Archivi tag: Studenti

Nota 13 giugno 2022, AOODGFIESD 764

Ministero dell’Istruzione
Dipartimento per il sistema educativo di istruzione e di formazione
Direzione generale per i fondi strutturali per l’istruzione, l’edilizia scolastica e la scuola digitale

Ai Dirigenti Scolastici degli Istituti di Istruzione Secondaria di I grado, statali e paritari LORO SEDI
Ai Direttori Generali degli Uffici Scolastici Regionali LORO SEDI
Al Sovrintendente Scolastico per la Provincia di Bolzano Bolzano
Al Sovrintendente Scolastico per la Provincia di Trento Trento
All’Intendente Scolastico per la Scuola in lingua tedesca Bolzano
All’Intendente Scolastico per la Scuola località Ladine Bolzano
Al Sovrintendente degli Studi per la Regione Valle d’Aosta Aosta

Oggetto: Cittadinanza digitale ICILS 2023 – Indagine Internazionale sulle competenze digitali degli studenti

Nota 7 giugno 2022, AOODGSIS 2026

Ministero dell’Istruzione
Dipartimento per la programmazione e la gestione delle risorse umane, finanziarie e strumentali
Direzione Generale per i sistemi informativi e la statistica

Ai Dirigenti/ Coordinatori scolastici delle istituzioni scolastiche statali e paritarie
e p.c. Al Capo Dipartimento per la programmazione e la gestione delle risorse umane, finanziarie e strumentali
Al Capo Dipartimento per il sistema educativo di istruzione e formazione
Al Direttore Generale per gli ordinamenti scolastici, la valutazione e
l’internazionalizzazione del sistema nazionale di istruzione
Agli Uffici Scolastici per Ambito Territoriale e Direzioni Generali Regionali
Al Sovrintendente Scolastico per la Regione Valle d’Aosta
Al Sovrintendente Scolastico per la Provincia di Trento
Al Sovrintendente Scolastico per la scuola in lingua italiana di Bolzano
All’Intendente Scolastico per la scuola in lingua tedesca di Bolzano
All’Intendente Scolastico per la scuola delle località ladine di Bolzano

OGGETTO: Comunicazione esiti finali in Anagrafe Nazionale Studenti – a.s. 2021/2022

Nota 19 maggio 2022, AOODGSIP 1375

Ministero dell’Istruzione
Dipartimento per il sistema educativo di istruzione e di formazione Direzione Generale per lo Studente, l’Inclusione e l’Orientamento scolastico
Ufficio II

Ai Direttori Generali degli Uffici scolastici Regionali
e, p.c. Ai Dirigenti scolastici degli istituti di istruzione secondaria di secondo grado
Alle famiglie delle studentesse e degli studenti delle classi prime dell’a.s. 2020/2021 (attuali classi seconde) e delle classi prime dell’a.s. 2021/2022 dei corsi di studio di istruzione secondaria di secondo grado

Oggetto: Nuove modalità di richiesta Carta dello Studente.

IoStudio Carta dello studente

Nota 19 maggio 2022, AOODGSIP 1375
Nuove modalità di richiesta Carta dello Studente


Dall’anno scolastico 2020/2021, la stampa della Carta IoStudio non è più automatica, ma viene rilasciata su richiesta delle famiglie. Ecco le procedure da seguire.

Per le famiglie
Per le studentesse e gli studenti che nell’anno scolastico 2021-20221 frequentano le classi prime e seconde dei corsi di studio di istruzione secondaria di secondo grado, le famiglie devono compilare l’apposito modulo e consegnarlo presso la segreteria scolastica entro il giorno 30 giugno 2022.
La data del 30 giugno è il termine ultimo per accedere alla stampa della Carta nella prima finestra di lavorazione disponibile. In altre parole le richieste presentate in segreteria dopo il 30 giugno 2022, saranno comunque prese in carico ma verranno inserite in una seconda finestra di stampa.

Per le segreterie scolastiche
Le Segreterie scolastiche, dopo aver ricevuto il modulo dalle famiglie, devono inserire la Richiesta Carta tramite l’area riservata alle segreterie del Portale dello Studente.
Per inserire la Richiesta della Carta:

1. Accedere al Portale “Io Studio” – www.istruzione.it/studenti
2. Cliccare su “Login Segreterie” per accedere in Area Riservata (fare attenzione a non cliccare su “Login studenti”)
3. Effettuare la procedura di log-in (N.B. Sul Portale SIDI farsi profilare al II livello – Applicazione “Portale dello Studente” e associazione di tutti i “contesti”, ossia i codici meccanografici da gestire)
4. Selezionare il Codice Meccanografico su cui lo studente è registrato (codice di indirizzo)
5. Dal pulsante Menu selezionare la funzione “Richiesta Carta”
6. Inserire il Codice Fiscale dello studente: verrà visualizzato il riepilogo dei dati principali dello studente.
7. Cliccare sul pulsante Richiesta Carta.
Completata la procedura, il sistema fornirà un messaggio di conferma dell’inserimento della Richiesta e la Carta IoStudio sarà in attesa di emissione. Verrà quindi stampata nella prima finestra di stampa disponibile, la cui data sarà comunicata successivamente.

La Carta dello Studente IoStudio
Nell’anno scolastico 2008/2009 il Ministero dell’Istruzione ha lanciato il progetto nazionale “IoStudio – La Carta dello Studente”, sotto l’Alto Patronato del Presidente della Repubblica.
Il progetto prevede che le scuole distribuiscano agli studenti delle scuole secondarie di II grado statali e paritarie un badge personale. Tale carta attesta lo status di studente e offre la possibilità di accedere in modo agevolato al mondo della cultura e a molti servizi utili alla vita da studente.
Dall’anno scolastico 2013/2014, la Carta ha ampliato i propri servizi digitali e, grazie alla collaborazione con Poste Italiane, può essere attivata anche come carta postepay nominativa (carta prepagata ricaricabile) per gestire in modo sicuro e tracciabile gli acquisti effettuati.

Nota 6 maggio 2022, AOODGCASIS 1615

Ministero dell’istruzione
Dipartimento per le risorse umane, finanziarie e strumentali
Direzione Generale per i sistemi informativi e la statistica

Ai Direttori Generali degli Uffici Scolastici Regionali
Ai Dirigenti Scolastici delle istituzioni scolastiche statali
LORO SEDI

Oggetto: Partizione separata dell’Anagrafe nazionale studenti (ANS) – Nuove funzionalità

Ministro incontra FAST

Il Ministro dell’Istruzione, Patrizio Bianchi, ha incontrato questo pomeriggio in videocollegamento i rappresentanti del Forum degli studenti (FAST) per confrontarsi sui Percorsi per le competenze trasversali e l’orientamento (PCTO) e sul rapporto tra istruzione e mondo del lavoro. L’incontro di oggi fa seguito alla riunione tra il Ministro e il FAST dello scorso 22 febbraio.

“L’incontro di oggi è stato un momento di confronto utile e positivo – ha dichiarato il Ministro Bianchi -. I Pcto sono pensati per offrire occasioni di orientamento, di sviluppo di competenze in coerenza con il percorso di studio di ragazze e ragazzi. Abbiamo già avviato un tavolo con il Ministero del Lavoro per un’analisi attenta in particolare degli aspetti che riguardano la sicurezza. Dall’incontro di questo pomeriggio sono arrivate osservazioni e proposte che intendiamo approfondire. Il coinvolgimento delle studentesse e degli studenti è determinante per affrontare insieme le questioni più rilevanti che riguardano il nostro sistema di istruzione, in particolare le riforme e gli investimenti previsti con il Pnrr. Torneremo a incontrarci per proseguire questo percorso”.

Il Ministro incontra i rappresentanti del Forum degli studenti

Il Ministro dell’Istruzione Patrizio Bianchi ha incontrato nel pomeriggio del 22 febbraio in videoconferenza i rappresentanti del Forum degli studenti. Al centro dell’incontro i temi dell’esame di Stato, dei Percorsi per le competenze trasversali e l’orientamento, del benessere psicologico degli studenti, dell’edilizia scolastica e del Pnrr Istruzione. L’incontro segue quello tenuto l’8 febbraio scorso con i rappresentanti delle Consulte studentesche.

“Avevamo annunciato un confronto con studentesse e studenti sulle tematiche più rilevanti che riguardano la scuola – dichiara il Ministro Patrizio Bianchi -. Stiamo dando seguito a questo impegno, coinvolgendo tutta la struttura del Ministero. Già in queste ore abbiamo avviato i primi tavoli tematici con gli studenti delle Consulte. La prossima settimana torneremo a incontrarci con i rappresentanti del Forum per un approfondimento sui Pcto e sul rapporto tra mondo della scuola e mondo del lavoro”.

Ministro incontra Consulte studentesche

Il Ministro dell’Istruzione Patrizio Bianchi ha incontrato l’8 febbraio l’Ufficio di coordinamento nazionale delle Consulte studentesche (UCN), composto dai presidenti dei coordinamenti regionali.

L’UCN è stato di recente rinnovato e ha eletto, in questi giorni, il proprio portavoce, Marco Scognamillo, coordinatore regionale della Sardegna. Dei 21 componenti, 8 sono studentesse, il 38% del totale. La partecipazione alle ultime votazioni per l’elezione dei rappresentanti provinciali delle Consulte studentesche (fra cui sono stati scelti i componenti dell’UCN incontrati oggi dal Ministro) è stata particolarmente elevata: in media ha partecipato oltre il 63% delle e degli aventi diritto, con punte, in alcune Regioni, del 99,1% (Calabria), dell’83,5% (Basilicata), dell’81,4% (Campania, Marche, Molise).

Il Ministro ha aperto la riunione esprimendo vicinanza alle ragazze e ai ragazzi della comunità scolastica della Calabria, con riferimento al caso emerso nella Provincia di Cosenza, che il Ministero sta seguendo da vicino.

“Le Consulte rappresentano un grande valore per la comunità scolastica. Sono uno spazio importante di espressione. L’alta percentuale dei votanti dimostra una voglia di partecipazione che è sana e vitale”, ha sottolineato il Ministro. Alla luce del rinnovo dell’UCN, il Ministro ha confermato che il confronto con le nuove rappresentanze sarà “permanente”. Per affrontare “problemi che sono ben più antichi della pandemia”. 

“Va costruita insieme quella nuova scuola che voi dovete poter frequentare e che deve poter frequentare chi verrà dopo di voi. Il PNRR è lo strumento per farlo”, ha proseguito il Ministro.  

I rappresentanti delle studentesse e degli studenti hanno elencato i temi su cui intendono confrontarsi. Gli Esami di Stato, ma anche l’insegnamento dell’Educazione civica e di quella ambientale, lo sport, la riforma dell’Istruzione tecnica e professionale, i temi del PNRR, l’orientamento, la valorizzazione dei loro territori, anche attraverso eventi dedicati. Sugli Esami il Ministro ha voluto illustrare le ragioni che hanno portato alla proposta fatta e ha ascoltato le posizioni dell’UCN. “Non dobbiamo avere paura di tornare progressivamente verso la normalità. Una nuova normalità”, ha spiegato il Ministro, “che ci porti verso una revisione complessiva del sistema, verso quella scuola nuova di cui c’è urgente bisogno”.

Elezioni rappresentanti Consulte Provinciali Studentesche

Le elezioni dei rappresentanti delle Consulte Provinciali Studentesche (vd. Nota 20 settembre 2021, AOODGSIP 2046), così come disciplinate dal DPR n. 268 del 29 novembre 2007, recante modifiche e integrazioni al DPR 567/96, che rimarranno in carica per gli aa.ss. 2021/22 e 2022/23, dovranno concludersi entro e non oltre il 31 ottobre 2021, nel rispetto delle vigenti misure di sicurezza in materia di emergenza sanitaria, e si dovranno svolgere secondo la procedura elettorale semplificata, prevista dagli art. 21 e 22 dell’O.M. n. 215 del 15 luglio 1991.

Il Ministro incontra il Forum degli studenti

Il Ministro dell’Istruzione Patrizio Bianchi ha incontrato nel pomeriggio del 19 ottobre al Ministero il Forum degli Studenti. Al centro dell’incontro, i contenuti del Piano nazionale di ripresa e resilienza (Pnrr) per l’Istruzione.

Il Ministro ha illustrato le riforme e gli investimenti che riguarderanno la scuola, a partire dai bandi per 5 miliardi che saranno avviati entro novembre per asili e scuole dell’Infanzia, mense, palestre, ristrutturazione e costruzione di nuovi edifici.

Il Ministro ha spiegato le riforme e gli investimenti che riguarderanno gli Istituti tecnici e professionali, l’orientamento, il reclutamento e la formazione degli insegnanti, i nuovi ambienti per la didattica e l’edilizia, l’innovazione dei contenuti didattici.

Durante il confronto, i rappresentanti del Forum hanno presentato al Ministro le istanze e le priorità delle studentesse e degli studenti, dall’attenzione al benessere psicologico dei ragazzi a una riflessione sull’autonomia scolastica e l’innovazione della didattica, da cui nasceranno tavoli di lavoro.

“Vi ringrazio moltissimo per essere qui – ha esordito il Ministro rivolgendosi ai presenti –. È importate ragionare con voi sulle straordinarie opportunità offerte dal Pnrr per la nuova scuola che stiamo costruendo. Ci sono significativi investimenti e una grande attenzione ai bisogni delle studentesse e degli studenti. Il Pnrr è un’occasione straordinaria per disegnare il nostro futuro. Lavoriamo insieme e impegniamoci tutti per costruire una scuola nuova e riportare l’Istruzione al centro del futuro del Paese”.

Nota 6 ottobre 2021, AOODGOSV 24032

Ministero dell’Istruzione
Dipartimento sistema educativo di istruzione e formazione
Direzione generale ordinamenti scolastici, valutazione e l’internazionalizzazione sistema nazionale di istruzione

Ai Direttori generali e ai dirigenti preposti Uffici Scolastici Regionali LORO SEDI
Al Sovrintendente agli Studi per la Regione Autonoma della Valle d’Aosta
Al Sovrintendente Scolastico per la Provincia Autonoma di Bolzano
Al Sovrintendente Scolastico per la Provincia Autonoma di Trento
All’Intendente Scolastico per le scuole delle località ladine di Bolzano
All’Intendente Scolastico per la scuola in lingua tedesca di Bolzano
e, p.c.: Al Capo di Gabinetto SEDE
Al Capo Dipartimento per il sistema educativo di istruzione e formazione
SEDE

Oggetto: Elezioni degli organi collegiali a livello di istituzione scolastica-a. s. 2021/2022.

Nota 20 settembre 2021, AOODGSIP 2046

Ministero dell’Istruzione
Dipartimento per il Sistema Educativo di Istruzione e Formazione
Direzione Generale per lo Studente, l’Inclusione e l’Orientamento scolastico
UFF. II

Ai Direttori Generali degli Uffici Scolastici Regionali
Al Sovrintendente Scolastico per la Provincia di Bolzano
Al Sovrintendente Scolastico per la Provincia di Trento
All’ Intendente Scolastico per la Scuola in lingua tedesca
All’ Intendente Scolastico per la Scuola Località Ladine
Al Sovrintendente degli studi per la Regione Valle D’Aosta
Ai Dirigenti degli Ambiti Territoriali
e, p.c. Ai Docenti referenti per le Consulte Provinciali degli Studenti presso gli UU.SS.RR. e gli ATP
Ai Presidenti delle Consulte Provinciali degli Studenti

OGGETTO: Elezioni dei rappresentanti degli studenti delle Consulte Provinciali – aa.ss. 2021/22 e 2022/23.

Nota 17 settembre 2021, AOODGCASIS 2813

Ministero dell’istruzione
Dipartimento per le risorse umane, finanziarie e strumentali
Direzione Generale per i sistemi informativi e la statistica

Ai Dirigenti scolastici /Coordinatori didattici delle istituzioni scolastiche di ogni ordine e grado statali e paritarie
e, p.c. Ai Direttori degli Uffici Scolastici Regionali
Ai Dirigenti degli Ambiti Territoriali
Al Sovrintendente Scolastico per la Regione Valle d’Aosta
Al Sovrintendente Scolastico per la Provincia di Trento
Al Sovrintendente Scolastico per la scuola in lingua italiana di Bolzano
All’Intendente Scolastico per la scuola in lingua tedesca di Bolzano
All’Intendente Scolastico per la scuola delle località ladine di Bolzano
Ai Referenti Regionali e Provinciali dell’Anagrafe degli studenti

OGGETTO: Anno Scolastico 2021/2022 – Attività di aggiornamento dell’Anagrafe Nazionale degli Studenti.

Nota 10 giugno 2021, AOODGCASIS 1803

Ministero dell’Istruzione
Dipartimento per le risorse umane, finanziarie e strumentali
Direzione Generale per i sistemi informativi e la statistica

Ai Dirigenti/ Coordinatori scolastici delle istituzioni scolastiche statali e paritarie
e p.c. Al Capo Dipartimento per la programmazione e la gestione delle risorse umane, finanziarie e strumentali
Al Capo Dipartimento per il sistema educativo di istruzione e formazione
Al Direttore Generale per gli ordinamenti scolastici e la valutazione del sistema nazionale di istruzione
Agli Uffici Scolastici per Ambito Territoriale e Direzioni Generali Regionali
Al Sovrintendente Scolastico per la Regione Valle d’Aosta
Al Sovrintendente Scolastico per la Provincia di Trento
Al Sovrintendente Scolastico per la scuola in lingua italiana di Bolzano
All’Intendente Scolastico per la scuola in lingua tedesca di Bolzano
All’Intendente Scolastico per la scuola delle località ladine di Bolzano

OGGETTO: Comunicazione esiti finali in Anagrafe Nazionale Studenti – a.s. 2020/2021.

Incontro con il Forum degli Studenti

Il Ministro dell’Istruzione, Professor Patrizio Bianchi, ha incontrato oggi in videoconferenza il Forum degli Studenti. Durante il suo incontro con i rappresentanti delle ragazze e dei ragazzi delle scuole secondarie di II grado, il Ministro ha esposto priorità e linee guida della collaborazione tra il Ministero e il Forum e richiesto a studentesse e studenti la redazione di un cronoprogramma dettagliato, anche nell’ottica di una legge nazionale per il diritto allo studio.

“Vi ringrazio innanzitutto per essere qui – ha esordito il Ministro -. Viviamo un anno complicato, non solo a causa della pandemia, che in molti casi ha reso più evidenti problemi ereditati dal passato. Abbiamo voluto uno stanziamento di risorse importante nel Piano nazionale di ripresa e resilienza (PNRR) su due temi particolarmente urgenti: la dispersione scolastica e l’adeguamento di strutture e infrastrutture, due emergenze che aggravano il divario tra il Nord e il Sud del Paese. A questi problemi si sono aggiunte le difficoltà contingenti, come la necessità di ricorrere alla didattica a distanza e quella di adeguare la formazione dei docenti”.

“Il problema centrale, sul quale vi chiedo di essere ancora più presenti e propositivi – ha poi detto il Ministro, rivolgendosi ai rappresentanti del Forum – è quale debba essere il ruolo della scuola nel modello di sviluppo italiano. In passato si è lavorato anche positivamente, voglio riconoscerlo. Ma molto resta da fare. Dobbiamo tutti insieme impegnarci per capire come sarà la scuola dopo la pandemia, anche attraverso una riflessione sull’autonomia scolastica. L’emergenza epidemiologica separa la scuola novecentesca da quella che dovremo lasciare alle ragazze e ai ragazzi che verranno dopo di voi. Una legge per il diritto allo studio deve occuparsi di sviluppo, di sostenibilità, non solo ambientale. Deve dare massima attenzione al sistema 0-6, perché i problemi che si verificano in quella fascia non si recuperano più. Deve espressamente prevedere un capitolo sull’orientamento, perché il picco della dispersione si registra nel passaggio dalla secondaria di primo grado a quella di secondo grado. Deve dare assoluta centralità all’integrazione delle studentesse e degli studenti con disabilità, per dimostrare concretamente che nessuno viene lasciato indietro”.