Archivi tag: Libri

Nota 17 giugno 2022, AOODGSIP 1710

Ministero dell’Istruzione
Dipartimento per il sistema educativo di istruzione e di formazione
Direzione Generale per lo Studente, l’Inclusione e l’Orientamento scolastico

Ai Dirigenti Scolastici degli Istituti Scolastici di ogni ordine e grado
e p.c. Agli Uffici Scolastici Regionali LORO SEDI

Oggetto: Iniziativa nazionale #ioleggoperché – Edizione 2022, dal 5 al 13 novembre

Adozione Libri di Testo

La comunicazione dei dati adozionali va effettuata, da parte delle istituzioni scolastiche, on line, tramite l’utilizzo della piattaforma presente sul sito www.adozioniaie.it o in locale, off line, entro il 7 giugno 2022.

La Nota 28 febbraio 2022, AOODGOSV 5022, stabilisce che le adozioni dei testi scolastici, o l’eventuale scelta di avvalersi di strumenti alternativi ai libri di testo, siano deliberate dal collegio dei docenti, entro la seconda decade di maggio per tutti gli ordini e gradi di scuola, con le modalità previste dalla Nota 9 aprile 2014, AOODGOS 2581.

Decreto Ministeriale 13 aprile 2022, AOOGABMI 91

Ministero dell’Istruzione

Decreto di determinazione dei prezzi di copertina dei libri di testo della scuola primaria per l’anno scolastico 2022/2023

Salone Internazionale del Libro di Torino

Rassegne, incontri, reading, dibattiti, pubblicazioni, eventi culturali che vedano protagoniste le scuole e che pongano al centro l’importanza del libro come strumento essenziale per approfondire i linguaggi della società contemporanea. Con questi obiettivi e in vista della nuova edizione della manifestazione a maggio, Ministero dell’Istruzione e Salone Internazionale del Libro di Torino hanno firmato il Protocollo d’intesa “Per la promozione della lettura e la partecipazione delle istituzioni scolastiche al Salone Internazionale del Libro di Torino”.

“L’educazione alla lettura, la passione per i libri ci aiutano a scoprire il mondo, a maturare spirito critico, capacità di analisi, indipendenza culturale. Leggere permette alle nostre ragazze e ai nostri ragazzi di diventare adulti consapevoli – dichiara il Ministro dell’Istruzione, Patrizio Bianchi -. Per questo ringrazio l’Associazione “Torino – La Città del Libro” per questo accordo, che rafforza l’impegno della comunità scolastica e consolida ulteriormente la collaborazione della scuola con il Salone Internazionale del Libro”.

“Il mondo della scuola è da sempre una delle anime principali del Salone del Libro che organizza per i suoi studenti numerosi progetti durante tutto l’anno, ben oltre giornate di fiera – spiega il Presidente dell’Associazione “Torino – La Città del Libro”, Silvio Viale -. Incontri con autori, percorsi di approfondimento tematici online e offline, laboratori ed esperienze didattiche sono strumenti e occasioni di crescita che il Salone realizza e fa crescere edizione dopo edizione. Ci auguriamo che, con la firma di questo Protocollo d’intesa con il Ministero dell’Istruzione, gli ambiti di progettazione rivolti a studenti ed insegnanti si arricchiscano ulteriormente e che la rete intorno ai progetti cresca e si rinnovi”.

Tra le finalità dell’Accordo, la realizzazione, nel rispetto dell’autonomia scolastica e delle scelte degli istituti in tema di Piano triennale dell’offerta formativa, di eventi educativi che affianchino l’attività didattica, momenti di approfondimento dedicati alla conoscenza del patrimonio storico e artistico, anche attraverso le nuove tecnologie e la formazione dei docenti. Ma soprattutto, il fine è promuovere la lettura, favorendo la collaborazione tra scuole, università, biblioteche, Regioni, Enti locali, librerie, istituti culturali, associazioni professionali, organizzazioni studentesche, soggetti pubblici e privati. Una sinergia che può trovare la sua massima espressione nella partecipazione delle scuole al Salone Internazionale del Libro.

Il Ministero dell’Istruzione e l’Associazione “Torino – La Città del Libro”, nell’ambito delle rispettive competenze, collaboreranno al servizio di studentesse, studenti, docenti, famiglie, proponendo momenti di educazione e promozione della lettura negli istituti scolastici di tutto il territorio nazionale. Anche tramite l’utilizzo di piattaforme digitali e social media, corsi, incontri e laboratori, destinati in particolar modo ai docenti referenti per le biblioteche scolastiche.

Decreto Direttivo Ministero Cultura 11 marzo 2022, DG-BDA 160

Ministero della Cultura
DIREZIONE GENERALE BIBLIOTECHE E DIRITTO D’AUTORE

Fondo per la promozione della lettura, della tutela e della valorizzazione del patrimonio librario (art. 22, comma 7 quater, D.L. 24 aprile 2017 n. 50, convertito con L. 21 giugno 2017, n. 96) – Disciplina di assegnazione delle risorse.

Nota 28 febbraio 2022, AOODGOSV 5022

Ministero dell’Istruzione
Dipartimento per il sistema educativo di istruzione e formazione
Direzione Generale per gli ordinamenti scolastici, la valutazione e l’internazionalizzazione
del sistema nazionale di istruzione
Ufficio II

OGGETTO: Adozione dei libri di testo nelle scuole di ogni ordine e grado – anno scolastico 2022/2023.

Un libro tante scuole!

L’isola di Arturo di Elsa Morante, un classico della letteratura del Novecento, è il secondo volume della collana “La biblioteca del Salone”. “Un libro tante scuole” è un progetto del Salone del Libro in collaborazione con il Ministero dell’Istruzione con l’obiettivo di riunire attorno a un grande classico studentesse e studenti da tutta Italia per favorire un confronto sulla comprensione di sé, del mondo e del nostro tempo, stimolando la riflessione grazie anche a contributi testuali e audio originali di autrici e autori contemporanei.

Per saperne di più e candidare la classe per ricevere i libri è possibile seguire il link

#IOLEGGOPERCHÉ:

#IOLEGGOPERCHÉ: Un’edizione da record

3,4 milioni di studenti coinvolti, 20.388 scuole, 2.743 librerie

Più di 1 scuola italiana su 3 iscritta all’edizione 2021

Dal 20 al 28 novembre doniamo tutti un libro alle scuole:

“Ripartiamo dai libri!” per contrastare la povertà educativa

Levi (AIE): “Libri e lettura segnano la ripartenza”

Il Ministro Franceschini: “Oltre allo straordinario aiuto volontario dei cittadini, ci sia anche un contributo dello Stato per incrementare il patrimonio delle biblioteche scolastiche”

Il Ministro Bianchi: “Una biblioteca in una scuola è un presidio di democrazia, tutti vi possono accedere, senza distinzione. Per questo è importante continuare a sostenerle”

Al via dal 16 novembre la campagna di comunicazione della Presidenza del Consiglio dei Ministri – Dipartimento Informazione ed Editoria

Il Sottosegretario Moles: “Donare libri alle biblioteche scolastiche è un’azione da promuovere sempre e sempre di più. Lo farò anche io”

Milano, 10 novembre 2021 – #ioleggoperché è alle porte con la sua edizione record: sono 3.410.023 gli alunni coinvolti, 20.388 le scuole iscritte (circa il 35% delle scuole italiane) e 2.743 le librerie aderenti alla grande iniziativa sociale che ha portato nelle biblioteche scolastiche italiane 1 milione e 400mila libri nuovi in cinque anni.

La sesta edizione – che vede il periodo delle donazioni dal 20 al 28 novembre 2021 – è realizzata con un sinergico lavoro di squadra dall’Associazione Italiana Editori (AIE), con il sostegno del Ministero per la Cultura – Direzione Generale Biblioteche e Diritto d’Autore e del Centro per il Libro e la Lettura, in collaborazione con il Ministero dell’Istruzione e con il patrocinio della Presidenza del Consiglio dei Ministri.  Si conferma inoltre la collaborazione con l’Associazione Librai Italiani (ALI), il Sindacato Italiano Librai e Cartolibrai (SIL) e l’Associazione Italiana Biblioteche (AIB), il supporto di SIAE – Società Italiana degli Autori ed Editori, il contributo di Pirelli e il sostegno di Lega Serie A, Lega Serie BMediafriends Rai per il Sociale.

Ad annunciare oggi nella scuola ICS Ciresola di Milano l’adesione straordinaria all’edizione in arrivo, sono stati Renata Gorgani, vicepresidente del Gruppo di varia dell’Associazione Italiana Editori e membro del Consiglio di Amministrazione del Centro per il Libro e la Lettura, in dialogo con Rudy Zerbi, ambassador dell’iniziativa, e Filippo Solibello, giornalista di Radio Rai 2. Un atteso ritorno in presenza, con il coinvolgimento diretto di una classe di bambini in una mattinata in cui hanno voluto manifestare la vicinanza al progetto il Ministro della Cultura Dario Franceschini, il Ministro dell’Istruzione Patrizio Bianchi, il Sottosegretario all’Editoria Giuseppe Moles e il presidente del Centro per il Libro e la Lettura Marino Sinibaldi.

Non poteva mancare il supporto del presidente di AIE Ricardo Franco Levi: “Il tema di quest’anno “Ripartire dai libri” è un messaggio centrale per il momento storico che stiamo vivendo. Se guardiamo ai dati relativi alla povertà educativa e al bisogno delle biblioteche scolastiche di arricchirsi di nuovi volumi, confermata dalla sorprendente adesione delle scuole al progetto, la ripartenza per gli studenti può e deve essere legata alla lettura e ai libri: una risorsa per tutti, un modo straordinario per costruire un futuro nuovo”.

“Mi congratulo per i numeri straordinari raggiunti da #ioleggoperché per quanto è cresciuta e per quanto crescerà. Un aumento costante che per una volta incrocia quello del mercato del libro – dichiara il Ministro per i Beni e le Attività culturali e per il Turismo, Dario Franceschini -. Leggere è un modo straordinario di viaggiare: dobbiamo portarlo in tutte le case, in quelle in cui la lettura non arriva spontaneamente, partendo dalle scuole per arrivare in tutte le abitazioni, soprattutto nelle famiglie in cui si legge poco. Il modo più giusto per farlo è arricchire le biblioteche scolastiche: durante la pandemia abbiamo approvato una norma che ha consentito di erogare alle biblioteche di pubblica lettura 60 milioni di euro, purchè i libri si comprassero nelle librerie del territorio. Questo fa sì che si arricchisca il patrimonio delle biblioteche e si aiutino le librerie piccole del territorio. Siamo riusciti a renderla strutturale nella Legge di Bilancio. Credo che a questa operazione – e ne abbiamo parlato con il Ministro Bianchi – si debba affiancare un’operazione simile per le biblioteche scolastiche: oltre allo straordinario aiuto volontario dei cittadini, ci sia anche un contributo dello Stato per incrementare il patrimonio delle biblioteche scolastiche”.

“Dal 20 al 28 novembre prossimi – ha spiegato Renata Gorgani – nelle oltre 2.700 librerie che hanno aderito al progetto, tutti potranno contribuire a cambiare le cose, donando un libro a una scuola, scegliendo un titolo che ritengono immancabile in una biblioteca scolastica tra quelli suggeriti dagli istituti o semplicemente in base alle proprie preferenze. In libreria, ogni volume donato verrà  identificato con un adesivo sul quale il donatore potrà lasciare per sempre la sua dedica. È un gesto semplice, ma può fare la differenza perché soltanto chi è circondato di libri diventerà un lettore e noi vogliamo che i ragazzi a scuola abbiano biblioteche dove scegliere le loro letture preferite.”

L’indagine condotta dall’Ufficio Studi AIE su 2.600 scuole (su un totale di 13.000) aderenti all’edizione scorsa ha evidenziato infatti una significativa crescita dell’impatto di #ioleggoperchè sulle biblioteche scolastiche italiane, in particolare in tempo di Covid-19. La ricerca ha messo in luce sia l’azione incisiva del progetto sulla promozione della lettura tra gli studenti già dall’infanzia, che l’arricchimento delle biblioteche scolastiche con libri nuovi maggiormente rispondenti ai linguaggi delle generazioni più giovani. Ha evidenziato, al contempo, due forti criticità: la mancata destinazione di fondi per l’acquisto di nuovi libri nel 2020 per quasi l’82% delle scuole intervistate e la temporanea trasformazione in aule delle biblioteche scolastiche in ben 1 caso su 5 per garantire un maggior distanziamento tra gli studenti (l’indagine integrale è disponibile qui)

“Il patrimonio inestimabile delle nostre biblioteche scolastiche deve continuare a essere valorizzato e arricchito. Anche quest’anno “#ioleggoperché” ha dato un fortissimo impulso per raggiungere questo obiettivo, consentendo di mantenere vivi i luoghi in cui il sapere, la conoscenza e le parole si diffondono grazie ai libri”, ha detto il Ministro dell’Istruzione Patrizio Bianchi. “Una biblioteca in una scuola è come un pozzo d’acqua da cui si attingono risorse essenziali per nutrire la mente. È  un’opportunità per tutte le studentesse e gli studenti di avvicinarsi e lasciarsi coinvolgere da letture che aprono lo sguardo su mondi sconosciuti e servono a dare risposte ai temi più diversi, dalla scienza al senso più profondo dell’essere. Una biblioteca in una scuola è un presidio di democrazia, tutti vi possono accedere, senza distinzione e tutti si possono arricchire. Per questo è importante continuare a sostenere le biblioteche scolastiche”.

La proficua collaborazione con il Centro per il Libro e la Lettura prosegue anche quest’anno grazie alla contiguità temporale dell’iniziativa di Libriamoci. Giornate di lettura nelle scuole con #ioleggoperché. La campagna nazionale – rivolta alle scuole di ogni ordine e grado in Italia e alle scuole italiane all’estero – si svolgerà dal 15 al 20 novembre 2021 in un ideale passaggio di testimone che vede la fine della prima campagna e l’inizio dell’altra. Libriamoci invita a organizzare iniziative di lettura a voce alta originali e coinvolgenti: “Un perfetto esempio di collaborazione e complementarietà tra Libriamoci e #ioleggoperché – ha sottolineato il presidente del Centro per il Libro e la Lettura Marino Sinibaldi – che sgiscono su un terreno fondamentale, quello del libro e della lettura, strategico non solo nella formazione degli studenti ma anche in quello dei cittadini”.

IL NUOVO SPOT E LA CAMPAGNA DELLA PRESIDENZA DEL CONSIGLIO PER #IOLEGGOPERCHÉ

Per volare servono le ali, per giocare servono gli amici, e per crescere servono i libri! Questo, in sintesi, il messaggio veicolato dal nuovo spot dell’iniziativa, a sottolineare l’importanza per le nuove generazioni di ripartire dai libri per poter creare un futuro migliore. Un messaggio forte, di cui si faranno portatrici nei loro spazi sociali le quattro maggiori emittenti televisive – RAI (con il sostegno di RAI per il Sociale), Mediaset (con il sostegno di Mediafrienfds Onlus), La7 e Sky eche sarà trasmesso anche negli spazi istituzionali della Presidenza del Consiglio dei Ministri sulle reti RAI: “È con grande convinzione che ho deciso di sostenere, con il mio Dipartimento, questa iniziativa come campagna di comunicazione della Presidenza del Consiglio dei Ministri – ha commentato il Sottosegretario all’Informazione e all’Editoria Giuseppe Moles -. Donare libri alle biblioteche scolastiche è azione da promuovere sempre e sempre di più. Facendo ai nostri giovani questo dono lo facciamo anche e soprattutto a noi stessi. Sarà anche per me un piacere acquistare e donare libri in questa occasione”.

questo link è visibile lo spot.

Per la prima volta #ioleggoperché  avrà come radio ufficiale, RaiRadio2, dove sarà trasmesso lo spot radiofonico incentrato sullo stesso messaggio: il ruolo insostituibile dei libri perché le nuove generazioni possano guardare avanti con fiducia.

Grazie ai tanti mediapartner – televisivi e non – saranno diversi i personaggi del mondo dello spettacolo e della cultura, gli autori e primo fra tutti lo storico ambassador dell’iniziativa Rudy Zerbi a promuovere  la campagna di donazioni, invitando tutti i cittadini ad andare il libreria.

In particolare sabato 20 novembre tutti i soggetti coinvolti –  scuole, librerie, testimonial, scrittori, editori, insieme a istituzioni e mediapartner – saranno invitati a supportare la campagna sui loro profili social condividendo e diffondendo il piú possibile il messaggio “vai in libreria e dona un libro alle scuole dal 20 al 28 novembre”, utilizzando gli hashtag @ioleggoperche #ioleggoperché #ripartiamodailibri.

IL CALCIO PER #IOLEGGOPERCHÉ

Anche negli stadi – dove il pubblico può tornare a fare il tifo per la squadra del cuore – si torna a promuovere la campagna di #ioleggoperché, grazie ai messaggi video e social dei giocatori della Lega  Serie B e al supporto delle squadredella Lega Serie A, che – durante le partite di sabato 20, domenica 21 e lunedì 22 novembre – porteranno in campo gli striscioni per ricordare, anche ai tifosi di calcio, di andare nelle librerie a donare. Forte e simbolico il gesto dei capitani delle squadre che scenderanno in campo con un libro in mano e se lo scambieranno.

UNA SERIE TV PER #IOLEGGOPERCHÉ

Per il quarto anno consecutivo, durante la settimana delle donazioni, #ioleggoperché sarà presente nelle puntate di “Un posto al sole”, la storica serie televisiva in onda su Rai 3 – prodotta da Rai Fiction e Fremantle con il Centro di Produzione Rai di Napoli e ambientata a Napoli – sempre molto attenta alla situazione attuale e contingente, e che ha molto a cuore il futuro dei ragazzi e delle scuole. Il Caffè Vulcano – luogo di ritrovo dei protagonisti della serie – avrà in quella settimana la locandina della manifestazione appesa in bacheca, ben visibile per i telespettatori e diventerà scena di dialogo, sempre al Caffè, tra i protagonisti della serie il 25 novembre.

IL CONTEST DI #IOLEGGOPERCHÉ

Durante la campagna, scuole e librerie gemellate potranno scatenarsi con la creatività e dare forma al tema del contest di quest’anno: “Leggere per costruire il futuro”. Anche quest’anno SIAE mette a disposizione 10 buoni acquisto da 1.000 euro ciascuno, da spendere in libri da destinare alle biblioteche scolastiche. Largo alla fantasia, quindi, per ragazzi, librai e docenti che possono interpretare una costruzione del futuro legato alla lettura: la riflessione che il contest desidera innescare è come si possa ripartire da e con i libri per costruire un futuro migliore. Le scuole possono raccontare come leggere ci aiuti a comprendere e disegnare il mondo che ci aspetta e farlo attraverso contenuti digitali, installazioni artistiche, videoclip, allestimenti in vetrina o altre modalità creative.

I NUMERI DELLA MANIFESTAZIONE: UNA CRESCITA COSTANTE E IRREFRENABILE

Malgrado la complessa ripresa del calendario scolastico in tutta Italia, la partecipazione delle scuole presenta numeri in costante e continua crescita: 20.388 scuole registrate – di cui 8.083 dell’infanzia, 7.680 delle primarie, 3.454 delle secondarie di primo grado e 1.171 delle secondarie di secondo grado -, per un numero complessivo di 171. 361 classi e 3.410.023 studenti.  

La distribuzione geografica delle adesioni, come da tradizione, ha segnato una omogeneità tra nord, centro e sud e isole dello Stivale: Nord Ovest 26%, Nord Est 21%, Centro 21%, Sud 22%, Isole 10%.

Tra le regioni che spiccano per partecipazione, oltre alla Lombardia che si conferma la più attiva, si segnalano Emilia, Veneto, Piemonte, Lazio, Sicilia, Campania e Puglia.

La partecipazione delle librerie è straordinaria con 2.743 punti vendita aderenti (rispetto alle 2.577 dell’anno scorso). Sulla piattaforma on line www.ioleggoperche.it i gemellaggi attivati tra scuole iscritte e librerie aderenti – il cuore del meccanismo che fa funzionare il progetto – sono ben 52.507  (rispetto ai 31.292 gemellaggi del 2020). Anche quest’anno sarà possibile l’acquisto da remoto (l’elenco delle librerie che rendono disponibile questo servizio è sul sito).

E DOPO LA FASE DELLE DONAZIONI, IL CONTRIBUTO DEGLI EDITORI

Domenica 28 novembre si chiude la prima fase, quella delle donazioni del pubblico e il testimone passerà agli editori aderenti all’iniziativa, che raccoglieranno con il contributo editori 100.000 libri da destinare alle biblioteche e che verranno ritirati dalle scuole, sempre in libreria, nella seconda fase del progetto, a marzo 2022.

#ioleggoperché è una iniziativa di AIE –Associazione Italiana Editori, sostenuta dal Ministero della Cultura – Direzione generale Biblioteche e Diritto d’Autore, dal Centro per il libro e la lettura, in collaborazione con il Ministero dell’Istruzione, con l’Associazione Italiana Biblioteche (AIB), l’Associazione Librai Italiani (ALI), il Sindacato Italiano Librai e Cartolibrai (SIL), con il supporto di SIAE – Società Italiana Autori ed Editori, con il patrocinio della Presidenza del Consiglio dei Ministri, con il contributo di Pirelli e con il sostegno di Lega Serie ALega Serie BMediafriends Rai per il Sociale.

Mediapartner: Corriere della Sera, Gruppo Mondadori, Repubblica, La7, Mediaset TGcom24, Rai, Sky, Giornale della Libreria, Il Libraio. Si ringraziano Emme Promozione e Ibs.it

Radio ufficiale: Radio Rai 2

Technical Partner: Messaggerie Libri

Per saperne di piùwww.ioleggoperche.it

Social

Facebook: @ioleggoperche – https://www.facebook.com/ioleggoperche/

Twitter: @ioleggoperche – https://twitter.com/ioleggoperche

Instagram: @ioleggoperche – https://instagram.com/ioleggoperche

YouTube: https://www.youtube.com/ioleggoperchévideo

Nota 23 settembre 2021, AOODGSIP 2068

Ministero dell’Istruzione
Dipartimento per il sistema educativo di istruzione e di formazione Direzione Generale per lo Studente, l’Inclusione e l’Orientamento scolastico

Ai Direttori Generali degli Uffici Scolastici Regionali – LORO SEDI
Alla Provincia Autonoma di Trento Servizio istruzione – TRENTO
All’Intendenza scolastica per la lingua italiana – BOLZANO
All’Intendenza scolastica per la lingua tedesca – BOLZANO
All’Intendenza scolastica per la lingua ladina – BOLZANO
Al Sovrintendente Scolastico per la Regione Valle d’Aosta AOSTA
p.c. Ai Dirigenti scolastici delle scuole di ogni ordine e grado statali e paritarie

Oggetto: “Libriamoci. Giornate di lettura nelle scuole” – VIII edizione.

Nota 14 luglio 2021, AOODGSIP 1603

Ministero dell’Istruzione
Dipartimento per il sistema educativo di istruzione e di formazione Direzione Generale per lo Studente, l’Inclusione e l’Orientamento scolastico

Ai Dirigenti Scolastici degli Istituti Scolastici di ogni ordine e grado
LORO SEDI

Oggetto: Iniziativa nazionale #ioleggoperché – Edizione 2021, dal 20 al 28 novembre 2021.

Festa Liberazione al Salone Internazionale del Libro

Il Salone Internazionale del Libro di Torino celebra il 25 aprile con i consigli di lettura sulla Resistenza

Dal 23 aprile su www.salonelibro.it

Il Salone Internazionale del Libro di Torino celebra la giornata del 25 aprile, con i suoi valori di libertà, uguaglianza e giustizia, attraverso saggi, romanzi e libri per ragazzi che raccontano e riflettono sulla Resistenza. 

In occasione della Festa della Liberazione, da venerdì 23 aprile sul sito www.salonelibro.it una bibliografia online, ragionata e motivata, proporrà ai lettori un’ampia rosa di titoli dedicati alla Liberazione e alla lotta contro il nazifascismo. Un modo per rendere omaggio a donne e uomini, giovanissimi e adulti, che agirono con coraggio e amore per la libertà e contribuirono a liberare l’Italia dall’occupazione fascista e nazista, dando inizio a una nuova fase nella storia del Paese, che vide i suoi momenti fondanti nel referendum istituzionale del 2 giugno 1946 – che dichiarò la fine della monarchia – e nella Costituzione della Repubblica italiana del 27 dicembre 1947, che garantisce tuttora le libertà civili.

Sono una sessantina titoli selezionati, tra saggi, romanzi, graphic novel e libri per ragazzi. Ciascuna proposta sarà accompagnata dalle motivazioni degli editori, affinché i lettori possano facilmente orientarsi nella scelta del libro che reputerà più adatto.

La proposta dei consigli di lettura sul tema della Resistenza si inserisce nell’iniziativa delle bibliografie tematiche online, inaugurata dal Salone Internazionale del Libro di Torino in occasione dell’appuntamento digitale Vita Nova a dicembre 2020 (con i suggerimenti di libri legati alle tematiche sviluppate dagli incontri online) e proseguita con i titoli selezionati in occasione del Giorno della memoria a gennaio 2021, con I libri dell’amore proposti per San Valentino, con i volumi scelti per riflettere sulla Giornata internazionale dei diritti della donna a marzo 2021 e con il percorso bibliografico sullaGiornata dell’acqua ad aprile. Le bibliografie tematiche sono sempre disponibili online su www.salonelibro.i.

220.000 NUOVI LIBRI IN ARRIVO ALLE SCUOLE

220.000 NUOVI LIBRI IN ARRIVO ALLE SCUOLE GRAZIE A #IOLEGGOPERCHÈ, LA GRANDE INIZIATIVA DI AIE A FAVORE DELLE BIBLIOTECHE SCOLASTICHE

Il Contributo editori 2019 e 2020 è in arrivo nelle librerie

Ecco i 10 istituti vincitori del contest #ioleggoperché tra le oltre 300 candidature pervenute: a loro, grazie a SIAE, 10 buoni-libri da 1.000 euro per l’acquisto di libri

Levi (AIE): “In cinque anni abbiamo portato 1,4 milioni di libri nuovi nelle scuole grazie a questo progetto. Siamo certi che le biblioteche scolastiche siano una “infrastruttura della lettura” indispensabile. Per questo, anche con tutti i disagi legati all’emergenza, #ioleggoperché doveva esserci”

Milano, 22 marzo 2021 – Sono ben220mila i libri nuovi donati dagli editori, in arrivo alle scuole, a partire da questa settimana, grazie a #ioleggoperché, la grande iniziativa dell’Associazione Italiana Editori (AIE) a favore delle biblioteche scolastiche. 

Con la consegna del contributo editori – costituito dai 120.000 nuovi libri donati alle biblioteche scolastiche per questa edizione, che vanno ad aggiungersi ai 100.000 dell’edizione precedente rimasti bloccati nel marzo scorso a causa dello scoppio della pandemia e oggi finalmente in consegna – si chiude la quinta edizione del progetto: i pacchi del contributo Editori dell’edizione 2020 e dell’edizione 2019 verranno consegnati nelle librerie entro fine marzo, destinati alle scuole che ne avevano fatto già richiesta, per una o per entrambe le edizioni. E porteranno il totale dei nuovi libri arrivati nelle scuole grazie all’iniziativa nelle sue cinque edizioni a un milione e quattrocentomila (1.388.000, per la precisione): “Un numero straordinario – ha sottolineato il presidente di AIE, Ricardo Franco Levi – con cui accrescere la dotazione di libri nuovi delle biblioteche scolastiche. Siamo convinti del ruolo delle scuole – e delle biblioteche nelle scuole nello specifico – come infrastruttura primaria della lettura. E’ sulla base di questa convinzione che, pur riconoscendo che è stata un’edizione molto complessa, anche nella sua parte logistica, a causa delle varie restrizioni di movimento e di consegne, #ioleggoperché doveva svolgersi, come atto di responsabilità sociale e come segno concreto di risposta ai bisogni degli studenti e degli insegnanti. E questo grazie al Ministero della Cultura – Direzione Generale Biblioteche e Diritto d’Autore e a Centro per il libro e la lettura, e sempre in collaborazione con il Ministero Istruzione- Direzione Generale per lo Studente, l’Inclusione e l’Orientamento Scolastico”.

Insieme ai libri donati dagli editori (l’elenco degli editori che hanno contribuito è visibile qui) si consegneranno anche i volumi di Banca d’Italia, che con #ioleggoperché ha avviato nel 2019 un percorso di letture per promuovere nei giovani una corretta cultura economica. Nel quadro del programma di educazione finanziaria nelle scuole, avviato con il Ministero dell’Istruzione, dell’Università e della Ricerca, la Banca d’Italia ha realizzato alcune pubblicazioni destinate alle scuole, per trasmettere i contenuti in modo semplice. “I quaderni didattici della Banca d’Italia” sono opuscoli per le scuole primarie e secondarie di 1° e 2° grado dedicati alla moneta e gli strumenti di pagamento alternativi al contante che aiutano i giovani a familiarizzare con i mezzi di pagamento con cui hanno o avranno a che fare nella vita quotidiana. Nei pacchi del contributo 2019 per le primarie c’è ancheTopolino, in un’edizione speciale con la versione a fumetti de l’Isola del Tesoro, e un volume sull’alimentazione per i ragazzidonato da Create Cures Foundation – Fondazione Valter Longo.

È arrivato a conclusione anche il contest per le scuole: sono stati assegnati i premi alle scuole vincitrici tra le 310 che hanno partecipato nell’edizione 2020. Grazie al supporto di SIAEalle 10 scuole vincitrici sono andati 10 buoni da 1.000 euro per l’acquisto di libri.  Queste le 10 scuole assegnatarie del premio, suddivise per grado, e che testimoniano una vera e propria mobilitazione per la lettura in un anno particolarmente complesso. Con immaginazione e creatività rigorosamente on line, alunni e studenti hanno dimostrato la propria passione per la lettura, inventando le modalità più originali e coinvolgenti – nel rispetto del DPCM – per promuovere le donazioni a favore della propria biblioteca scolastica.

SCUOLE INFANZIA: 

Un filo di relazioni

Scuola Dell’infanzia Papa Giovanni XXIII – Lecco

In collaborazione con Libreria Mascari5 – Lecco

Link: https://www.facebook.com/ScuolaInfanziaPapaGiovanniXXIII

L’ elefante e la bicicletta

Beppe Fenoglio – Alba (CN)

In collaborazione con Libreria Marameo – Alba

Link: https://www.facebook.com/events/376118443444975/?ti=as

Ogni libro è un viaggio…

Arcobaleno – Barbara (AN)

In collaborazione con Kamillo – Libreria per Ragazzi – Senigallia

Link:https://www.facebook.com/events/1064924113945953?acontext=%7B%22event_action_history%22%3A[%7B%22mechanism%22%3A%22surface%22%2C%22surface%22%3A%22edit_dialog%22%7D]%7D

SCUOLE PRIMARIA: 

#IOLEGGOPERCHÉ…un limite alle favole non c’è!

Via Rocca Cencia – Roma

In collaborazione con Mondadori Bookstore via Collatina – Roma

Link: https://www.facebook.com/labibliotecadiElisa/

Parola di Gianni Rodari!

Centro Via Roma – Iglesias (CI)

In collaborazione con Mondadori Bookstore Iglesias 

Link: https://www.facebook.com/events/410734980099082

TEMPO SOSPESO…libri R-esistenti

Don Bosco – Inveruno (MI)

In collaborazione con La Libreria Controvento – Inveruno (MI)

Link: https://www.facebook.com/Contest-ioleggoperch%C3%A92020-Inveruno-Tempo-Sospeso-103547684913598

SCUOLE I GRADO: 

Ioleggoperchè….Sono Contagiato Di-Verso

I.C. P. Il Vecchio – Gramsci – Bacoli (NA)

In collaborazione con Libreria Iocisto – Napoli

Link: https://www.facebook.com/events/3460962913949801

Allena-Mente! Storie al citofono.

Andrea Costa 6 – Imola (BO)

In collaborazione con Il Mosaico libreria dei ragazzi – Bologna

Link: https://www.facebook.com/storie.al.citofono

SCUOLE II GRADO: 

Leggere Lib(E)Ri

Liceo Classico L. Ariosto – Ferrara

In collaborazione con Libraccio Ferrara

Link: https://www.facebook.com/events/818328995626533

L’intervista contagiosa

IIIS Galilei-Di Palo – Salerno

In collaborazione con Mondadori Bookstore Salerno

Link: https://www.facebook.com/galileidipaloioleggo/

Per saperne di piùwww.ioleggoperche.it

#ioleggoperché è una iniziativa di AIE –Associazione Italiana Editori, sostenuta dal Ministero per i Beni e le attività culturali per il Turismo – Direzione generale Biblioteche e Diritto d’Autore, dal Centro per il libro e la lettura, in collaborazione con il Ministero dell’Istruzione – Direzione Generale per lo Studente, l’Inclusione e l’Orientamento, con l’Associazione Italiana Biblioteche (AIB), l’Associazione Librai Italiani (ALI), il Sindacato Italiano Librai e Cartolibrai (SIL), con il supporto di SIAE – Società Italiana Autori ed Editori, con il contributo di Pirelli e con il sostegno di Mediafriends e di Rai per il sociale.

Mediapartner: Corriere della Sera, Gruppo Mondadori, Repubblica, La7, Rai, SKY, Mediaset TGcom24, Giornale della Libreria e Illibraio.it

Technical Partner: Messaggerie Libri e Comieco  

Si ringrazia: Ibs.it

Social

Facebook: @ioleggoperche – https://www.facebook.com/ioleggoperche/

Twitter: @ioleggoperche – https://twitter.com/ioleggoperche

Instagram: @ioleggoperche – https://instagram.com/ioleggoperche

YouTube: https://www.youtube.com/ioleggoperchévideo

Lettura Primo Levi

A vent’anni dal primo Giorno della memoria, il 27 gennaio 2021, il Ministero dell’istruzione ha pubblicato “Lettura Primo Levi in occasione del Giorno della Memoria 2021” in collaborazione con il Centro Internazionale di Studi Primo Levi. Il libro accompagna la lettura di alcuni brani, scelti per lo più da I sommersi e i salvati,letti per l’occasione da Fabrizio Gifuni nella Biblioteca “Luigi De Gregori” e ripresi dall’Istituto Luce Cinecittà.

Scopo di questo piccolo volume: avvicinare gli studenti delle scuole secondarie all’ultima opera di Primo Levi, favorire la riflessione sulla Shoah e sulla condizione degli esseri umani in condizioni estreme.

Il libro è liberamente scaricabile:  https://www.scuolaememoria.it/_file/documenti/Area-didattica/LetturaPrimoLevi.pdf; il video delle letture si può richiedere mandando una mail a: info@scuolaememoria.it.

Anche durante le restrizioni dovute alla pandemia, la Biblioteca  continua ad aprire le sue porte anche in maniera virtuale: “Le biblioteche sono fontane, non serbatoi”  (Luigi De Gregori).

Nota 12 marzo 2021, AOODGOSV 5272

Ministero dell’Istruzione
Dipartimento per il sistema educativo di istruzione e formazione Direzione Generale per gli ordinamenti scolastici, la valutazione e l’internazionalizzazione del sistema nazionale di istruzione
Ufficio II

OGGETTO: Adozione dei libri di testo nelle scuole di ogni ordine e grado – anno scolastico 2021/2022.

#ioleggoperché: 300.000 libri donati da cittadini ed editori

#IOLEGGOPERCHÉ

LA GRANDE INIZIATIVA NAZIONALE DI AIE A FAVORE DELLE BIBLIOTECHE SCOLASTICHE, SORPRENDE ANCHE NELL’EDIZIONE PIÚ COMPLESSA DI SEMPRE

300.000 libri donati da cittadini ed editori, nonostante la situazione di quasi immobilità del Paese

Levi (AIE): “1milione e 300mila libri donati complessivamente alle scuole in cinque edizioni. E un risultato anche quest’anno straordinario: un italiano su 300, in questo momento in cui tutto è difficile, ha donato un libro alle scuole italiane”

Il Ministro Franceschini: “Nonostante la pandemia la risposta alla quinta edizione di #ioleggoperché è stata straordinaria.

Un segnale importante per il mondo del libro”

Il Ministro Azzolina: “Il successo di #ioleggoperché conferma il grande spirito di solidarietà che anima il nostro Paese e dimostra quanto sia radicata, per fortuna, la consapevolezza dell’importanza della lettura”

I titoli più donati? Il Piccolo Principe ma anche, tra gli altri, Storia di una gabbianella e del gatto che le insegnò a volare e, nell’anno di Rodari, le sue Favole al telefono

Milano, 17 dicembre 2020 – Un’edizione ben oltre le previsioni. La quinta edizione di #ioleggoperché, la grande maratona nazionale di solidarietà a favore delle biblioteche scolastiche, fortemente voluta e organizzata dall’Associazione Italiana Editori (AIE), pur nel difficile quadro della pandemia da Covid – con ben 8 Regioni in regime di “zona rossa”-, ha mostrato non solo la sua tenuta ma una vera e propria affezione di scuole, famiglie, istituzioni, media.

Trecentomila libri donati da cittadini ed editori (200mila dagli italiani e 100mila dagli editori), 13.109 scuole iscritte omogeneamente tra Nord, Centro, Sud Italia e isole e 2.577 librerie aderenti sono i numeri che testimoniano il bisogno irrinunciabile di libri e di lettura a partire dai primissimi anni di scolarizzazione. Un dato confermato dall’altissima percentuale di iscrizioni, provenienti soprattutto dalle scuole dell’Infanzia (39% degli iscritti) e dalle primarie (37%) rispetto alle secondarie di primo grado (17%) e secondarie di secondo grado (7%).

“Oltre 1milione e 300mila libri donati alle scuole in cinque edizioni è un numero impressionante – ha sottolineato il presidente di AIE, Ricardo Franco Levi -. È straordinario come anche quest’anno circa un italiano su 300 sia uscito di casa, nelle zone arancioni e gialle del nostro Paese, e con autocertificazione nelle zone rosse, per donare un libro alle biblioteche scolastiche. Nonostante le limitazioni negli spostamenti, i divieti di assembramento, le scuole secondarie di secondo grado e parte delle secondarie di primo grado in didattica a distanza, i centri commerciali chiusi in tante regioni nei due weekend interessati dalla nostra iniziativa, l’atto di donare un libro a una scuola è ormai sentito come un dovere civico da parte di tantissimi cittadini che vedono nella lettura un diritto irrinunciabile per i nostri bambini e ragazzi. È una testimonianza bella, la più bella di questi mesi, perché vede concorrere ciascuno di noi alla crescita del paese e dei territori”.

Un grande gioco di squadra che ha coinvolto persino il Presidente della Repubblica Sergio Mattarella, che ha sancito il “valore culturale e civico” di questa iniziativa, specialmente in questo complesso periodo, e il Sottosegretario alla Presidenza del Consiglio dei Ministri con delega all’Informazione e all’Editoria Andrea Martella, che le ha riconosciuto il ruolo di “patrimonio culturale del nostro Paese”.

“Nonostante la pandemia – ha dichiarato il Ministro per i beni e le attività culturali e per il turismo Dario Franceschini – la risposta alla quinta edizione di #ioleggoperché è stata straordinaria. Grazie alla generosità di tanti lettori e lettrici, e all’impegno degli editori, le alunne e gli alunni di moltissime scuole hanno ora una biblioteca più ricca alla quale attingere per le proprie letture. Un segnale importante per il mondo del libro, che conferma la tendenza degli ultimi mesi di un significativo ritorno alla lettura”.

“Il successo di #ioleggoperché conferma il grande spirito di solidarietà che anima il nostro Paese – ha commentato la Ministra dell’Istruzione, Lucia Azzolina – e dimostra quanto sia radicata, per fortuna, la consapevolezza dell’importanza della lettura. Ringrazio tutti coloro che hanno donato alle scuole questi libri. Si tratta di un gesto importantissimo: le nostre studentesse e i nostri studenti potranno usufruire di un patrimonio librario ancora più ampio. Il successo di questa iniziativa è un grande segnale: promuovere la lettura, in una fase come quella che stiamo vivendo, è ancora più importante. Esplorare nuovi mondi, conoscere nuove storie, saper volare con la fantasia è ancora il modo migliore per imparare ad affrontare in modo costruttivo la realtà. Ringrazio l’AIE, per averci regalato, anche quest’anno, questo appuntamento, probabilmente più complesso da organizzare, ma proprio per questo ancora più bello e necessario”.

Le donazioni hanno rispecchiato, in termini di distribuzione geografica, l’omogeneità delle iscrizioni da parte delle scuole: Nord Est (34%), Nord Ovest (29%), Centro (22%), Sud Italia e Isole (15%) (il dettaglio è disponibile qui). Le regioni in cui si è donato di più nell’edizione 2020, nonostante le restrizioni in corso, sono Emilia Romagna (18%), Lombardia (17,9%) e Veneto (11,7%) seguite da Toscana, Piemonte, Lazio, Marche, Puglia e Sicilia (il dettaglio è disponibile qui).

In testa alla classifica delle province e dei comuni più prodighi svettano i grandi capoluoghi, MilanoRoma, Torino, Bologna, ma tra i primi venti ci sono anche centri più piccoli e province come Modena, Rimini e Carpi al Nord, Chieti e Bari scendendo verso Sud.

Tra i titoli più amati, richiesti dalle scuole e donate dai cittadini, svetta ancora una volta Il Piccolo Principe, seguito quest’anno da I colori delle emozioni di Anna Llenas, la Storia di una gabbianella e del gatto che le insegnò a volare di Luis Sepùlveda, Il Gruffalò di Julia Donaldson e, nell’anno di Rodari, le sue Favole al telefono (il dettaglio è disponibile qui).

La grande maratona si è aperta sabato 21 novembre con il passaggio di testimone con Libriamoci. Giornata di letture nelle scuole! del Centro per il Libro e la Lettura del Mibact con una attività congiunta partita sui canali social e ripresa da tutti i soggetti in campo – scuole, librerie, istituzioni, editori e autori, personaggi della cultura e dello spettacolo, televisioni e stampa – incentrata sul comune messaggio “Un libro unisce, sempre”. L’attività ha coinvolto, tra gli altri, i Ministri Franceschini e Azzolina, l’ambassador Rudy Zerbi, personaggi dello spettacolo come Roberto Vecchioni, Orietta Berti, Ambra, gli attori della fiction “Un posto al sole” (la trasmissione che quest’anno ha fatto vivere la campagna all’interno della sceneggiatura in ben 3 puntate), tanti scrittori – da Bernard Friot a Stefania Auci, da Luigi Garlando a Beppe Severgnini, tra gli altri -, personaggi come Ilaria Capua, giornalisti, fino ai protagonisti del mondo del calcio come il CT della Nazionale Roberto Mancini. Una giornata di impegno comune che sui social ha raccolto 600.000 impression, raggiungendo potenzialmente 1 milione e 630 persone.

La mobilitazione sui social media dell’intera campagna, del resto, è stata particolarmente significativa: gli account social di #ioleggoperché hanno generato infatti un totale di quasi 4.500.000 impression raggiungendo una copertura di oltre 5 milioni di persone tra Facebook, Instagram e Twitter.

Ancora una volta, la staffetta lanciata da AIE ha trovato un convinto sostegno anche nel mondo della TV con una campagna di comunicazione sociale sulle reti Rai (con il sostegno di Rai per il sociale), Mediaset (con il sostegno di Mediafriends Onlus), Sky e La7 per 150 passaggi dello spot durante i 10 giorni di campagna. Sono state decine i passaggi redazionali nelle principali trasmissioni televisive e radiofoniche di ambito generalista e migliaia gli articoli su carta stampata e web, nazionali e locali. Diciassette gli interventi in trasmissioni radio-televisive di punta, con interviste, testimonianze e appelli all’adesione alla manifestazione.

#ioleggoperché però non finisce qui.

Con grande intraprendenza e creatività, 310 scuole hanno partecipato al contest #ioleggoperché 2020: superando i limiti e le difficoltà del periodo, studenti, librai, insegnanti e famiglie si sono inventati le modalità più originali e coinvolgenti – nel rispetto del DPCM vigente – per raggiungere le persone che non hanno potuto recarsi in libreria. Le dieci più creative saranno premiate a fine gennaio grazie al supporto di SIAE, con 10 buoni da 1.000 euro per l’acquisto di libri.

Parte ora inoltre la fase del contributo degli Editori, che doneranno 100.000 nuovi libri alle biblioteche scolastiche. I pacchi del contributo editori 2020 verranno consegnati nella primavera 2021 nelle librerie, destinati alle scuole che ne hanno fatto richiesta entro i termini, insieme a quelli dell’edizione 2019 che, con le scuole chiuse a causa del Covid, non sono stati consegnati a Marzo 2020.

Per saperne di più:

www.ioleggoperche.it

—————–

#ioleggoperché è una iniziativa di AIE – Associazione Italiana Editori, sostenuta dal Ministero per i Beni e le attività culturali per il Turismo – Direzione generale Biblioteche e Diritto d’Autore, dal Centro per il libro e la lettura, in collaborazione con il Ministero dell’Istruzione – Direzione Generale per lo Studentel’Inclusione e l’Orientamento, con l’Associazione Italiana Biblioteche (AIB), l’Associazione Librai Italiani (ALI), il Sindacato Italiano Librai e Cartolibrai (SIL), con il supporto di SIAE – Società Italiana Autori ed Editori, con il contributo di Pirelli e con il sostegno di Mediafriends e di Rai per il sociale.

Mediapartner: Corriere della Sera, Gruppo Mondadori, Repubblica, La7, Rai, SKY, Mediaset TGcom24, Giornale della Libreria e Illibraio.it

Technical Partner: Messaggerie Libri e Comieco 

Si ringrazia: Ibs.it

Social

Facebook: @ioleggoperche – https://www.facebook.com/ioleggoperche/

Twitter: @ioleggoperche – https://twitter.com/ioleggoperche

Instagram: @ioleggoperche – https://instagram.com/ioleggoperche

YouTube: https://www.youtube.com/ioleggoperchévideo