Archivi tag: Formazione

Piano formazione sulla Valutazione nella Scuola primaria

Parte il piano di formazione rivolto a dirigenti scolastici e docenti sul nuovo sistema di valutazione della scuola primaria, introdotto, a partire da quest’anno scolastico, con l’ordinanza ministeriale n. 172 del 4 dicembre 2020. 

Il Ministero dell’Istruzione promuove, dal 2020/2021 e per un biennio, una serie di attività di formazione con l’obiettivo di indirizzare, sostenere e valorizzare la cultura della valutazione e degli strumenti valutativi nella scuola primaria. 

Si inizia l’11 e il 12 gennaio, con due webinar. 

“Dai voti ai giudizi descrittivi nella scuola primaria: il nuovo quadro normativo”. Questo il titolo del primo appuntamento, destinato ai dirigenti scolastici, in programma per l’11 gennaio dalle ore 11 alle 13. È possibile seguire l’evento a questo link: https://aka.ms/1webinarValutazionePrimaria 

Per quanto riguarda i docenti, gli incontri sono due. Il primo, dal titolo “Obiettivi di apprendimento e criteri di valutazione”, in programma per l’11 gennaio, dalle ore 17 alle 19. È possibile seguire l’evento a questo link: https://aka.ms/2webinarValutazionePrimaria 

Il secondo, dal titolo “Strumenti valutativi e documento di valutazione”, in programma per il 12 gennaio, dalle ore 17 alle 19. È possibile seguire l’evento a questo link: https://aka.ms/3webinarValutazionePrimaria 

I webinar saranno registrati e resi disponibili nella sezione dedicata del sito del Ministero dell’Istruzione “La valutazione nella scuola primaria”. 

Questi incontri sono finalizzati ad accompagnare le scuole nella transizione verso le nuove modalità di espressione del giudizio descrittivo degli apprendimenti nella valutazione periodica e finale.

Tra innovazione e collaborazione, la Scuola eTwinning come agente di cambiamento

Scuola: Indire premia i migliori progetti eTwinning 2020

Cerimonia in diretta streaming il 17 dicembre con il video messaggio della Ministra dell’Istruzione, Lucia Azzolina e 500 insegnanti e dirigenti scolastici

Firenze, 14 dicembre 2020 – Si terrà in versione online, dal 17 al 18 dicembre p.v., la Conferenza nazionale eTwinning 2020 “Tra innovazione e collaborazione, la Scuola eTwinning come agente di cambiamento”. L’evento è organizzato dall’Unità nazionale eTwinning, Agenzia nazionale Erasmus+ Indire.

La Conferenza rappresenta il più importante evento nazionale della più grande community europea di scuole e docenti attivi in progetti di collaborazione a distanza e prevede, come ogni anno, la cerimonia di consegna dei Premi nazionali eTwinning: un momento di celebrazione e disseminazione dei migliori 10 progetti di collaborazione tra classe attraverso la piattaforma eTwinning svolti nell’anno scolastico 19/20. I premi consistono in strumentazione per la didattica digitale.

La Cerimonia sarà trasmessa in DIRETTA STREAMING sul canale Youtube (eTwinning Italia) sul sito dell’evento il 17 dicembre dalle 15:30. Previsto un collegamento con le classi dei 25 docenti coinvolti da 17 istituti della Penisola. 

La seconda giornata (18 dicembre) sarà dedicata ad un approfondimento sul riconoscimento di Scuole eTwinning e sul ruolo degli istituti scolastici più innovativi all’interno del panorama scolastico nazionale. Alla Conferenza parteciperanno oltre 500 tra docenti e dirigenti scolastici rappresentanti della rete.

La Ministra dell’Istruzione, Lucia Azzolina, parteciperà all’evento con un video messaggio.

Tra i keynote speaker presenti il 18 dicembre: Elena Mosa e Silvia Panzavolta, ricercatrici Indire; Angelo Paletta e Genc Alimehmeti, Università degli Studi di Bologna; Santi Scimeca, project manager di eTwinning presso European Schoolnet.

Hashtag ufficiale dell’evento: #eTwPremi20

>> Il sito dell’evento per la diretta streaming e il programma completo
https://etwinning.indire.it/conferenze/conferenza-nazionale-etwinning-2020/

>> Maggiori info sulle Scuole eTwinning
https://etwinning.indire.it/riconoscimenti-e-premi/storia-e-mission-delle-scuole-etwinning/

>> Maggiori info sui Premi nazionali eTwinning
https://etwinning.indire.it/riconoscimenti-e-premi/premi-nazionali/

School Maker Day 2020


*SCHOOL MAKER DAY 2020 – MAKE IT SUSTAINABLE*

Trasformiamo la sfida che stiamo affrontando in nuove opportunità di crescita.
Lo School Maker Day, giunto alla sua quinta edizione, ritorna con nuovi contenuti e diverse modalità organizzative. Maker di ogni età si incontrano online per riflettere sulla crisi e presentare idee innovative su cinque obiettivi di sviluppo sostenibile dell’Agenda 2030.

Webinar in diretta su https://www.schoolmakerday.it lunedì 14 dicembre dalle ore 10:00 alle ore 13:00. Tramite una chat sarà possibile comunicare in tempo reale con gli espositori. Non è richiesta alcuna iscrizione né registrazione.

L’evento è organizzato da Laboratorio territoriale per l’occupabilità Opus Facere – Fare per capire, IIS Belluzzi-Fioravanti, Servizio Marconi TSI/USR-ER e Fondazione Golinelli con la collaborazione di Città metropolitana di Bologna e Fablab.

L’iniziativa è aperta a tutte/i e particolarmente rivolta studenti/studentesse della primaria, della scuola secondaria di primo e secondo grado, genitori, dirigenti scolastiche/ci e insegnanti, operatori/operatrici delle aree educazione, formazione, socio-sanitaria, politiche giovanili

Collana “Ricerche Indire”

Collana “Ricerche Indire

Un incontro per approfondire le “idee” per la didattica delle Avanguardie Educative

Firenze, 10 dicembre 2020 – La ricerca di INDIRE al servizio della scuola, per fornire strumenti e riflessioni utili ai docenti e ai dirigenti scolastici per la didattica. Con questo obiettivo, domani, venerdì 11 dicembre 2020, dalle 17.00 alle 18.30, è in programma un incontro online di presentazione di 3 volumi della collana Ricerche Indire, edita da Carocci Editore. L’evento è gratuito ed è accessibile dal sito di INDIRE e da quello delle Avanguardie Educative, al seguente link: https://indire.webex.com/indire/j.php?MTID=m7385759d2b9c4cc343661eeba9068edb (password: avanguardie)

Introdurrà il webinar il Presidente di INDIRE, Giovanni Biondi, per illustrare le strategie che hanno portato alla realizzazione di una nuova collana di ricerca, che abbraccia tutte le sperimentazioni e le attività di ricerca svolte dall’Istituto.

Ai lavori parteciperanno i ricercatori di INDIRE che, insieme ad alcuni esperti del mondo della scuola, sono gli autori di questi tre volumi. In particolare, Elisabetta Mughini, dirigente di ricerca INDIRE, Silvia PanzavoltaLaura Parigi e Lorenza Orlandini, ricercatrici di INDIRE, e, tra gli altri, i contributi video di Franco Lorenzoni, maestro di scuola primaria dalla fine degli anni Settanta fino al 2018, attivo nel Movimento di Cooperazione EducativaAluisi Tosolini, Dirigente Scolastico del Liceo Scientifico, musicale e sportivo “Attilio Bertolucci” di Parma, Mara Krechevsky, Senior Researcher sul progetto Project Zerodella «Harvard Graduate School of Education», che ha diretto il progetto Making Learning Thinking Visible.

I primi tre volumi, oltre a far conoscere le attività dell’Istituto, rendono disponibili gli esiti di ricerche teoriche svolte sul campo nell’ambito del progetto Avanguardie educative. Lo scopo è quello di intercettare le innovazioni provenienti dalle scuole e sistematizzarle attraverso la ricerca educativa.

Nato nel 2014, oggi Avanguardie educative è diventato un vero e proprio Movimento per l’innovazione che vede coinvolte 1200 scuole di ogni ordine e grado, con la partecipazione di oltre 5000 tra docenti e dirigenti scolastici.

Le proposte oggetto dei primi tre volumi della collana sono:

  • Dentro/fuori la scuola – Service Learning. Un modello educativo per le scuole di ogni ordine e grado che mira al rafforzamento del rapporto tra scuola e territorio, attraverso il dialogo continuo con enti locali, istituzioni e stakeholder e l’applicazione dell’approccio pedagogico del Service Learning. Nei progetti che fanno riferimento al Service Learning il territorio diventa un ambiente di apprendimento che qualifica la relazione educativa. Le attività di ricerca connesse alla proposta godono di una collaborazione con la University of Cambridge.
  • MLTV – Rendere visibili pensiero e apprendimento. Un modello educativo per le scuole del secondo ciclo d’istruzione capace di valorizzare e mettere a frutto sia le conoscenze, abilità e competenze di tipo disciplinare che lo sviluppo del pensiero nelle diverse declinazioni: critico, creativo, logico-matematico, riflessivo, decisionale, sistemico. Le attività di ricerca sono realizzate attraverso lo scambio con Project Zero, centro di ricerca della Harvard Graduate School of Education di Boston. 
  • Dialogo euristico. Una tecnica didattica per far incontrare il lavorìo mentale degli alunni del primo ciclo d’istruzione con oggetti di conoscenza che sono portati dal docente o in cui ci si imbatte. Perché i pensieri dei bambini, le loro ipotesi, anche fantastiche, sono strumenti epistemici, modalità per (far) conoscere il mondo. Gli approfondimenti legati alla proposta sono frutto della collaborazione con Casa-Laboratorio Cenci (Amelia, Terni), centro di sperimentazione educativa fondato dal maestro Franco Lorenzoni.

Per registrarsi è necessario cliccare su questo link:

https://indire.webex.com/indire/j.php?MTID=m7385759d2b9c4cc343661eeba9068edb

Password: avanguardie

Per ulteriori informazioni sul Movimento delle Avanguardie educative:

http://innovazione.indire.it/avanguardieeducative/

54° RAPPORTO CENSIS – 2020

54° RAPPORTO SULLA SITUAZIONE SOCIALE DEL PAESE/2020

Venerdì 4 dicembre 2020, Ore: 10:00

Intervengono: Massimiliano Valerii – Direttore Generale Censis
Giorgio De Rita – Segretario Generale Censis

Giunto alla 54ª edizione, il Rapporto Censis prosegue l’analisi e l’interpretazione dei più significativi fenomeni socio-economici del Paese, individuando i reali processi di trasformazione della società italiana. Su questi temi si soffermano le «Considerazioni generali» che introducono il Rapporto. Nella seconda parte, «La società italiana al 2020», vengono affrontati i temi di maggiore interesse emersi nel corso dell’anno. Nella terza e quarta parte si presentano le analisi per settori: la formazione, il lavoro, il welfare e la sanità, il territorio e le reti, i soggetti e i processi economici, i media e la comunicazione, la sicurezza e la cittadinanza.

Tre Giorni per la Scuola Edu2021

3 GIORNI PER LA SCUOLA EDU2021 – per riempire il distanziamento sociale con parole e idee

Dal 2 al 4 dicembre si terrà la Tre Giorni per la Scuola Edu 2021, il principale evento nazionale sui temi della didattica scolastica promosso dalla Regione Campania e da Città della Scienza in collaborazione con la Direzione dell’Ufficio Scolastico Regionale per la Campania.

La manifestazione, giunta alla XVIII edizione, si inserisce nel quadro delle iniziative organizzate da remoto e dedicate al mondo della Scuola al tempo dell’emergenza Covid-19. 

Una tre giorni di webinar, dibattiti e workshop online dove docenti, dirigenti scolastici, studenti, educatori e formatori, per un totale di circa 3000 partecipanti, si confronteranno sulle grandi trasformazioni che la scuola sta affrontando in questa fase per scambiarsi esperienze, metodi e pratiche su come la pandemia ha cambiato l’insegnamento, sui nuovi strumenti di cui si avvale oggi la didattica e su come progettare la scuola del futuro.

La didattica a distanza subentrata a quella in presenza ha cambiato i tradizionali metodi d’insegnamento con non pochi disagi legati all’approccio digitale, all’organizzazione, al desiderio dei docenti di “arrivare” ai propri alunni, facendo sentire la presenza della scuola nella loro vita.

L’edizione 2020 prova a rispondere alla grande esigenza di riempire il distanziamento sociale  che oggi caratterizza la scuola, con la cultura, con le idee e con la voce e i volti di quelli che dai due lati dello schermo sono i veri protagonisti di questa grande trasformazione: studenti e docenti.

L’iniziativa si apre con l’evento inaugurale mercoledì 2 dicembre alle ore 11:30 con la speciale partecipazione del Prof. Enrico Bucci protagonista del talk ‘La Pandemia della Malascienza”. Bucci, esperto internazionale nel campo della manipolazione dei dati e dell’integrità della ricerca, è Direttore del programma di System Biology della Sbarro Health Research Organization presso il College of Science and Technology della Temple University di Philadelphia. Il talk sarà preceduto dai saluti istituzionali del Presidente di Città della Scienza Prof. Riccardo Villari e del Direttore Generale dell’Ufficio Scolastico Regionale per la Campania Luisa Franzese.

Tra gli appuntamenti più significativi del programma ci sarà Computer Science First: insegnare e imparare con il coding a cura della Fondazione Mondo Digitale: un’occasione per approfondire gli utilizzi della programmazione nell’insegnamento delle più diverse discipline, dalle scienza, all’arte fino alla storia grazie alla  piattaforma di coding Computer Science First, sviluppata in collaborazione con Google, per integrare la didattica con metodologie più efficaci e inclusive volte a  facilitare l’inclusione e l’apprendimento di tutti gli studenti, anche i più fragili e anche a distanza.

Nell’incontro  Orizzonti digitali: esplorare nuove forme di didattica, a cura della Fondazione Golinelli, si parlerà invece delle nuove progettualità sviluppate per docenti e studenti quali i digital kit for school e diversi laboratori e corsi online per insegnanti, tutti incentrati sulla flessibilità e la personalizzazione dell’erogazione/fruizione, sull’ aumento dell’interazione tra studenti e formatori, sulla possibilità di incontrare esperti che sarebbe difficile avere in classe, grazie ad un design ad hoc di contenuti digitali adatti alla fruizione online.

Per i docenti della quarta e quinta primaria e della secondaria di I grado si terrà il webinar di progettazione in 3D Progettare con i mattoncini Lego® , a cura di Bricks 4 Kidz®, che con un metodo didattico innovativo, creativo, multi-sensoriale e basato sull’utilizzo di mattoncini LEGO® unisce la teoria alla pratica ed al gioco, per un’esperienza di apprendimento dinamica che consente ai ragazzi di sperimentare e approfondire materie quali la geometria, l’arte, l’architettura.

Ma l’evento sarà anche un’occasione per i docenti dellascuole primarie per approfondire il rapporto tra robotica e ambientalismo, grazie al progetto di edutainment Robot d’Amare, a cura della Scuola di Robotica,che attraverso tecnologie innovative presenta diverse attività di robotica creativa, laboratori digitali e esperienze con robot subacquei per lavorare sulla sostenibilità ambientale attraverso coding e design4all.

Partecipando al webinar Welcome Federica. Lo spazio digitale di apprendimento continuo e accessibile a tutti  – a cura  di Federica Web Learning, il Centro di Ateneo per l’innovazione, la sperimentazione e la diffusione della didattica multimediale dell’Università di Napoli Federico II- studenti, docenti, professionisti e curiosi potranno aggiornare liberamente le proprie competenze e specializzare le proprie conoscenze attraverso una didattica innovativa di qualità universitaria, sperimentando come integrarla anche nelle proprie classi o realtà professionali.

Nel webinar Tu la conosci FRidA? Una piattaforma web, un laboratorio di comunicazione, tutta la ricerca di UniTO per il tuo domani, a cura diFRidA dell’Università di Torino, i docenti potranno trasformarsi in speaker interagendo con i protagonisti della ricerca raccolta nel podcast Prof fantastici e dove trovarli, in cui si racconta cosa accade nelle aule e dentro i laboratori di un’università.FRidA è infatti il primo portale in Italia dove ricercatrici e ricercatori raccontano in prima persona gli sviluppi del loro lavoro in un’ottica la multidisciplinare e sperimentando diversi format quali racconti, interviste, podcast, eventi rivolti ai cittadini e Proposte di Lettura utili ad approfondire tematiche specifiche e per produrre relazioni e tesine che intreccino più materie di studio. 

Nell’appuntamento Lessico e nuvole: le parole del cambiamento climatico, a cura di Gianni Latini della Sezione Valorizzazione della Ricerca e Public Engagement -Direzione Ricerca e Terza Missione dell’Università di Torino-  si potrà scoprire la nuova guida linguistica e scientifica sui cambiamenti climatici ‘Lessico e Nuvole’: una realtà in continua trasformazione nella sua multiforme fenomenologia (che interessa anche la sfera della salute umana) e nella rappresentazione mediatica, oggi disponibile nella sua ricca e aggiornata seconda edizione con oltre 200 voci e 12 percorsi di lettura, introdotti da coinvolgenti dossier firmati dalle protagoniste e dai protagonisti della ricerca.

La Tre Giorni per la Scuola risponde da quasi vent’anni all’esigenza di far dialogare il mondo della scuola e dare voce ai suoi veri protagonisti: i docenti. Quest’anno, nell’emergenza sanitaria che sta rivoluzionando il modo di fare scuola, la parola di chi questa rivoluzione la sta vivendo e ogni giorno sta cercando nuove soluzioni a nuove sfide è ancora più importante.

Il programma (con possibilità di potersi registrare gratuitamente agli eventi) è disponibile su:

http://www.cittadellascienza.it/3giorniperlascuola/

#3giorniperlascuola

Nota 24 novembre 2020, AOODGPER 37467

Ministero dell’Istruzione
Dipartimento per il sistema educativo di istruzione e di formazione
Direzione generale per il personale scolastico

Ai Direttori degli UU.SS.RR. LORO SEDI
e, p.c. Al Capo Dipartimento del sistema educativo di istruzione e formazione
All’Ufficio di Gabinetto

Oggetto: Formazione docenti in servizio a.s. 2020-2021. Assegnazione delle risorse finanziarie e progettazione delle iniziative formative.

Notte europea dei ricercatori 2020

CON IL PROGETTO NET – SCIENZA INSIEME
DA OGGI IL COUNTDOWN PER LA NOTTE EUROPEA DEI RICERCATORI, QUEST’ANNO TUTTA IN EDIZIONE STREAMING

Oltre 100 appuntamenti dal 23 al 28 novembre per lanciare la Notte europea dei ricercatori 2020 una settimana di iniziative per ri-scoprire la scienza grazie al Progetto NET, coi contributi di volti noti come Alessandro Gassmann, Mario Tozzi, Luca Mercalli, Gabriella Greison e Lorenzo Baglioni. Tante le attività: eventi e webinar dedicati al mondo della scuola, virtual tour nelle sedi degli enti e delle università, incontri con i ricercatori, laboratori e documentari.

Inoltre, dalle ore 19 del 27 novembre 2020 il clou della Notte dei Ricercatori di Scienza Insieme sarà sulla piattaforma digitale Rai Play.

“Sta per arrivare la Notte europea dei ricercatori – spiega il climatologo Luca Mercalli nel video di lancio dell’iniziativa -. Gli studiosi del progetto NET Scienza Insieme vi intratterranno con eventi interattivi su temi scientifici di attualità come le sfide globali dei cambiamenti climatici e delle pandemie, il rischio terremoti e tsunami, le minacce delle specie aliene invasive e come funziona un supercalcolatore”. 

“Credo che non ci sia stato nessun momento nella recente storia del Pianeta più adatto di questo per seguire quello che la scienza vuole dirci – sottolinea Alessandro Gassman, testimonial di questa edizione della Notte per il Progetto NET -. Siamo nel centro di una crisi che è quella del Covid, si prospetta una crisi ancora più grande che è quella dei cambiamenti climatici e della possibilità di un collasso del nostro ecosistema. Diamo ascolto a chi fa ricerca”.

“A cosa serve la divulgazione scientifica? – chiede Mario Tozzi, ricercatore CNR –  Se fossimo in grado di valutare bene le cose da un punto di vista scientifico non ci saremmo bevuti stupidaggini su SARS-CoV-2 o sui cambiamenti climatici. Quando non usi metodi scientifici, non puoi analizzare i fenomeni della realtà, che sono in genere fenomeni fisici. Per fare questo, servono buoni divulgatori”.

In occasione dell’edizione 2020 della Notte europea dei Ricercatori gli enti e le università del network di Scienza Insieme – NET aprono le porte delle loro sedi grazie al web, per incontrare i cittadini con molteplici attività che avranno il clou il 27 novembre, ma che saranno anticipate e seguite da tutta una serie di iniziative, trasformando così l’intera settimana in una grande manifestazione scientifica per tutti.

La sostenibilità ambientale è il filo conduttore di tutta l’edizione 2020. Da un lato gli appuntamenti per far capire come funziona la nostra Terra, dall’altro quelli per permettere di comprendere come dalle nostre azioni possano arrivare conseguenze significative per l’ecosistema, a partire dai cambiamenti climatici in atto.  

L’impossibilità di realizzare in presenza laboratori, workshop e talk non ha voluto infatti dire uno stop delle tante iniziative di divulgazione scientifica che da anni vengono portate avanti con grandissima partecipazione di pubblico. Quest’anno prosegue infatti online e in streaming l’impegno di Scienza Insieme – NET per diffondere cultura scientifica e contribuire ad aumentare la consapevolezza dei cittadini sulle sfide globali della nostra società.

Al Progetto NET aderiscono dieci fra i più importanti Enti pubblici di ricerca ed Università del nostro Paese: CNR (che ne è anche il capofila), ENEAINAFINGVISPRACINECAUniversità degli Studi di Roma “Tor Vergata”Sapienza Università di RomaUniversità degli Studi della TusciaUniversità Telematica Internazionale UNINETTUNO.

A dare il loro supporto, grazie a contenuti video volti noti come Alessandro Gassmann, Mario Tozzi, Luca Mercalli, Gabriella Greison e Lorenzo Baglioni.

Un calendario ricco di attività per le scuole con esperimenti, laboratori, giochi, e poi iniziative per tutti quali talk, lezioni, documentari, tour virtuali, incontri di scienza e molto altro anch’essi all’insegna del green. La sfida a un mondo sostenibile coinvolgerà le giovani generazioni ma le soluzioni partono dallo studio e dalla ricerca di oggi. Per questo sono molteplici gli strumenti di educazione ambientale messi a disposizione gratuitamente da Scienza Insieme – NET.

La Notte Europea dei Ricercatori è un progetto HORIZON 2020, realizzato con le azioni Marie Skłodowska-Curie, e si svolge tutti gli anni in 400 città dell’Unione Europea, coinvolgendo 1,6 milioni di visitatori, migliaia di ricercatori, centinaia di Centri di Ricerca, Enti di ricerca, Università, associazioni e numerosi altri soggetti impegnati nella divulgazione scientifica.

Scheda sintetica delle principali categorie di iniziative

NET per le SCUOLE

È il programma dedicato agli studenti di scuola primaria e di scuola secondaria.

Una proposta di attività didattiche ricchissima, con oltre quaranta eventi on-line, suddivisi in laboratori e giochi, dimostrazioni, contest, seminari e poi, ancora, citizen science, tour ed esposizioni virtuali.

TOUR VIRTUALI

Consentiranno di entrare in alcuni dei nostri laboratori di ricerca. Un bellissimo modo per scoprire gli strumenti e le tecnologie dedicate alla scienza, anche da casa.

Salva il PiaNETa!

È il gioco virtuale interattivo della Notte dei Ricercatori 2020 che consente di vivere l’esperienza unica di diventare Ricercatore per un giorno! Sarà possibile trovare i dati scientifici nascosti nei contenuti online della Notte dei Ricercatori e prepararsi a partire per un viaggio alla scoperta del nostro Pianeta: altri ricercatori, in giro per il mondo, hanno bisogno dell’aiuto degli aspiranti esploratori perché per salvare la Terra dal cambiamento climatico non basta un cervello solo!

ESPERIMENTI & ESPERIENZE CON LA SCIENZA

Un modo divertente consentirà di capire alcuni concetti fondamentali della scienza. Ad esempio, come costruire un jammer bluetooth.

EVENTI IN DIRETTA

Ogni giorno a partire dal 23 novembre si possono incontrare i ricercatori in diretta, fino al 28 novembre sui portali dei 10 partner e una selezione delle iniziative video sarà trasmessa anche sulla pagina facebook di Scienza Insieme.

INCONTRI DI SCIENZA

Gli incontri nascono con una missione specifica: diffondere cultura scientifica per contribuire ad aumentare la consapevolezza dei cittadini, grandi e piccoli, su temi importanti ed attuali.

DOCUMENTARI

Un modo per coinvolgere grandi e piccoli con immagini emozionanti e immergersi in una realtà straordinaria attraverso gli occhi della scienza!

Nota 23 novembre 2020, AOODGOSV 21412

Ministero dell’Istruzione
Dipartimento sistema educativo di istruzione e formazione
Direzione generale ordinamenti scolastici e valutazione sistema nazionale di istruzione

Ai Direttori degli Uffici Scolastici Regionali
All’Ufficio speciale di lingua slovena
Al Sovrintendente Scolastico per la Provincia di Bolzano
All’Intendente Scolastico per la Scuola in lingua tedesca di Bolzano
All’Intendente Scolastico per la Scuola delle località ladine di Bolzano
Al Dirigente del Dipartimento Istruzione della Provincia di Trento
Al Sovrintendente agli studi della Regione Autonoma della Valle d’Aosta
Ai Dirigenti scolastici delle Istituzioni scolastiche statali e paritarie per il tramite dei rispettivi UU.SS.RR.

Oggetto: Le vicende del Confine orientale e il mondo della scuola.
1° Seminario tematico online “Pola, addio!” – 3 dicembre 2020

Nota 19 novembre 2020, AODGOSV 21183

Ministero dell’Istruzione
Dipartimento per il sistema educativo di istruzione e formazione
Direzione generale per gli ordinamenti scolastici e la valutazione del sistema nazionale di istruzione

Ai Direttori degli Uffici Scolastici Regionali
LORO SEDI
per il successivo inoltro
Alle Istituzioni scolastiche di ogni ordine e grado e agli Istituti Tecnici Superiori del territorio LORO SEDI
e, p.c. Al Capo di Gabinetto dell’On.le Ministro
Al Capo Dipartimento per il sistema educativo di istruzione e formazione
Al Capo dell’Ufficio Stampa SEDE

OGGETTO: 30^ edizione JOB&Orienta Digital Edition – Fiera di Verona, 25-27 novembre 2020 “Orientamento: vaccino per l’occupazione”. Invito alla partecipazione a studenti, docenti e dirigenti scolastici

Nota 21 settembre 2020, AOODGPER 28730

Ministero dell’Istruzione
Dipartimento per il sistema educativo di istruzione e di formazione
Direzione generale per il personale scolastico – Ufficio VI
Formazione del personale scolastico, formazione dei dirigenti scolastici e accreditamento enti

Ai Direttori generali degli Uffici Scolastici Regionali

Oggetto: Periodo di formazione e prova per i docenti neoassunti e per i docenti che hanno ottenuto il passaggio di ruolo. Attività formative per l’a.s. 2020-2021.

Nota 17 settembre 2020, AOODGPER 28419

Ministero dell’Istruzione Dipartimento per il sistema educativo di istruzione e di formazione
Direzione generale per il personale scolastico – Ufficio VI Formazione del personale scolastico, formazione dei dirigenti scolastici e accreditamento enti

Ai Direttori degli UU.SS.RR. LORO SEDI
Ai Dirigenti titolari degli UU.SS.RR. per l’Umbria, la Basilicata e il Molise LORO SEDI
Al Capo del Dipartimento per il sistema di Istruzione e formazione SEDE

Oggetto: Piano di formazione per i neoassunti DSGA a.s. 2020-2021.

Nota 17 settembre 2020, AOODGPER 28422

Ministero dell’Istruzione Dipartimento per il sistema educativo di istruzione e di formazione
Direzione generale per il personale scolastico – Ufficio VI Formazione del personale scolastico, formazione dei dirigenti scolastici e accreditamento enti

Ai Direttori generali degli Uffici Scolastici Regionali
Ai Dirigenti titolari degli Uffici Scolastici regionali per l’Umbria, la Basilicata e il Molise
e, per loro tramite, ai Dirigenti scolastici in anno di formazione e prova

Oggetto: Linee operative per la formazione e la valutazione dei dirigenti scolastici neoassunti a.s. 2020-2021.