Archivi tag: Sport

Protocollo d’intesa MI – Federazione Italiana Vela

Il Capo Dipartimento per il Sistema educativo di istruzione e formazione del Ministero dell’Istruzione Stefano Versari e il Presidente della Federazione Italiana Vela (FIV) Francesco Ettorre hanno firmato il 10 maggio, al Ministero, il Protocollo d’intesa “Per la progettazione e la realizzazione di attività ludico motorie e sportive legate alla disciplina della Vela finalizzate al potenziamento delle competenze chiave di cittadinanza e alla promozione di percorsi di accoglienza e inclusione scolastica”.

L’obiettivo è valorizzare l’attività velica come strumento per promuovere, tra le studentesse e gli studenti, percorsi didattici ed educativi basati sulle conoscenze tecniche e scientifiche che accompagnano questa disciplina, sul lavoro di gruppo, sulla tutela dell’ambiente, sul rispetto delle regole, essenziale in ogni sport. In modo da contribuire alla crescita culturale dei ragazzi, rafforzarne le competenze di educazione alla cittadinanza, contribuire al recupero della socialità dopo l’emergenza epidemiologica.

Il Ministero dell’Istruzione e la FIV elaboreranno progetti, nazionali e territoriali, per coinvolgere i ragazzi nello sport della Vela e nelle attività collegate, in coerenza con le Indicazioni del Piano #LaScuoladEstate2022.

Nel rispetto dell’autonomia scolastica, verranno promosse attività anche nell’ambito delle materie STEM, in collaborazione con le famiglie, il CONI, Sport e Salute, il Comitato Italiano Paralimpico, i Circoli della FIV, organismi ed enti di promozione sportiva, associazioni ed esperti del settore.

Nota 6 maggio 2022, AOODGSIP 1215

Ministero dell’Istruzione
Dipartimento per il sistema educativo di istruzione e di formazione
Direzione generale per lo studente, l’inclusione e l’orientamento scolastico
Ufficio V Politiche sportive scolastiche

Ai Direttori Generali e ai Dirigenti titolari degli Uffici Scolastici Regionali
Agli Istituti scolastici interessati
Alla Sovrintendenza Scolastica per la Scuola in lingua italiana di Bolzano
All’Intendenza Scolastica per la Scuola in lingua tedesca di Bolzano
All’Intendenza Scolastica per la Scuola delle località ladine di Bolzano
Al Dipartimento Istruzione per la Provincia di Trento
Alla Sovrintendenza agli studi per la Regione Autonoma della Valle D’Aosta
A Sport e salute S.p.A.
e, p.c. Al Capo del Dipartimento per il sistema educativo di istruzione e formazione
Al Comitato Olimpico Nazionale Italiano
Al Comitato Italiano Paralimpico
Ai Coordinatori regionali di educazione fisica e sportiva

Oggetto: Progetto nazionale Scuola Attiva Kids. Giornata dello sport per la scuola primaria – Roma- Stadio Olimpico – 25 maggio 2022

Nota 21 aprile 2022, AOODGSIP 1075

Ministero dell’Istruzione
Dipartimento per il sistema educativo di istruzione e di formazione Direzione generale per lo studente, l’inclusione e l’orientamento scolastico
Ufficio V
Politiche sportive scolastiche

Agli Uffici Scolastici Regionali
Ai Dirigenti Scolastici e ai Coordinatori Didattici delle istituzioni del sistema nazionale di istruzione
Al Dipartimento istruzione – Provincia Autonoma di Trento Al Sovrintendente Scolastico per la Provincia di Bolzano
All’Intendente Scolastico per la Scuola in lingua tedesca – Bolzano
All’Intendente Scolastico per le Località Ladine – Bolzano
Al Sovrintendente degli studi per la Regione Valle D’Aosta – Aosta
A Sport e Salute S.p.a.
Alle Federazioni e Organismi sportivi interessati
Al Comitato Olimpico Nazionale Italiano
Al Comitato Italiano Paralimpico
Ai Coordinatori regionali di educazione fisica e sportiva

OGGETTO: Attività progettuali scolastiche a carattere nazionale e regionale promosse dagli Organismi Sportivi affiliati al CONI e al CIP per l’anno 2022

Protocollo d’intesa MI – Comitato Italiano Paralimpico

Promuovere la pratica delle attività motorie e sportive per ragazze e ragazzi con disabilità nelle Istituzioni scolastiche. Favorire l’avvicinamento all’attività motoria dei bambini già dalla scuola dell’infanzia. Diffondere i valori della cultura paralimpica, con il diretto coinvolgimento e la stretta collaborazione fra scuole, associazioni e Federazioni sportive paralimpiche. Sono questi alcuni degli obiettivi al centro del Protocollo d’intesa siglato questa mattina al Palazzo dell’Istruzione dal Ministro Patrizio Bianchi e il Presidente del Comitato Italiano Paralimpico, Luca Pancalli.

Il Protocollo, di durata triennale, individua programmi e interventi per l’attuazione di attività motorie, sportive e ludico-motorie con l’obiettivo di rinforzare e potenziare le competenze delle studentesse e degli studenti con disabilità, anche per recuperare la socialità e accompagnare nel superamento delle difficoltà indotte dalla crisi pandemica. Saranno organizzate, inoltre, attività nazionali e territoriali per diffondere progetti anche in relazione alla prevenzione e al contrasto del fenomeno del bullismo, all’adozione di corretti stili di vita, all’educazione stradale, al riconoscimento dei valori del fair play, all’acquisizione di comportamenti basati sul rispetto, sul contrasto al tifo violento, al doping e al disagio giovanile, all’integrazione e inclusione attraverso lo sport.

“Educazione, inclusione, benessere. Oggi firmiamo un documento importante – ha dichiarato il Ministro dell’Istruzione Patrizio Bianchi –. Le nostre ragazze e i nostri ragazzi imparano a scuola a giocare di squadra, misurandosi con le sfide delle discipline sportive. Un’azione collettiva e formativa, che trova espressione nei valori diffusi dal Comitato Paralimpico Italiano”.

“Siamo felici di questa importante intesa con il Ministero dell’Istruzione che dá un forte impulso alla promozione e alla diffusione nelle scuole dello sport quale strumento di cultura, inclusione e integrazione – dichiara il Presidente del Comitato Italiano Paralimpico Luca Pancalli –. Si tratta di un tassello importante per la costruzione di una diversa percezione della disabilità e dunque un contributo significativo per la crescita del nostro Paese dal punto di vista civile e sociale”.

YES – Youth, Education and Sport

Sport, 8 milioni per le borse di studio a studenti-atleti

A Roma, presentato il progetto YES per il diritto allo sport dei minorenni

Roma, 18 gennaio 2022 – Si è svolto oggi, nella sala congressi dell’Acquario di Roma, l’evento di presentazione del progetto “YES – Youth, Education and Sport”, realizzato dal Dipartimento per lo Sport della Presidenza del Consiglio dei Ministri, con il supporto dell’ente di ricerca INDIRE.

All’evento hanno partecipato Valentina Vezzali, Sottosegretaria allo Sport, Rossano Sasso, Sottosegretario all’Istruzione, Carla Garlatti, Autorità Garante per l’infanzia e l’adolescenza, Sara Pagliai, Dirigente di INDIRE, Michele Sciscioli, Capo Dipartimento per lo sport, Antonio Parenti, Capo Rappresentanza in Italia della Commissione europea, Evelina Christillin, Fiona May e Rocco Briganti, che fanno parte del Tavolo per il Contrasto agli abusi e alle discriminazioni sui minorenni, Vito Cozzoli, Presidente e AD di Sport e Salute.

«Questa giornata ci ha permesso di fare rete, ciascuno con la propria esperienza, per dimostrare l’importanza dello sport per tutti e, in particolare, nella fascia di età da zero a 18 anni – ha dichiarato Valentina Vezzali, Sottosegretaria allo sport –. La strategia a cui puntiamo è volta alla promozione dello sport. Prima di tutto nei parchi per i bambini da zero a sei anni. Con la riqualificazione dei cortili e degli spazi interni degli istituti scolastici, per i più grandi, grazie a progettualità condivise tra Dipartimento per lo sport e Sport e Salute. Tra le misure che lanciamo oggi c’è quella che parte dalla consapevolezza che nessun ragazzo dovrà scegliere tra scuola e agonismo. Sosterremo economicamente i giovani che vogliono continuare a studiare e praticare una disciplina dopo le superiori. Dal prossimo anno accademico – continua la Sottosegretaria – potranno farlo, anche grazie ad una borsa di studio sperimentale che mettiamo a disposizione di circa 2000 studenti-atleti che quest’anno usciranno dalle scuole superiori e si iscriveranno all’università o ad un corso di alta formazione professionale. Ho chiesto al Dipartimento per lo sport di stanziare 8 milioni di euro per i prossimi due anni accademici. È un primo passo, ma ritengo possa costituire una buona partenza per il futuro dei nostri studenti-atleti».

«Sport e cultura non sono in antitesi, tutt’altro – ha dichiarato Rossano Sasso, Sottosegretario all’Istruzione –. Studiare, conoscere, approfondire possono rivelarsi attività fondamentali per tradurre in realtà i propri sogni in ambito sportivo. Allo stesso modo l’attività fisica, con il suo bagaglio di capacità di concentrarsi sull’obiettivo, propensione all’abnegazione e al sacrificio, può risultare utilissima per ottimizzare e rendere più fruttuoso lo studio. Come Governo, dopo avere introdotto la figura del docente specializzato per l’insegnamento dell’educazione motoria, lavoreremo per rendere ancora più flessibile la didattica per gli studenti-atleti, in modo che non siano costretti a sacrificare uno dei due percorsi intrapresi».

Nel corso dell’evento, trasmesso in streaming, sono state affrontate le tematiche legate allo sport per i minorenni, tra diritti e tutela, al contrasto agli abusi e alle discriminazioni, e alla promozione dell’attività sportiva in Europa per i giovani.

Durante i lavori, a cui hanno preso parte anche alcuni studenti di scuole secondarie superiori romane, è stato dato ampio spazio ai racconti delle realtà territoriali per la promozione dell’inclusione sociale per i minorenni.

Il progetto YES – YOUTH, EDUCATION and SPORT si pone l’obiettivo di fornire strumenti per migliorare la formazione dei soggetti interessati alle tematiche dello sport, con particolare riferimento ai docenti nelle discipline motorie, ai tecnici e ai tutor sportivi, ai rappresentanti delle federazioni e delle associazioni sportive. Nel progetto sono previsti appositi contenuti e format finalizzati alla promozione del diritto dei minori all’esercizio della pratica sportiva.

Nota 17 gennaio 2022, AOODGSIP 93

Ministero dell’Istruzione
Dipartimento per il sistema educativo di istruzione e di formazione Direzione generale per lo studente, l’inclusione e l’orientamento scolastico

Ai Direttori Generali e ai Dirigenti titolari degli Uffici Scolastici Regionali
Ai Dirigenti delle Istituzioni scolastiche secondarie di secondo grado statali e paritarie
Al Dipartimento istruzione Provincia Autonoma di Trento
Alla Sovrintendenza Scolastica per la Provincia di Bolzano
All’Intendenza Scolastica per la Scuola in lingua tedesca Bolzano
All’Intendenza Scolastica per le Località Ladine Bolzano
Alla Sovrintendenza agli studi per la Regione Valle d’Aosta
Al Comitato Olimpico Nazionale Italiano
Alla Fondazione Giulio Onesti – Accademia Olimpica Nazionale Italiana
e, p. c. All’Ufficio di Gabinetto
Al Dipartimento per il sistema educativo di istruzione e di formazione
Ai Coordinatori di Educazione Fisica e sportiva

Oggetto: Concorso Nazionale “Onesti nello Sport” per l’a.s. 2021/2022, rivolto agli studenti degli Istituti secondari di secondo grado sul tema ‘‘Con lo sport stop al bullismo”

Onesti nello Sport

Decima edizione di “Onesti nello Sport”, il concorso nazionale per promuovere e diffondere la cultura della legalità sportiva

Si è tenuta il 13 gennaio 2022, alla presenza del Ministro dell’Istruzione Patrizio Bianchi, la presentazione online della decima edizione di “Onesti nello Sport”, il concorso nazionale, che si svolge ogni anno a partire dal 2012, rivolto alle studentesse e agli studenti degli Istituti di II grado. L’iniziativa è promossa dalla Fondazione Giulio Onesti e dal CONI, in collaborazione con il Ministero dell’Istruzione e l’Istituto per il Credito Sportivo e con il supporto del Comitato Olimpico Internazionale

All’evento, moderato da Novella Calligaris, hanno partecipato anche il Presidente della Fondazione Giulio Onesti, Franco Carraro, il Presidente del CONI, Giovanni Malagò, e il Segretario Generale del CONI, Carlo Mornati

Il concorso ha l’obiettivo di diffondere la cultura della legalità in ambito sportivo, educando i giovani a una cittadinanza attiva e al rispetto delle regole, combattendo ogni forma di violenza e di discriminazione e valorizzando l’importanza dello sport come strumento d’inclusione e coesione sociale

“La cultura della legalità e lo sport sono due aspetti complementari dell’educazione – dichiara il Ministro dell’Istruzione, Patrizio Bianchi -. Sono grato agli organizzatori di questo concorso destinato alle ragazze e ai ragazzi delle Scuole di II grado, che quest’anno è dedicato a un tema fondamentale nell’azione del Ministero: il contrasto del bullismo e del cyberbullismo. Questa iniziativa rappresenta un ottimo esempio di collaborazione istituzionale, un’azione congiunta che guarda alla formazione dei nostri giovani affinché siano cittadini rispettosi delle regole, del loro benessere, degli altri”. 

Per ogni edizione viene proposta una tematica differente, da sviluppare secondo due categorie: il settore video-musicaleche prevede la produzione di un brano musicale e di un video originale della durata massima di 3 minuti, e il settore storiescon la produzione di un breve video della durata massima di un minuto. L’edizione 2022 concentra l’attenzione sul tema dell’importanza dello sport nel contrasto al bullismo in tutte le sue forme, incluse quelle che si manifestano attraverso le piattaforme digitali

La selezione dei video ricevuti si articola in due fasi: una votazione online, attraverso i canali social della Fondazione, alla quale segue la valutazione da parte di una commissione composta da rappresentanti del Ministero dell’Istruzione e della Fondazione stessa. È previsto un premio speciale per le due squadre vincitrici (12 studenti e due docenti accompagnatori): la possibilità di assistere all’evento più importante dell’anno in campo acquatico, la 36esima edizione dei Campionati Europei di Nuoto, che si svolgerà a Roma dall’11 al 21 agosto 2022. 

La Fondazione Giulio Onesti, proprio con l’intento di valorizzare lo sport e la sua centrale importanza nella formazione educativa e civica delle nuove generazioni, ha coinvolto nelle varie edizioni migliaia di istituti scolastici e complessivamente oltre un milione di studentesse e studenti.

Video

Nota 27 settembre 2021, AOODGSIP 2095

Ministero dell’istruzione
Dipartimento per il sistema educativo di istruzione e di formazione Direzione generale per lo studente, l’inclusione e l’orientamento scolastico

Ai Direttori Generali e ai Dirigenti titolari degli Uffici Scolastici Regionali
Ai Dirigenti delle Istituzioni scolastiche secondarie di secondo grado statali e paritarie
Al Dipartimento istruzione – Provincia Autonoma di Trento
Alla Sovrintendenza Scolastica per la Provincia di Bolzano
All’Intendenza Scolastica per la Scuola in lingua tedesca – Bolzano
All’Intendenza Scolastica per le Località Ladine – Bolzano
Alla Sovrintendenza agli studi per la Regione Valle d’Aosta
Al Comitato Olimpico Nazionale Italiano
Al Comitato Italiano Paralimpico
A Sport e salute S.p.A.
Alle Federazioni e Organismi sportivi
Ai Coordinatori regionali di Educazione Fisica e sportiva
e, p. c. Al Capo di Gabinetto
Al Capo del Dipartimento per il sistema educativo di istruzione e di formazione
LORO E-MAIL

Oggetto: Progetto didattico sperimentale Studente-atleta di alto livello anno scolastico 2021/2022. Decreto ministeriale 10 aprile 2018, n. 279.

Nota 2 luglio 2021, AOODGSIP 1499

Ministero dell’istruzione
Dipartimento per il sistema educativo di istruzione e di formazione
Direzione generale per lo studente, l’inclusione e l’orientamento scolastico

Ai Direttori Generali e ai Dirigenti titolari degli Uffici Scolastici Regionali
Ai Dirigenti Scolastici delle Istituzioni scolastiche statali e paritarie del primo ciclo di istruzione e delle Istituzioni scolastiche secondarie di secondo grado
e, p. c. Al Dipartimento per il sistema educativo di istruzione e di formazione
Ai Coordinatori di educazione fisica e sportiva

Oggetto: Protocollo d’intesa tra Ministero dell’istruzione e Presidenza del Consiglio- Sottosegretaria di Stato con delega allo Sport.

Giochi Olimpici e Paralimpici Invernali del 2026

Il 24 giugno, presso il Salone d’Onore del CONI a Roma, si è celebrato il secondo anniversario dall’assegnazione all’Italia dei Giochi Olimpici e Paralimpici Invernali del 2026. Oltre ai nuovi Ambassador, nel corso dell’evento sono state presentate quattro importanti iniziative legate al mondo della scuola. All’iniziativa di oggi hanno preso parte il Ministro dell’Istruzione, Patrizio Bianchi, e la Sottosegretaria allo Sport, Valentina Vezzali, insieme al Presidente del CONI e della Fondazione Milano Cortina 2026, Giovanni Malagò, e all’Amministratore Delegato, Vincenzo Novari. Il Ministro ha presentato il Protocollo d’intesa tra la Fondazione Milano Cortina 2026 e il Ministero dell’Istruzione. Il documento, nell’ambito dell’Educational Program del Comitato Olimpico Internazionale e del Comitato Paralimpico Internazionale, disegna un ampio perimetro di collaborazione in cui saranno inserite tutte le iniziative che, di volta in volta, verranno intraprese per la promozione nelle scuole dei valori dello sport, dell’Olimpismo, del Paralimpismo. Un programma che, sin dall’inizio, coinvolgerà direttamente i docenti, le studentesse e gli studenti delle scuole secondarie di primo e secondo grado.

Il primo appuntamento riguarda la Mascotte: saranno gli studenti di tutta Italia a ideare l’iconico personaggio che incarnerà lo spirito dei Giochi. Le migliori proposte saranno poi sviluppate professionalmente sul piano del design e votate dal pubblico attraverso un meccanismo di digital engagement, simile a quello che ha portato alla scelta dell’Emblema.

Oltre alla Mascotte, sono state lanciate altre tre iniziative. Con “MC2026 School Day” gli insegnanti e gli studenti potranno partecipare a una giornata speciale che ogni anno, a partire dal 2023, sarà dedicata non solo ai valori ma anche ai segreti e alle curiosità del sogno Olimpico e Paralimpico. Attraverso “Parasports School Tour” gli atleti Paralimpici andranno nelle scuole di primo grado italiane per raccontare le loro straordinarie storie di vita e di eccellenza agonistica e per affrontare con gli studenti i temi della disabilità e dello sport Paralimpico. Il progetto “Wonder Kids” avrà invece l’obiettivo di diffondere lo sport Paralimpico a livello giovanile, individuando, attraverso la scuola, i potenziali atleti Paralimpici del futuro per avviarli alle migliori performance sportive.

Il secondo compleanno della Fondazione è stato anche l’occasione per presentare i due nuovi Ambassador di Milano Cortina 2026: la campionessa Paralimpica di scherma, Bebe Vio, accolta dal Presidente del Comitato Italiano Paralimpico, Luca Pancalli, e il campione del Mondo di calcio del 2006, Francesco Totti. Campioni nello sport e nella vita che si aggiungono al dream team di cui fanno già parte Federica Pellegrini, Alberto Tomba e Deborah Compagnoni.

Onesti nello Sport

Si è conclusa la procedura di selezione del Concorso nazionale “Onesti nello Sport”, in continuità con la precedente annualità, che ha visto protagonisti gli studenti degli Istituti scolastici secondari di II grado sul tema “Ambiente e Sport”, nell’anno scolastico 2020-21

Il Concorso, svolto in collaborazione con la Fondazione Giulio Onesti – Accademia Olimpica Nazionale Italiana, ha visto la partecipazione di 92 istituti che hanno inviato oltre 200 video, tra cortometraggi, foto-storie e canzoni inedite, per narrare il loro punto di vista rispetto al legame ‘‘Ambiente e Sport”.

Come consuetudine ormai consolidata, obiettivo condiviso del bando, tra il Ministero dell’istruzione e la Fondazione, è quello di educare i giovani a una cittadinanza attiva, alla conoscenza e al rispetto delle regole, al fine di prevenire ogni forma di sopruso e di discriminazione, valorizzando l’idea dello sport come strumento di inclusione sociale.

Lo sport si conferma, dunque, una forma di linguaggio universale, cerniera tra culture diverse in grado di interpretare, a volte di anticipare, fenomeni storici, sociali e di progresso tecnologico.

Di seguito la tabella con le scuole vincitrici e i prodotti multimediali da loro realizzati:

CONCORSO ONESTI NELLO SPORT 2020-21

SETTORE 1
Video – musicale

“Sport ECO-lletta”
Primo Liceo Artistico Statale, Torino
Canzone e video realizzati dalla squadra “Primoart”, caposquadra Giacomo Gallerio, docente coordinatore prof.ssa Manuela Robbe.

https://www.youtube.com/watch?v=pJYUDCp_js0

SETTORE 2
Stories

“Tutti convocati” 
Liceo Galileo Galilei, Borgomanero, Novara
Stories realizzata dalla squadra “Team story”, caposquadra Serena Decandia, docente coordinatore prof.ssa Augusta Carena.

https://www.youtube.com/watch?v=Dw6-RfmV0r4

Studenti e sport a scuola

Scuola, firmato Protocollo d’intesa tra Ministero e Presidenza del Consiglio con delega allo Sport: “Studenti e sport a scuola”
Collaborazione a partire dal Piano Estate

Attivare programmi e iniziative per avvicinare il mondo della scuola allo sport, favorire la progettazione di attività motorie a partire dai mesi estivi fin dalla scuola dell’infanzia e dal primo ciclo d’istruzione per rinforzare e potenziare le competenze disciplinari e relazionali di studentesse e studenti e recuperare la socialità dopo l’emergenza epidemiologica da Covid-19. Questo l’obiettivo del Protocollo d’intesa “Studenti e sport a scuola. Condivisioni di obiettivi e azioni congiunte a partire dal Piano Estate 2021”, sottoscritto oggi al Ministero dell’Istruzione dal Ministro Patrizio Bianchi e dalla Sottosegretaria di Stato con delega allo Sport, Valentina Vezzali.

Il Protocollo promuove la realizzazione di attività e iniziative nazionali e territoriali, in accordo con le istituzioni scolastiche, volte a favorire la crescita culturale, civile e sociale delle studentesse e degli studenti e l’educazione alla cittadinanza attiva attraverso la promozione dell’educazione motoria e sportiva. Tra gli intenti, la realizzazione di progetti per la comunicazione dei valori educativi dello sport in relazione alla prevenzione e al contrasto al bullismo, all’adozione di corretti stili di vita, al riconoscimento dei valori del fair play, all’acquisizione di comportamenti basati sul rispetto e sul contrasto al tifo violento, al doping, al disagio giovanile e all’integrazione e inclusione attraverso lo sport mediante la collaborazione con le istituzioni del terzo settore e l’adesione ai Patti di comunità.

“Lo sport è un grande alleato della scuola – ha dichiarato il Ministro Patrizio Bianchi -. Le ragazze e i ragazzi che praticano attività sportiva imparano fin da piccoli a mettersi in gioco e si formano alla vita da adulti. È a scuola che si impara a stare insieme, a fare squadra, a condividere. Lo sport crea sinergia, è uno straordinario strumento di inclusione sociale: attraverso l’attività ludica e motoria si educano le nuove generazioni a valori importanti come la solidarietà, il rispetto, la condivisione. Studentesse e studenti ne hanno bisogno specialmente adesso che vengono da un anno difficile per rompere il cerchio dell’isolamento che questa pandemia ha generato”.

“La firma di questo protocollo – ha commentato la Sottosegretaria di Stato con delega allo sport, Valentina Vezzali – avvia un percorso condiviso che vede finalmente sport e scuola non soltanto dialogare, ma anche agire in maniera concreta. Si tratta di due agenzie educative e valoriali fondamentali per lo sviluppo e la crescita delle nuove generazioni che, troppo spesso, sono state colpevolmente vissute a volte addirittura in antitesi. La comunione d’intenti e la sinergia forte che si sono innescate da subito con il Ministro Bianchi sono, a mio avviso, il miglior modo per ottenere dei risultati importanti, a beneficio di tutto il Paese”.

Disabilità e Gare sportive studentesche

Il Ministro Fioramonti: “Vogliamo essere i pionieri dell’integrazione”
La Vice Ministra Ascani: “A scuola garantiti diritti sia in attività curricolari che extra”
Un’unica squadra e nessuna ‘categoria speciale’. Niente più gare separate nelle competizioni sportive per gli studenti. Tutti gli alunni potranno gareggiare e competere assieme. In occasione della Giornata internazionale delle persone con disabilità, il Ministero dell’Istruzione, dell’Università e della Ricerca lancia il nuovo progetto tecnico dei Campionati nazionali studenteschi. Il progetto – d’intesa con il Comitato Italiano Paralimpico (CIP) – prevede che gli alunni con disabilità possano gareggiare alla pari dei coetanei. L’iniziativa parte già da questo anno scolastico.

“L’Italia è stata la prima ad abolire le classi speciali e a consentire l’integrazione degli alunni con disabilità nelle classi comuni”, ha spiegato il Ministro Lorenzo Fioramonti. “In occasione della Giornata Internazionale delle persone con disabilità – ha aggiunto – sono felice di condividere la scelta di abolire le ‘categorie speciali’ nelle gare sportive scolastiche. Questa decisione promuove concretamente l’inclusione nelle nostre aule e il valore della partecipazione. Con questo approccio inclusivo possiamo essere dei pionieri e degli innovatori a livello globale”.

Il progetto tecnico dei Campionati nazionali studenteschi è stato anticipato oggi dal Ministro Fioramonti e dalla Vice Ministra Anna Ascani in una conferenza stampa con il Presidente della Federazione Italiana Giuoco Calcio (FIGC), Gabriele Gravina, e con il Commissario Tecnico della Nazionale, Roberto Mancini. Nel corso della conferenza, presso l’Aula Magna del Centro Tecnico Federale di Coverciano, è stato presentato “Valori in Rete”, progetto MIUR-FIGC che ha l’obiettivo di contribuire al potenziamento della pratica sportiva nella formazione degli studenti delle scuole di ogni ordine e grado.

“La scuola italiana – ha dichiarato la Vice Ministra Ascani – si conferma il luogo dell’inclusione per eccellenza nella nostra società: attraverso il Progetto Tecnico dei Campionati Studenteschi abbiamo deciso, d’intesa con il Comitato Italiano Paralimpico, di superare le gare separate per soli studenti con disabilità. Già da quest’anno i giovani sportivi dei nostri istituti, con disabilità o meno, parteciperanno alle stesse gare. E via via, nei prossimi mesi stabiliremo con precisione regole inclusive per tutti e per tutte le competizioni. Il nostro Paese ha eliminato da decenni le cosiddette ‘classi speciali’, nell’inclusione scolastica siamo all’avanguardia. Ma siamo consapevoli che c’è ancora tanto da fare. Sia per le attività curricolari, che per quelle extra. Sono contenta di aver presentato questa importante novità oggi, in occasione della Giornata Mondiale della Disabilità: date come questa ci ricordano che il nostro impegno per garantire i diritti di tutti non deve mai venire meno”.

Il progetto prevede l’abolizione di quattro delle sei ‘categorie speciali’ nell’attività sportiva a scuola. Tutti gli studenti avranno le stesse opportunità di gareggiare in competizioni più eque possibili, compensando i diversi livelli di funzionalità fisica. Negli sport individuali, gli allievi con disabilità concorreranno alla pari con gli altri compagni. Negli sport di squadra saranno invece parte integrante del team. Lo sport inclusivo riguarderà anche la pallacanestro e il calcio a 5 integrati che, per la prima volta, approderanno alle finali nazionali dei Campionati Studenteschi. Per il momento, restano attive le categorie speciali per gli studenti non vedenti e con ridotta mobilità, per l’impossibilità di gareggiare in condizioni di totale eguaglianza con i compagni. Il progetto tecnico ha raccolto il parere favorevole delle principali associazioni che operano nel campo dell’inclusione sociale.

Per l’attività sportiva scolastica a livello territoriale, le risorse finanziarie messe a disposizione per quest’anno scolastico ammontano a 2,7 milioni di euro con un aumento di circa il 70%.

Sport, MIUR E FIGC scendono in campo insieme

Martedì 3 dicembre, alle ore 13.30, presso l’Aula Magna del Centro Tecnico Federale di Coverciano a Firenze (via Gabriele D’Annunzio, 138) il Ministro dell’Istruzione, dell’Università e della Ricerca, Lorenzo Fioramonti, e la Vice Ministra, Anna Ascani, parteciperanno, con il Presidente della Federazione Italiana Giuoco Calcio, Gabriele Gravina, e il Commissario Tecnico della Nazionale italiana, Roberto Mancini, alla conferenza di presentazione delle progettualità formative sviluppate da MIUR e FIGC per l’Anno Scolastico 2019/2020. 

Nel corso dell’incontro sarà illustrato anche il nuovo progetto di calcio misto “Tutti in goal”. A seguire, in occasione della Giornata internazionale delle persone con disabilità, si svolgeranno attività ludiche di calcio integrato sul campo “Bearzot”. Saranno il Ministro Fioramonti e il Presidente Gravina a dare il calcio d’inizio.