Archivi tag: Eventi

Giornata europea della protezione dei dati personali

Il 28 gennaio si svolge la Giornata europea della protezione dei dati personali promossa dal Consiglio d’Europa con il sostegno della Commissione europea e di tutte le autorità europee per la protezione dei dati personali a partire dal 2007.

Giorno della Memoria

Con la Legge 211/00 la Repubblica italiana riconosce il giorno 27 gennaio, data dell’abbattimento dei cancelli di Auschwitz, Giorno della Memoria, al fine di ricordare la Shoah (sterminio del popolo ebraico), le leggi razziali, la persecuzione italiana dei cittadini ebrei, gli italiani che hanno subito la deportazione, la prigionia, la morte, nonche’ coloro che, anche in campi e schieramenti diversi, si sono opposti al progetto di sterminio, ed a rischio della propria vita hanno salvato altre vite e protetto i perseguitati.

Scrivere il teatro

Sesta edizione del concorso nazionale “Scrivere il teatro”

È il momento di “Scrivere il teatro”

È uscito il bando della sesta edizione del concorso nazionale “Scrivere il teatro”, promosso dal Ministero dell’Istruzione e organizzato da ITI Italia, il centro italiano dell’International Theatre Institute dell’Unesco.

Roma, 18 gennaio 2021 – In un momento in cui i teatri sono chiusi e l’attività didattica prosegue anche grazie alle risorse digitali, il concorso nazionale “Scrivere il teatro” può rappresentare un’occasione per affrontare in modo creativo le difficoltà di questo periodo di distanziamento fisico e per prepararsi alla celebrazione della prossima Giornata Mondiale del Teatro del 27 marzo.

Il concorso, giunto alla sesta edizione, si rivolge agli studenti delle scuole statali di ogni ordine e grado, invitandoli a scrivere una breve opera teatrale originale che faccia riferimento ai diritti umani e al disagio giovanile. Il lavoro di scrittura creativa, che in questo caso verrebbe praticato in forma collaborativa, da parte di un gruppo di studenti, rappresenta d’altronde un’occasione didattica preziosa, che consente di mettere a frutto le potenzialità delle tecnologie digitali per realizzare un testo che aspira a diventare uno spettacolo. 

L’opera vincitrice assoluta, infatti, sarà messa in scena dagli stessi studenti autori della drammaturgia, a conclusione di una residenza artistica full immersion di 10 giorni nella città di appartenenza dell’Istituzione scolastica vincitrice. La produzione dello spettacolo, coadiuvata da professionisti esperti, verrà poi raccontata attraverso un film documentario che sarà trasmesso in differita streaming a tutte le scuole italiane. La giuria, infine, segnalerà tre opere, una per la scuola primaria, una per la secondaria di I grado e una per la secondaria di II grado, da cui verranno creati estratti scenici e restituzioni video.

L’edizione 2019/2020 è stata vinta dagli studenti e dalle studentesse della classe 3 BL dell’Istituto Superiore “Secusio” di Caltagirone, grazie all’inedito testo DiscriminatiAnonimi.it”. Nonostante la pandemia in corso, e rispettosi delle regole di distanziamento e di igiene, al rientro in classe in autunno gli studenti e le studentesse hanno lavorato insieme a una squadra di professionisti coordinati dal regista Giorgio Zorcù e dall’attrice Sara Donzelli per preparare la messa in scena e poter esordire davanti al pubblico della propria città, al Cine Teatro Politeama, a ottobre. 

Per agevolare il lavoro dei docenti, è stato realizzato un video di 25 minuti con i suggerimenti pratici e stimoli per partecipare al progetto anche con la didattica digitale integrata di due insegnanti che hanno usato le tecnologie digitali e che hanno vinto il concorso gli anni scorsi.

L’iniziativa, il bando e le risorse utili sono sul sito di “Scrivere il teatro”: https://www.scrivereilteatro.it/

I partecipanti sono invitati a compilare il modulo con tutte le informazioni relative al progetto che si intende presentare e caricare gli allegati necessari entro le ore 23:59 del 28 febbraio 2021.

Nota 21 dicembre 2020, AOODGOSV 23606

Ministero dell’Istruzione
Dipartimento per il sistema educativo di istruzione e formazione Direzione generale per gli ordinamenti scolastici e la valutazione del sistema nazionale di istruzione
Ufficio I

Agli Uffici Scolastici Regionali LORO SEDI
Al Sovrintendente agli Studi per la Regione Autonoma della Valle d’Aosta
Al Sovrintendente Scolastico per la Provincia Autonoma di Bolzano
Al Sovrintendente Scolastico per la Provincia Autonoma di Trento
All’Intendente Scolastico per le scuole delle località ladine di Bolzano
All’Intendente Scolastico per la scuola in lingua tedesca di Bolzano

Oggetto: Concorso nazionale per le scuole Biblia – VII edizione – Anno scolastico 2020- 2021. Bibbia e poesia in occasione dell’Anno dantesco (1321-2021).

Nell’ambito del vigente Protocollo d’Intesa, la Direzione generale per gli ordinamenti scolastici e la valutazione del sistema nazionale di istruzione del Ministero dell’Istruzione e BIBLIA – Associazione laica di cultura biblica bandiscono il Concorso dal titolo Bibbia e poesia in occasione dell’Anno dantesco “Il mio cuore è mosso dalla parola bella” (Salmo 45,2) per l’anno scolastico 2020-2021.

Le modalità di partecipazione e l’organizzazione del Concorso sono indicate nel Regolamento qui allegato (Allegato 1).

IL DIRIGENTE
Giacomo Molitierno

Allegato 1 Regolamento
Allegato 2 Domanda di iscrizione
Allegato 3 Scheda di valutazione

#ioleggoperché: 300.000 libri donati da cittadini ed editori

#IOLEGGOPERCHÉ

LA GRANDE INIZIATIVA NAZIONALE DI AIE A FAVORE DELLE BIBLIOTECHE SCOLASTICHE, SORPRENDE ANCHE NELL’EDIZIONE PIÚ COMPLESSA DI SEMPRE

300.000 libri donati da cittadini ed editori, nonostante la situazione di quasi immobilità del Paese

Levi (AIE): “1milione e 300mila libri donati complessivamente alle scuole in cinque edizioni. E un risultato anche quest’anno straordinario: un italiano su 300, in questo momento in cui tutto è difficile, ha donato un libro alle scuole italiane”

Il Ministro Franceschini: “Nonostante la pandemia la risposta alla quinta edizione di #ioleggoperché è stata straordinaria.

Un segnale importante per il mondo del libro”

Il Ministro Azzolina: “Il successo di #ioleggoperché conferma il grande spirito di solidarietà che anima il nostro Paese e dimostra quanto sia radicata, per fortuna, la consapevolezza dell’importanza della lettura”

I titoli più donati? Il Piccolo Principe ma anche, tra gli altri, Storia di una gabbianella e del gatto che le insegnò a volare e, nell’anno di Rodari, le sue Favole al telefono

Milano, 17 dicembre 2020 – Un’edizione ben oltre le previsioni. La quinta edizione di #ioleggoperché, la grande maratona nazionale di solidarietà a favore delle biblioteche scolastiche, fortemente voluta e organizzata dall’Associazione Italiana Editori (AIE), pur nel difficile quadro della pandemia da Covid – con ben 8 Regioni in regime di “zona rossa”-, ha mostrato non solo la sua tenuta ma una vera e propria affezione di scuole, famiglie, istituzioni, media.

Trecentomila libri donati da cittadini ed editori (200mila dagli italiani e 100mila dagli editori), 13.109 scuole iscritte omogeneamente tra Nord, Centro, Sud Italia e isole e 2.577 librerie aderenti sono i numeri che testimoniano il bisogno irrinunciabile di libri e di lettura a partire dai primissimi anni di scolarizzazione. Un dato confermato dall’altissima percentuale di iscrizioni, provenienti soprattutto dalle scuole dell’Infanzia (39% degli iscritti) e dalle primarie (37%) rispetto alle secondarie di primo grado (17%) e secondarie di secondo grado (7%).

“Oltre 1milione e 300mila libri donati alle scuole in cinque edizioni è un numero impressionante – ha sottolineato il presidente di AIE, Ricardo Franco Levi -. È straordinario come anche quest’anno circa un italiano su 300 sia uscito di casa, nelle zone arancioni e gialle del nostro Paese, e con autocertificazione nelle zone rosse, per donare un libro alle biblioteche scolastiche. Nonostante le limitazioni negli spostamenti, i divieti di assembramento, le scuole secondarie di secondo grado e parte delle secondarie di primo grado in didattica a distanza, i centri commerciali chiusi in tante regioni nei due weekend interessati dalla nostra iniziativa, l’atto di donare un libro a una scuola è ormai sentito come un dovere civico da parte di tantissimi cittadini che vedono nella lettura un diritto irrinunciabile per i nostri bambini e ragazzi. È una testimonianza bella, la più bella di questi mesi, perché vede concorrere ciascuno di noi alla crescita del paese e dei territori”.

Un grande gioco di squadra che ha coinvolto persino il Presidente della Repubblica Sergio Mattarella, che ha sancito il “valore culturale e civico” di questa iniziativa, specialmente in questo complesso periodo, e il Sottosegretario alla Presidenza del Consiglio dei Ministri con delega all’Informazione e all’Editoria Andrea Martella, che le ha riconosciuto il ruolo di “patrimonio culturale del nostro Paese”.

“Nonostante la pandemia – ha dichiarato il Ministro per i beni e le attività culturali e per il turismo Dario Franceschini – la risposta alla quinta edizione di #ioleggoperché è stata straordinaria. Grazie alla generosità di tanti lettori e lettrici, e all’impegno degli editori, le alunne e gli alunni di moltissime scuole hanno ora una biblioteca più ricca alla quale attingere per le proprie letture. Un segnale importante per il mondo del libro, che conferma la tendenza degli ultimi mesi di un significativo ritorno alla lettura”.

“Il successo di #ioleggoperché conferma il grande spirito di solidarietà che anima il nostro Paese – ha commentato la Ministra dell’Istruzione, Lucia Azzolina – e dimostra quanto sia radicata, per fortuna, la consapevolezza dell’importanza della lettura. Ringrazio tutti coloro che hanno donato alle scuole questi libri. Si tratta di un gesto importantissimo: le nostre studentesse e i nostri studenti potranno usufruire di un patrimonio librario ancora più ampio. Il successo di questa iniziativa è un grande segnale: promuovere la lettura, in una fase come quella che stiamo vivendo, è ancora più importante. Esplorare nuovi mondi, conoscere nuove storie, saper volare con la fantasia è ancora il modo migliore per imparare ad affrontare in modo costruttivo la realtà. Ringrazio l’AIE, per averci regalato, anche quest’anno, questo appuntamento, probabilmente più complesso da organizzare, ma proprio per questo ancora più bello e necessario”.

Le donazioni hanno rispecchiato, in termini di distribuzione geografica, l’omogeneità delle iscrizioni da parte delle scuole: Nord Est (34%), Nord Ovest (29%), Centro (22%), Sud Italia e Isole (15%) (il dettaglio è disponibile qui). Le regioni in cui si è donato di più nell’edizione 2020, nonostante le restrizioni in corso, sono Emilia Romagna (18%), Lombardia (17,9%) e Veneto (11,7%) seguite da Toscana, Piemonte, Lazio, Marche, Puglia e Sicilia (il dettaglio è disponibile qui).

In testa alla classifica delle province e dei comuni più prodighi svettano i grandi capoluoghi, MilanoRoma, Torino, Bologna, ma tra i primi venti ci sono anche centri più piccoli e province come Modena, Rimini e Carpi al Nord, Chieti e Bari scendendo verso Sud.

Tra i titoli più amati, richiesti dalle scuole e donate dai cittadini, svetta ancora una volta Il Piccolo Principe, seguito quest’anno da I colori delle emozioni di Anna Llenas, la Storia di una gabbianella e del gatto che le insegnò a volare di Luis Sepùlveda, Il Gruffalò di Julia Donaldson e, nell’anno di Rodari, le sue Favole al telefono (il dettaglio è disponibile qui).

La grande maratona si è aperta sabato 21 novembre con il passaggio di testimone con Libriamoci. Giornata di letture nelle scuole! del Centro per il Libro e la Lettura del Mibact con una attività congiunta partita sui canali social e ripresa da tutti i soggetti in campo – scuole, librerie, istituzioni, editori e autori, personaggi della cultura e dello spettacolo, televisioni e stampa – incentrata sul comune messaggio “Un libro unisce, sempre”. L’attività ha coinvolto, tra gli altri, i Ministri Franceschini e Azzolina, l’ambassador Rudy Zerbi, personaggi dello spettacolo come Roberto Vecchioni, Orietta Berti, Ambra, gli attori della fiction “Un posto al sole” (la trasmissione che quest’anno ha fatto vivere la campagna all’interno della sceneggiatura in ben 3 puntate), tanti scrittori – da Bernard Friot a Stefania Auci, da Luigi Garlando a Beppe Severgnini, tra gli altri -, personaggi come Ilaria Capua, giornalisti, fino ai protagonisti del mondo del calcio come il CT della Nazionale Roberto Mancini. Una giornata di impegno comune che sui social ha raccolto 600.000 impression, raggiungendo potenzialmente 1 milione e 630 persone.

La mobilitazione sui social media dell’intera campagna, del resto, è stata particolarmente significativa: gli account social di #ioleggoperché hanno generato infatti un totale di quasi 4.500.000 impression raggiungendo una copertura di oltre 5 milioni di persone tra Facebook, Instagram e Twitter.

Ancora una volta, la staffetta lanciata da AIE ha trovato un convinto sostegno anche nel mondo della TV con una campagna di comunicazione sociale sulle reti Rai (con il sostegno di Rai per il sociale), Mediaset (con il sostegno di Mediafriends Onlus), Sky e La7 per 150 passaggi dello spot durante i 10 giorni di campagna. Sono state decine i passaggi redazionali nelle principali trasmissioni televisive e radiofoniche di ambito generalista e migliaia gli articoli su carta stampata e web, nazionali e locali. Diciassette gli interventi in trasmissioni radio-televisive di punta, con interviste, testimonianze e appelli all’adesione alla manifestazione.

#ioleggoperché però non finisce qui.

Con grande intraprendenza e creatività, 310 scuole hanno partecipato al contest #ioleggoperché 2020: superando i limiti e le difficoltà del periodo, studenti, librai, insegnanti e famiglie si sono inventati le modalità più originali e coinvolgenti – nel rispetto del DPCM vigente – per raggiungere le persone che non hanno potuto recarsi in libreria. Le dieci più creative saranno premiate a fine gennaio grazie al supporto di SIAE, con 10 buoni da 1.000 euro per l’acquisto di libri.

Parte ora inoltre la fase del contributo degli Editori, che doneranno 100.000 nuovi libri alle biblioteche scolastiche. I pacchi del contributo editori 2020 verranno consegnati nella primavera 2021 nelle librerie, destinati alle scuole che ne hanno fatto richiesta entro i termini, insieme a quelli dell’edizione 2019 che, con le scuole chiuse a causa del Covid, non sono stati consegnati a Marzo 2020.

Per saperne di più:

www.ioleggoperche.it

—————–

#ioleggoperché è una iniziativa di AIE – Associazione Italiana Editori, sostenuta dal Ministero per i Beni e le attività culturali per il Turismo – Direzione generale Biblioteche e Diritto d’Autore, dal Centro per il libro e la lettura, in collaborazione con il Ministero dell’Istruzione – Direzione Generale per lo Studentel’Inclusione e l’Orientamento, con l’Associazione Italiana Biblioteche (AIB), l’Associazione Librai Italiani (ALI), il Sindacato Italiano Librai e Cartolibrai (SIL), con il supporto di SIAE – Società Italiana Autori ed Editori, con il contributo di Pirelli e con il sostegno di Mediafriends e di Rai per il sociale.

Mediapartner: Corriere della Sera, Gruppo Mondadori, Repubblica, La7, Rai, SKY, Mediaset TGcom24, Giornale della Libreria e Illibraio.it

Technical Partner: Messaggerie Libri e Comieco 

Si ringrazia: Ibs.it

Social

Facebook: @ioleggoperche – https://www.facebook.com/ioleggoperche/

Twitter: @ioleggoperche – https://twitter.com/ioleggoperche

Instagram: @ioleggoperche – https://instagram.com/ioleggoperche

YouTube: https://www.youtube.com/ioleggoperchévideo

Tra innovazione e collaborazione, la Scuola eTwinning come agente di cambiamento

Scuola: Indire premia i migliori progetti eTwinning 2020

Cerimonia in diretta streaming il 17 dicembre con il video messaggio della Ministra dell’Istruzione, Lucia Azzolina e 500 insegnanti e dirigenti scolastici

Firenze, 14 dicembre 2020 – Si terrà in versione online, dal 17 al 18 dicembre p.v., la Conferenza nazionale eTwinning 2020 “Tra innovazione e collaborazione, la Scuola eTwinning come agente di cambiamento”. L’evento è organizzato dall’Unità nazionale eTwinning, Agenzia nazionale Erasmus+ Indire.

La Conferenza rappresenta il più importante evento nazionale della più grande community europea di scuole e docenti attivi in progetti di collaborazione a distanza e prevede, come ogni anno, la cerimonia di consegna dei Premi nazionali eTwinning: un momento di celebrazione e disseminazione dei migliori 10 progetti di collaborazione tra classe attraverso la piattaforma eTwinning svolti nell’anno scolastico 19/20. I premi consistono in strumentazione per la didattica digitale.

La Cerimonia sarà trasmessa in DIRETTA STREAMING sul canale Youtube (eTwinning Italia) sul sito dell’evento il 17 dicembre dalle 15:30. Previsto un collegamento con le classi dei 25 docenti coinvolti da 17 istituti della Penisola. 

La seconda giornata (18 dicembre) sarà dedicata ad un approfondimento sul riconoscimento di Scuole eTwinning e sul ruolo degli istituti scolastici più innovativi all’interno del panorama scolastico nazionale. Alla Conferenza parteciperanno oltre 500 tra docenti e dirigenti scolastici rappresentanti della rete.

La Ministra dell’Istruzione, Lucia Azzolina, parteciperà all’evento con un video messaggio.

Tra i keynote speaker presenti il 18 dicembre: Elena Mosa e Silvia Panzavolta, ricercatrici Indire; Angelo Paletta e Genc Alimehmeti, Università degli Studi di Bologna; Santi Scimeca, project manager di eTwinning presso European Schoolnet.

Hashtag ufficiale dell’evento: #eTwPremi20

>> Il sito dell’evento per la diretta streaming e il programma completo
https://etwinning.indire.it/conferenze/conferenza-nazionale-etwinning-2020/

>> Maggiori info sulle Scuole eTwinning
https://etwinning.indire.it/riconoscimenti-e-premi/storia-e-mission-delle-scuole-etwinning/

>> Maggiori info sui Premi nazionali eTwinning
https://etwinning.indire.it/riconoscimenti-e-premi/premi-nazionali/

Natale digitale

‘Natale Digitale’: laboratori didattici e formativi online per valorizzare i progetti delle scuole

Giovedì 17 dicembre, dalle ore 10.00, il Ministero dell’Istruzione celebrerà, come da tradizione, il Natale Digitale, evento che darà la possibilità alle scuole di valorizzare i progetti didattici realizzati con l’utilizzo delle tecnologie in occasione delle prossime feste. Durante l’iniziativa sono previsti laboratori didattici e formativi per studentesse e studenti e per i docenti. Quest’anno tutto si svolgerà online.

Ad aprire la mattinata, il saluto della Ministra Lucia Azzolina. Durante l’evento interverrà anche la Vice Ministra Anna Ascani

Il Natale Digitale del Ministero dell’Istruzione, quest’anno, assume un valore ancora più particolare, data la fondamentale accelerazione sul digitale vissuta dalla scuola durante la pandemia. Accelerazione che ha consentito agli Istituti scolastici di poter continuare a garantire il diritto allo studio e a progettare anche nei periodi più difficili del lockdown

L’evento potrà essere seguito in diretta al link: vimeo.com/scuolafutura

Dal libro Cuore alla lavagna digitale

Giovedì 17 dicembre, la Ministra Lucia Azzolina inaugurerà la mostra “Dal libro Cuore alla lavagna digitale”. L’esposizione, dedicata alla storia della nostra scuola, dagli inizi dell’Ottocento ad oggi, sarà aperta in via permanente nei corridoi del Palazzo del Ministero dell’Istruzione.

Strumenti multimediali, ma anche oggetti della scuola del passato, gallerie fotografiche, materiale didattico, registri antichi, diari, sillabari, abbecedari, pagelle, documenti. Una rassegna di testimonianze storiche, che ripercorre gli ultimi due secoli trascorsi sui banchi, arrivando ai nostri giorni, che tornano alla ‘luce’ dopo una prima versione della mostra del 2012, ora riallestita in un’edizione arricchita e pensata per essere permanente.

L’inaugurazione avviene in occasione dell’avvio del ciclo di appuntamenti dal titolo “Ripensare l’educazione nel XXI secolo: incontri per riflettere, proporre, agire”, dedicati al presente e al futuro del mondo dell’Istruzione.

La mostra sarà visitabile in presenza appena conclusa l’emergenza sanitaria. I corridoi del Palazzo dell’Istruzione saranno infatti aperti alle scuole e ai visitatori affinché il Ministero torni ad accogliere studenti, docenti, personale e cittadini, configurandosi come una simbolica “casa della scuola”. In attesa delle visite in presenza, il Ministero racconterà online, attraverso video, fotografie e un’apposita pagina web, i contenuti della mostra.

Natale digitale 2020

17 dicembre 2020 ore 10.00

Natale Digitale’: laboratori didattici e formativi online per valorizzare i progetti delle scuole

Giovedì 17 dicembre, dalle ore 10.00, il Ministero dell’Istruzione celebrerà, come da tradizione, il Natale Digitale, evento che darà la possibilità alle scuole di valorizzare i progetti didattici realizzati con l’utilizzo delle tecnologie in occasione delle prossime feste. Durante l’iniziativa sono previsti laboratori didattici e formativi per studentesse e studenti e per i docenti. Quest’anno tutto si svolgerà online.

Ad aprire la mattinata, il saluto della Ministra Lucia Azzolina. Durante l’evento interverrà anche la Vice Ministra Anna Ascani

Il Natale Digitale del Ministero dell’Istruzione, quest’anno, assume un valore ancora più particolare, data la fondamentale accelerazione sul digitale vissuta dalla scuola durante la pandemia. Accelerazione che ha consentito agli Istituti scolastici di poter continuare a garantire il diritto allo studio e a progettare anche nei periodi più difficili del lockdown

L’evento potrà essere seguito in diretta al link: vimeo.com/scuolafutura

Il PON per la mia Scuola

Lunedì 14 dicembre, dalle ore 11.30, si terrà l’evento annuale per fare il punto sul PON (Programma Operativo Nazionale) per la Scuola 2014-2020. Previsto un video saluto della Ministra Lucia Azzolina. L’incontro si svolgerà in videoconferenza, in diretta sul canale YouTube del Ministero dell’Istruzione. 

Nel corso della mattinata sarà presentato il nuovo spazio informativo del portale PON “Il PON per la mia scuola” (http://ilponperlamiascuola.istruzione.it), dove saranno raccolte e pubblicate storie e iniziative realizzate dalle scuole italiane tramite le risorse del Programma Operativo Nazionale.

Parteciperanno in diretta, presentando i loro progetti didattici, i seguenti Istituti: 

  • Istituto tecnico “Guglielmo Marconi” – Padova.
  • Istituto alberghiero “Filippo De Cecco” – Pescara.
  • Istituto nautico “Francesco Caracciolo” – Procida (NA).
  • Istituto comprensivo “Giovanni Falcone” – Palermo.
  • Liceo musicale “Walter Gropius” – Potenza.

School Maker Day 2020


*SCHOOL MAKER DAY 2020 – MAKE IT SUSTAINABLE*

Trasformiamo la sfida che stiamo affrontando in nuove opportunità di crescita.
Lo School Maker Day, giunto alla sua quinta edizione, ritorna con nuovi contenuti e diverse modalità organizzative. Maker di ogni età si incontrano online per riflettere sulla crisi e presentare idee innovative su cinque obiettivi di sviluppo sostenibile dell’Agenda 2030.

Webinar in diretta su https://www.schoolmakerday.it lunedì 14 dicembre dalle ore 10:00 alle ore 13:00. Tramite una chat sarà possibile comunicare in tempo reale con gli espositori. Non è richiesta alcuna iscrizione né registrazione.

L’evento è organizzato da Laboratorio territoriale per l’occupabilità Opus Facere – Fare per capire, IIS Belluzzi-Fioravanti, Servizio Marconi TSI/USR-ER e Fondazione Golinelli con la collaborazione di Città metropolitana di Bologna e Fablab.

L’iniziativa è aperta a tutte/i e particolarmente rivolta studenti/studentesse della primaria, della scuola secondaria di primo e secondo grado, genitori, dirigenti scolastiche/ci e insegnanti, operatori/operatrici delle aree educazione, formazione, socio-sanitaria, politiche giovanili

54° RAPPORTO CENSIS – 2020

54° RAPPORTO SULLA SITUAZIONE SOCIALE DEL PAESE/2020

Venerdì 4 dicembre 2020, Ore: 10:00

Intervengono: Massimiliano Valerii – Direttore Generale Censis
Giorgio De Rita – Segretario Generale Censis

Giunto alla 54ª edizione, il Rapporto Censis prosegue l’analisi e l’interpretazione dei più significativi fenomeni socio-economici del Paese, individuando i reali processi di trasformazione della società italiana. Su questi temi si soffermano le «Considerazioni generali» che introducono il Rapporto. Nella seconda parte, «La società italiana al 2020», vengono affrontati i temi di maggiore interesse emersi nel corso dell’anno. Nella terza e quarta parte si presentano le analisi per settori: la formazione, il lavoro, il welfare e la sanità, il territorio e le reti, i soggetti e i processi economici, i media e la comunicazione, la sicurezza e la cittadinanza.

Giornata internazionale delle persone con disabilità

In occasione della Giornata internazionale delle persone con disabilità, il Presidente del Consiglio, Giuseppe Conte, ha ricevuto a Palazzo Chigi i presidenti delle principali Federazioni delle persone con disabilità (Fish e Fand), Vincenzo Falabella e Nazzaro Pagano. Presenti all’evento la Ministra dell’Istruzione, Lucia Azzolina, e il Ministro dell’Università, Gaetano Manfredi.

Durante l’incontro sono state ascoltate le testimonianze di alcuni docenti e studenti con disabilità collegati da remoto da Vibo Valentia, dalla provincia di Teramo e da Roma.

La ministra Azzolina ha posto l’accento sull’importanza dell’inclusione scolastica e della continuità didattica per le alunne e gli alunni con disabilità, ha poi ricordato che nella legge di bilancio è prevista l’immissione in ruolo di 25 mila nuovi docenti di sostegno e che sono state stanziate apposite risorse per la formazione degli insegnanti. Il Ministro Manfredi ha anticipato che sono allo studio misure per introdurre tra i criteri di valutazione delle Università le attività di inclusione e le iniziative per aumentare il numero di corsi di TFA di sostegno, affinché la formazione universitaria sia uno strumento fondamentale per la effettiva promozione delle persone con disabilità.

“La via maestra è quella dei diritti e delle pari opportunità per tutti” ha dichiarato il Presidente Conte nel suo intervento. “Lo strumento principe per raggiungere una effettiva inclusione delle persone con disabilità – ha continuato – è invece quello del progetto individuale, e anche in quest’ottica abbiamo deciso di rendere strutturali le risorse aggiuntive per il Fondo per la non autosufficienza e per il Dopo di Noi”. “Per raggiungere questi obiettivi – ha concluso il Presidente Conte – è necessario un metodo di lavoro aperto e partecipato con le associazioni, con le quali il confronto è costante e che hanno confermato, anche durante l’emergenza sanitaria, la loro piena collaborazione”.

Tre Giorni per la Scuola Edu2021

3 GIORNI PER LA SCUOLA EDU2021 – per riempire il distanziamento sociale con parole e idee

Dal 2 al 4 dicembre si terrà la Tre Giorni per la Scuola Edu 2021, il principale evento nazionale sui temi della didattica scolastica promosso dalla Regione Campania e da Città della Scienza in collaborazione con la Direzione dell’Ufficio Scolastico Regionale per la Campania.

La manifestazione, giunta alla XVIII edizione, si inserisce nel quadro delle iniziative organizzate da remoto e dedicate al mondo della Scuola al tempo dell’emergenza Covid-19. 

Una tre giorni di webinar, dibattiti e workshop online dove docenti, dirigenti scolastici, studenti, educatori e formatori, per un totale di circa 3000 partecipanti, si confronteranno sulle grandi trasformazioni che la scuola sta affrontando in questa fase per scambiarsi esperienze, metodi e pratiche su come la pandemia ha cambiato l’insegnamento, sui nuovi strumenti di cui si avvale oggi la didattica e su come progettare la scuola del futuro.

La didattica a distanza subentrata a quella in presenza ha cambiato i tradizionali metodi d’insegnamento con non pochi disagi legati all’approccio digitale, all’organizzazione, al desiderio dei docenti di “arrivare” ai propri alunni, facendo sentire la presenza della scuola nella loro vita.

L’edizione 2020 prova a rispondere alla grande esigenza di riempire il distanziamento sociale  che oggi caratterizza la scuola, con la cultura, con le idee e con la voce e i volti di quelli che dai due lati dello schermo sono i veri protagonisti di questa grande trasformazione: studenti e docenti.

L’iniziativa si apre con l’evento inaugurale mercoledì 2 dicembre alle ore 11:30 con la speciale partecipazione del Prof. Enrico Bucci protagonista del talk ‘La Pandemia della Malascienza”. Bucci, esperto internazionale nel campo della manipolazione dei dati e dell’integrità della ricerca, è Direttore del programma di System Biology della Sbarro Health Research Organization presso il College of Science and Technology della Temple University di Philadelphia. Il talk sarà preceduto dai saluti istituzionali del Presidente di Città della Scienza Prof. Riccardo Villari e del Direttore Generale dell’Ufficio Scolastico Regionale per la Campania Luisa Franzese.

Tra gli appuntamenti più significativi del programma ci sarà Computer Science First: insegnare e imparare con il coding a cura della Fondazione Mondo Digitale: un’occasione per approfondire gli utilizzi della programmazione nell’insegnamento delle più diverse discipline, dalle scienza, all’arte fino alla storia grazie alla  piattaforma di coding Computer Science First, sviluppata in collaborazione con Google, per integrare la didattica con metodologie più efficaci e inclusive volte a  facilitare l’inclusione e l’apprendimento di tutti gli studenti, anche i più fragili e anche a distanza.

Nell’incontro  Orizzonti digitali: esplorare nuove forme di didattica, a cura della Fondazione Golinelli, si parlerà invece delle nuove progettualità sviluppate per docenti e studenti quali i digital kit for school e diversi laboratori e corsi online per insegnanti, tutti incentrati sulla flessibilità e la personalizzazione dell’erogazione/fruizione, sull’ aumento dell’interazione tra studenti e formatori, sulla possibilità di incontrare esperti che sarebbe difficile avere in classe, grazie ad un design ad hoc di contenuti digitali adatti alla fruizione online.

Per i docenti della quarta e quinta primaria e della secondaria di I grado si terrà il webinar di progettazione in 3D Progettare con i mattoncini Lego® , a cura di Bricks 4 Kidz®, che con un metodo didattico innovativo, creativo, multi-sensoriale e basato sull’utilizzo di mattoncini LEGO® unisce la teoria alla pratica ed al gioco, per un’esperienza di apprendimento dinamica che consente ai ragazzi di sperimentare e approfondire materie quali la geometria, l’arte, l’architettura.

Ma l’evento sarà anche un’occasione per i docenti dellascuole primarie per approfondire il rapporto tra robotica e ambientalismo, grazie al progetto di edutainment Robot d’Amare, a cura della Scuola di Robotica,che attraverso tecnologie innovative presenta diverse attività di robotica creativa, laboratori digitali e esperienze con robot subacquei per lavorare sulla sostenibilità ambientale attraverso coding e design4all.

Partecipando al webinar Welcome Federica. Lo spazio digitale di apprendimento continuo e accessibile a tutti  – a cura  di Federica Web Learning, il Centro di Ateneo per l’innovazione, la sperimentazione e la diffusione della didattica multimediale dell’Università di Napoli Federico II- studenti, docenti, professionisti e curiosi potranno aggiornare liberamente le proprie competenze e specializzare le proprie conoscenze attraverso una didattica innovativa di qualità universitaria, sperimentando come integrarla anche nelle proprie classi o realtà professionali.

Nel webinar Tu la conosci FRidA? Una piattaforma web, un laboratorio di comunicazione, tutta la ricerca di UniTO per il tuo domani, a cura diFRidA dell’Università di Torino, i docenti potranno trasformarsi in speaker interagendo con i protagonisti della ricerca raccolta nel podcast Prof fantastici e dove trovarli, in cui si racconta cosa accade nelle aule e dentro i laboratori di un’università.FRidA è infatti il primo portale in Italia dove ricercatrici e ricercatori raccontano in prima persona gli sviluppi del loro lavoro in un’ottica la multidisciplinare e sperimentando diversi format quali racconti, interviste, podcast, eventi rivolti ai cittadini e Proposte di Lettura utili ad approfondire tematiche specifiche e per produrre relazioni e tesine che intreccino più materie di studio. 

Nell’appuntamento Lessico e nuvole: le parole del cambiamento climatico, a cura di Gianni Latini della Sezione Valorizzazione della Ricerca e Public Engagement -Direzione Ricerca e Terza Missione dell’Università di Torino-  si potrà scoprire la nuova guida linguistica e scientifica sui cambiamenti climatici ‘Lessico e Nuvole’: una realtà in continua trasformazione nella sua multiforme fenomenologia (che interessa anche la sfera della salute umana) e nella rappresentazione mediatica, oggi disponibile nella sua ricca e aggiornata seconda edizione con oltre 200 voci e 12 percorsi di lettura, introdotti da coinvolgenti dossier firmati dalle protagoniste e dai protagonisti della ricerca.

La Tre Giorni per la Scuola risponde da quasi vent’anni all’esigenza di far dialogare il mondo della scuola e dare voce ai suoi veri protagonisti: i docenti. Quest’anno, nell’emergenza sanitaria che sta rivoluzionando il modo di fare scuola, la parola di chi questa rivoluzione la sta vivendo e ogni giorno sta cercando nuove soluzioni a nuove sfide è ancora più importante.

Il programma (con possibilità di potersi registrare gratuitamente agli eventi) è disponibile su:

http://www.cittadellascienza.it/3giorniperlascuola/

#3giorniperlascuola