Archivi tag: Eventi

Giornata Mondiale del Libro

Il 23 aprile si celebra l’annuale Giornata Mondiale UNESCO dedicata al Libro ed al Diritto d’Autore celebrata dall’UNESCO sin dal 1996, nel giorno dell’anniversario della morte di tre fra i più grandi autori della letteratura mondiale (Miguel de Cervantes, William Shakespeare e Garcilaso de la Vega) e in corrispondenza della festa di San Giorgio quando in Catalogna per ogni libro venduto si regala tradizionalmente una rosa.

Earth Day

Il 22 aprile 2021 si svolgono le Celebrazioni italiane della 51a Giornata Mondiale della Terra, il più grande evento di sensibilizzazione alla tutela del Pianeta, che coinvolge ogni anno le scuole e i giovani.

Le Celebrazioni si svolgeranno sulla piattaforma Rai Play con la 2a edizione di #OnePeopleOnePlanet, la Maratona Multimediale prodotta Earth Day Italia: un intreccio di testimonianze, una staffetta di voci da tutto il mondo.

L’iniziativa è fruibile da tutte le scuole dell’infanzia, primarie, secondarie di primo e di secondo grado.

Protocollo d’intesa Ministero dell’Istruzione e Guardia Costiera

Il mare è una risorsa di inestimabile valore culturale, scientifico, ricreativo ed economico. Un privilegio da difendere. Un’opportunità preziosa da consegnare alle nuove generazioni.

Nasce da queste importanti premesse il protocollo d’intesa firmato a Roma, oggi, venerdì 9 aprile, dal Ministro dell’Istruzione, Professor Patrizio Bianchi, e dal Comandante Generale della Guardia Costiera, Giovanni Pettorino.

L’obiettivo, come si legge nel Protocollo, è quello di “contribuire alla formazione delle giovani generazioni, alla tutela del territorio, alla convivenza civile, alla legalità”.

La firma dell’Accordo, non a caso, coincide con le celebrazioni della “Giornata del mare e della cultura marinara”. Un’iniziativa che ogni anno coinvolge la Guardia Costiera e gli Istituti scolastici italiani, per valorizzare le tradizioni marittime del nostro Paese e rivalutare il patrimonio storico, sociale e culturale del suo mare.

Una serie di iniziative, idee e progetti portati avanti su tutto il territorio e che si riassumono anche con l’individuazione delle classi vincitrici del Concorso Nazionale “La cittadinanza del mare” edizione 2020, che prevedeva l’elaborazione di percorsi e progettualità volti alla diffusione della cultura del mare. Il concorso si è concluso con la premiazione di 11 dei ben 500 progetti pervenuti. In occasione della firma del Protocollo, il Ministro Patrizio Bianchi ha incontrato, in modalità telematica, le classi vincitrici, complimentandosi per i lavori realizzati. È stata quindi presentata la nuova edizione del concorso, dal tema “Cambiamenti climatici e sostenibilità, effetto di molteplici cause in gran parte attribuibili all’uomo e, a loro volta, causa di effetti sia sull’ambiente marino e costiero che sulle comunità che vivono in prossimità del mare”.

Questa iniziativa, fortemente voluta dal Ministero dell’Istruzione e ampiamente condivisa dal Corpo, sottolineano il Prof. Patrizio Bianchi e l’Amm. Pettorino, sarà quanto mai utile e necessaria per comprendere il contesto nazionale ed europeo verso il quale le nuove generazioni potranno indirizzare le loro legittime ambizioni formative e professionali.

“Vi ringrazio per aver partecipato a questo progetto, nel quale ragioniamo sul mare, come luogo che non divide, ma unisce – ha detto il Ministro Patrizio Bianchi alle studentesse e agli studenti in collegamento -. A voi è affidato il compito di testimoniare come l’ambiente marino sia una delle ricchezze più importanti che abbiamo. Non dovete solo proteggerlo, ma anche raccontarlo. È stato un anno complicato, sono grato a voi, ai vostri docenti e dirigenti, alle vostre famiglie. Ne usciremo anche dialogando e riflettendo sempre su ciò che ci unisce. E la tutela dell’ambiente è un valore fondamentale per tutti noi. Ringrazio la Guardia Costiera, custode di una risorsa tanto preziosa, per questa collaborazione importantissima per la scuola”.
“Un contesto che non può prescindere dalla tutela dell’ambiente marino – ha sottolineato l’Ammiraglio – di cui il Corpo si fa ogni giorno garante verso i cittadini, attraverso l’impegno di undicimila uomini e donne e l’impiego di mezzi aeronavali e tecnologie all’avanguardia, distribuiti lungo tutti gli ottomila km di coste del Paese”.
“Avvicinare sempre di più il mare alle scuole e alle giovani generazioni – è il pensiero di Pettorino – per far comprendere l’importanza di questo immenso patrimonio ambientale che è l’habitat naturale più esteso del nostro pianeta, che produce il 50% dell’ossigeno che respiriamo e al contempo assorbe il 30% dell’anidride carbonica prodotta”.

Per il raggiungimento degli obiettivi indicati e per consentire la pianificazione strategica degli interventi programmati nel protocollo stesso, è stato costituito un Comitato tecnico-scientifico al quale saranno invitati a partecipare, in qualità di esperti, anche rappresentanti di altre istituzioni pubbliche che lavoreranno in sinergia.

Notte europea della geografia

Il 9 aprile 2021 si celebra la quarta edizione della Notte europea della geografia.

L’evento è pensato per avvicinare studentesse e studenti, ma anche cittadini e cittadine ai temi della geografia e alle sue potenzialità scientifiche e formative.

Tante sono le iniziative delle scuole in tutta Italia e in contemporanea in altri Paesi europei: laboratori didattici, seminari, visite guidate, mostre, conferenze e tanto altro!

Il tema scelto per il 2021 è Pachamama – Madre Terra, con l’intento di declinare anche in una prospettiva di genere argomenti e prassi proprie di iniziative di public geography come questa.

Seguite l’evento dedicato al mondo dell’istruzione, in diretta streaming dalle ore 17.30 su @raicultura: https://www.raicultura.it/speciali/pachamama-notteeuropeadellageografia2021/

La carta di tutte le iniziative nel mondo: https://www.geonight.net/geonight-2021-events-map/

Il programma per l’Italia: https://www.geonight.net/category/italia – https://www.aiig.it/news

Nota 1 aprile 2021, AOOGABMI 14014

Ministero dell’Istruzione

Agli Uffici Scolastici Regionali LORO SEDI
All’Intendenza Scolastica per la Lingua Italiana di BOLZANO
All’Intendenza Scolastica per la Lingua Tedesca di BOLZANO
All’Intendenza Scolastica per la Lingua Ladina di BOLZANO
Alla Provincia di Trento Servizio Istruzione TRENTO
Alla Sovrintendenza Agli Studi per la Regione Autonoma della Valle D’Aosta AOSTA
e. p.c. Alle Istituzioni Scolastiche di ogni ordine e grado LORO SEDI

Oggetto: Giornata Mondiale della Consapevolezza sull’Autismo – 2 aprile 2021

M’illumino di Meno

Il 26 marzo con “M’illumino di Meno”, la Giornata del risparmio energetico e degli stili di vita sostenibili lanciata da Rai Radio2 con Caterpillar nel 2005.

Alle ore 18 spegniamo insieme i dispositivi elettrici non indispensabili, un piccolo grande gesto che creerà un momento di simbolico silenzio energetico per invitare tutte e tutti a riflettere sull’importanza del consumo.

Poi, anche quest’anno, alle ore 19, spegneremo le luci del Ministero dell’Istruzione per contribuire alla sensibilizzazione su questi temi!

Seguite l’evento in diretta su Rai Radio2 e per la prima volta anche in Visual su RaiPlay.

#Dantedì

#Dantedì, laboratori interattivi, app, versi in rap: le scuole di tutta Italia celebrano la giornata dedicata al Sommo Poeta. Il Ministro Patrizio Bianchi: “Grazie alla comunità scolastica per il grande impegno profuso per queste celebrazioni. Versi di Dante sempre attuali”

Laboratori di realtà virtuale, videogiochi, app sulla geografia dantesca. E ancora, declamazioni, versi in rap, endecasillabi cantati in coro. Sono alcune delle attività messe in campo dalle scuole italiane per il #Dantedì, la Giornata nazionale dedicata al Sommo Poeta, che ricorre il prossimo 25 marzo. Una celebrazione che, quest’anno, ha un valore ancora più simbolico: nel 2021 cadono anche 700 anni dalla morte Dante Alighieri. Il poeta rivive nelle opere e nelle attività delle ragazze e dei ragazzi come narratore di sentimenti, paure e speranze universali. Come guida in questo periodo oscuro. Mentre la Commedia si trasforma in una metafora dei nostri tempi.

“Voglio ringraziare tutta la nostra comunità scolastica per il grande impegno profuso in occasione di queste celebrazioni. Come sempre, nonostante il momento difficile, la scuola ha saputo guidare le nostre ragazze e i nostri ragazzi, condurli in un percorso fatto di studio, approfondimento, aiutandoli a far proprio il messaggio di Dante e dei suoi versi bellissimi e sempre estremamente attuali”, sottolinea il Ministro dell’Istruzione, Professor Patrizio Bianchi.   

Il Dantedì, una settimana di celebrazioni 
Il Ministero ha accompagnato costantemente le scuole in questo percorso di avvicinamento al #Dantedì. Già nelle scorse settimane, attraverso i canali social, sono stati raccontati i progetti di alcuni Istituti. Mentre fitto è il programma della settimana che si apre domani e che vedrà il suo clou nella Giornata del 25. 

Si parte in diretta streaming dalla Sala Dantesca della Biblioteca Classense di Ravenna. Da lì, domani, lunedì 22 marzo, alle ore 11.00, prenderà il via “Futura Dante”, un’iniziativa che prevede laboratori sulla figura e l’opera di Alighieri. Parteciperanno oltre 3.000 studenti e 600 scuole da tutta Italia. Interverranno il Ministro Patrizio Bianchi, il Sindaco di Ravenna, Michele De Pascale. Ci saranno gli interventi di alcuni fra i massimi esperti di Dante: Giulio Ferroni, Professore emerito di Storia della Letteratura all’Università Sapienza di Roma, Luca Serianni, Presidente della Fondazione “I Lincei per la scuola”, Francesco Sabatini, Presidente emerito dell’Accademia della Crusca. 

Tra le attività in programma, “Dante in a Chatbot”, un laboratorio progettuale per la trasformazione digitale in chatbot interattivi della figura di Dante e dei personaggi allegorici presenti nella Divina Commedia. Ci sarà, poi, “GeoDante”, laboratorio di co-progettazione di una web app sulla geografia dantesca, con il contributo di 6 scuole in rappresentanza di 6 città che hanno ospitato Dante (da Firenze a Ravenna passando per Verona, Mantova, Lucca e Forlì). L’app consentirà di visualizzare e ordinare le località per esplorare le connessioni tra il testo e la geografia di Dante.  

#Dante VR Art sarà, invece, un laboratorio in ambiente virtuale, con l’ausilio di visori, dove studentesse e studenti esprimeranno la loro creatività disegnando ambientazioni ispirate alle opere e ai contenuti danteschi. #DanteSocial vedrà protagonista l’opera di Dante sui social network. Ogni classe potrà rielaborarla in modo creativo in chiave digitale attraverso cinque workshop: “Divine parole” (riscrittura in emoji di versi danteschi, dialoghi di Dante e altri personaggi in chiave social, ecc); “Divine immagini” (stop motion a tema, quadri di pixel art, paesaggi danteschi a 360 gradi, Dante in realtà aumentata, ecc); “Divini suoni” (versi di Dante in rap, realizzazione di un audiolibro, soundscape: paesaggi sonori, ecc); “Divini giochi” (videogioco, quiz e cruciverba digitali, librogame, escape room a tema, ecc); “Divini progetti” (progettazione in 3D, tinkering led, Dante pop up, ecc).

Per i 700 anni dalla morte di Dante, il Ministero dell’Istruzione ha poi promosso il progetto pilota “Cantare Dante a scuola” di Ambrogio Sparagna, in collaborazione con l’Associazione Culturale Archivio Aurunco, l’Orchestra Popolare Italiana dell’Auditorium Parco della Musica di Roma e la Finisterre Srl. Il progetto ripropone l’antica e affascinante modalità dell’esercizio della poesia cantata di area appenninica, accompagnata da strumenti musicali tradizionali e intende celebrare Dante utilizzando alcune composizioni musicali originali in stile popolare su versi di endecasillabi tratti dalla Divina Commedia.  

Un mese di iniziative sui social del MI  
Ogni settimana, per un mese, fra febbraio e marzo, sui social del Ministero dell’Istruzione, scuole, studenti e docenti hanno raccontato il cammino verso il #Dantedì. Tra le iniziative,“La GraphiCommedia”, la rappresentazione di alcuni canti dell’Inferno realizzata da una classe dell’Istituto Tecnico G. Falcone di Gallarate (VA). Ma anche“D.A.8, Dante Alighieri 8”, il droide che interpreta i versi del sommo poeta, creato, grazie al coding e alla robotica, dalle studentesse e dagli studenti dell’Istituto Tecnico G. Russo di Paternò, in provincia di Catania. Le classi del Liceo artistico “Nervi-Severini” di Ravenna hanno collaborato a una Divina Commedia da record con l’artista Enrico Mazzone, realizzando un mosaico come da tradizione della città. All’Istituto Comprensivo “Matteo Ricci” di Roma, leggendo la Divina Commedia, le alunne e gli alunni hanno affrontato temi come la paura, l’angoscia, il bisogno di una guida e di protezione, la rabbia, il coraggio, l’amore e la passione.  

La scuola di formazione per docenti
Le iniziative proseguiranno anche dopo la giornata del 25 marzo. Il prossimo 14 maggio, durante la proclamazione dei vincitori delle Olimpiadi di Italiano, dedicate a Dante, si terrà una lectio magistralis del professor Giuseppe Patota, Professore ordinario di Storia della lingua italiana presso l’Università degli Studi di Siena e Accademico dei Lincei. Nel mese di luglio ci sarà una Scuola estiva di formazione docenti dedicata alla didattica innovativa per l’insegnamento e l’apprendimento di Dante. La tre giorni, destinata a 90 docenti della scuola secondaria di secondo grado, è organizzata in collaborazione con il Comitato nazionale per le celebrazioni dei 700 anni dalla morte di Dante Alighieri del Ministero dei Beni Culturali.

Nota 25 marzo 2021, AOODGSIP 798

Ministero dell’Istruzione
Dipartimento per il Sistema Educativo di Istruzione e di Formazione Direzione Generale per lo Studente, l’Inclusione e l’Orientamento Scolastico
Ufficio Terzo

Agli Uffici Scolastici Regionali LORO SEDI
Al Sovrintendente Scolastico per la Provincia di Bolzano
Bolzano
Al Sovrintendente Scolastico per la Provincia di Trento
Trento
All’Intendente Scolastico per la Scuola in lingua tedesca
Bolzano
All’Intendente Scolastico per la Scuola località Ladine
Bolzano
Al Sovrintendente degli Studi per la Regione Valle d’Aosta
Aosta

Oggetto: Celebrazioni 51° Earth Day e Maratona Multimediale #OnePeopleOnePlanet – 22 aprile 2021

SI CHIUDE FIERA DIDACTA ITALIA 2021

FISSATE LE DATE DELLA PROSSIMA EDIZIONE IN PRESENZA ALLA FORTEZZA DA BASSO DAL 10 AL 12 MARZO 2022

Firenze, 19 marzo 2021 – Si chiude stasera la quarta edizione di FIERA DIDACTA ITALIA con al suo attivo 658 eventi totali fra seminari, convegni, webinar e workshop immersivi e 16.000 ore formative erogate ai docenti.

Tante le nuove iscrizioni a questa edizione, che si è svolta interamente on line. Successo per le nuove sezioni formative come gli eventi dedicati alla scuola dell’infanzia 0-6, l’iniziativa Fare, non provare che ha messo in campo per la prima volta centinaia di dirigenti scolastici, il progetto Didacta in classe con il coinvolgimento entusiasta di intere classi di studenti, che per il primo anno hanno partecipato attivamente alla mostra. 

Una edizione che, nell’area DIDACTA GREEN grazie alla partecipazione di tutti i protagonisti, ha messo al centro del dibattito formativo l’educazione ambientale, la difesa del pianeta, l’economia circolare e l’innovazione verde con un articolato programma di incontri, workshop e buone pratiche di sostenibilità.    

Fra i relatori illustri, il segretario del Partito Democratico Enrico Letta (che ha preso parte al Convegno Educazione alla cittadinanza attiva e all’evento Musica e futuro virtuale promosso e organizzato dalla Scuola di Musica di Fiesole), Andreas Schleicher, Responsabile OCSE di Pisa, la virologa Ilaria Capua, il giurista Gherardo Colombo, l’attore e regista Alessandro Gassmann, la vicepresidente della Commissione Ambiente della Camera, Rossella Muroni

Nella passerella virtuale di Didacta Italia 2021 sono saliti anche tanti giovani con le loro storie, i loro sogni da raccontare e condividere con le nuove generazioni come il cantante ex professore di matematica Lorenzo Baglioni e Linda Raimondo, la ragazza ‘spaziale’ aspirante astronauta, studentessa di Fisica all’Università di Torino che ha parlato di “Scienze, Sogni, Materie Stem e Futuro”

GIORNATA MONDIALE SINDROME DI DOWN

21 MARZO 2021, GIORNATA MONDIALE SINDROME DI DOWN:

“MEGLIO ESSERE DIMENTICATI UN GIORNO E RICORDATI TUTTI GLI ALTRI 364 GIORNI DELL’ANNO”

“Noi esistiamo sempre, non solo il 21 marzo 2021: forse sarebbe meglio essere dimenticati per un giorno e ricordati invece tutti gli altri 364 giorni dell’anno”: questo è il fulcro della lettera che le persone con sindrome di Down e dei loro familiari afferenti ad  Anffas hanno inviato al Ministro Stefani in occasione della Giornata Mondiale sulla Sindrome di Down che si celebra il 21 marzo – una giornata ufficialmente osservata dalle Nazioni Unite dal 2012 e data scelta proprio perché il 21 è il numero della coppia cromosomica che caratterizza la Sindrome di Down e 3 riferito a marzo, terzo mese dell’anno, rappresenta il cromosoma in più – ed in attesa di poterla vedere durante l’evento online  “Anffas Day” del 27 marzo 2021 che vedrà la presenza del ministro (l’evento Anffas Day si svolgerà dalle 10 alle 13 e sarà affrontato il tema “Liberi di scegliere, dove e con chi vivere”. Il link alle iscrizioni e al programma è qui disponibile).

Una lettera scritta in linguaggio facile da leggere (strumento che consente alle persone con disabilità intellettive e disturbi del neurosviluppo di avere e realizzare informazioni accessibili) che contiene le speranze, le paure e le aspettative delle migliaia di persone con sindrome di Down e dei loro familiari che fanno parte di Anffas e che hanno vissuto a causa della pandemia in corso dei momenti terribili che purtroppo ancora sembrano non avere fine.

Una lettera che parla di diritti negati, di offese, di servizi sanitari e riabilitativi carenti o mancanti, di inclusione scolastica e inserimento lavorativo ancora di là da venire, di vaccinazioni ancora non garantite, di identificazione della persona con la sua sindrome, facendo quindi ben capire come il concetto di “persona al centro di tutto” sia ancora molto lontano dall’essere effettivo nella nostra società.

Una lettera che assume un tono di dolore quando vengono ricordati i durissimi momenti che molte persone con sindrome di Down, risultate tra quelle maggiormente esposte ai rischi connessi al contagio, hanno dovuto affrontare in questa pandemia, spesso ricoverate senza poter avere l’assistenza dei propri familiari, portati e lasciati quindi da soli in ospedale dove purtroppo il personale non sempre è in grado di gestire situazioni di emergenza con chi ha una disabilità intellettiva o un disturbo del neurosviluppo e si ritrova ricoverato, in un posto e con persone che non conosce, con la sua vita completamente stravolta ed enormi difficoltà a farsi capire e a capire ciò che sta accadendo.

Ma è anche un testo che ripone speranza nel futuro, che sottolinea fattori importanti come l’autodeterminazione, l’autorappresentanza – purtroppo ancora oggi non conosciuti e non da tutti presi in considerazione – nonché gli sforzi compiuti per affrontare la pandemia.

“Questa lettera è un vero e proprio appello” dichiara il presidente nazionale Anffas Roberto Speziale “le persone con sindrome di Down di Anffas e i loro familiari, per tramite dell’associazione, si sono rivolte al ministro Erika Stefani per far capire in maniera diretta tutto quello che hanno passato ma anche quello che non vogliono più vedere accadere, ossia servizi mancanti, offese, pregiudizi e tanto altro ancora”.

“Non chiedono di tornare al “prima” del Covid perché quel “prima” non va comunque bene, non riporta ad una società che riconosce pieni diritti e pari opportunità ma anzi, ad un sistema che stigmatizza e non include, ma emargina”.

“Chiedere di non essere ricordati in un giorno che universalmente è riconosciuto come il loro” prosegue il presidente “indica che le persone con sindrome di Down sono davvero stanche di non vedere rispettati i propri diritti e oggi lo possono dire dalla loro diretta voce”.

“Quello che ci auguriamo” conclude il presidente “è che le nostre parole non cadano nel vuoto ma vengano invece prese nella giusta considerazione perché mai come oggi è necessario un forte cambiamento nella nostra società, sotto ogni punto di vista e siamo fermamente decisi a fare in modo che questo avvenga, dando la piena disponibilità a collaborare: perché non vogliamo più essere spettatori ma protagonisti attivi. Perché è compito dello Stato e responsabilità delle comunità rimuovere le barriere alla partecipazione e garantire pieni diritti e pari opportunità. L’auspicio è che il ministro Stefani faccia proprio questo appello e ci aiuti a raggiungere tali obiettivi”

In allegato la lettera inviata al ministro nelle due versioni, Easy to Read e non.

Nota 19 marzo 2021, AOODGSIP 743

Ministero dell’Istruzione
Dipartimento per il sistema educativo di istruzione e di formazione Direzione Generale per lo Studente, l’Inclusione e l’Orientamento scolastico

Agli Uffici Scolastici Regionali LORO SEDI
Alla Provincia Autonoma di Trento Servizio istruzione – TRENTO All’Intendenza scolastica per la lingua italiana – BOLZANO All’Intendenza scolastica per la lingua tedesca – BOLZANO
All’Intendenza scolastica per la lingua ladina – BOLZANO
Al Sovrintendente Scolastico per la Regione Valle d’Aosta AOSTA e p.c. ai dirigenti scolastici delle scuole statali e paritarie Primarie e Secondarie di II grado

Oggetto: “DANTE E IL BEL PAESE DEL SÌ” proposte rivolte in occasione delle celebrazioni del Dantedì del 25 marzo 2021

Ultimo giorno di DIDACTA ITALIA 2021

Venerdì 19 marzo, ultimo giorno di DIDACTA ITALIA 2021

Termina il 19 marzo la quarta edizione di DIDACTA ITALIA, il più importante evento nazionale sull’innovazione della scuola. Alle ore 17,00 dalla Sala Verde del Palazzo Congressi i saluti del presidente di Firenze Fiera, Lorenzo Becattini, di Leonardo Bassilichi, presidente della Camera di Commercio di Firenze e di Anna Paola Concia, coordinatore Comitato Organizzatore di Didacta Italia.

Fra gli eventi da non perdere, l’appuntamento che vede protagonista Linda Raimondo, la ragazza ‘spaziale’, classe 1999, aspirante astronauta e studentessa di fisica all’Università di Torino che alle ore 11,00 insieme al fisico e divulgatore scientifico Massimo Temporelli parlerà di “Scienza, Sogni, Materie Stem e Futuro”.

Le attività di DIDACTA GREEN si chiudonoalle ore 10,00 con lo spettacolo virtuale di saluto a docenti e alunni: “Pensieri circolari. Storie di uomini e ambiente” con il documentarista Luca Pagliari. L’evento è promosso dal Conou con l’obiettivo di avvicinare i ragazzi alla responsabilità collettiva verso la cura dell’ambiente e delle risorse naturali attraverso un dialogo interattivo che cercherà di trasmettere non solo contenuti ma anche stimolare l’intelligenza emotiva delle nuove generazioni.

Dalle ore 13,30 alle 15 riflettori puntati sul seminario “Poesia tra canto e acquerelli: dagli haiku ai poeti italiani del ‘900” a cura di INDIRE. Una raccolta di sette haiku per voce e pianoforte è la porta d’ingresso per uno spazio attivo, dove il canto e le arti figurative si incontrano in un laboratorio di proposte e suggerimenti. Per la musica si parlerà della visione multisensoriale di Maurice Martenot e, per le arti, delle realizzazioni da ‘ascoltare con gli occhi’ della poesia visiva italiana. Durante il webinar i partecipanti saranno invitati a esprimersi direttamente col disegno, i colori e le voci per un progetto a sorpresa.

Le nuove frontiere della scuola digitale saranno al centro delle tematiche che verranno affrontate nell’evento promosso e organizzato dal Ministero dell’Istruzione (Direzione generale per gli interventi in materia di edilizia scolastica, per la gestione dei fondi strutturali per l’istruzione e per l’innovazione digitale) intitolato Le équipe formative raccontano la scuola digitale, che apre nello spazio Arena alle ore 15,00. Il convegno affronterà di come gli ITS, con il loro modello formativo, stanno affrontando la sfida della rivoluzione digitale. Il segmento dell’istruzione professionalizzante terziaria degli ITS appare essere quello più coinvolto da questa sfida proprio per il suo contatto diretto con il cambiamento del lavoro e la sua innovazione. Si discuterà dell’impatto delle tecnologie abilitanti sul modello degli ITS anche in situazioni di distance learning. Saranno presenti rappresentanti dei Ministeri dell’Istruzione, delle Regioni, del Ministero dello Sviluppo economico, di Confindustria, degli ITS e di Indire.

Dalle ore 16 alle 17,30 in programma il seminario a cura di Indire “Una carta di identità per le piccole scuole”. Le piccole scuole tradizionalmente rinsaldano e conservano i propri tratti distintivi culturali e storici divenendo grandi comunità di memoria. Il loro rapporto con l’ambiente naturale, sociale e culturale può rappresentare una risorsa dalle forti potenzialitàinnovative nel momento in cui lega all’apprendimento alla realtàvalorizzandola nel rispetto delle vocazioni territoriali” (Manifesto delle Piccole Scuole). Differenti esperienze di progettazione di curricoli contestuali nelle piccole scuole: dal curricolo locale al curricolo globale le testimonianze descrivono come il territorio può diventare fonte di ispirazione per affermare la propria identità scolastica nella cornice di un’autonomia che, se interpretata in maniera consapevole, può trasformare le scuole in un’officina di innovazione. 

Dalle ore 18 alle ore 20, workshop immersivo dal titolo “Laboratorio di grammatica valenziale per la scuola secondaria di I grado”. I docenti saranno coinvolti, vestendo i panni degli alunni, in un’attività di grammatica valenziale in modalità laboratoriale, per poi riflettere insieme a ricercatori e esperti sulle possibilità didattiche proposte anche in un’ottica di didattica digitale integrata (DDI). Il workshop mette a frutto le esperienze di ricerca e sperimentazione realizzate dall’istituto sul tema della grammatica valenziale e del laboratorio di italiano.

Dare Valore all’acqua

Dare Valore all’acqua – Digital Talk di Earth Day Italia – 22 marzo 2021

Lunedi 22 marzo dalle ore 17.00, in occasione del World Water Day Giornata Mondiale dell Acqua, la testata online www.earthday.it , ospiterà la diretta del digital talk Dare valore all’acqua, patrocinato dal Ministero della Transizione Ecologica ed in partnership con Genius Watter. Il dibattito, moderato dal giornalista Marco Gisotti, affronterà il tema dell’acqua da diversi punti di vista le infrastrutture, le emergenze, ma anche le politiche per la sostenibilità e la gestione delle risorse idriche, l’innovazione e la ricerca scientifica. Nel corso dell’evento digitale sarà anche lanciata la maratona multimediale #onepeopleoneplanet organizzata per le celebrazioni della prossima Giornata Mondiale per la Terra. L’iniziativa volta a celebrare il Water World Day è aperta a tutti. Tuttavia il Digital Talk può essere di specifico interesse in particolare per gli studenti delle Scuole superiori di secondo grado e per i docenti che desiderino approfondire i temi trattati.

Legge 18 marzo 2021, n. 35

Legge 18 marzo 2021, n. 35

Istituzione della Giornata nazionale in memoria delle vittime dell’epidemia di coronavirus. (21G00044)

(GU Serie Generale n.67 del 18-03-2021)

La Camera dei deputati ed il Senato della Repubblica hanno approvato;

IL PRESIDENTE DELLA REPUBBLICA
Promulga la seguente legge:

Art. 1 Istituzione della Giornata nazionale in memoria delle vittime dell’epidemia di coronavirus

1. La Repubblica riconosce il giorno 18 marzo di ciascun anno quale Giornata nazionale in memoria delle vittime dell’epidemia di coronavirus, di seguito denominata «Giornata nazionale», al fine di conservare e rinnovare la memoria di tutte le persone decedute a causa di tale epidemia.

2. In occasione della Giornata nazionale, in tutti i luoghi pubblici e privati e’ osservato un minuto di silenzio dedicato alle vittime dell’epidemia.

3. La Giornata nazionale non determina gli effetti civili di cui alla legge 27 maggio 1949, n. 260.

Art. 2 Sostegno alla ricerca scientifica

1. In occasione della Giornata nazionale, al fine di commemorare i lavoratori deceduti in servizio durante l’epidemia, i dipendenti delle amministrazioni pubbliche di cui all’articolo 1, comma 2, del decreto legislativo 30 marzo 2001, n. 165, possono delegare l’amministrazione di appartenenza ad effettuare una trattenuta di importo corrispondente alla retribuzione loro spettante per una o piu’ ore di lavoro in favore del Fondo per gli investimenti nella ricerca scientifica e tecnologica, di cui all’articolo 1, comma 870, della legge 27 dicembre 2006, n. 296, al fine di sostenere la ricerca scientifica.

2. La facolta’ di cui al comma 1 e’ riconosciuta anche ai lavoratori del settore privato.

3. Con decreto del Ministro del lavoro e delle politiche sociali, di concerto con il Ministro dell’economia e delle finanze e, per quanto di sua competenza, con il Ministro per la pubblica amministrazione, da adottare entro trenta giorni dalla data di entrata in vigore della presente legge, sono disciplinate le modalita’ di applicazione delle disposizioni di cui ai commi 1 e 2.

Art. 3 Iniziative per la celebrazione della Giornata nazionale

1. Al fine di celebrare la Giornata nazionale, lo Stato, le regioni, le province e i comuni possono promuovere, nell’ambito della loro autonomia e delle rispettive competenze, anche in coordinamento con le associazioni interessate, iniziative specifiche, manifestazioni pubbliche, cerimonie, incontri e momenti comuni di ricordo, volti a commemorare la memoria di coloro che sono deceduti a causa dell’epidemia di coronavirus, favorendo in particolare le attivita’ e le iniziative rivolte alle giovani generazioni.

Art. 4 Celebrazione della Giornata nazionale negli istituti scolastici di ogni ordine e grado

1. Nella Giornata nazionale, le istituzioni scolastiche di ogni ordine e grado, nell’ambito della loro autonomia, possono promuovere iniziative didattiche, percorsi di studio ed eventi dedicati alla comprensione e all’apprendimento dei temi relativi alla diffusione dell’epidemia di coronavirus e all’impegno nazionale e internazionale profuso per il suo contenimento e per garantire assistenza alle comunita’ e alle persone colpite.

Art. 5 Informazione radiofonica, televisiva e multimediale nella Giornata nazionale

1. La societa’ concessionaria del servizio pubblico radiofonico, televisivo e multimediale, secondo le disposizioni previste dal contratto di servizio, assicura adeguati spazi a temi connessi alla Giornata nazionale nell’ambito della programmazione televisiva pubblica nazionale e regionale.

Art. 6 Clausola di invarianza finanziaria

1. All’attuazione delle disposizioni previste dalla presente legge si provvede nell’ambito delle risorse umane, strumentali e finanziarie previste a legislazione vigente e, comunque, senza nuovi o maggiori oneri per la finanza pubblica.

La presente legge, munita del sigillo dello Stato, sara’ inserita nella Raccolta ufficiale degli atti normativi della Repubblica italiana. E’ fatto obbligo a chiunque spetti di osservarla e di farla osservare come legge dello Stato.

Data a Roma, addi’ 18 marzo 2021

MATTARELLA

Draghi, Presidente del Consiglio dei ministri

Visto, il Guardasigilli: Cartabia