Archivi tag: Eventi

Dantedì

Con la Direttiva del Presidente del Consiglio dei Ministri 17 gennaio 2020, è indetta, per il giorno 25 marzo di ogni anno, la «Giornata nazionale dedicata a Dante Alighieri», denominata «Dantedì».

In tale giornata le amministrazioni pubbliche, anche in coordinamento con tutti gli enti ed organismi interessati, promuovono idonee iniziative di comunicazione e divulgazione, dirette a facilitare e rafforzare la conoscenza della figura e dell’opera di Dante Alighieri, con particolare attenzione alle giovani generazioni e alle scuole.


dall’archivio di Educazione&Scuola:


Dantedì, letture, video, disegni, lavori interattivi: le scuole celebrano online il Sommo Poeta

Letture e declamazioni online, video e performance dedicate. Ma anche lavori interattivi e laboratori digitali. Così la scuola ha celebrato Dantedì, la prima giornata dedicata a Dante Alighieri recentemente istituita dal Governo. Sono tanti gli istituti che, alle 12 in punto, hanno dedicato oggi la lezione a distanza o anche solo un momento di condivisione via social al Sommo Poeta, in contemporanea in tutta Italia. Studentesse e studenti, docenti e genitori si sono ritrovati condividendo letture di versi e approfondimenti rispondendo così all’iniziativa promossa dal Ministero dell’Istruzione insieme al Ministero per i Beni e le Attività Culturali e per il Turismo. #Dantedì e #ioleggoDante gli hashtag della giornata.

Per Dantedì il Ministero dell’Istruzione ha lanciato nei mesi scorsi anche un concorso per le scuole. Video, disegni, fumetti, storyboard, audio letture, opere artistiche, coreografie: sono oltre 300, ad oggi, gli elaborati presentati dagli istituti.

“È una risposta importante delle nostre scuole, che hanno condiviso sui social e su piattaforme online i loro contenuti dedicati a Dante – ha spiegato la Ministra dell’Istruzione Lucia Azzolina – In questo momento di difficoltà, questa giornata è stata l’occasione per tenere unite tutte le comunità scolastiche e il Paese. Ma anche per ribadire che la scuola c’è, è sempre presente. Per questo voglio ringraziare tutti gli insegnanti, i dirigenti e tutto il personale per il lavoro instancabile che stanno facendo in queste settimane. E naturalmente un grazie ai ragazzi e alle loro famiglie”. Sulla sua pagina Facebook la Ministra ha condiviso il video, realizzato dai ragazzi dell’Istituto “Vittorio Gassman” di Roma, con la sua terzina preferita: “Considerate la vostra semenza: fatti non foste a viver come bruti, ma per seguir virtute e canoscenza“.


Dantedì, mercoledì la prima edizione con letture social del Sommo Poeta. Coinvolti scuole, musei, biblioteche, luoghi di cultura

Franceschini agli artisti: “Leggete Dante e condividetelo sui social” Azzolina: “Riscoprire Dante sarà un modo per restare uniti”.

Il 25 Marzo, data che gli studiosi individuano come inizio del viaggio ultraterreno della Divina Commedia, si celebrerà per la prima volta il Dantedì, la giornata dedicata a Dante Alighieri recentemente istituita dal Governo. ‪Il sommo Poeta è il simbolo della cultura e della lingua italiana, ricordarlo insieme sarà un modo per unire ancora di più il Paese in questo momento difficile, condividendo versi dal fascino senza tempo.

‪L’appuntamento è per le 12 di mercoledì 25 marzo, orario in cui siamo tutti chiamati a leggere Dante e a riscoprire i versi della Commedia. Il Ministero dell’Istruzione inviterà docenti e studenti a farlo durante le lezioni a distanza. Ma la richiesta è rivolta a ciascun cittadino. E le 12 saranno solo l’orario di punta: le celebrazioni, seppur a distanza, potranno proseguire durante tutta la giornata sui social, con pillole, letture in streaming, performance dedicate a Dante, con gli hashtag ufficiali #Dantedì e #IoleggoDante.

Questa prima edizione avviene in un momento particolarmente difficile. Le tante iniziative già previste si spostano sulla rete. Per questo rivolgo un appello agli artisti: il 25 marzo leggete Dante e postate i vostri contenuti. Dante è la lingua italiana, è l’idea stessa di Italia. Ed è proprio in questo momento che è ancor più importante ricordarlo per restare uniti, ha dichiarato il Ministro per i Beni e le Attività Culturali e per il Turismo, Dario Franceschini.

Cittadini e scuole, il prossimo 25 marzo, potranno unirsi in un momento alto di condivisione. Riscoprire Dante, tutti insieme, sarà un modo per restare uniti, in un momento così complesso, attraverso il filo conduttore della poesia. So che gli insegnanti stanno già facendo sforzi importanti per portare avanti la didattica a distanza, per restare in contatto con i nostri ragazzi. Il Dantedì può essere una bellissima occasione per ribadire che la scuola c’è, per condividere, sui social o sulle piattaforme delle lezioni online, la passione per uno dei testi più importanti della nostra letteratura, ha sottolineato la Ministra dell’Istruzione Lucia Azzolina.

Il Mibact e il Ministero dell’Istruzione insieme a scuole, musei, parchi archeologici, biblioteche, archivi e luoghi della cultura proporranno inoltre sui propri account social immagini, video, opere d’arte, rare edizioni della Divina commedia per raccontare quanto la figura del Sommo Poeta nel corso dei secoli abbia segnato profondamente tutte le espressioni culturali e artistiche dell’identità italiana.
Al Dantedì parteciperà attivamente anche la Rai che con Rai Teche ha selezionato le lecturae Dantis interpretate dai maggiori artisti del nostro tempo che saranno programmate in pillole di 30″ nelle tre reti generaliste della Rai e su Rai Play. E saranno numerose le trasmissioni nei palinsesti dedicate, curate da Rai Cultura.

Sul canale YouTube del Mibact e sul sito del Corriere della Sera sarà inoltre trasmesso un filmato, realizzato appositamente per questa prima edizione del #Dantedì con i preziosi contributi di Paolo Di Stefano, giornalista del Corriere della Sera e promotore della giornata dedicata a Dante, Alberto Casadei dell’Associazione degli italianisti, Claudio Marazzini presidente dell’Accademia della Crusca, Carlo Ossola presidente del Comitato per le celebrazioni dei 700 anni dalla morte di Dante, del linguista e filologo prof Luca Serianni della Società Dante Alighieri, di Natascia Tonelli dell’Università di Siena e di Sebastiana Nobili dell’Università di Ravenna.

Avviso 24 marzo 2020, AOODGSIP 1125

agli Uffici Scolastici Regionali LORO SEDI
all’Intendenza Scolastica per la Lingua Italiana di BOLZANO
all’Intendenza Scolastica per la Lingua Tedesca di BOLZANO
all’Intendenza Scolastica per la Lingua Ladina di BOLZANO
alla Provincia di Trento Servizio Istruzione TRENTO
alla Sovrintendenza Agli Studi per la Regione Autonoma della Valle D’Aosta AOSTA
Ai Dirigenti scolastici delle Istituzioni scolastiche di ogni ordine e grado LORO SEDI

Oggetto: Concorso Dantedì, nuove indicazioni per la presentazione degli elaborati.

In considerazione delle disposizioni riguardanti l’emergenza epidemiologica COVID-19 e delle numerose richieste pervenute dalle istituzioni scolastiche che intendono continuare a lavorare al concorso in oggetto con la didattica a distanza, si comunica che sarà possibile presentare gli elaborati per il concorso Dantedì, trasmesso con nota 586 del 10/02/2020, oltre i termini di scadenza previsti e fino a nuova comunicazione.
Nuove modalità e tempi di premiazione degli elaborati presentati dalle istituzioni scolastiche saranno comunicati non appena definiti.

IL DIRIGENTE

Leonardo FILIPPONE

Nota 6 marzo 2020, AOODGOSV 3983

OGGETTO: Manifestazione “Fare Turismo” – X edizione – Roma. Posticipo delle date al 20, 21 e 22 aprile 2020

M’Illumino di Meno

Si svolge il 6 marzo 2020 la XVI Giornata Nazionale del Risparmio Energetico e degli Stili di Vita Sostenibili – “M’illumino di meno” – Campagna di sensibilizzazione sul risparmio energetico

Nota 2 marzo 2020, AOODGOSV 3646
XVI Giornata Nazionale del Risparmio Energetico e degli Stili di Vita Sostenibili – “M’illumino di meno” – Campagna di sensibilizzazione sul risparmio energetico – 6 marzo 2020


M’Illumino di Meno, Azzolina: “Anche il mondo della scuola aderisce alla mobilitazione per il risparmio energetico”

Anche quest’anno il Ministero dell’Istruzione sostiene M’Illumino di Meno, la Giornata del risparmio energetico e degli stili di vita sostenibili che si terrà venerdì prossimo, 6 marzo 2020.

L’iniziativa, promossa da Caterpillar, Rai Radio2, è stata presentata questa mattina nel corso di una conferenza stampa nella sede Rai di Viale Mazzini, a cui hanno partecipato la Ministra dell’Istruzione Lucia Azzolina, il Ministro dell’Ambiente e della Tutela del Territorio e del Mare, Sergio Costa, il Presidente della Rai, Marcello Foa, il Direttore di Rai Radio 2, Paola Marchesini, i conduttori di Rai Radio 2 e testimonial della campagna Sara Zambotti e Massimo Cirri.

M’Illumino di Meno è un’occasione importante anche per le scuole – ha spiegato la Ministra Lucia Azzolina -. Per questo abbiamo inviato una circolare a tutti gli istituti scolastici per invitarli a dare il proprio contributo alla Giornata promuovendo iniziative didattiche. Nel tardo pomeriggio di venerdì spegneremo anche le luci al Ministero per fare la nostra parte e contribuire al messaggio di questa iniziativa”. La Ministra ha poi ricordato che “la sostenibilità ambientale sarà uno dei temi principali dell’Educazione civica che dal prossimo anno scolastico sarà insegnata in tutte le scuole. È necessario – ha concluso Azzolina – educare le nostre ragazze e i nostri ragazzi a un’etica della responsabilità”.

Il Ministero dell’Istruzione ha inviato una circolare a tutte le scuole invitando i docenti a rispondere all’appello di M’Illumino di Meno. Gli istituti potranno promuovere iniziative per sensibilizzare gli studenti sul tema dell’efficienza energetica, della salvaguardia dell’ambiente, degli stili di vita sostenibili. Venerdì pomeriggio a Viale Trastevere, a Roma, saranno spente le luci del Ministero tra le 18.30 e le 18.45. Un segno simbolico e concreto per questa Giornata.

M’Illumino di Meno è alla sua sedicesima edizione. Quest’anno l’iniziativa è dedicata ad incrementare gli alberi, le piante, il verde intorno a noi con l’obiettivo di invertire il cambiamento climatico e frenare il riscaldamento globale.

Nota 2 marzo 2020, AOODGOSV 3646

Ai Direttori degli Uffici Scolastici Regionali LORO SEDI
Ai Dirigenti scolastici degli Istituzioni scolastiche di ogni ordine e grado statali e paritari LORO SEDI
All’Intendente Scolastico per la Scuola in lingua italiana della Provincia di BOLZANO
Al Sovrintendente Scolastico per la Scuola in lingua tedesca di BOLZANO
All’Intendente Scoiastico per la Scuole delle località ladine di BOLZANO
Al Dirigente del Dipartimento Istruzione per la Provincia Autonoma di TRENTO
Al Sovrintendente agli Studi della Regione Autonoma della VALLE D’AOSTA
e.p.c.
Al Capo Dipartimento per il sistema educativo di istruzione e formazione SEDE
Al Capo Ufficio Stampa SEDE
All’Ufficio di Gabinetto SEDE

OGGETTO: XVI Giornata Nazionale del Risparmio Energetico e degli Stili di Vita Sostenibili – “M’illumino di meno” – Campagna di sensibilizzazione sul risparmio energetico – 6 marzo 2020.

Sfide – La scuola di tutti

6-8 marzo – Milano, fieramilanocity

SFIDE – LA SCUOLA DI TUTTI

Scuola, Formazione, Inclusione, Didattica, Educazione

La scuola si racconta: tre giorni di incontri, laboratori e seminari per insegnanti, dirigenti, studenti e famiglie

Dal 6 all’8 marzo torna la terza edizione del salone Sfide – La scuola di tutti, dedicato a insegnanti, dirigenti, studenti e famiglie, con un fitto programma di incontri, laboratori e seminari che spazia dall’innovazione alle pratiche inclusive, dalla didattica alla formazione. Non mancherà un’area espositiva dove aziende e associazioni presenteranno materiali e supporti utili in campo didattico o educativo e uno spazio di apprendimento interattivo per sperimentare nuove tecnologie a sostegno dell’insegnamento. Il Salone si terrà a fieramilanocity, all’interno di Fa’ la cosa giusta! 2020.

L’edizione 2019 di Sfide ha visto 4150 iscritti tra docenti, dirigenti scolastici, studenti e famiglie, che hanno preso parte ad oltre 110 appuntamenti.

Saranno 4 i filoni principali intorno a cui ruoterà il programma di attività della tre giorni: l’insegnamento e l’apprendimento “con gli altri”, con appuntamenti dedicati all’importanza della condivisione, della comunicazione e dell’inclusione; il legame tra scuola, territorio e cittadinanza; lo stretto legame tra libri e libertà, con focus sulle esperienze di collaborazione con le biblioteche comunali e di quartiere. Il Salone offrirà anche 2 giorni di formazione specifica per i dirigenti scolastici con uno spazio di confronto e progettazione dedicato, dove verranno affrontati temi legati alla leadership educativa e alle sfide dell’innovazione.

Il convegno principale di Sfide sarà dedicato alla valorizzazione degli elementi di eccellenza della scuola italiana, ad esempio nel campo dell’inclusione delle differenti abilità e culture. 

Tra le novità di questa edizione:

Cosa offre oggi  la formazione professionale? E con quali prospettive per il mondo del lavoro? Se ne parlerà con Maria Grazia Demaria, responsabile istruzione tecnico professionale dell’Ufficio Scolastico Regionale Lombardia; Angela Izzuti, dirigente scolastica Istituto ISIS Giovanni Giorgi di Milano; Luca Azzollini, dirigente Scolastico I.I.S. Paolo Frisi di Milano; Sabina Minuto, insegnante; Annamaria Zerboni, Unioncamere Lombardia. L’incontro si propone anche di scardinare l’idea che le scuole tecniche siano di serie B, verranno presentati alcuni casi di eccellenza e suggeriti alcuni spunti di miglioramento. 

Inclusione e interdisciplinarietà sono parole chiave di Sfide – La scuola di tutti, e molti saranno gli incontri dedicati a questi temi. Lucia Landi, docente dell’Università di Verona, proporrà il workshop “Imparare insieme a 360° per includere” che illustra le potenzialità didattiche del learning together nella narrazione con la realtà virtuale. “TAC-Teatro Attiva Cultura” è, invece, un progetto sperimentale attivato all’interno dell’I.C. Rinnovata Pizzigoni di Milano che si propone di trasformare la scuola e i suoi spazi in un luogo di sperimentazione teatrale e performativa a disposizione del quartiere e della città con l’obiettivo di creare, attraverso l’arte, occasioni di incontro e inclusione. Se ne parlerà con Noemi Morrone, docente all’I.C. Rinnovata Pizzigoni, all’interno dell’incontro dedicato.

L’esperienza musicale nella didattica può essere un eccellente veicolo per la stimolazione sensoriale e per favorire il miglioramento delle prestazioni cognitive dei bambini. Ad esempio nell’incontro “Le elaborazioni multisensoriali musicali” si spiegherà in che modo la musica può avvicinare alla lettoscrittura, al calcolo logico-matematico, aiutare la psicomotricità fine e l’autoregolazione insieme a Carmelo Farinella, pianista e docente, e Maurizio Anselmo Gavazzoni, formatore e consulente specializzato in didattica musico-interdisciplinare.

Cosa può insegnare lo sport alla scuola? Quali contributi può offrire una disciplina apparentemente centrata sulla performance fisica? Con Cristiano Pravadelli, psicologo e formatore, e Paolo Loner, Life Sport Trainer, si parlerà di formazione, sviluppo, crescita e miglioramento del capitale umano a partire dall’analisi delle 4 aree di sviluppo tipiche delle discipline sportive: tecnica, tattico/strategica, fisica e mentale.

Durante i tre giorni verranno proposti anche percorsi pratici e immersivi che integrano esperienze educative di robotica, tinkering, coding e realtà aumentata.

Nella tavola rotonda “Videogiochi: istruzioni per l’uso” si parlerà dei pro e contro dei videogiochi per uso ludico e educativo, con Anna Maria Caruso, Garante dei diritti per l’Infanzia e l’Adolescenza del Comune di Milano; Raffaella Schirò, pediatra; Michela Balconi, docente di Psicofisiologia e Neuroscienze Cognitive all’Università Cattolica del Sacro Cuore di Milano e Brescia; Massimiliano Andreoletti, docente e videogiocatore; un rappresentante dell’associazione AESVI-Associazione Editori Sviluppatori Videogiochi Italiani. 

Maria Rita Manzoni, docente e membro dell’équipe territoriale formativa del Miur per la Lombardia, presenterà una crosslesson, un modello di lezione costruito come fosse una escape room o una caccia al tesoro, che mira a migliorare l’apprendimento, la capacità di ricerca e di problem solving: a partire da un video che contiene un enigma si cercherà di ricostruire la vicenda di un personaggio misterioso utilizzando alcuni strumenti digitali tra cui Google Earth e la realtà virtuale. Nel laboratorio “Steam bot: a bottega con Leonardo” gli studenti, prendendo spunto da un testo che espone idee e macchine di Da Vinci, saranno stimolati e guidati a osservare attentamente la realtà che li circonda, alla scoperta della geometria della natura e delle sue proporzioni, in modo da poterla rappresentare e riportare in forma digitale

La robotica educativa sarà al centro del workshop per studenti “Robottiamo – I robot per imparare a progettare, creare e pensare”, mentre nel laboratorio “Non solo tinkering: il mio primo libro interattivo” si entrerà nel mondo della conduttività, del suono e dell’elettricità: i docenti potranno ideare un e-book che sarà reso interattivo dall’uso della scheda Makey Makey, capace di far dialogare il computer con qualsiasi materiale e oggetto conduttivo.

Conoscere il ciclo di vita degli alimenti e saper recuperare gli scarti per creare nuovo valore fa bene a noi e all’ambiente: il 29,5% del cibo servito nelle mense scolastiche viene buttato e la stessa proporzione si registra a livello globale. Nell’incontro “Mangiare a scuola, le strategie anti-spreco” si racconteranno due esperienze pratiche realizzate per insegnare ai bambini il valore del cibo e i concetti di sicurezza alimentare, con Claudia Paltrinieri, fondatrice della piattaforma editoriale Foodinsider.it e ideatrice del rating dei menù scolastici; Sandra Cocco, insegnante di scuola primaria; Giampiero Monaca, maestro e ideatore della metodologia didattica “Bimbisvegli”. 

Il cibo, per i più piccoli, è il più interdisciplinare dei materiali: accende l’interesse per la scienza, la storia, il linguaggio e l’ambiente. Ad esempio, uova, frutta e legumi, da semplici alimenti possono diventare strumenti per esplorare il mondo e per stabilire un legame tra la salute della persona e quella del pianeta; lo racconteranno Federica Buglioni, autrice di libri di cucina, Monica Tamburrini, insegnante e formatrice in materie STEAM, Patrizia Buonora e Caterina Guffanti, insegnanti di scuola primaria, nell’incontro “Mangiare a scuola, il cibo in classe”. 

Sfide – la scuola di tutti è un progetto realizzato in collaborazione con Officine Scuola, un gruppo di lavoro composto da chi la scuola la vive ogni giorno, in veste di genitore, preside o insegnante. Il Salone è organizzato con il patrocinio dell’Ufficio Scolastico per la Lombardia, del Comune di Milano e della Città Metropolitana di Milano e dell’Università degli studi di Milano Bicocca.

L’ingresso a Sfide sarà gratuito e gli incontri e i laboratori sono tutti su prenotazione sul sito www.sfide-lascuoladitutti.it

Nota 14 febbraio 2020, AOODGSIP 658

Ai Direttori Generali degli Uffici Scolastici Regionali LORO SEDI
Al Sovrintendente Scolastico per la Provincia di
T R E NT O
Al Sovrintendente Scolastico per la scuola in lingua italiana
BO L ZA N O
All’Intendente Scolastico per la scuola in lingua tedesca
BO L ZA N O
All’Intendente Scolastico per la scuola delle località ladine
BO L ZA N O
Al Sovrintendente Scolastico per la Regione Valle d’Aosta
A OS T A

Oggetto: XXV Giornata della Memoria e dell’Impegno in ricordo delle vittime innocenti delle mafie, Palermo 21 marzo 2020.

Safer Internet Day2020, “Together for a Better internet”

La Commissione europea dal 2004 ha istituito la giornata della Sicurezza in Internet, denominata “Safer Internet Day” (SID) al fine di promuovere un utilizzo più responsabile delle tecnologie legate ad internet, specialmente tra i bambini e gli adolescenti.


Giornata mondiale dedicata all’uso positivo di Internet
Safer Internet Day2020, “Together for a Better internet”
A Napoli l’evento con la Ministra Azzolina
La ricerca: 8 studenti su 10 segnalano episodi di bullismo online quando ne sono testimoni

“Together for a Better Internet”. Questo il titolo della sedicesima Giornata dedicata alla navigazione sicura in Rete che si celebrerà domani, martedì 11 febbraio, al Museo Nazionale Ferroviario di Pietrarsa, a Napoli. Youtuberinfluencer e giovani attivisti, insieme a Istituzioni, decisori politici ed esperti, animeranno il SID 2020, il Safer Internet Day istituito e promosso dalla Commissione Europea ogni secondo martedì di febbraio, con l’obiettivo di far riflettere le ragazze e i ragazzi non solo sull’uso consapevole della Rete, ma anche sul ruolo attivo e responsabile di ciascuna e ciascuno nella realizzazione di Internet come luogo positivo e sicuro.

Durante il Safer Internet Daysaranno realizzate attività specifiche per gli studenti che si alterneranno a interventi istituzionali. Anche nelle scuole sono previste manifestazioni in parallelo per celebrare attivamente la Giornata.

L’evento si svolgerà in presenza della Ministra dell’Istruzione Lucia Azzolina. Parteciperanno Daniele De Martino, del Compartimento Polizia Postale Campania, Viviana Gasperini, rappresentante del Garante della Privacy, Francesco Posteraro, Commissario dell’Autorità per le Garanzie nelle Comunicazioni, e Ilaria Antonini, Capo Dipartimento delle Politiche per la FamigliaInterverrà poi la Senatrice Elena Ferrara, prima firmataria della Legge 71/2017 di contrasto al fenomeno cyberbullismo..

Il Ministero dell’Istruzione, che è coordinatore del Safer Internet Centre italiano, il centro italiano per la sicurezza in Rete, promuove e supporterà eventi a carattere locale su tutto il territorio nazionale, insieme ai partner del consorzio: l’Autorità Garante per l’Infanzia e l’Adolescenza, la Polizia di Stato, il Ministero per i Beni e le Attività Culturali, gli Atenei di Firenze e ‘La Sapienza’ di Roma, Save the Children Italia, SOS il Telefono Azzurro, la cooperativa EDI onlus, Skuola.net, l’Agenzia di stampa DIRE e l’Ente Autonomo Giffoni Experience.

“Bullismo e cyberbullismo sono vere e proprie piaghe che vanno contrastate mettendo in campo ogni possibile alleanza con le scuole, le famiglie, le associazioni, le istituzioni che si occupano di questi temi. Solo facendo squadra, come adulti, potremo davvero fare la nostra parte. Ma non basta: dobbiamo anche dare il buon esempio. Spesso sono i più grandi ad essere, ad esempio, i primi utilizzatori del linguaggio dell’odio – sottolinea la Ministra dell’Istruzione, Lucia Azzolina, che domani interverrà anche a Napoli -. Nella lotta al cyberbullismo si sono fatti passi avanti grazie alla legge 71 del 2017. In questo momento in Parlamento c’è un ulteriore provvedimento per migliorare ancora di più l’azione di contrasto. Inseriremo la Media Education nell’Educazione civica, affinché la scuola possa guidare i nostri ragazzi ad un uso positivo dei social media e della Rete. Bisogna far capire loro che isolare un compagno, aggredirlo verbalmente o anche fisicamente, farlo sentire sbagliato, diverso, umiliarlo non sono semplici bravate. Le loro azioni possono avere conseguenze anche gravi e devono esserne consapevoli”.

L’educazione digitale? Più del 90% affronta il tema della sicurezza online a scuola 
Domani a Napoli sarà presentata anche la ricerca di Generazioni Connesse curata da Skuola.net, Università degli Studi di Roma “La Sapienza” e Università degli Studi di Firenze. Qualche dato: 9 ragazzi su 10 raccontano di aver parlato con i docenti di temi legati all’educazione digitale almeno una volta. Fondamentale per una generazione in cui solo il 4% degli intervistati si definisce “poco connesso”. Secondo l’indagine, infatti, ben il 46% dei ragazzi sentiti (oltre 5mila studenti di scuole secondarie di primo e secondo grado, i soggetti potenzialmente più esposti) dichiara di navigare 3-4 ore al giorno, il 23% addirittura 5-10 ore.  Il 34% dei partecipanti alla ricerca è incappato in episodi di cyberbullismo. Di questi, il 77% li ha segnalati o ha chiesto consiglio a qualcuno su come comportarsi.  Mentre il 39% di studenti incappati in una fake news l’ha segnalata ed eliminata dai propri social. Tra i giovani adolescenti cominciano a fare effetto le campagne sull’uso consapevole della Rete. La percezione dei rischi sale: ad esempio, 9 su 10 si dicono infastiditi quando, navigando, s’imbattono in episodi di cyberbullismo. Non bisogna, però, abbassare la guardia perché l’educazione digitale aiuta studenti, insegnanti e genitori a prevenire o ad affrontare le situazioni più complesse.

Safer Internet Day call to action
Per tutte le scuole che vogliono offrire un contributo alle celebrazioni del Safer Internet Day 2020, sarà possibile caricare online i propri eventi, non solo realizzati per la giornata del SID ma durante tutto il mese, dall’11 febbrario all’11 marzo, sul sito www.generazioniconnesse.it al seguente link https://www.generazioniconnesse.it/site/it/sid-2020/..

Campagna di comunicazione “We Are Fearless”
Durante la giornata di domani sarà anche lanciata la nuova campagna di comunicazione per il mese della sicurezza in rete del SIC che avrà come oggetto la nuova webserie dal titolo “We are fearless”, che vede intrecciarsi le storie di tre adolescenti che vivono momenti di difficoltà collegati alla gestione maldestra (diretta o indiretta) di dati e situazioni personali sui social o attraverso gli smartphone.

Vincitori “Generazioni Creative” bando “Il miglior web possibile”
Inoltre, in occasione del SID, saranno proclamati i vincitori del concorso “Il miglior web possibile” promosso dall’Ente Autonomo Giffoni Experience: l’iniziativa è nata per promuovere spirito critico e riflessioni su tematiche quali sicurezza in rete, consapevolezza della propria identità digitale e rispetto dell’individuo online. Il tutto attraverso l’elaborazione di una sceneggiatura originale di un cortometraggio (categoria a) o di un cartoon (categoria b). I vincitori di entrambe le categorie parteciperanno alla 50ᵃ edizione del Giffoni Film Festival.

Nota 10 febbraio 2020, AOODGSIP 577

Ministero dell’Istruzione
Dipartimento per il sistema educativo di istruzione e di formazione Direzione Generale per lo Studente, l’Inclusione e l’Orientamento scolastico
Ufficio II

Agli Uffici Scolastici Regionali LORO SEDI
All’Intendenza Scolastica per la Lingua Italiana di BOLZANO
All’Intendenza Scolastica per la Lingua Tedesca di BOLZANO
All’Intendenza Scolastica per la Lingua Ladina di BOLZANO
Alla Provincia di Trento Servizio Istruzione TRENTO
Alla Sovrintendenza Agli Studi per la Regione Autonoma della Valle D’Aosta AOSTA
e. p.c. Alle Istituzioni Scolastiche di ogni ordine e grado LORO SEDI

Oggetto: Giornata dei Giusti dell’umanità – 6 marzo 2020

Nota 10 febbraio 2020, AOODGSIP 586

Ministero dell’Istruzione
Dipartimento per il sistema educativo di istruzione e di formazione Direzione generale per lo studente, l’inclusione e l’orientamento scolastico

agli Uffici Scolastici Regionali LORO SEDI
all’Intendenza Scolastica per la Lingua Italiana di BOLZANO
all’Intendenza Scolastica per la Lingua Tedesca di BOLZANO
all’Intendenza Scolastica per la Lingua Ladina di BOLZANO
alla Provincia di Trento Servizio Istruzione TRENTO
alla Sovrintendenza Agli Studi per la Regione Autonoma della Valle D’Aosta AOSTA
Ai Dirigenti scolastici delle Istituzioni scolastiche di ogni ordine e grado LORO SEDI

Oggetto: Concorso per gli studenti Dantedì, giornata nazionale dedicata a Dante Alighieri – 25 marzo 2020.


Giorno del Ricordo

Con la Legge 30 marzo 2004, n. 92, la Repubblica riconosce il 10 febbraio quale ‘Giorno del ricordo, al fine di conservare e rinnovare la memoria della tragedia degli italiani e di tutte le vittime delle foibe, dell’esodo dalle loro terre degli istriani, fiumani e dalmati nel secondo dopoguerra e della piu’ complessa vicenda del confine orientale’.


A Palazzo Madama premiate le scuole vincitrici del concorso nazionale “10 febbraio”

La Ministra Azzolina: “Solo la conoscenza genera il cambiamento”

Sono otto le scuole selezionate per i migliori lavori realizzati nell’ambito del concorso nazionale “10 febbraio” promosso dal Ministero dell’Istruzione in memoria delle vittime delle foibe, dell’esodo dalle loro terre degli istriani, fiumani e dalmati nel secondo dopoguerra e della più complessa vicenda del confine orientale.

Gli istituti sono stati premiati questo pomeriggio nell’Aula di Palazzo Madama dalla Ministra dell’Istruzione, Lucia Azzolina, in occasione delle celebrazioni per il “Giorno del Ricordo” istituito con la legge 92 del 30 marzo 2004. A consegnare i riconoscimenti, anche la Presidente del Senato, Elisabetta Casellati, e il Presidente della Camera, Roberto Fico. Alla cerimonia hanno partecipato il Presidente del Consiglio, Giuseppe Conte, il Presidente della Federazione delle Associazioni degli esuli istriani, fiumani e dalmati, Antonio Ballarin, e Davide Rossi, docente dell’Università degli Studi di Trieste.

“Oggi al Senato abbiamo premiato le scuole vincitrici del concorso organizzato dal Ministero dell’Istruzione che da anni invita gli studenti a sviluppare un’attenta riflessione su questo tema – ha spiegato la Ministra Azzolina -. Insieme abbiamo vissuto un momento importante di memoria attiva. La comprensione di questa pagina tragica della nostra storia – ha aggiunto la Ministra – deve servire ai ragazzi per costruire un futuro migliore. Solo la conoscenza genera il cambiamento. Solo la conoscenza impedisce il ritorno della violenza, dell’odio, della discriminazione”.

Il concorso è alla sua nona edizione e quest’anno è stato dedicato al tema “Arte, Scienze, Cultura, Sport: personaggi illustri del mondo giuliano-dalmata”. L’iniziativa è rivolta alle istituzioni scolastiche di ogni ordine e grado per promuovere l’educazione europea e la cittadinanza attiva, l’approfondimento della storia italiana attraverso una migliore conoscenza dei rapporti storici, geografici e culturali nell’area dell’Adriatico orientale.

Il Ministero dell’Istruzione nei giorni scorsi ha anche inviato una circolare a tutte le scuole per invitarle a celebrare il Giorno del Ricordo con momenti di approfondimento e riflessione in classe.

Le scuole premiate:
Sezione Primo Ciclo

PRIMO PREMIO ex-aequo
Istituto Comprensivo ‘Foscolo – De Muro Lomanto’
Canosa di Puglia (BT). Titolo dell’opera: Per il Giorno del Ricordo

PRIMO PREMIO ex-aequo
Scuola Secondaria I grado ‘Graziadio Isaia Ascoli’
Gorizia. Titolo dell’opera: Missoni² (Missoni al quadrato, ndr)

SECONDO PREMIO
Istituto Comprensivo ‘Andrea Zanzotto’
Scuola Secondaria I grado “Giovanni Pascoli”
Caneva – Polcenigo (PN). Titolo dell’opera: La valigia di Italo

Sezione Secondo Ciclo

PRIMO PREMIO
Istituto di Istruzione Superiore ‘Piero Martinetti’
Caluso (TO). Titolo dell’opera: Omaggio a Diego de Castro

SECONDO PREMIO
Liceo Scientifico ‘Giovanni Battista Grassi’
Latina. Titolo dell’opera: Norma Cossetto – Armando Straulino

ELENCO MENZIONI SPECIALI:

Sezione Primo Ciclo:

Istituto Comprensivo ‘Anna Maria Corradi’
Chieti. Titolo dell’opera: Omaggio a Sergio Endrigo

Sezione Secondo Ciclo:

Istituto di Istruzione Superiore ‘Antonio Bernocchi’
Legnano (MI). Titolo dell’opera: Il grande dalmata: Ottavio Missoni

Menzione D’onore Fedeltà Adriatica
(istituita dal Comitato Tecnico-Scientifico da questa edizione del concorso)
Liceo Scientifico ‘Antonio Roiti’

Ferrara. Titolo dell’opera: Il Vento nel Cuore

Nota 29 gennaio 2020, AOODGSIP 389

Ministero dell’Istruzione
Dipartimento per il sistema educativo di istruzione e di formazione Direzione Generale per lo Studente, l’Inclusione e l’Orientamento scolastico

agli Uffici Scolastici Regionali LORO SEDI
all’Intendenza Scolastica per la Lingua Italiana di BOLZANO
all’Intendenza Scolastica per la Lingua Tedesca di BOLZANO
all’Intendenza Scolastica per la Lingua Ladina di BOLZANO
alla Provincia di Trento Servizio Istruzione TRENTO
alla Sovrintendenza Agli Studi per la Regione Autonoma della Valle D’Aosta AOSTA
e. p.c. alle Istituzioni Scolastiche di ogni ordine e grado LORO SEDI

Oggetto: Giorno del Ricordo – 10 febbraio 2020

Giorno della Memoria

Con la Legge 211/00 la Repubblica italiana riconosce il giorno 27 gennaio, data dell’abbattimento dei cancelli di Auschwitz, Giorno della Memoria, al fine di ricordare la Shoah (sterminio del popolo ebraico), le leggi razziali, la persecuzione italiana dei cittadini ebrei, gli italiani che hanno subito la deportazione, la prigionia, la morte, nonche’ coloro che, anche in campi e schieramenti diversi, si sono opposti al progetto di sterminio, ed a rischio della propria vita hanno salvato altre vite e protetto i perseguitati.


Giorno della Memoria, la Ministra Azzolina:
“Al Ministero una Commissione per lo studio della Storia”

Al Quirinale premiate le scuole
vincitrici del concorso nazionale I giovani ricordano la Shoah

Al Ministero dell’Istruzione sarà istituita una Commissione per la didattica della Storia. Lo ha annunciato questa mattina la Ministra Lucia Azzolina nel corso della celebrazione per il Giorno della Memoria che si è tenuta al Quirinale alla presenza del Capo dello Stato Sergio Mattarella.

“Oggi ripercorriamo eventi che hanno dolorosamente segnato la nostra storia. Ma solo ricordando ciò che è stato possiamo, tutti insieme, evitare che l’orrore si ripeta. Alla scuola spetta il compito di aiutare i ragazzi, che sono le nuove generazioni, il nostro futuro, a coltivare la memoria. Per questo ho dato mandato di istituire una Commissione al Ministero dell’Istruzione sullo studio e sulla didattica della storia, in onore di Liliana Segre e in dono ai nostri studenti. Sarà guidata dallo storico Andrea Giardina. Dobbiamo far sì che i nostri giovani, studiando il passato, possano costruire un futuro migliore. La scuola è l’arma più potente da opporre a ogni possibile rigurgito di odio, a ogni forma di negazionismo”. Così la Ministra Lucia Azzolina che, insieme al Presidente Sergio Mattarella, ha anche premiato le nove scuole che si sono distinte nel concorso I giovani ricordano la Shoah. Alla premiazione è intervenuta la Presidente dell’Unione delle Comunità Ebraiche Italiane (UCEI), Noemi Di Segni.

Il concorso – alla sua 18esima edizione – è bandito annualmente dal Ministero dell’Istruzione sotto l’Alto Patronato del Presidente della Repubblica e con la collaborazione dell’UCEI. L’iniziativa è rivolta agli alunni delle Scuole primarie e secondarie e promuove progetti e iniziative didattiche con l’obiettivo di un approfondimento e una riflessione tra i banchi sulla Shoah.

LE SCUOLE PREMIATE

Il premio per il miglior lavoro è stato assegnato all’Istituto di Istruzione Superiore “Giovanni Paolo II” di Maratea (Potenza) con l’opera Il suono di Terezin: un asse centrale, costituito da una sagoma metallica, raffigurante un violoncello suonato da una figura dal viso ignoto. Con il violoncello a simboleggiare la possibilità che l’arte possa aiutare a ritrovare la propria identità. Menzione speciale è stata attribuita alle Scuole Polacche presso l’Ambasciata della Repubblica di Polonia di Roma, con gli studenti che hanno realizzato due film dedicati all’arte nei campi di concentramento e di sterminio nazisti (Essere nel non essere. L’arte nei campi di concentramento e Fuori le mura). Tra i lavori dei 9 vincitori si è distinto l’Istituto Comprensivo “Zanotto-Pascoli” di Polcenigo (Pordenone) con il progetto Scacco Matto: gli alunni hanno progettato una scacchiera con le foto di persone discriminate negli anni ’30, ’40, fino ai giorni nostri. Hanno puntato sulle biografie dei campioni della memoria, dagli atleti italiani ai calciatori, passando da Arpad Weisz a Gino Bartali, gli alunni dell’Istituto Comprensivo “Gianni Rodari” di Palagiano (Taranto). Il riconoscimento è andato al progetto Vite in Gioco. Dallo sport hanno preso spunto anche gli alunni dell’Istituto Comprensivo “San Vendemiano” (Treviso). Sono stati premiati con il lavoro dal titolo Il razzismo nello sport dagli anni ’30 del XX secolo ai nostri giorni: un album materico da cui emergono le figure di atleti e sportivi che hanno attraversato gli ultimi cento anni di storia. Goethe a Dachau è il progetto dell’Istituto di Istruzione Superiore “Leonardo Da Vinci” di Civitanova Marche(Macerata): un’opera a più voci, in cui sono state tradotte dal tedesco, dal francese e dal polacco le liriche ritrovate in vari campi di concentramento. Liriche ancora inedite in italiano.

Gli studenti dell’Istituto Magistrale Statale “Regina Margherita” di Palermo hanno invece ricreato, in modo performativo, la tragicità di un campo di concentramento, basandosi su una coreografia del compositore Luigi Nono col progetto tratto dall’omonima opera Ricorda cosa ti hanno fatto in Auschwitz. E ancora, l’Istituto “Gramsci-Pascoli” di Noicottaro (Bari) ha riprodotto 55 pietre d’inciampo, sulla base del lavoro dell’artista Gunter Demnig (progetto Pietre d’inciampo: per le strade del mondo). Così come l’Istituto Comprensivo “Avigliano Centro”, di Avigliano (Potenza) che ha modellato 100 pietre d’inciampo, ognuna grande quanto una Stolperstein, per raccontare la storia di Sara Simon Gesses (progetto La pietra di Sara) memoria ad una bambina rimasta per sempre bambina.



Giornata della Memoria. Lunedì 20 gennaio a Milano la testimonianza agli studenti di Liliana Segre. Presente anche la Ministra Lucia Azzolina

In occasione delle celebrazioni della “Giornata della Memoria”, lunedì 20 gennaio, al Teatro degli Arcimboldi di Milano, la Ministra Lucia Azzolina prenderà parte all’evento che darà voce alla testimonianza, rivolta in particolare agli studenti, della Senatrice a vita Liliana Segre. L’iniziativa prenderà il via alle 10.30.

“In un momento storico in cui la voce dei sopravvissuti si va inevitabilmente affievolendo, dobbiamo lavorare tutti insieme per non disperdere la memoria di ciò che è stato. E alimentarla con una profonda conoscenza storica”. Sono le parole che la Ministra Azzolina ha rivolto a tutti gli studenti e docenti degli istituti scolastici italiani in una lettera che invita le scuole a seguire in diretta streaming la testimonianza della senatrice Segre.

“Vi scrivo come Ministra, ma anche come docente di Storia e Filosofia: attraverso lo studio dobbiamo comprendere le ragioni profonde che portarono allo sterminio nei campi di concentramento. Dobbiamo farlo per evitare che tutto ciò si ripeta”, ha spiegato Azzolina.

L’evento, organizzato dall’Associazione “Figli della Shoah”, rientra nel lungo percorso di cerimonie, iniziative, incontri e momenti comuni di narrazione dei fatti e di riflessione che ha l’obiettivo di rendere onore alla Memoria di tutte delle vittime della Shoah e delle persecuzioni razziali.

L’incontro con la senatrice Liliana Segre e la Ministra Lucia Azzolina potrà essere seguito in diretta sul sito del Corriere della Sera www.corriere.it , partner dell’iniziativa, e sul sito del Ministero dell’Istruzione, www.miur.gov.it.

Nota 21 gennaio 2020, AOODGSIP 229

Ministero dell’Istruzione
Dipartimento per il sistema educativo di istruzione e di formazione
Direzione Generale per lo Studente, l’Inclusione e l’Orientamento scolastico
Direzione generale per i fondi strutturali per l’istruzione, l’edilizia scolastica e la scuola digitale

Agli Uffici Scolastici Regionali
LORO SEDI
Al Sovrintendente scolastico per la lingua italiana
BOLZANO
All’Intendenza scolastica per la lingua tedesca
BOLZANO
All’Intendenza scolastica per la lingua ladina
BOLZANO
Al Sovrintendente scolastico per la Provincia di
TRENTO
Alla Sovrintendenza agli studi per la Regione autonoma della Valle d’Aosta
AOSTA
Ai Dirigenti Scolastici delle Scuole di ogni ordine e grado
LORO SEDI
Ai referenti regionali per le attività di contrasto del bullismo e del cyberbullismo (individuati sulla base della legge 71/2017)
Agli Animatori digitali delle istituzioni scolastiche
LORO SEDI
Alle Equipe formative territoriali per il PNSD
LORO SEDI

Oggetto: Safer Internet Day “Together for a Better Internet” – 11 Febbraio 2020

Direttiva del Presidente del Consiglio dei Ministri 17 gennaio 2020

Direttiva del Presidente del Consiglio dei Ministri 17 gennaio 2020 

Indizione della «Giornata nazionale dedicata a Dante Alighieri», denominata «Dantedì». (20A01008)

(GU Serie Generale n.39 del 17-02-2020)

IL PRESIDENTE DEL CONSIGLIO DEI MINISTRI

Vista la legge 23 agosto 1988, n. 400, recante «Disciplina dell’attivita’ di Governo e ordinamento della Presidenza del Consiglio dei ministri» e, in particolare, l’art. 5, comma 2, lettera a), in base al quale il Presidente del Consiglio dei ministri «indirizza ai ministri le direttive politiche ed amministrative in attuazione delle deliberazioni del Consiglio dei ministri»;

Visto il decreto legislativo 20 ottobre 1998, n. 368 di istituzione del Ministero per i beni e le attivita’ culturali;

Visto il decreto legislativo 30 luglio 1999, n. 300, recante «Riforma dell’organizzazione del Governo, a norma dell’art. 11 della legge 15 marzo 1997, n. 59»;

Vista la legge 12 ottobre 2017, n. 153, recante «Disposizioni per la celebrazione dei 500 anni dalla morte di Leonardo da Vinci e Raffaello Sanzio e dei 700 anni dalla morte di Dante Alighieri»;

Visto il decreto del Ministro dei beni e delle attivita’ culturali e del turismo in data 21 febbraio 2018 concernente l’istituzione del Comitato nazionale per le celebrazioni dei 700 anni dalla morte di Dante Alighieri, in esecuzione dell’art. 3, comma 2, della citata legge 12 ottobre 2017, n. 153;

Viste le numerose mozioni presentate alla Camera dei deputati recanti l’impegno per il Governo ad assumere iniziative per istituire una giornata celebrativa per ricordare la figura e l’opera di Dante Alighieri;

Tenuto conto delle istanze formulate da esperti e studiosi, volte alla istituzione di una giornata celebrativa dedicata a Dante Alighieri;

Vista la nota del 31 ottobre 2019, ricevuta dal Ministero per i beni e le attivita’ culturali e per il turismo in data 4 novembre 2019 con il prot. 29586, con la quale il presidente e il segretario generale del Comitato nazionale per le celebrazioni dei 700 anni dalla morte di Dante Alighieri hanno trasmesso al Ministro per i beni e le attivita’ culturali e per il turismo gli esiti della discussione e delle valutazioni condotte dal suddetto Comitato nazionale nel corso della riunione del 17 ottobre 2019 in merito all’opportunita’ di istituire una giornata nazionale dedicata a Dante Alighieri;

Vista la nota dell’8 novembre 2019, con la quale il Ministro per i beni e le attivita’ culturali e per il turismo, anche sulla base delle valutazioni del sopracitato Comitato, ha proposto di istituire una giornata nazionale dedicata a Dante Alighieri;

Rilevato che il predetto Ministero ha rappresentato che tale iniziativa e’ in linea con le politiche ministeriali di promozione della cultura in quanto occasione per diffondere la conoscenza e la preziosa eredita’ culturale di Dante Alighieri;

Ritenuto di dover individuare quale data per la giornata celebrativa il giorno 25 marzo;

Verificato che la data del 25 marzo non risulta impegnata da altre celebrazioni istituzionali;

Ritenuta, pertanto, l’opportunita’ di promuovere una giornata nazionale orientata alla conoscenza e alla diffusione dell’opera di Dante Alighieri, con particolare attenzione alle giovani generazioni e alle scuole;

Sentito il Consiglio dei ministri nella seduta del 17 gennaio 2020;

Sulla proposta del Ministro per i beni e le attivita’ culturali e per il turismo;

Emana la seguente direttiva:

E’ indetta la «Giornata nazionale dedicata a Dante Alighieri», denominata «Dantedi’», per il giorno 25 marzo di ogni anno.
In tale giornata le amministrazioni pubbliche, anche in coordinamento con tutti gli enti ed organismi interessati, promuovono idonee iniziative di comunicazione e divulgazione, dirette a facilitare e rafforzare la conoscenza della figura e dell’opera di Dante Alighieri, con particolare attenzione alle giovani generazioni e alle scuole.

La presente direttiva, previa registrazione da parte della Corte dei conti, sara’ pubblicata nella Gazzetta Ufficiale della Repubblica italiana.

Roma, 17 gennaio 2020

Il Presidente del Consiglio dei ministri
Conte

Il Ministro per i beni e le attivita’ culturali e per il turismo
Franceschini

Registrata alla Corte dei conti il 5 febbraio 2020 Ufficio controllo atti P.C.M. Ministeri della giustizia e degli affari esteri e della cooperazione internazionale, reg.ne succ. n. 194