Archivi tag: Libri

Nota 14 luglio 2021, AOODGSIP 1603

Ministero dell’Istruzione
Dipartimento per il sistema educativo di istruzione e di formazione Direzione Generale per lo Studente, l’Inclusione e l’Orientamento scolastico

Ai Dirigenti Scolastici degli Istituti Scolastici di ogni ordine e grado
LORO SEDI

Oggetto: Iniziativa nazionale #ioleggoperché – Edizione 2021, dal 20 al 28 novembre 2021.

Festa Liberazione al Salone Internazionale del Libro

Il Salone Internazionale del Libro di Torino celebra il 25 aprile con i consigli di lettura sulla Resistenza

Dal 23 aprile su www.salonelibro.it

Il Salone Internazionale del Libro di Torino celebra la giornata del 25 aprile, con i suoi valori di libertà, uguaglianza e giustizia, attraverso saggi, romanzi e libri per ragazzi che raccontano e riflettono sulla Resistenza. 

In occasione della Festa della Liberazione, da venerdì 23 aprile sul sito www.salonelibro.it una bibliografia online, ragionata e motivata, proporrà ai lettori un’ampia rosa di titoli dedicati alla Liberazione e alla lotta contro il nazifascismo. Un modo per rendere omaggio a donne e uomini, giovanissimi e adulti, che agirono con coraggio e amore per la libertà e contribuirono a liberare l’Italia dall’occupazione fascista e nazista, dando inizio a una nuova fase nella storia del Paese, che vide i suoi momenti fondanti nel referendum istituzionale del 2 giugno 1946 – che dichiarò la fine della monarchia – e nella Costituzione della Repubblica italiana del 27 dicembre 1947, che garantisce tuttora le libertà civili.

Sono una sessantina titoli selezionati, tra saggi, romanzi, graphic novel e libri per ragazzi. Ciascuna proposta sarà accompagnata dalle motivazioni degli editori, affinché i lettori possano facilmente orientarsi nella scelta del libro che reputerà più adatto.

La proposta dei consigli di lettura sul tema della Resistenza si inserisce nell’iniziativa delle bibliografie tematiche online, inaugurata dal Salone Internazionale del Libro di Torino in occasione dell’appuntamento digitale Vita Nova a dicembre 2020 (con i suggerimenti di libri legati alle tematiche sviluppate dagli incontri online) e proseguita con i titoli selezionati in occasione del Giorno della memoria a gennaio 2021, con I libri dell’amore proposti per San Valentino, con i volumi scelti per riflettere sulla Giornata internazionale dei diritti della donna a marzo 2021 e con il percorso bibliografico sullaGiornata dell’acqua ad aprile. Le bibliografie tematiche sono sempre disponibili online su www.salonelibro.i.

220.000 NUOVI LIBRI IN ARRIVO ALLE SCUOLE

220.000 NUOVI LIBRI IN ARRIVO ALLE SCUOLE GRAZIE A #IOLEGGOPERCHÈ, LA GRANDE INIZIATIVA DI AIE A FAVORE DELLE BIBLIOTECHE SCOLASTICHE

Il Contributo editori 2019 e 2020 è in arrivo nelle librerie

Ecco i 10 istituti vincitori del contest #ioleggoperché tra le oltre 300 candidature pervenute: a loro, grazie a SIAE, 10 buoni-libri da 1.000 euro per l’acquisto di libri

Levi (AIE): “In cinque anni abbiamo portato 1,4 milioni di libri nuovi nelle scuole grazie a questo progetto. Siamo certi che le biblioteche scolastiche siano una “infrastruttura della lettura” indispensabile. Per questo, anche con tutti i disagi legati all’emergenza, #ioleggoperché doveva esserci”

Milano, 22 marzo 2021 – Sono ben220mila i libri nuovi donati dagli editori, in arrivo alle scuole, a partire da questa settimana, grazie a #ioleggoperché, la grande iniziativa dell’Associazione Italiana Editori (AIE) a favore delle biblioteche scolastiche. 

Con la consegna del contributo editori – costituito dai 120.000 nuovi libri donati alle biblioteche scolastiche per questa edizione, che vanno ad aggiungersi ai 100.000 dell’edizione precedente rimasti bloccati nel marzo scorso a causa dello scoppio della pandemia e oggi finalmente in consegna – si chiude la quinta edizione del progetto: i pacchi del contributo Editori dell’edizione 2020 e dell’edizione 2019 verranno consegnati nelle librerie entro fine marzo, destinati alle scuole che ne avevano fatto già richiesta, per una o per entrambe le edizioni. E porteranno il totale dei nuovi libri arrivati nelle scuole grazie all’iniziativa nelle sue cinque edizioni a un milione e quattrocentomila (1.388.000, per la precisione): “Un numero straordinario – ha sottolineato il presidente di AIE, Ricardo Franco Levi – con cui accrescere la dotazione di libri nuovi delle biblioteche scolastiche. Siamo convinti del ruolo delle scuole – e delle biblioteche nelle scuole nello specifico – come infrastruttura primaria della lettura. E’ sulla base di questa convinzione che, pur riconoscendo che è stata un’edizione molto complessa, anche nella sua parte logistica, a causa delle varie restrizioni di movimento e di consegne, #ioleggoperché doveva svolgersi, come atto di responsabilità sociale e come segno concreto di risposta ai bisogni degli studenti e degli insegnanti. E questo grazie al Ministero della Cultura – Direzione Generale Biblioteche e Diritto d’Autore e a Centro per il libro e la lettura, e sempre in collaborazione con il Ministero Istruzione- Direzione Generale per lo Studente, l’Inclusione e l’Orientamento Scolastico”.

Insieme ai libri donati dagli editori (l’elenco degli editori che hanno contribuito è visibile qui) si consegneranno anche i volumi di Banca d’Italia, che con #ioleggoperché ha avviato nel 2019 un percorso di letture per promuovere nei giovani una corretta cultura economica. Nel quadro del programma di educazione finanziaria nelle scuole, avviato con il Ministero dell’Istruzione, dell’Università e della Ricerca, la Banca d’Italia ha realizzato alcune pubblicazioni destinate alle scuole, per trasmettere i contenuti in modo semplice. “I quaderni didattici della Banca d’Italia” sono opuscoli per le scuole primarie e secondarie di 1° e 2° grado dedicati alla moneta e gli strumenti di pagamento alternativi al contante che aiutano i giovani a familiarizzare con i mezzi di pagamento con cui hanno o avranno a che fare nella vita quotidiana. Nei pacchi del contributo 2019 per le primarie c’è ancheTopolino, in un’edizione speciale con la versione a fumetti de l’Isola del Tesoro, e un volume sull’alimentazione per i ragazzidonato da Create Cures Foundation – Fondazione Valter Longo.

È arrivato a conclusione anche il contest per le scuole: sono stati assegnati i premi alle scuole vincitrici tra le 310 che hanno partecipato nell’edizione 2020. Grazie al supporto di SIAEalle 10 scuole vincitrici sono andati 10 buoni da 1.000 euro per l’acquisto di libri.  Queste le 10 scuole assegnatarie del premio, suddivise per grado, e che testimoniano una vera e propria mobilitazione per la lettura in un anno particolarmente complesso. Con immaginazione e creatività rigorosamente on line, alunni e studenti hanno dimostrato la propria passione per la lettura, inventando le modalità più originali e coinvolgenti – nel rispetto del DPCM – per promuovere le donazioni a favore della propria biblioteca scolastica.

SCUOLE INFANZIA: 

Un filo di relazioni

Scuola Dell’infanzia Papa Giovanni XXIII – Lecco

In collaborazione con Libreria Mascari5 – Lecco

Link: https://www.facebook.com/ScuolaInfanziaPapaGiovanniXXIII

L’ elefante e la bicicletta

Beppe Fenoglio – Alba (CN)

In collaborazione con Libreria Marameo – Alba

Link: https://www.facebook.com/events/376118443444975/?ti=as

Ogni libro è un viaggio…

Arcobaleno – Barbara (AN)

In collaborazione con Kamillo – Libreria per Ragazzi – Senigallia

Link:https://www.facebook.com/events/1064924113945953?acontext=%7B%22event_action_history%22%3A[%7B%22mechanism%22%3A%22surface%22%2C%22surface%22%3A%22edit_dialog%22%7D]%7D

SCUOLE PRIMARIA: 

#IOLEGGOPERCHÉ…un limite alle favole non c’è!

Via Rocca Cencia – Roma

In collaborazione con Mondadori Bookstore via Collatina – Roma

Link: https://www.facebook.com/labibliotecadiElisa/

Parola di Gianni Rodari!

Centro Via Roma – Iglesias (CI)

In collaborazione con Mondadori Bookstore Iglesias 

Link: https://www.facebook.com/events/410734980099082

TEMPO SOSPESO…libri R-esistenti

Don Bosco – Inveruno (MI)

In collaborazione con La Libreria Controvento – Inveruno (MI)

Link: https://www.facebook.com/Contest-ioleggoperch%C3%A92020-Inveruno-Tempo-Sospeso-103547684913598

SCUOLE I GRADO: 

Ioleggoperchè….Sono Contagiato Di-Verso

I.C. P. Il Vecchio – Gramsci – Bacoli (NA)

In collaborazione con Libreria Iocisto – Napoli

Link: https://www.facebook.com/events/3460962913949801

Allena-Mente! Storie al citofono.

Andrea Costa 6 – Imola (BO)

In collaborazione con Il Mosaico libreria dei ragazzi – Bologna

Link: https://www.facebook.com/storie.al.citofono

SCUOLE II GRADO: 

Leggere Lib(E)Ri

Liceo Classico L. Ariosto – Ferrara

In collaborazione con Libraccio Ferrara

Link: https://www.facebook.com/events/818328995626533

L’intervista contagiosa

IIIS Galilei-Di Palo – Salerno

In collaborazione con Mondadori Bookstore Salerno

Link: https://www.facebook.com/galileidipaloioleggo/

Per saperne di piùwww.ioleggoperche.it

#ioleggoperché è una iniziativa di AIE –Associazione Italiana Editori, sostenuta dal Ministero per i Beni e le attività culturali per il Turismo – Direzione generale Biblioteche e Diritto d’Autore, dal Centro per il libro e la lettura, in collaborazione con il Ministero dell’Istruzione – Direzione Generale per lo Studente, l’Inclusione e l’Orientamento, con l’Associazione Italiana Biblioteche (AIB), l’Associazione Librai Italiani (ALI), il Sindacato Italiano Librai e Cartolibrai (SIL), con il supporto di SIAE – Società Italiana Autori ed Editori, con il contributo di Pirelli e con il sostegno di Mediafriends e di Rai per il sociale.

Mediapartner: Corriere della Sera, Gruppo Mondadori, Repubblica, La7, Rai, SKY, Mediaset TGcom24, Giornale della Libreria e Illibraio.it

Technical Partner: Messaggerie Libri e Comieco  

Si ringrazia: Ibs.it

Social

Facebook: @ioleggoperche – https://www.facebook.com/ioleggoperche/

Twitter: @ioleggoperche – https://twitter.com/ioleggoperche

Instagram: @ioleggoperche – https://instagram.com/ioleggoperche

YouTube: https://www.youtube.com/ioleggoperchévideo

Lettura Primo Levi

A vent’anni dal primo Giorno della memoria, il 27 gennaio 2021, il Ministero dell’istruzione ha pubblicato “Lettura Primo Levi in occasione del Giorno della Memoria 2021” in collaborazione con il Centro Internazionale di Studi Primo Levi. Il libro accompagna la lettura di alcuni brani, scelti per lo più da I sommersi e i salvati,letti per l’occasione da Fabrizio Gifuni nella Biblioteca “Luigi De Gregori” e ripresi dall’Istituto Luce Cinecittà.

Scopo di questo piccolo volume: avvicinare gli studenti delle scuole secondarie all’ultima opera di Primo Levi, favorire la riflessione sulla Shoah e sulla condizione degli esseri umani in condizioni estreme.

Il libro è liberamente scaricabile:  https://www.scuolaememoria.it/_file/documenti/Area-didattica/LetturaPrimoLevi.pdf; il video delle letture si può richiedere mandando una mail a: info@scuolaememoria.it.

Anche durante le restrizioni dovute alla pandemia, la Biblioteca  continua ad aprire le sue porte anche in maniera virtuale: “Le biblioteche sono fontane, non serbatoi”  (Luigi De Gregori).

Nota 12 marzo 2021, AOODGOSV 5272

Ministero dell’Istruzione
Dipartimento per il sistema educativo di istruzione e formazione Direzione Generale per gli ordinamenti scolastici, la valutazione e l’internazionalizzazione del sistema nazionale di istruzione
Ufficio II

OGGETTO: Adozione dei libri di testo nelle scuole di ogni ordine e grado – anno scolastico 2021/2022.

#ioleggoperché: 300.000 libri donati da cittadini ed editori

#IOLEGGOPERCHÉ

LA GRANDE INIZIATIVA NAZIONALE DI AIE A FAVORE DELLE BIBLIOTECHE SCOLASTICHE, SORPRENDE ANCHE NELL’EDIZIONE PIÚ COMPLESSA DI SEMPRE

300.000 libri donati da cittadini ed editori, nonostante la situazione di quasi immobilità del Paese

Levi (AIE): “1milione e 300mila libri donati complessivamente alle scuole in cinque edizioni. E un risultato anche quest’anno straordinario: un italiano su 300, in questo momento in cui tutto è difficile, ha donato un libro alle scuole italiane”

Il Ministro Franceschini: “Nonostante la pandemia la risposta alla quinta edizione di #ioleggoperché è stata straordinaria.

Un segnale importante per il mondo del libro”

Il Ministro Azzolina: “Il successo di #ioleggoperché conferma il grande spirito di solidarietà che anima il nostro Paese e dimostra quanto sia radicata, per fortuna, la consapevolezza dell’importanza della lettura”

I titoli più donati? Il Piccolo Principe ma anche, tra gli altri, Storia di una gabbianella e del gatto che le insegnò a volare e, nell’anno di Rodari, le sue Favole al telefono

Milano, 17 dicembre 2020 – Un’edizione ben oltre le previsioni. La quinta edizione di #ioleggoperché, la grande maratona nazionale di solidarietà a favore delle biblioteche scolastiche, fortemente voluta e organizzata dall’Associazione Italiana Editori (AIE), pur nel difficile quadro della pandemia da Covid – con ben 8 Regioni in regime di “zona rossa”-, ha mostrato non solo la sua tenuta ma una vera e propria affezione di scuole, famiglie, istituzioni, media.

Trecentomila libri donati da cittadini ed editori (200mila dagli italiani e 100mila dagli editori), 13.109 scuole iscritte omogeneamente tra Nord, Centro, Sud Italia e isole e 2.577 librerie aderenti sono i numeri che testimoniano il bisogno irrinunciabile di libri e di lettura a partire dai primissimi anni di scolarizzazione. Un dato confermato dall’altissima percentuale di iscrizioni, provenienti soprattutto dalle scuole dell’Infanzia (39% degli iscritti) e dalle primarie (37%) rispetto alle secondarie di primo grado (17%) e secondarie di secondo grado (7%).

“Oltre 1milione e 300mila libri donati alle scuole in cinque edizioni è un numero impressionante – ha sottolineato il presidente di AIE, Ricardo Franco Levi -. È straordinario come anche quest’anno circa un italiano su 300 sia uscito di casa, nelle zone arancioni e gialle del nostro Paese, e con autocertificazione nelle zone rosse, per donare un libro alle biblioteche scolastiche. Nonostante le limitazioni negli spostamenti, i divieti di assembramento, le scuole secondarie di secondo grado e parte delle secondarie di primo grado in didattica a distanza, i centri commerciali chiusi in tante regioni nei due weekend interessati dalla nostra iniziativa, l’atto di donare un libro a una scuola è ormai sentito come un dovere civico da parte di tantissimi cittadini che vedono nella lettura un diritto irrinunciabile per i nostri bambini e ragazzi. È una testimonianza bella, la più bella di questi mesi, perché vede concorrere ciascuno di noi alla crescita del paese e dei territori”.

Un grande gioco di squadra che ha coinvolto persino il Presidente della Repubblica Sergio Mattarella, che ha sancito il “valore culturale e civico” di questa iniziativa, specialmente in questo complesso periodo, e il Sottosegretario alla Presidenza del Consiglio dei Ministri con delega all’Informazione e all’Editoria Andrea Martella, che le ha riconosciuto il ruolo di “patrimonio culturale del nostro Paese”.

“Nonostante la pandemia – ha dichiarato il Ministro per i beni e le attività culturali e per il turismo Dario Franceschini – la risposta alla quinta edizione di #ioleggoperché è stata straordinaria. Grazie alla generosità di tanti lettori e lettrici, e all’impegno degli editori, le alunne e gli alunni di moltissime scuole hanno ora una biblioteca più ricca alla quale attingere per le proprie letture. Un segnale importante per il mondo del libro, che conferma la tendenza degli ultimi mesi di un significativo ritorno alla lettura”.

“Il successo di #ioleggoperché conferma il grande spirito di solidarietà che anima il nostro Paese – ha commentato la Ministra dell’Istruzione, Lucia Azzolina – e dimostra quanto sia radicata, per fortuna, la consapevolezza dell’importanza della lettura. Ringrazio tutti coloro che hanno donato alle scuole questi libri. Si tratta di un gesto importantissimo: le nostre studentesse e i nostri studenti potranno usufruire di un patrimonio librario ancora più ampio. Il successo di questa iniziativa è un grande segnale: promuovere la lettura, in una fase come quella che stiamo vivendo, è ancora più importante. Esplorare nuovi mondi, conoscere nuove storie, saper volare con la fantasia è ancora il modo migliore per imparare ad affrontare in modo costruttivo la realtà. Ringrazio l’AIE, per averci regalato, anche quest’anno, questo appuntamento, probabilmente più complesso da organizzare, ma proprio per questo ancora più bello e necessario”.

Le donazioni hanno rispecchiato, in termini di distribuzione geografica, l’omogeneità delle iscrizioni da parte delle scuole: Nord Est (34%), Nord Ovest (29%), Centro (22%), Sud Italia e Isole (15%) (il dettaglio è disponibile qui). Le regioni in cui si è donato di più nell’edizione 2020, nonostante le restrizioni in corso, sono Emilia Romagna (18%), Lombardia (17,9%) e Veneto (11,7%) seguite da Toscana, Piemonte, Lazio, Marche, Puglia e Sicilia (il dettaglio è disponibile qui).

In testa alla classifica delle province e dei comuni più prodighi svettano i grandi capoluoghi, MilanoRoma, Torino, Bologna, ma tra i primi venti ci sono anche centri più piccoli e province come Modena, Rimini e Carpi al Nord, Chieti e Bari scendendo verso Sud.

Tra i titoli più amati, richiesti dalle scuole e donate dai cittadini, svetta ancora una volta Il Piccolo Principe, seguito quest’anno da I colori delle emozioni di Anna Llenas, la Storia di una gabbianella e del gatto che le insegnò a volare di Luis Sepùlveda, Il Gruffalò di Julia Donaldson e, nell’anno di Rodari, le sue Favole al telefono (il dettaglio è disponibile qui).

La grande maratona si è aperta sabato 21 novembre con il passaggio di testimone con Libriamoci. Giornata di letture nelle scuole! del Centro per il Libro e la Lettura del Mibact con una attività congiunta partita sui canali social e ripresa da tutti i soggetti in campo – scuole, librerie, istituzioni, editori e autori, personaggi della cultura e dello spettacolo, televisioni e stampa – incentrata sul comune messaggio “Un libro unisce, sempre”. L’attività ha coinvolto, tra gli altri, i Ministri Franceschini e Azzolina, l’ambassador Rudy Zerbi, personaggi dello spettacolo come Roberto Vecchioni, Orietta Berti, Ambra, gli attori della fiction “Un posto al sole” (la trasmissione che quest’anno ha fatto vivere la campagna all’interno della sceneggiatura in ben 3 puntate), tanti scrittori – da Bernard Friot a Stefania Auci, da Luigi Garlando a Beppe Severgnini, tra gli altri -, personaggi come Ilaria Capua, giornalisti, fino ai protagonisti del mondo del calcio come il CT della Nazionale Roberto Mancini. Una giornata di impegno comune che sui social ha raccolto 600.000 impression, raggiungendo potenzialmente 1 milione e 630 persone.

La mobilitazione sui social media dell’intera campagna, del resto, è stata particolarmente significativa: gli account social di #ioleggoperché hanno generato infatti un totale di quasi 4.500.000 impression raggiungendo una copertura di oltre 5 milioni di persone tra Facebook, Instagram e Twitter.

Ancora una volta, la staffetta lanciata da AIE ha trovato un convinto sostegno anche nel mondo della TV con una campagna di comunicazione sociale sulle reti Rai (con il sostegno di Rai per il sociale), Mediaset (con il sostegno di Mediafriends Onlus), Sky e La7 per 150 passaggi dello spot durante i 10 giorni di campagna. Sono state decine i passaggi redazionali nelle principali trasmissioni televisive e radiofoniche di ambito generalista e migliaia gli articoli su carta stampata e web, nazionali e locali. Diciassette gli interventi in trasmissioni radio-televisive di punta, con interviste, testimonianze e appelli all’adesione alla manifestazione.

#ioleggoperché però non finisce qui.

Con grande intraprendenza e creatività, 310 scuole hanno partecipato al contest #ioleggoperché 2020: superando i limiti e le difficoltà del periodo, studenti, librai, insegnanti e famiglie si sono inventati le modalità più originali e coinvolgenti – nel rispetto del DPCM vigente – per raggiungere le persone che non hanno potuto recarsi in libreria. Le dieci più creative saranno premiate a fine gennaio grazie al supporto di SIAE, con 10 buoni da 1.000 euro per l’acquisto di libri.

Parte ora inoltre la fase del contributo degli Editori, che doneranno 100.000 nuovi libri alle biblioteche scolastiche. I pacchi del contributo editori 2020 verranno consegnati nella primavera 2021 nelle librerie, destinati alle scuole che ne hanno fatto richiesta entro i termini, insieme a quelli dell’edizione 2019 che, con le scuole chiuse a causa del Covid, non sono stati consegnati a Marzo 2020.

Per saperne di più:

www.ioleggoperche.it

—————–

#ioleggoperché è una iniziativa di AIE – Associazione Italiana Editori, sostenuta dal Ministero per i Beni e le attività culturali per il Turismo – Direzione generale Biblioteche e Diritto d’Autore, dal Centro per il libro e la lettura, in collaborazione con il Ministero dell’Istruzione – Direzione Generale per lo Studentel’Inclusione e l’Orientamento, con l’Associazione Italiana Biblioteche (AIB), l’Associazione Librai Italiani (ALI), il Sindacato Italiano Librai e Cartolibrai (SIL), con il supporto di SIAE – Società Italiana Autori ed Editori, con il contributo di Pirelli e con il sostegno di Mediafriends e di Rai per il sociale.

Mediapartner: Corriere della Sera, Gruppo Mondadori, Repubblica, La7, Rai, SKY, Mediaset TGcom24, Giornale della Libreria e Illibraio.it

Technical Partner: Messaggerie Libri e Comieco 

Si ringrazia: Ibs.it

Social

Facebook: @ioleggoperche – https://www.facebook.com/ioleggoperche/

Twitter: @ioleggoperche – https://twitter.com/ioleggoperche

Instagram: @ioleggoperche – https://instagram.com/ioleggoperche

YouTube: https://www.youtube.com/ioleggoperchévideo

Cento Libri – Leggere leggeri

Martedì 24 novembre alle ore 11.00, la Ministra Lucia Azzolina partecipa alla presentazione del progetto pilota “Cento Libri – Leggere leggeri”, realizzato in collaborazione con “Piccoli Maestri”, Associazione che da anni promuove nelle scuole iniziative per appassionare ragazze e ragazzi alla lettura.

Cento fra scrittrici e scrittori si metteranno a disposizione delle istituzioni scolastiche di secondo grado per organizzare incontri di lettura a distanza di testi selezionati fra i 100 che i “Piccoli Maestri” hanno individuato per l’iniziativa.

Alla presentazione saranno presenti, in videoconferenza, ragazzi e insegnanti provenienti da due delle scuole che prenderanno parte al progetto.

Con la Ministra parteciperanno al lancio la scrittrice Stefania Auci, lo scrittore, docente e giornalista Marco Lodoli, la scrittrice Elena Stancanelli, dell’Associazione “Piccoli Maestri”.

#IOLEGGOPERCHÉ

TORNA #IOLEGGOPERCHÉ, ECCEZIONALMENTE A NOVEMBRE E A PROVA DI COVID-19

Al via a partire da oggi la quinta edizione della grande iniziativa sociale che ha portato sino ad ora oltre 1milione di libri nuovi nelle biblioteche scolastiche di tutta Italia

L’appuntamento per donare un libro è dal 21 al 29 novembre 2020

AIE, Mibact e Cepell, in collaborazione con Ministero dell’Istruzione, per la prima volta insieme per realizzarlo

Iscrizioni aperte per le scuole e le librerie sul sito www.ioleggoperche.it dal 21 settembre

Torna, eccezionalmente a novembre,#ioleggoperché, la grande iniziativa sociale che punta a formare nuovi lettori, rafforzando nella quotidianità dei ragazzi l’abitudine alla lettura grazie alla creazione e al potenziamento delle biblioteche scolastiche.

“Un progetto che in soli quattro anni ha portato oltre un milione di libri nelle scuole italiane – ricorda il presidente dell’Associazione Italiana Editori (AIE), Ricardo Franco Levi – e che in un momento così difficile non poteva non esserci, come atto di responsabilità sociale e come segno concreto di risposta ai bisogni degli studenti e degli insegnanti. L’edizione 2020 è quindi eccezionale non solo per la data, ma soprattutto perché realizzata da AIE, per la prima volta insieme a Ministero per i Beni e le Attività Culturali e per il Turismo – Direzione Generale Biblioteche e Diritto d’Autore e a Centro per il libro e la lettura, in collaborazione con il Ministero Istruzione– Direzione Generale per lo Studente, l’Inclusione e l’Orientamento Scolastico. Le Istituzioni lavoreranno insieme a noi per realizzarla, con ritmi serratissimi e a prova di Covid-19”.

L’edizione 2020 – che conferma la collaborazione con l’Associazione Librai Italiani (ALI) e il Sindacato Italiano Librai e Cartolibrai (SIL), con l’Associazione Italiana Biblioteche(AIB), il supporto di SIAE – Società Italiana degli Autori ed Editori, il contributo di Pirelli e il sostegno di Mediafriends – parte oggi e culminerà nel periodo 21 – 29 novembre.

“#ioleggoperché riparte con forza ed entusiasmo per avvicinare i ragazzi alla lettura, far loro comprendere il fascino di immergersi nel mondo della fantasia e della immaginazione -sottolinea il Ministro per i Beni e le Attività Culturali e per il Turismo, Dario Franceschini”. Grazie alla collaborazione tra scuola, editori e istituzioni, anche quest’anno sarà possibile portare tanti bambini e ragazzi a essere nuovi lettori, studenti di oggi e cittadini di domani”.

Si rafforzano così le azioni comuni di promozione della lettura, a partire dalla sinergia con Libriamoci. Giornate di lettura nelle scuole. La settima edizione, in programma dal 16 al 21 novembre, anticipa e annuncia le giornate clou di #ioleggoperché in un ideale passaggio di testimone che vede nella fine di una campagna l’inizio dell’altra:

“La rinnovata e intensificata alleanza tra #ioleggoperché e Libriamoci. Giornate di lettura nelle scuole – commenta in proposito Diego Marani, Presidente del Centro per il libro e la lettura – è la risposta concreta alla necessità di un impegno costante nella diffusione della cultura del libro tra i più giovani, soprattutto in un momento come questo. La continuità temporale tra le due campagne, ognuna arricchita dalla profonda sinergia con l’altra, sottolinea proprio questo aspetto: un lavoro sempre in divenire fatto di obiettivi condivisi e reciproco sostegno”.

Un grande lavoro di squadra che, a partire dagli editori e dalle Istituzioni, coinvolge ancora una volta librerie, biblioteche, media, tutte le tv (Rai, Sky, La7, Mediaset TgCom24) e privati cittadini per formare i lettori di domani. Tutti insieme per arricchire il patrimonio di libri delle scuole italiane.

“Nell’anno scolastico che sta iniziando, la scuola italiana sarà chiamata a sostenere un ruolo ancor più fondamentale del solito – dichiara la Ministra dell’Istruzione, Lucia Azzolina -. In un momento tanto delicato, accompagneremo studentesse e studenti – e quindi l’intero Paese – verso una nuova normalità. Un’iniziativa come #ioleggoperché aiuta questo percorso e riassume tutti i valori più importanti cui ci ispiriamo: amore per la cultura, impegno nel garantire la qualità della formazione delle ragazze e dei ragazzi, solidarietà. Per questo il Ministero dell’Istruzione tiene molto a una campagna che si inserisce perfettamente nel solco delle decisioni che abbiamo adottato in questi mesi, con provvedimenti come lo stanziamento di 236 milioni di euro per la fornitura gratuita di libri di testo e dispositivi digitali agli studenti meno abbienti o ancora di ulteriori 3 milioni per i corredi scolastici. La lettura è uno degli elementi chiave nella crescita culturale e personale e tutte le iniziative che la favoriscono potranno sempre contare sul nostro concreto sostegno”.

Dal 21 settembre le scuole italiane(primarie, secondarie di primo e secondo grado e scuole d’infanzia) e le librerie potranno iscriversi sulla piattaforma www.ioleggoperche.itche, successivamente, dal 28 settembre, permetterà loro di gemellarsi con le librerie aderenti.

#ioleggoperché 2020 sarà “a prova di Covid-19”: per agevolare le donazioni e garantire la meccanica dell’iniziativa in questo anno particolare, sulla piattaforma www.ioleggoperche.itverranno infatti segnalate le librerie che dispongono anche di modalità di acquisto a distanza, così da evitare situazioni di assembramento nei punti vendita dal 21 al 29 novembre, quando tutti gli italiani potranno acquistare un libro da donare a una scuola.

È prevista intanto, sempre nelle prossime settimane, la consegna alle librerie dei pacchi del contributo-editori 2019, destinati alle scuole che ne avevano fatto richiesta durante la scorsa edizione, bloccati fino ad ora a causa dell’emergenza.

#ioleggoperché è una iniziativa di AIE –Associazione Italiana Editori, sostenuta dal Ministero per i Beni e le attività culturali per il Turismo – Direzione generale Biblioteche e Diritto d’Autore, dal Centro per il libro e la lettura, in collaborazione con il Ministero dell’Istruzione – Direzione Generale per lo Studente, l’Inclusione e l’Orientamento, con l’Associazione Italiana Biblioteche (AIB), l’Associazione Librai Italiani (ALI), il Sindacato Italiano Librai e Cartolibrai (SIL), con il supporto di SIAE – Società Italiana Autori ed Editori, con il contributo di Pirelli e con il sostegno di Mediafriends.

Mediapartner: Corriere della Sera, Gruppo Mondadori, Repubblica, La7, Rai, SKY, Mediaset TGcom24.

Technical Partner: Messaggerie Libri e Comieco 

Per saperne di piùwww.ioleggoperche.it

Social

Facebook: @ioleggoperche – https://www.facebook.com/ioleggoperche/

Twitter: @ioleggoperche – https://twitter.com/ioleggoperche

Instagram: @ioleggoperche – https://instagram.com/ioleggoperche

YouTube: https://www.youtube.com/ioleggoperchévideo

BOOKCITY MILANO 2020

Milano, 17 novembre 2020. Si è conclusa domenica 15 novembre la nona edizione di BOOKCITY MILANO, la manifestazione, dedicata al libro e alla lettura, che quest’anno si è svolta interamente in streaming e che ha coinvolto l’intera filiera del libro, editori grandi e piccoli, librai, bibliotecari, autori, traduttori, grafici, illustratori, blogger, studenti, professori, lettori occasionali o forti, di ogni età.


BOOKCITY MILANO 2020 è stata un’edizione speciale: tutti gli appuntamenti sono stati declinati in formato digitale per rispondere alle nuove direttive legate all’emergenza sanitaria, permettendo a BookCity di raggiungere nuovi pubblici e, con la potenza delle parole, abbracciare virtualmente tutta l’Italia.

“L’edizione digitale 2020 di BookCity Milano, che abbiamo affrontato con trepidazione, è stata ricca di sorprese e di soddisfazioni. È stata, prima di tutto, l’occasione per raggiungere pubblici diversi e lontani mettendo a loro disposizione una grande quantità di contenuti. Inoltre, tutti coloro che non hanno potuto seguire gli eventi direttamente lo potranno fare in un momento successivo accedendo al sito www.bookcitymilano.it. In questa edizione abbiamo purtroppo dovuto fare a meno del contatto diretto con il pubblico, ci sono mancati i sorrisi, gli applausi, le chiacchiere, l’entusiasmo dei volontari e tutto ciò che caratterizza una manifestazione dal vivo; abbiamo però sentito l’affetto, la solidarietà e il sostegno dei partner, delle istituzioni, di tutti i soggetti che rappresentano la filiera del libro e, soprattutto, del pubblico” dichiara il Comitato di indirizzo di BOOKCITY MILANO.

Il pubblico ha potuto seguire molti appuntamenti in diretta dal sito www.bookcitymilano.it e un ricco palinsesto di eventi sulle pagine Facebook e YouTube. A farsi veicolo degli eventi sono stati anche i siti e i canali social di giornali, case editrici, associazioni, fondazioni coinvolte nella manifestazione.


2.071.400 ad oggi le visualizzazioni video;
701.737 le visualizzazioni di pagina del sito www.bookcitymilano.it
551.470 le persone raggiunte dai canali proprietari di BookCity Milano dove si è svolta la manifestazione – sito web, pagina Facebook e canale YouTube –, di cui il 40% fuori dalla Lombardia;
567.700 le visualizzazioni dei contenuti pubblicati su Twitter e Instagram (stories);

678 eventi;
500 ore di programmazione online;
260 case editrici coinvolte; 
782 libri presentati.

A questi numeri vanno ovviamente aggiunte le visualizzazioni e le interazioni sui canali (siti, Facebook, YouTube, Instagram, Zoom…) degli editori, delle associazioni, delle librerie e di tutte le realtà che hanno partecipato a BOOKCITY MILANO 2020.

BOOKCITY MILANO prosegue la sua attività con periodici appuntamenti per realizzare il progetto La Lettura Intorno nei quartieri di Milano, con BookCity per le Scuole e BookCity Università.

BOOKCITY MILANO è promosso dall’Assessorato alla Cultura del Comune di Milano e dall’Associazione BookCity Milano, costituita da Fondazione Corriere della Sera, Fondazione Giangiacomo Feltrinelli, Fondazione Umberto e Elisabetta Mauri e Fondazione Arnoldo e Alberto Mondadori.

BookCity Milano è sostenuto da Intesa Sanpaolo (main partner), da Audi (special partner), da Esselunga (premium partner), da Fondazione Cariplo. Partecipano inoltre Borsa Italiana, Enel, Pirelli, Burgo Group, Federazione Carta e Grafica, Spazio Lenovo, Fondazione AEM, Messaggerie Libri SpA, Rotolito, Action Aid (charity partner), Bird&Bird. BCM è realizzato sotto gli auspici del Centro per il Libro e la Lettura, in collaborazione con AIE (Associazione Italiana Editori), ALI (Associazione Librai Italiani), AIB (Associazione Italiana Biblioteche) e LIM (Librerie Indipendenti Milano) e con il patrocinio di Regione Lombardia.

Sono media partner dell’edizione 2020 di BOOKCITY MILANO: Corriere della Sera, Gruppo Mondadori, RAI Radio3, la Feltrinelli, ibs.itilLibraio.it.

#BCM2020 | Facebook: BookCity Milano | Twitter: @BOOKCITYMILANO | Instagram: @bookcitymilano

Torna #IOLEGGOPERCHÉ

Torna #IOLEGGOPERCHÉ:

più di 2 milioni e mezzo di bambini e ragazzi, oltre 13.000 scuole e 2.500 librerie mobilitati su tutto il territorio italiano per potenziare le biblioteche scolastiche

Levi (AIE): “#ioleggoperché non si ferma, ancora una volta al fianco delle scuole. Ora possiamo, tutti insieme, fare ancora di più: doniamo un libro alle scuole dal 21 al 29 novembre

Il Ministro Franceschini: “Vorrei ringraziare AIE e tutti coloro che hanno contributo a vario titolo a questa edizione di #ioleggoperché. Chi si avvicina a una cosa così splendida come la lettura se la porta dietro per tutta la vita. Credo dovremo investire su questo”.

Il Ministro Azzolina: “Donare un libro ad una scuola o ad una biblioteca vuol dire lasciare che un seme germoglierà altrove, infinite volte. Mi auguro per questo una larga partecipazione”

Milano, 17 novembre 2020 – Più di 2milioni e mezzo di bambini e ragazzi coinvolti, oltre 13mila scuole, più di 2500 librerie mobilitate e aperte su tutto il territorio nazionale: sono questi i numeri straordinari dell’edizione 2020 di #ioleggoperché, il grande progetto sociale promosso e coordinato dall’Associazione Italiana Editori (AIE) per la creazione e il potenziamento delle biblioteche scolastiche.

L’iniziativa – che entrerà nel vivo dal 21 al 29 novembre – è sostenuta dal Ministero per i Beni e le attività culturali per il Turismo – Direzione generale Biblioteche e Diritto d’Autore, dal Centro per il libro e la lettura del MIBACT, in collaborazione con il Ministero dell’Istruzione – Direzione Generale per lo Studente, l’Inclusione e l’Orientamento, con l’Associazione Italiana Biblioteche (AIB), l’Associazione Librai Italiani (ALI), con il Sindacato Italiano Librai e Cartolibrai (SIL), con il patrocinio del Presidenza del Consiglio dei Ministri – Dipartimento Informazione ed Editoria e con il supporto di SIAE – Società Italiana Autori ed Editori.

Dal 21 al 29 novembre prossimi, nelle oltre 2500 librerie che hanno aderito al progetto, tutti gli italiani potranno donare un libro a una scuola, scegliendo un titolo che ritengono immancabile in una biblioteca scolastica tra quelli suggeriti dagli istituti (attraverso la piattaforma ogni scuola ha infatti comunicato alla libreria gemellata i propri desiderata, fornendo così un utile suggerimento a chi vuole donare) o semplicemente in base alle proprie preferenze. 

Nell’anno difficile del Covid sul sito ioleggoperche.it sarà possibile, eccezionalmente, donare anche a distanza: circa la metà delle librerie ha infatti segnalato modalità alternative di donazione rispetto all’ingresso fisico nei punti vendita: “Nell’anno dell’emergenza e della difficoltà essere qui non era scontato ma era la nostra grande sfida proprio per essere al fianco delle scuole – ha sottolineato il presidente dell’AIE, Ricardo Franco Levi -. Il nostro progetto, forte della consapevolezza del ruolo insostituibile delle biblioteche scolastiche nel contribuire a garantire eque possibilità di lettura e istruzione a tutti gli studenti, ha portato fino a ora oltre 1milione di libri nelle scuole. Ce l’abbiamo messa tutta, siamo riusciti ad arrivare ancora una volta qui, soprattutto grazie al sostegno delle Istituzioni, e ancora una volta la risposta è stata sorprendente: in poco più di un mese e mezzo oltre 13mila scuole si sono iscritte, pari a 2milioni e mezzo di bambini e oltre 114mila classi coinvolte. Ora possiamo fare, tutti insieme, ancora di più: doniamo un libro alle scuole dal 21 al 29 novembre”.

Vorrei ringraziare AIE e tutti coloro che hanno contributo a vario titolo a questa edizione di #ioleggoperché – ha commentato il Ministro per i Beni e le attività culturali per il Turismo, Dario Franceschini -. Sarà un’edizione diversa dalle altre, come è diversa questa stagione di emergenza che ci ha costretto a vivere molte cose in modo inaspettato. In ogni crisi resta però una traccia positiva: il lockdown ci ha fatto riscoprire spazi di silenzio e non a caso molti hanno riscoperto il piacere della lettura. Credo che questo resterà: chi si avvicina a una cosa così splendida se la porta dietro per tutta la vita. Credo dovremo investire su questo. E credo che ormai molte persone, anche decisori politici, abbiano capito l’importanza che ha nelle nostre società – e in particolare in Italia – l’investimento in cultura”.

“La lettura ci unisce, anche nei momenti più difficili. – ha sottolineato il Ministro dell’Istruzione, Lucia Azzolina -. “Un libro unisce sempre”, come recita il vostro slogan. Per questo sposo con entusiasmo l’iniziativa #IoLeggoPerché, che ha il nobile intento di promuovere la cultura e che contribuisce a garantire maggiori opportunità di lettura a tutte le studentesse e tutti gli studenti. Ringrazio l’Associazione Italiana Editori, che ogni anno la organizza ricevendo un largo sostegno da parte di Enti, Istituzioni, di docenti, dirigenti, librai, studenti, famiglie.Donare un libro ad una scuola o ad una biblioteca vuol dire lasciare che un seme germoglierà altrove, infinite volte. Mi auguro per questo una larga partecipazione”.


Sarà un inizio molto social quello di quest’anno, con la giornata di sabato 21 novembre che vedrà il passaggio del testimone dall’iniziativa Libriamoci (organizzata dal Centro per il libro e la lettura del MIBACT) a #ioleggoperché attraverso una “tempesta di comunicazione” congiunta incentrata sui rispettivi canali digitali sul comune messaggio: “Un libro unisce, sempre”. 

Nella nove-giorni di campagna, scuole e librerie gemellate potranno inoltre scatenare la fantasia per promuovere le donazioni in modo ancora più creativo del solito, viste le restrizioni di movimento imposte dal Covid, per aggiudicarsi i premi messi in palio dalcontest #ioleggoperché grazie a SIAE.

Al termine della campagna, il testimone passerà poi agli editori aderenti all’iniziativa che contribuiranno destinando alle biblioteche scolastiche un monte libri pari alla donazione dei cittadini calcolata su base nazionale (fino a un massimo di 100.000). Tali volumi – sommati ai 100.000 dell’edizione precedente che non sono stati consegnati, come recentemente comunicato da AIE, a causa delle difficoltà provocate dal Covid – verranno recapitati a primavera 2021.


Temi e novità di questa edizione sono stati raccontati nel lancio, moderato dalla giornalista Daniela Ducoli insieme all’ormai affezionato ambassador del progetto Rudy Zerbi, grazie agli interventi di Ricardo Franco Levi (Presidente AIE) e Diego Marani (Presidente Centro per il Libro e la Lettura). In conferenza sono arrivati i video messaggi del Ministro per i Beni e le attività culturali e per il Turismo Dario Franceschini e del Ministro dell’Istruzione Lucia Azzolina, oltre alle video-testimonianze di studenti del nord, centro e sud Italia che hanno raccontato cosa significa il messaggio forte e condiviso di questa edizione Un libro unisce, sempre, ancor di più in tempi di isolamento forzato e relazioni a distanza.

I NUMERI

La fotografia dei numeri dell’edizione organizzata nel contesto sociale più difficile di sempre, vede 13.109 scuole registrate – di cui 5.086 dell’Infanzia, 4.905 delle Primarie, 2.241 delle secondarie di primo grado e 877 delle secondarie di secondo grado -, per un numero complessivo di 114.320 classi e 2.321.243 studenti.  La distribuzione geografica delle adesioni, come da tradizione, ha segnato una omogeneità tra nord, centro e sud e isole dello Stivale: Nord Ovest 25%, Nord Est 23%, Centro 21%, Sud 21%, Isole 10%. Tra le regioni che spiccano per partecipazione, oltre alla Lombardia con 1885 scuole coinvolte, ci sono l’Emilia Romagna (1467), il Veneto (1192), il Piemonte (1109) e la Sicilia (1046).

La partecipazione delle librerie è stata straordinaria e addirittura superiore al dato del 2019, con 2.577 punti vendita aderenti(rispetto alle 2.392 dell’anno scorso). Sulla piattaforma on line www.ioleggoperche.it i gemellaggi attivati tra scuole iscritte e le librerie aderenti – il cuore del meccanismo che fa funzionare il progetto – sono stati ben31.292 (rispetto ai 28.123 gemellaggi del 2019). 

LE MODALITA’ PER DONARE UN LIBRO

Rispetto alle modalità di partecipazione alla nove-giorni dal 21 al 29 novembre prossimo, la novità è rappresentata dalla facoltà di effettuare donazioni a distanza nelle oltre mille librerie (dato in aggiornamento) tra quelle iscritte che mettono a disposizione dei donatori modalità di acquisto da remoto e che non richiedono l’ingresso fisico in libreria. Questa opportunità è stata introdotta alla luce dell’attuale situazione pandemica e vede la collaborazione di tantissimi punti vendita aderenti, preparati – anche dopo l’analoga esperienza tra marzo e aprile di quest’anno – a supportare i donatori con acquisti da remoto sulla base degli ordini ricevuti via mail o telefono o attraverso i propri canali web e social (non librerie on line). 

Sull’home page del sito (https://www.ioleggoperche.it/dona-a-distanza) e sull’app di #ioleggoperché si trovano facilmente le librerie che possono mettere a disposizione questo servizio per non affollare i loro spazi. A questa modalità si affianca la possibilità di acquisto in presenza in tutte le librerie, che saranno aperte ovunque.

INIZIATIVA CONGIUNTA SUI SOCIAL E NELLE SCUOLE DEL 21 NOVEMBRE

Per dare più forza al messaggio di promozione della lettura, sabato 21 novembre sarà una giornata di impegno comune per CEPELL e AIE. Nell’ultimo giorno di Libriamoci e nella prima giornata di #ioleggoperché, le due iniziative, complementari, si passeranno il testimoneorganizzando una iniziativa congiunta sui social e nelle scuole incentrata sul messaggio principale di questa edizione: “Un libro unisce, sempre”. I canali social delle due iniziative e i mediapartner che le supportano, lancerannouna campagna congiunta, che scuole, librerie, ambassador, autori ed editori, l’intera community e tutti i sostenitori di#ioleggoperché e Libriamoci saranno invitati a diffondere, utilizzando la stessa immagine condivisa. Per lanciare un unico messaggio, di coesione e di partecipazione, sotto il grande ombrello dell’amore per il libro e per la lettura.

IL CONTEST

Torna anche il contest #ioleggoperché: la sfida per scuole e librerie di organizzare insieme in questi giorni di chiusura e zone rosse un’attività per promuovere le donazioni è ancora più grandeLe scuole saranno invitate a realizzare progetti che testimonino il proprio impegno nel sostenere la lettura e le donazioni alle biblioteche scolastiche: alla luce dell’emergenza sanitaria in atto, le attività dovranno essere organizzate nel rispetto del distanziamento sociale e delle norme in vigore, sempre in collaborazione con una libreria tra quelle gemellate. Installazioni artistiche, video, allestimenti in vetrina o altre idee per portare più libri alla propria biblioteca – purché non creino assembramenti di alcun tipo. 

Con il supporto di SIAE, verranno premiate 10 scuole con 10 buoni libro del valore di 1.000 euro

#IOLEGGOPERCHÉ ENTRA (ANCORA) IN “UN POSTO AL SOLE”

Prosegue, inoltre, con grande entusiasmo, l’originale collaborazione inaugurata nel 2019 con “Un posto al sole”, la storica serie televisiva in onda su Rai 3 – prodotta da Rai Fiction e ambientata a Napoliin ben 3 puntate in onda nel periodo clou delle donazioni, il progetto #ioleggoperché entra di nuovo a far parte della sceneggiatura, a testimonianza della sua rilevanza nel contesto sociale attuale, aspetto a cui la fiction è sempre così attenta. Il Caffé Vulcano – uno dei principali sfondi della serie – avrà la locandina della manifestazione affissa in bacheca, e i protagonisti ne parleranno – nelle puntate in onda il 20, il 23 e il 26 novembre 2020 – in modo specifico, esortandosi l’un l’altro ad andare in libreria. 

La campagna di comunicazione#ioleggoperché si riconferma sociale, patrocinata dalla Presidenza del Consiglio dei Ministri – Dipartimento Informazione ed Editoria, e presente con spot socialisulle reti Rai (con il sostegno di Rai per il sociale), SKY, La7Mediaset (con il sostegno di Mediafriends Onlus).

—————–

#ioleggoperché è una iniziativa di AIE –Associazione Italiana Editori, sostenuta dal Ministero per i Beni e le attività culturali per il Turismo – Direzione generale Biblioteche e Diritto d’Autore, dal Centro per il libro e la lettura, in collaborazione con il Ministero dell’Istruzione – Direzione Generale per lo Studente, l’Inclusione e l’Orientamento, con l’Associazione Italiana Biblioteche (AIB), l’Associazione Librai Italiani (ALI), il Sindacato Italiano Librai e Cartolibrai (SIL), con il supporto di SIAE – Società Italiana Autori ed Editori, con il contributo di Pirelli e con il sostegno di Mediafriends e di Rai per il sociale.

Mediapartner: Corriere della Sera, Gruppo Mondadori, Repubblica, La7, Rai, SKY, Mediaset TGcom24, Giornale della Libreria e Illibraio.it

Technical Partner: Messaggerie Libri e Comieco 

Si ringrazia: Ibs.it

Per saperne di piùwww.ioleggoperche.it

Social

Facebook: @ioleggoperche – https://www.facebook.com/ioleggoperche/

Twitter: @ioleggoperche – https://twitter.com/ioleggoperche

Instagram: @ioleggoperche – https://instagram.com/ioleggoperche

YouTube: https://www.youtube.com/ioleggoperchévideo

Link alla cartella stampa / contributi video dei Ministri Lucia Azzolina e Dario Franceschini

https://drive.google.com/drive/folders/1pPrueJLOmDVz51rJe1j8aJj2qoLNNk6e?usp=sharing

ELENCO LIBRERIE – https://www.ioleggoperche.it/uploads/2020/11/16/2-tabellalibrerie2020.pdf

ELENCO SCUOLE – https://www.ioleggoperche.it/uploads/2020/11/16/1-tabellascuole2020.pdf

#IOLEGGOPERCHÉ

Levi (AIE): “Anche nell’anno del Covid si prospetta un grande risultato da parte delle scuole. Ma la crisi pesa sui tempi delle consegne dei libri del contributo.

Ci faremo perdonare questa attesa”

Milano, 19 ottobre 2020 – È entrata nel vivo la nuova edizione di#ioleggoperché, la grande iniziativa sociale a favore delle biblioteche scolastiche che ha permesso di donare oltre 1milione di libri in 4 anni e che ha coinvolto nella scorsa edizione 15mila scuole e oltre 3milioni di ragazzi. All’iniziativa 2020, che culminerà nel periodo 21-29 novembre, sono già oltre 10mila le scuole iscritte in soli 20 giorni e 2200 le librerie, con oltre 19mila gemellaggi attivi. Per scuole e librerie ci sarà tempo fino al 30 ottobre per iscriversi.

“Anche quest’anno si prospetta una grande risposta da parte delle scuole – spiega il presidente dell’Associazione Italiana Editori (AIE), Ricardo Franco Levi -. Ma la crisi, purtroppo, pesa sui tempi delle consegne dei libri: siamo costretti a subire un ritardo per la consegna dei 100.000 libri offerti dagli editori. Solo dopo aver superato la fase più critica dell’emergenza, prevedibilmente tra febbraio e marzo 2021, potremo consegnarli insieme a quelli dell’edizione 2020. I libri sono già in magazzino, ci sono tutti, è solo questione di tempo. E ci faremo perdonare questa attesa”.

Insieme ai libri donati dagli editori (l’elenco è in allegato) si consegneranno anche i volumi di Banca d’Italia, che ha avviato un progetto di letture per promuovere nei giovani una corretta cultura economica, quelli di Topolino, con un’edizione speciale dell’Isola del Tesoro, e un volume sull’alimentazione per i ragazzi donato da Create Cures Foundation – Fondazione Valter Longo.

#ioleggoperché è una iniziativa di AIE – Associazione Italiana Editori, sostenuta dal Ministero per i Beni e le attività culturali per il Turismo – Direzione generale Biblioteche e Diritto d’Autore, dal Centro per il libro e la lettura, in collaborazione con il Ministero dell’Istruzione – Direzione Generale per lo Studente, l’Inclusione e l’Orientamento, con l’Associazione Italiana Biblioteche (AIB), l’Associazione Librai Italiani(ALI), il Sindacato Italiano Librai e Cartolibrai (SIL), con il supporto diSIAE – Società Italiana Autori ed Editori, con il contributo di Pirelli e con il sostegno di Mediafriends e di Rai per il sociale.

Mediapartner: Corriere della Sera, Gruppo Mondadori, Repubblica, La7, Rai, SKY, Mediaset TGcom24, Giornale della Libreria e Illibraio.it

Technical Partner: Messaggerie Libri e Comieco 

Si ringrazia: Ibs.it

Per saperne di più: www.ioleggoperche.it

Social

Facebook: @ioleggoperche – https://www.facebook.com/ioleggoperche/

Twitter: @ioleggoperche – https://twitter.com/ioleggoperche

Instagram: @ioleggoperche – https://instagram.com/ioleggoperche

YouTube: https://www.youtube.com/ioleggoperchévideo

Cancellata l’edizione 2020 di Più libri più liberi

L’AIE cancella l’edizione 2020 di Più libri più liberi per l’epidemia Covid-19 e aderisce a Insieme – lettori, autori, editori

Malato, presidente di Più libri: “La Fiera nazionale della piccola e media editoria tornerà nel 2021 con un’edizione più grande e più bella di prima”

Levi (AIE): “Aderiamo con entusiasmo a Insieme, un evento speciale in un anno speciale”

“Dopo 18 edizioni consecutive, per la prima volta dal 2002 la Fiera nazionale della piccola e media editoria Più libri più liberi quest’anno a dicembre non si potrà tenere a causa dell’epidemia Covid-19: ci rivedremo nel 2021, sempre all’Eur a Roma, con un’edizione ancora più bella di prima”. Lo annuncia la presidente della Fiera Annamaria Malato. “Abbiamo studiato fino all’ultimo momento utile la possibilità di poter svolgere la Fiera in sicurezza, ma ha dovuto prevalere il senso di responsabilità: non ci sono le condizioni per organizzare un evento di questa portata e complessità – con oltre 100mila presenze ogni anno, più di 500 espositori, migliaia di relatori – garantendo il distanziamento tra le persone che potrebbe essere necessario anche nei prossimi mesi. Poiché è impossibile fare previsioni di qui a 4-5 mesi, pensiamo che rinunciare sia anche un modo per tutelare i nostri espositori dal pericolo di lavorare a una rassegna che rischierebbe di dover essere poi annullata all’ultimo minuto”.

L’Associazione Italiana Editori (AIE), che organizza fin dalla nascita Più libri più liberi, nel dare la notizia dell’annullamento dell’edizione 2020 conferma fin da oggi l’intenzione di ripartire a pieno regime nel 2021: “Conosciamo molto bene il valore culturale che ha per la città di Roma e per l’editoria italiana tutta Più libri più liberi: dover rinunciare è stato per noi un grandissimo dispiacere, ma crediamo di aver fatto la scelta migliore a tutela di tutti– spiega il presidente di AIE Ricardo Franco Levi –. Più libri più liberi tornerà nel 2021 ancora più ricca di eventi e più grande di prima sempre nella splendida Nuvola di Fuksas.

“Contemporaneamente – conclude Levi – aderiamo con vera soddisfazione e con pieno impegno a Insieme – lettori, autori, editori, la grande festa del libro promossa da Roma Capitale, la Regione Lazio ed il Centro per il libro e la lettura che si svolgerà nella Capitale dal 1 al 4 ottobre. Un evento speciale per un anno speciale, pensato ad hoc per la situazione che stiamo vivendo. È bello sapere che in un momento così difficile proprio il libro e lettura offrano l’opportunità di fare sistema nell’interesse della collettività”.

Diritto allo studio

AVVISO PUBBLICO PER IL SUPPORTO A STUDENTESSE E STUDENTI PER LIBRI DI TESTO E KIT SCOLASTICI
Avviso 19146 del 06 luglio 2020


Diritto allo studio, stanziati 236 milioni per l’acquisto di libri di testo Azzolina: “Mettiamo in campo azioni concrete per studenti e famiglie”

Uno stanziamento di 236 milioni di euro per garantire il diritto allo studio di studentesse e studenti delle scuole secondarie di I e II grado in condizioni di svantaggio e alleggerire in modo consistente la spesa delle famiglie in vista del prossimo anno scolastico. Lo ha messo in campo la Ministra dell’Istruzione, Lucia Azzolina, destinando a questo scopo una parte dei fondi PON ancora disponibili che il Ministero sta rapidamente spendendo e utilizzando per affrontare l’emergenza e la ripresa di settembre. L’annuncio è arrivato nel corso della visita all’ICS Giovanni Falcone di Palermo, prima tappa siciliana del tour che la Ministra sta effettuando per partecipare ai Tavoli regionali sulla ripartenza dell’anno scolastico.

Le scuole potranno accedere alle risorse partecipando all’Avviso pubblicato oggi sul sito del Ministero. Con i fondi potranno essere acquistati libri di testo scolastici digitali e/o cartacei, dizionari, dispositivi digitali, materiali didattici per ragazzi con Bisogni Educativi Speciali (BES) o Disturbi Specifici dell’Apprendimento (DSA) da destinare, anche in comodato d’uso, alle studentesse e agli studenti che vivono in condizioni di svantaggio.

“L’emergenza coronavirus ha messo a dura prova il sistema scolastico, ma anche molte famiglie che stanno affrontando difficoltà economiche impreviste. Con questo intervento puntiamo a tutelare il diritto allo studio, secondo quanto previsto dalla Costituzione. E a dare un supporto concreto a chi deve sostenere spese anche importanti per i figli in vista del nuovo anno scolastico”, sottolinea la Ministra Lucia Azzolina. “Si tratta di stanziamenti aggiuntivi rispetto a quelli già destinati a questo scopo. Abbiamo vissuto mesi particolari, avremo una ripresa in condizioni eccezionali, era giusto e doveroso prevedere un rafforzamento delle nostre azioni per il diritto allo studio”.

I materialipotranno essere consegnati in zainetti o altre custodie, trasformandoli così in veri e propri kit scolastici per il nuovo anno. L’Avviso mette a disposizione fino a 100mila euro per le scuole secondarie di primo grado e fino a 120mila per quelle di secondo gradosulla base del numero di studenti e di altri indicatori relativi sia al disagio negli apprendimenti sia al contesto socio-economico di riferimento delle scuole. All’Avviso potranno aderire anche le scuole paritarie secondarie di primo e di secondo grado non commerciali.

Le scuole avranno tempo per richiedere i fondi dalle ore 10.00 del 13 luglio 2020 alle ore 15.00 del 23 luglio 2020 e dovranno accedere all’area PON “Per la Scuola” del sito http://www.istruzione.it/pon/.

Adozione Libri di Testo a.s. 2020/2021

Firmata l’Ordinanza Ministeriale 22 maggio 2020, AOOGABMI 17, adozioni dei libri di testo per l’anno scolastico 2020/2021.

Entro l’11 giugno 2020 i Collegi dei Docenti delle istituzioni scolastiche statali e paritarie, in videoconferenza deliberano, per l’anno scolastico 2020/2021

  • nuove scelte riguardanti le adozioni dei libri di testo o l’uso di strumenti didattici alternativi ai libri di testo;
  • la conferma dei libri di testo già adottati per l’anno scolastico 2019/2020.

Le istituzioni scolastiche comunicano i dati adozionali on line, tramite l’utilizzo della piattaforma presente sul sito www.adozioniaie.it o in locale, off line, entro il 22 giugno 2020.


La Ministra ha firmato l’Ordinanza sulle adozioni dei libri di testo per l’anno scolastico 2020/2021 presentata, nei giorni scorsi, anche alle Organizzazioni sindacali.

Vista l’emergenza sanitaria ancora in atto, ci sarà più tempo per deliberare le scelte riguardanti le adozioni dei libri di testo o l’uso di strumenti didattici alternativi. Le scuole hanno tempo per fare le loro scelte fino al prossimo 11 giugno 2020.

Massima libertà, come sempre, nelle adozioni. Ma, spiega l’Ordinanza, nel caso in cui, per motivi legati all’emergenza coronavirus, non si siano verificate le condizioni per operare la scelta di nuovi testi da proporre alle classi del prossimo anno, i Collegi dei docenti potranno deliberare la conferma dei testi già proposti alle classi corrispondenti nel 2019/2020.