. Il decreto-legge 22 aprile 2021, n. 52, recante misure urgenti per la graduale ripresa delle attivita’ economiche e sociali nel rispetto delle esigenze di contenimento della diffusione dell’epidemia da COVID-19, e’ convertito in legge con le modificazioni riportate in allegato alla presente legge.

2. Il decreto-legge 30 aprile 2021, n. 56, e’ abrogato. Restano validi gli atti e i provvedimenti adottati e sono fatti salvi gli effetti prodottisi e i rapporti giuridici sorti sulla base del medesimo decreto-legge n. 56 del 2021.

3. Il decreto-legge 18 maggio 2021, n. 65, e’ abrogato. Restano validi gli atti e i provvedimenti adottati e sono fatti salvi gli effetti prodottisi e i rapporti giuridici sorti sulla base del medesimo decreto-legge n. 65 del 2021.

4. La presente legge entra in vigore il giorno successivo a quello della sua pubblicazione nella Gazzetta Ufficiale. La presente legge, munita del sigillo dello Stato, sara’ inserita nella Raccolta ufficiale degli atti normativi della Repubblica italiana. E’ fatto obbligo a chiunque spetti di osservarla e di farla osservare come legge dello Stato.

Data a Roma, addi’ 17 giugno 2021

MATTARELLA

Draghi, Presidente del Consiglio dei ministri
Speranza, Ministro della salute

Visto, il Guardasigilli: Cartabia


Misure urgenti per la graduale ripresa delle attivita’ economiche e sociali nel rispetto delle esigenze di contenimento della diffusione dell’epidemia da COVID-19. (21G00064)

(GU Serie Generale n.96 del 22-04-2021)

Legge 28 maggio 2021, n. 76

Conversione in legge, con modificazioni, del decreto-legge 1° aprile 2021, n. 44, recante misure urgenti per il contenimento dell’epidemia da COVID-19, in materia di vaccinazioni anti SARS-CoV-2, di giustizia e di concorsi pubblici. (21G00086)

(GU Serie Generale n.128 del 31-05-2021)

La Camera dei deputati ed il Senato della Repubblica hanno approvato;

IL PRESIDENTE DELLA REPUBBLICA
Promulga la seguente legge:

Art. 1

1. Il decreto-legge 1° aprile 2021, n. 44, recante misure urgenti per il contenimento dell’epidemia da COVID-19, in materia di vaccinazioni anti SARS-CoV-2, di giustizia e di concorsi pubblici, e’ convertito in legge con le modificazioni riportate in allegato alla presente legge.

2. La presente legge entra in vigore il giorno successivo a quello della sua pubblicazione nella Gazzetta Ufficiale.

La presente legge, munita del sigillo dello Stato, sara’ inserita nella Raccolta ufficiale degli atti normativi della Repubblica italiana. E’ fatto obbligo a chiunque spetti di osservarla e di farla osservare come legge dello Stato.

Data a Roma, addi’ 28 maggio 2021

MATTARELLA

Draghi, Presidente del Consiglio dei ministri
Speranza, Ministro della salute
Cartabia, Ministro della giustizia
Brunetta, Ministro per la pubblica amministrazione
Orlando, Ministro del lavoro e delle politiche sociali

Visto, il Guardasigilli: Cartabia



Misure urgenti per il contenimento dell’epidemia da COVID-19, in materia di vaccinazioni anti SARS-CoV-2, di giustizia e di concorsi pubblici. (21G00056)

(GU Serie Generale n.79 del 01-04-2021)