Archivi categoria: Formazione

Terra di Russia e Terra di Puglia

PUGLIA E RUSSIA
DIALOGO LINGUISTICO E CULTURALE PERMANENTE

Terra di Russia, Terra di Russia!…
Quale inaccessibile, misteriosa forza è dunque questa, che attira a te?
Perché riecheggia e di continuo risuona all’orecchio, malinconica,
come si diffonde in tutta l’ampiezza tua, da mare a mare, la tua canzone?
Cosa c’è, in essa, in codesta canzone?
Che cosa chiama così, e singhiozza, e afferra al cuore?
Quali suoni sono questi, che morbosamente si insinuano e penetrano nell’aria,
e si attorcigliano attorno al mio cuore?
(Nikolaj Gogol’)

Sono queste le domande a cui si cercherà di dare una risposta con “Puglia-Russia 2021. Percorsi conoscitivi e formativi tra culture, saperi linguistici, letterari e musicali nella prospettiva di un apprendimento permanente”.

Il Progetto, finanziato dalla Regione Puglia (A.D. n. 1738 del 05.12.2019 – BURP n. 144 del 12.12.2019), è attuato dalla scuola capofila, il Liceo Classico, Linguistico, Scientifico e delle Scienze Applicate “Virgilio Redi” di Lecce, in sinergia con partner prestigiosi, attori attivi sul territorio nazionale e internazionale: il Dipartimento di Studi Umanistici (Università del Salento), l’Università Statale di Mosca “M.V. Lomonosov”, il Centro Montessori di San Pietroburgo “Zolotaja busina”, la Scuola Statale 193 di San Pietroburgo, l’I.S. “Filippo Smaldone” di Lecce, l’I.C. “Rina Durante” di Melendugno (Le), l’I.C. Polo 1 di Galatina (LE), l’I.S.S. “A. De Pace” di Lecce, l’I.C. “Italo Calvino” di Alliste (Le), il Balletto del Sud di Lecce, il Centro Studi Koinè Europe, l’Accademia della Minerva.

Numerose sono le azioni previste e ricco e articolato è il dialogo linguistico-culturale cui sono invitati docenti e discenti pugliesi e russi, nazionali e internazionali, in un cammino formativo che avrà inizio a luglio e vedrà la conclusione nel prossimo mese di ottobre.

La parola chiave è innovazione metodologica e didattica. Il Progetto promuove infatti la lingua L2, in
particolar modo il russo e l’italiano, attraverso la didattica musicale e le tecniche dei sistemi integrati di traduzione, in una logica verticale, dalla prima infanzia all’Università. Le azioni progettuali, destinate a docenti e discenti, hanno ricadute importanti nell’ambito della ricerca didattica, sulle buone prassi, in un’ottica di trasferibilità e di apprendimento permanente.

Ma vi è di più. Il Progetto non esaurisce nella formazione il suo potenziale ma lo estende anche sul Territorio con performance di carattere musicale, teatrale, letterario e della danza il cui obiettivo cardine è la realizzazione del dialogo attivo e costruttivo tra Russia e Puglia, tra mondi culturali complessi, ricchi di tradizioni, dinamici e multiformi.

Il Dirigente Scolastico del Liceo “Virgilio-Redi”, Prof. Dario Cillo, in piena sintonia con i principi ispiratori del Piano Nazionale di Resistenza e Resilienza, considera la realizzazione del Progetto “Russia-Puglia 2021”, che si realizza grazie alla Regione Puglia, un grido di speranza da opporre al difficile momento che l’ondata pandemica ha determinato: “Si guarda al futuro” – afferma il Prof. Cillo – Il progetto, che nasce con l’obiettivo di promuovere e far conoscere la cultura russa in Puglia e la lingua e la cultura italiana in Russia, crea occasioni di contatto e confronto tra Scuole e Università pugliesi e russe, promuovendo fortemente il territorio pugliese, stimolando il legame tra la Russia e la Puglia”. “Da non dimenticare, – continua il Dirigente Scolastico – l’attenzione verso gli operatori della Scuola che potranno documentare questo cammino formativo e professionale attraverso il Sistema Operativo per la Formazione e le Iniziative di Aggiornamento dei docenti previsto dal M.I.U.R.”

In allegato il programma dei webinar

Per ulteriori informazioni contattare la Segreteria Organizzativa
Liceo Virgilio Redi – Via Galileo Galilei
Tel. 0832 351724 Mail. Leis046004@istruzione.it



INNOVAZIONE METODOLOGICA E DIDATTICA PER L’APPRENDIMENTO DEL RUSSO L2 NEI DIVERSI ORDINI DI SCUOLA
(webinar gratuiti – iscrizione su piattaforma S.O.F.I.A.
Identificativo 61090)

19 luglio ore 15.30 – 17.30
Prof. Giovanni Scarafile
(Università degli Studi di Pisa)
Il cranio di Ejzenštejn. La comunicazione efficace, tra parole ed immagini oltre la stereotipia

20 luglio ore 10.00-12.00
Prof.ssa Donata Maria Bruno
(Formatrice Opera Nazionale Montessori)
Lo sviluppo del linguaggio e le fiabe nella didattica montessoriana

21 luglio ore 10.00-12.00
Prof.ssa Donata Maria Bruno
(Formatrice Opera Nazionale Montessori)
Parole, musica e dimensione cosmica nei paesaggi russi I

22 luglio ore 10.00-12.00
Prof. Matteo Santipolo
(Università degli Studi di Padova)
Un modello sartoriale per la didattica delle lingue materne, seconde e straniere

23 luglio ore 10.00-12.00
Prof.ssa Isenarda De Napoli
(Formatrice Opera Nazionale Montessori)
La musica nella didattica montessoriana

26 luglio ore 10.00-12.00
Prof.ssa Donata Maria Bruno
(Formatrice Opera Nazionale Montessori)
Parole, musica e dimensione cosmica nei paesaggi russi II

27 luglio ore 18.00-20.00
Prof.ssa Gloria Politi (Università del Salento)
Uno sguardo sulla letteratura russa contemporanea: la scrittura femminile

28 luglio ore 10.00-12.00
Prof.ssa Anna Pugacheva (Formatrice AMI)
Sviluppo del linguaggio e fiabe sonore russe nella didattica montessoriana


PERCORSO DI BASE LINGUA RUSSA ON LINE
(per docenti italiani)
Corso gratuito – iscrizione su piattaforma S.O.F.I.A.
Identificativo 61091)

Prof.ssa Gloria Politi (Università del Salento)

Lunedì 19 luglio 2021 18:00-20.00
Dal 20 luglio al 30 luglio 2021
dal lunedì al venerdì ore 16.00-18.00
dal 10 settembre al 24 settembre 2021
dal lunedì al venerdì ore 18.00-20.00


PERCORSO DI BASE
LINGUA ITALIANA ON LINE
(per docenti russi)

Prof.ssa Patrizia Guida
(Università LUM “Giuseppe De Gennaro”)

Dal 13 settembre al 24 settembre
dal lunedì al venerdì ore 17.00-19.00

Piano RiGenerazione Scuola


Piano “RiGenerazione scuola”, istituiti il Comitato Tecnico-Scientifico e la Rete “Green Community” per la sua attuazione

Prende corpo “RiGenerazione scuola”, il piano per la transizione ecologica e culturale delle scuole, presentato a Roma, al Ministero dell’Istruzione, lo scorso 4 giugno.

Il Ministro dell’Istruzione, Patrizio Bianchi, ha infatti firmato il decreto per l’istituzione del Comitato Tecnico-Scientifico con l’obiettivo di implementarne l’attuazione, in coerenza con il Piano Nazionale di Ripresa e Resilienza (PNRR) e l’Agenda 2030 dell’ONU.

Il Comitato dovrà individuare le azioni per la transizione ecologica e culturale, da portare nelle scuole di ogni ordine e grado.   

I componenti del Comitato Tecnico-Scientifico sono:

Dott. Tullio Berlenghi

Prof. Federico Maria Butera

Avv. Alessandro Dini

Prof. Fabio Fava

Ing. Silvia Grandi

La Sottosegretaria all’Istruzione, la Senatrice Barbara Floridia, con delega in materia di sostenibilità, coordinerà il nuovo CTS. “Questa struttura permetterà al Piano di andare avanti anche nei prossimi anni, a prescindere dal presente Governo”, commenta la Sottosegretaria Floridia. E aggiunge: “Le questioni ambientali devono essere affrontate con una visione di lungo termine. Stiamo lavorando per un cambiamento reale, di cui beneficeranno le generazioni future. Perché le sfide ambientali richiedono un impegno nei decenni”.

Con lo stesso decreto si prevede anche la costituzione della “Green Community”, una rete nazionale composta da rappresentanti di amministrazioni pubbliche, istituzioni culturali, scientifiche, di ricerca, organizzazioni no profit e profit, anche di rilievo internazionale, che aiuteranno il Ministero e le Istituzioni scolastiche nella realizzazione delle iniziative volte alla transizione ecologica e culturale delle scuole.

I temi della crescita sostenibile e dell’educazione alla sostenibilità sono stati inseriti anche nei documenti finali approvati al G20 sull’Istruzione di Catania dello scorso 22 giugno guidato dal Ministro Bianchi.

La prima riunione del Comitato Tecnico-Scientifico è prevista il prossimo 12 luglio.


Bianchi: “Lavoriamo a una nuova capacità di agire per l’ambiente, partendo dalla scuola” Floridia: “Educhiamo ad abitare il mondo in modo nuovo”

Il Ministro Patrizio Bianchi e la Sottosegretaria Barbara Floridia hanno presentato, questa mattina, presso la Sala “Aldo Moro” del Ministero dell’Istruzione, “RiGenerazione Scuola”, il Piano per la transizione ecologica e culturale delle scuole, pensato nell’ambito dell’attuazione dell’Agenda 2030 dell’ONU.

“Oggi apriamo un capitolo importante: la formazione e l’educazione alla sostenibilità. Lo facciamo con una parola meravigliosa, RiGenerazione. Lavoriamo a una nuova capacità di agire per l’ambiente, partendo dalla scuola, che è il battito della comunità”, ha detto il Ministro Patrizio Bianchi in apertura dell’evento.

“Se riusciremo a educare i giovani a un nuovo modo di abitare il mondo, riusciremo a cambiare il Paese. Per questo il termine “rigenerazione”: dobbiamo rigenerare i nostri pensieri – ha aggiunto la Sottosegretaria Barbara Floridia -. La scuola è il luogo giusto per farlo, è l’infrastruttura culturale per eccellenza del Paese, è l’autostrada del pensiero. Dobbiamo passare dal concetto della resilienza al concetto della rigenerazione, non dobbiamo più resistere, ma imparare a vivere in un mondo nuovo”.

Educare i più giovani ad abitare il mondo in modo diverso, a ragionare sul lungo periodo, ponendo maggiore attenzione ai temi ambientali, alla sostenibilità delle nostre economie e dei nostri stili di vita, progettando nuovi mestieri che sappiano guardare al futuro rispettando ciò che ci circonda. Questi sono, appunto, gli obiettivi del Piano presentato oggi, che guarda alla scuola italiana come infrastruttura culturale, come centro delle comunità, modello esistenziale e abitativo, luogo d’origine di un nuovo alfabeto ecologico ed economico. Per l’attuazione del Piano, sottolinea la Sottosegretaria Floridia, “è previsto più di un miliardo di investimenti e la realizzazione di 200 scuole nuove a efficienza energetica”. 

La transizione ecologica e culturale della scuola sarà fondata su quattro pilastri: la rigenerazione dei saperi, ovvero che cosa si impara a scuola; la rigenerazione delle infrastrutture, con la costruzione di edifici innovativi e la creazione di nuovi ambienti di apprendimento; la rigenerazione dei comportamenti, con l’acquisizione di buone abitudini nel rispetto dell’ambiente anche a scuola; la rigenerazione delle opportunità, ovvero indirizzi scolastici caratterizzati da percorsi formativi che guardano ai temi dell’ecologia e della sostenibilità.

Questa mattina, a rappresentare i quattro pilastri, in collegamento video e in presenza, sono state alcune scuole italiane che hanno raccontato i loro progetti e la loro esperienza diretta in tema di transizione ecologica.

Durante la presentazione del Piano è stato trasmesso un video messaggio di Maria Chiara Carrozza, Presidente del CNR. Hanno inoltre partecipato Fabio Trincardi, Direttore del Dipartimento di Scienze del sistema terra e tecnologie per l’ambiente del CNRClaudia Brunori, vice Direttore del Dipartimento per l’Economia Circolare di ENEA e Alessandro Bratti, Direttore generale dell’ISPRA.

Il Ministro dell’Istruzione Patrizio Bianchi ha poi concluso l’evento ricordando che, anche in pandemia, “questo è un Paese che non si è fermato. Come tutte le volte, questo Paese dimostra la sua capacità nel momento più difficile, più delicato. Lo dico anche a voi ragazzi: dimostrate che dobbiamo essere orgogliosi del nostro Paese. E ricominciamo quindi a rigenerarci. Le scuole siano presidio di legalità, intelligenza e passione, il nostro Paese ne ha bisogno”.

Le scuole che hanno partecipato in collegamento video: 

  • Liceo Scientifico Statale “A.B. Sabin” di Bologna
    Liceo Scientifico con percorso Ecologico ambientale
  • Istituto Comprensivo “San Filippo del Mela” di San Filippo del Mela (ME)
    Istituto impegnato nel progetto “Orto Amico” e con una mensa a Km0
  • Istituto Comprensivo “Via Baccano” di Roma
    Istituto impegnato nel progetto “Plastic Free”
  • Istituto Comprensivo “John Dewey” di San Martino in Pensilis (CB)
    Istituto impegnato nel progetto “Un albero per il futuro”

La scuola che ha partecipato in presenza:

  • Istituto Tecnico Agrario “Giuseppe Garibaldi” – Roma
    Istituto per la formazione tecnica e pratica nel settore agroalimentare, ambientale e delle biotecnologie

Festival filosofia

Presentazione Festival filosofia sulla “libertà” – conferenza stampa e diretta, con Massimo Cacciari e Barbara Carnevali

Quasi 200 appuntamenti gratuiti in tre giorni per approfondire il tema “libertà”. Oltre 40 lezioni magistrali affidate a grandi protagonisti del pensiero contemporaneo, mostre, spettacoli, iniziative per bambini e cene filosofiche, tutto in presenza e in sicurezza, secondo le norme anticovid: è ciò che propone la ventunesima edizione del festivalfilosofia di Modena, Carpi, Sassuolo, in programma da venerdì 17 a domenica 19 settembre in 40 luoghi delle tre città.La manifestazione, che in 20 anni ha superato i due milioni di presenze, è organizzata dal Consorzio per il festivalfilosofia. Il programma del festival viene presentato agli organi di informazione nel corso di una

CONFERENZA STAMPA E DIRETTA STREAMING

Martedì 13 luglio ore 11.00

Consorzio per il festival filosofia Largo Porta Sant’Agostino 337, Modena
Per i giornalisti impossibilitati a raggiungere la sede della conferenza è possibile seguire la presentazione del festival in diretta streaming previo accredito. Intervengono alla conferenza stampa, per il Consorzio per il festivalfilosofia: Gian Carlo Muzzarelli, Sindaco di Modena ;Davide Dalle Ave, Assessore alla cultura di Carpi, in rappresentanza del Sindaco; Angela Ruini, Assessore alla cultura di Sassuolo, in rappresentanza del Sindaco; Giuliano Albarani, Presidente della Fondazione Collegio San Carlo di Modena; Anselmo Sovieni, Presidente del Consiglio direttivo del Consorzio per il festivalfilosofia e membro del Consiglio d’amministrazione della Fondazione Cassa di Risparmio di Modena; Corrado Faglioni, Presidente della Fondazione Cassa di Risparmio di Carpi; per il Comitato scientifico del festival: Massimo Cacciari, membro del Comitato scientifico del Consorzio per il festivalfilosofia; Barbara Carnevali, membro del Comitato scientifico del Consorzio per il festivalfilosofia; Michelina Borsari, membro del Comitato scientifico del Consorzio per il festivalfilosofia; Daniele Francesconi, Direttore del festivalfilosofia. Partecipa Mauro Felicori, Assessore alla cultura e paesaggio della Regione-Emilia Romagna 

Per seguire lo streaming della conferenza stampa in diretta da Modena è necessario accreditarsi scrivendo il prima possibile a stampa@mediamentecomunicazione.it

Nota 9 luglio 2021, AOODGOSV 16091

Ministero dell’Istruzione
Dipartimento per il sistema educativo di istruzione e formazione Direzione generale per gli ordinamenti scolastici, la valutazione e l’internazionalizzazione del sistema nazionale di istruzione

Ai Direttori degli Uffici Scolastici Regionali
All’Ufficio speciale di lingua slovena USR Friuli-Venezia Giulia
Al Sovrintendente Scolastico per la Provincia di Bolzano
All’Intendente Scolastico per la Scuola in lingua tedesca di Bolzano
All’Intendente Scolastico per la Scuola delle località ladine di Bolzano
Al Dirigente del Dipartimento Istruzione della Provincia di Trento
Al Sovrintendente agli studi della Regione Autonoma della Valle d’Aosta
Ai Dirigenti scolastici delle Istituzioni scolastiche statali e paritarie per il tramite dei rispettivi UU.SS.RR.
e.p.c. Al Capo Dipartimento per il sistema educativo di istruzione e formazione SEDE
Al Capo Ufficio Stampa SEDE
All’Ufficio di Gabinetto SEDE

Oggetto: Scuola estiva. Le vicende del confine orientale e il mondo della scuola: Il difficile Novecento del Confine Orientale. Dal Risorgimento italiano alle prospettive europee. Programma

Nota 7 luglio 2021, AOODGOSV 15887

Ministero dell’Istruzione
Dipartimento per il sistema educativo di istruzione e di formazione
Direzione generale per gli ordinamenti scolastici, la valutazione e
l’internazionalizzazione del sistema nazionale di istruzione

Ai Direttori degli Uffici Scolastici Regionali LORO SEDI
Al Sovrintendente agli Studi della Valle d’Aosta AOSTA
Al Dirigente del Dipartimento Istruzione per la Provincia Autonoma di TRENTO
All’Intendente Scolastico per le scuole delle località ladine di BOLZANO
All’Intendente Scolastico per la scuola in lingua tedesca di BOLZANO
Al Sovrintendente Scolastico della Provincia di BOLZANO
Ai Dirigenti scolastici delle Istituzioni scolastiche statali e paritarie del primo e secondo ciclo di istruzione LORO SEDI
Ai Dirigenti scolastici dei Centri Provinciali per l’Istruzione degli Adulti LORO SEDI
Ai Dirigenti scolastici degli Istituti Tecnici Superiori LORO SEDI
Al Capo Ufficio Stampa SEDE
Al Capo Dipartimento SEDE

Oggetto: PATHS Summer School. People, Planet, Prosperity: la filosofia per le sfide del XXI secolo II edizione A.S. 2020-2021 – Modalità virtuale Piattaforma PATHS http://formazione.indire.it/paths 12-13-14 luglio 2021.

Essere comunità educante

ESSERE COMUNITÀ EDUCANTE  
Conferenza intermedia del progetto ‘Lost in Education’  

Webinar in diretta streaming su unicef.it/lostineducation 

Mercoledì 7 luglio 2021 dalle 15:00 alle 18:30 – Diretta sulla pagina Facebook Arciragazzi 

Giovedì 8 luglio dalle 10:00 alle 12:30 – Diretta sulla pagina Facebook Arciragazzi e VitaSocialContent 

Iscrizioni: https://form.jotform.com/211682841322047
 

Lost in Education è un progetto multiregionale promosso da Comitato Italiano per l’UNICEF – Fondazione Onlus in partenariato con Arciragazzi e selezionato da Con i Bambini nell’ambito del Fondo per il contrasto della povertà educativa minorile (Bando Adolescenza). Durante l’incontro del 7 e dell’8 luglio si racconteranno le lezioni apprese durante questi due anni di progetto, con un’attenzione particolare al ruolo della partecipazione e dell’ascolto dei ragazzi e delle ragazze, della comunità educante e della scuola.  

Partecipano:   

Marco Rossi Doria, Presidente dell’Impresa Sociale Con i Bambini;   

Paolo Rozera, Direttore Generale Comitato Italiano per l’UNICEF;  

Camillo Cantelli, Presidente Arciragazzi Nazionale. 

con contributi di: 

Dipartimento Politiche per la Famiglia presso la Presidenza del Consiglio dei Ministri; 

Ministero per l’Istruzione; 

ANCI; 

Forum Nazionale del Terzo Settore; 

Rete EducAzioni. 

insieme a rappresentanti delle scuole partner e testimonianze di giovani ragazze e ragazzi. 

Modera: Sara De Carli – Giornalista VITA 

Media partner: VITA

Nota 22 giugno 2021, AOODGOSV 14765

Ministero dell’Istruzione
Dipartimento per il sistema educativo di istruzione e di formazione
Direzione generale per gli ordinamenti scolastici, la valutazione e l’internazionalizzazione del sistema nazionale di istruzione

Ai Direttori degli Uffici Scolastici Regionali LORO SEDI
Al Sovrintendente agli Studi della Valle d’Aosta AOSTA
Al Dirigente del Dipartimento Istruzione per la Provincia Autonoma di TRENTO
All’Intendente Scolastico per le scuole delle località ladine di BOLZANO
All’Intendente Scolastico per la scuola in lingua tedesca di BOLZANO
Al Sovrintendente Scolastico della Provincia di BOLZANO
Ai Dirigenti scolastici delle Istituzioni scolastiche statali e paritarie del primo e secondo ciclo di istruzione e LORO SEDI
Ai Dirigenti scolastici dei Centri Provinciali per l’Istruzione degli Adulti LORO SEDI
e.p.c. All’Ufficio del Consigliere Diplomatico SEDE
Al Capo Ufficio Stampa SEDE
Al Capo Dipartimento SEDE
Alla Commissione Nazionale Italiana per l’UNESCO ROMA

Oggetto: SCUOLA ESTIVA. La pratica filosofica per lo sviluppo sostenibile. Oceano Casa IV edizione A.S. 2020-2021 – Modalità virtuale Piattaforma Zoom 6-7-8 luglio 2021

Scuola, motore della crescita

Anche il Ministero dell’Istruzione parteciperà all’edizione di “Forum PA, connettere le energie vitali del paese”, che si terrà, on line, dal 21 al 25 giugno prossimi.      

Tre i temi che saranno approfonditi dal Ministero dell’Istruzione: la transizione ecologica, il digitale, la formazione del personale. 

Ad avviare la partecipazione del Ministero all’evento, il Ministro Patrizio Bianchi che interverrà, con un video messaggio, aprendo l’appuntamento: “Scuola, motore della crescita. Obiettivo Sviluppo digitale”. Nella stessa sessione, interverranno poi: Gianna Barbieri, Direttore Generale per i Contratti, gli Acquisti e per i Sistemi Informativi e la Statistica e Francesca Busceti, dirigente della Direzione Generale per le Risorse Umane e Finanziarie. 

Tra i protagonisti di Forum PA, anche la Sottosegretaria al Ministero dell’Istruzione, con delega alla transizione ecologica, la senatrice Barbara Floridia, che interverrà durante il confronto: “Scuola, motore della crescita. Obiettivo Sostenibilità e Innovazione”.

All’intervento della Sottosegretaria, seguiranno quelli di: Carla Guetti, Coordinatrice nazionale delle Scuole Associate dell’UNESCOAdriano Fabris, Professore di Filosofia morale dell’Università di PisaGiuseppe Pintus, ricercatore in Filosofia morale dell’Università di SassariAndrea Bollini, Dirigente dell’Ufficio “Innovazione digitale” – Direzione generale per i Fondi strutturali per l’Istruzione, l’Edilizia scolastica e la scuola Digitale.

Altri temi centrali sono, poi, l’innovazione e formazione, parole chiave dell’appuntamento “Scuola, motore della crescita. Obiettivo Formazione”, a cui parteciperanno: Anna Brancaccio, coordinatrice nazionale a supporto dei progetti ministeriali per rinnovare la didattica nelle materie STEM; Settimio Mobilio, Professore Università dell’Università Roma TreMassimo Esposito, Dirigente Tecnico del Ministero; Antonietta Zancan, dirigente della Direzione Generale per gli Ordinamenti Scolastici per la Valutazione e l’Internazionalizzazione del Sistema Nazionale di Istruzione.

Di seguito gli appuntamenti del Ministero dell’Istruzione al Forum PA con il link per effettuare l’iscrizione:
 

21 giugno, 2021 da 09:30 a 10:30              
Obiettivo Sviluppo Digitale. Scuola, motore della crescita | FORUM PA 2021 (eventifpa.it)

22 giugno, 2021 da 09:30 a 10:30

Obiettivo Formazione. Scuola motore della crescita | FORUM PA 2021 (eventifpa.it)

23 giugno 2021 da 09:30 a 10:30
Obiettivo Sostenibilità e Innovazione. Scuola motore della crescita | FORUM PA 2021 (eventifpa.it)

24 giugno 2021 da 13.30 a 14.00

Conversazione con… Patrizio Bianchi

Educazione all’uso del digitale per un consumo consapevole e sostenibile

Nota 25 maggio 2021, AOODGOSV 12487

EDUCAZIONE AL CONSUMO SOSTENIBILE E RESPONSABILE. Al via il progetto di formazione per una cittadinanza digitale consapevole. Evento di Kick Off

Al via il progetto di formazione per una cittadinanza digitale consapevole. Sarà presentato giovedì 3 giugno 2021, alle 15.00, il percorso di ‘Educazione all’uso del digitale per un consumo consapevole e sostenibile’. Il progetto ha una durata triennale e nasce dalla collaborazione del Ministero dell’Istruzione con il Ministero dello Sviluppo EconomicoDirezione generale per il mercato, la concorrenza, la tutela del consumatore e la normativa tecnica – e il supporto operativo di Invitalia. La presentazione dell’iniziativa potrà essere seguita a distanza al link https://zoom.us/j/96067198964?pwd=OUd4aG1DNk1WaVlHcUptOHo4b2d1QT09

Il progetto è stato pensato a supporto dell’insegnamento, ora obbligatorio in tutte le scuole, dell’Educazione civica. È rivolto a docenti, studentesse e studenti delle scuole secondarie di primo e secondo grado. L’obiettivo è quello di contribuire alla crescita delle conoscenze e delle competenze dei cittadini verso un consumo responsabile, consapevole e sostenibile con particolare riguardo all’uso del digitale, dell’Agenda 2030. I temi su cui si snoderà l’intero percorso sono quattro: diritti dei consumatorieducazione digitaleeducazione finanziaria e consumo sostenibile.

Le scuole saranno coinvolte in attività di info-formazione e in una competizione nazionale dedicata alle ragazze e ai ragazzi che prevede l’assegnazione di un incentivo per l’adeguamento delle tecnologie e delle competenze digitali.

Il progetto di formazione rientra tra le azioni previste dal Protocollo d’Intesa siglato a ottobre scorso dal Ministero dell’Istruzione e Ministero dello Sviluppo Economico.

Settimana della Musica a scuola


“La Musica Unisce la Scuola”, dal 24 al 29 maggio al via la XXXII rassegna nazionale

Convegno di apertura con l’intervento del Ministro dell’Istruzione Patrizio Bianchi


“La musica ti permette di raccontare mille storie. Ti permette di vivere mille vite. La musica è capacità di unire, capacità di includere. La musica è uno straordinario miracolo”. Così il Ministro dell’Istruzione, Patrizio Bianchi, ha aperto la Settimana della Musica, che quest’anno è dedicata al tema: ‘La Musica Unisce la Scuola’.   

Il 24 maggio l’inaugurazione della XXXII edizione, con un convegno a cui hanno preso parte, oltre allo stesso Ministro Patrizio Bianchi, anche Luigi Berlinguer, presidente del Comitato nazionale per l’apprendimento pratico della musica per tutti gli studenti, Giovanni Biondi, presidente INDIRE, Annalisa Spadolini, coordinatrice del Comitato nazionale per l’apprendimento pratico della musica per tutti gli studenti, Marco Morandi, tecnologo, responsabile della Struttura di ricerca ‘Didattica laboratoriale ed innovazione del curricolo nell’area artistico/espressiva’ INDIRE, Ciro Fiorentino, componente Comitato nazionale per l’apprendimento pratico della musica per tutti gli studenti.

Da lunedì 24 e fino a sabato 29 maggio, la rassegna proporrà un fitto calendario di appuntamenti con oltre 40 iniziative fra convegni, workshop e lezioni aperte e il contributo di 114 docenti, pedagogisti, artisti, dirigenti scolastici.

“Ringrazio il Comitato presieduto da Luigi Berlinguer per il lavoro fatto in questi anni. Questa XXXII Settimana della Musica – ha spiegato il Ministro – deve dirci come la musica possa essere un asse portante dell’educazione delle nostre ragazze e dei nostri ragazzi. La scuola deve essere il luogo in cui si costruisce l’eguaglianza. E la musica è uno strumento di costruzione dell’eguaglianza, di una scuola che vuole essere momento di costruzione di una comunità. La musica va potenziata”.  

La rassegna è organizzata dal Comitato nazionale per l’apprendimento pratico della musica del Ministero dell’Istruzione e dall’INDIRE per ricordare la centralità della musica nell’educazione delle ragazze e dei ragazzi. Anche quest’anno, a causa dell’emergenza Covid19, la rassegna si svolgerà interamente online e verrà trasmessa sulla piattaforma INDIRE.


Circa 1.500 video musicali realizzati dalle scuole. Più di 40 appuntamentifra convegni, workshop e lezioni aperte. Il contributo di 114 docenti, pedagogisti, artisti, dirigenti scolastici. E ancora, gli interventi di artisti come Mario BrunelloNando CitarellaPaolo DamianiPaolo FresuSimone GenuiniKatia RicciarelliPeppe ServilloAmbrogio Sparagna e Geoff Whestley

Torna anche quest’anno la rassegna nazionale della Settimana della Musica a scuola “La Musica Unisce la Scuola”. La Rassegna è alla sua XXXII edizione. Si terrà da lunedì prossimo24 maggio fino a sabato 29 maggio. È organizzata dal Comitato nazionale per l’apprendimento pratico della musica del Ministero dell’Istruzione e l’INDIRE per ricordare la centralità della musica nell’educazione delle ragazze e dei ragazzi, con lezioni di docenti e il contributo di importanti artisti nazionali.

Anche quest’anno, a causa dell’emergenza Covid19, la rassegna si svolgerà online e verrà trasmessa sulla piattaforma INDIRE.

Una edizione con un programma ricco di iniziative ed eventi. Lunedì  24 maggio, alle ore 10, il convegno di apertura con la partecipazione del Ministro dell’Istruzione Patrizio Bianchi. Interverranno anche: Stefano Versari, Capo Dipartimento del Ministero dell’Istruzione; Luigi Berlinguer, Presidente Comitato nazionale per l’apprendimento pratico della musica per tutti gli studenti; Giovanni Biondi, Presidente INDIRE; Annalisa Spadolini, coordinatrice Comitato nazionale per l’apprendimento pratico della musica per tutti gli studenti; Marco Morandi, tecnologo, responsabile della Struttura di ricerca ‘Didattica Laboratoriale ed Innovazione del Curricolo nell’area Artistico/Espressiva’ INDIRE; Ciro Fiorentino, referente nazionale COMUSICA, componente CNAPM.

Dall’inizio del lancio dell’iniziativa, nelle scorse settimane, hanno partecipato 500 istituti scolastici e sono stati prodotti circa 1.500 video musicali – che saranno pubblicati a partire dal 24 maggio sulla piattaforma dedicata – tra ensemble strumentali e ritmici, cori, solisti, ballerini e gruppi di body percussion.

Nel sito dedicato alla Rassegna ‘La musica unisce la scuola’ viene offerta ai docenti la possibilità di partecipare a 43 eventi di formazione gratuita, che sono una opportunità per riflettere su tecniche e finalità alla base di una pedagogia della musica: l’approccio laboratoriale, l’educazione all’ascolto, l’inclusività, l’espressione e la comunicazione con corpo, strumenti e parole, per una scuola che attivi l’educazione del cittadino democratico e l’emersione di una comunità solidale.

Insegnanti e studenti potranno partecipare a convegni e webinar(senza iscrizione), a workshop immersivi (con iscrizione e rilascio di attestato) dedicati a tutti i gradi dell’istruzione; il calendario presenta temi di interesse anche per educatori, operatori nel sociale, musicisti, genitori. 

Inoltre, la novità di questa edizione riguarda cinque lezioni al mattino a cui si può partecipare anche da scuola. E questo perché la Rassegna possa ‘vivere’ nelle classi. Gli studenti potranno spaziare dalla ‘Filosofia della musica’ agli ‘Orizzonti rap per la scuola’, a uno sguardo sull’hip-hop che crea socialità nelle periferie e su youtube; dalla body percussion alle lezioni jazz – in collaborazione con l’Associazione ‘Il Jazz va a scuola’ -; per concludere con approfondimenti  su ‘Roots, Rock, Reggae’, musica elettronica, musica popolare e storia della canzone. Sempre in programma: il convegno su Petrucci che inventò la stampa musicale e un approfondimento sulle scuole ad indirizzo musicale italiane.

Una settimana di appuntamenti con il variopinto mondo della musica, in attesa di ritornare ad ascoltarla in presenza, negli istituti, nella prossima edizione.

Per info e iscrizioni: https://lamusicaunisce.indire.it/

Fare laboratorio. Guida alla didattica esperienziale

Locandina

Un manuale dedicato agli insegnanti delle secondarie di secondo grado che vogliano promuovere e sviluppare un percorso di innovazione didattica con esperimenti di Fisica, Chimica, Biologia, Scienze della Terra.

Si terrà domani, giovedì 20 maggio, alle 14.30, il seminario per la presentazione del volume cartaceo, ma con integrazioni digitali dal titolo ‘Fare laboratorio. Guida alla didattica esperienziale’. Ad aprire i lavori sarà il Ministro dell’Istruzione, Patrizio Bianchi, che interverrà con un videomessaggio. Il seminario potrà essere interamente seguito in diretta streaming tramite il canale youtube del Ministero dell’Istruzione: https://youtu.be/sfJ_naD3ZLg.

L’iniziativa si terrà nella Sala Maria Montessori, al Ministero dell’Istruzione. È promossa nell’ambito del progetto nazionale LSOSAlab, lanciato per veicolare una didattica innovativa nelle materie matematico-scientifiche della secondaria di secondo grado.

Gli esperimenti raccolti all’interno del volume sono stati ideati e realizzati da docenti della scuola secondaria di secondo grado impegnati nel progetto. A validarli un comitato composto da docenti universitari del Dipartimento di Scienze di Roma Tre insieme a docenti della scuola secondaria di secondo grado. La redazione è stata curata dalla Accademia delle Scienze di Torino, da esperti della Direzione Generale per gli Ordinamenti Scolastici, la Valutazione e l’Internazionalizzazione del Sistema Nazionale di Istruzione.

Un volume sarà inviato gratuitamente a ciascun istituto scolastico impegnato nel progetto e a 1.000 docenti che ne faranno richiesta tramite un form il cui link sarà reso pubblico al termine del seminario.
Il seminario è inserito tra le iniziative del Ministero dell’Istruzione per la Settimana dell’Amministrazione Aperta (#SAA2021), dal 17 al 21 maggio 2021.

Olimpiadi di Filosofia

La cerimonia

Si è svolta venerdì 7 maggio 2021, a partire dalle 11.30, la proclamazione e premiazione dei vincitori della XXVIII edizione delle Olimpiadi nazionali di filosofia.

L’evento è stato preceduto dal seminario dal titolo ‘La filosofia per tutti’, a partire dalle 10.00.

Sono stati 85 i finalisti che si sono contesi la vittoria: 47 studentesse e 38 studenti. In 6 hanno conquistato il podio. Con una novità: fra i vincitori della sezione dedicata ai saggi in lingua straniera c’è uno studente di un Istituto tecnico. Un segnale importante che fa emergere l’interesse dei ragazzi per questa materia.

Quest’anno circa 10.000 studentesse e studenti hanno partecipato alla prima fase delle Olimpiadi, in rappresentanza di 316 istituti italiani e di 6 scuole italiane all’estero. Nella fase regionale sono stati ammessi in 994 (611 le ragazze e 383 i ragazzi). Tutte le sfide si sono svolte su piattaforme online, una scelta fatta per consentire di non perdere questo appuntamento, nonostante l’emergenza sanitaria.

Ogni anno possono partecipare alla competizione studentesse e studenti della scuola secondaria di secondo grado, anche delle scuole italiane all’estero. Le Olimpiadi di Filosofia sono promosse dalla Direzione Generale per gli Ordinamenti scolastici e per la valutazione del sistema nazionale di istruzione del Ministero. La competizione si avvale della collaborazione del Ministero degli Affari Esteri e della Cooperazione Internazionale, degli Uffici Scolastici Regionali, della Società Filosofica Italiana e ha il supporto del Liceo Classico “Massimo D’Azeglio” di Torino.

Per la gara nazionale, ai ragazzi e alle ragazze è stato chiesto di sostenere un’unica prova consistente nell’elaborazione di un saggio filosofico, scritto in lingua italiana (Sezione A) o in lingua straniera (Sezione B).

I nomi degli studenti premiati:

SEZIONE A – SAGGIO IN LINGUA ITALIANA
Gioele Marangotto – IIS “Majorana-Cascino” indirizzo Liceo Scientifico statale “Vito Romano” di Piazza Armerina (Enna)
Lorenzo Michelangeli – Liceo Classico Statale “Cesare Beccaria”, Milano
Enrico Clerico – Liceo Musicale “Cavour”, Torino

SEZIONE B – SAGGIO IN LINGUA STRANIERA
Giovanni D’Antonio – Liceo Scientifico “Evangelista Torricelli”, Somma Vesuviana (NA)
Gökçe Arslan – Liceo Italiano I.M.I., Istanbul (Turchia)
Aron Fiore – Istituto Tecnico D’Istruzione Superiore “Pininfarina”, Moncalieri (TO)

ITS POP DAYS

GLI ITS POP DAYS AI BLOCCHI DI PARTENZA, A MAGGIO LA PRIMA FIERA VIRTUALE DEGLI ISTITUTI TECNICI SUPERIORI

Un evento di Confindustria, Umana e INDIRE per l’orientamento nelle Accademie del Made in Italy

Diffondere e implementare la conoscenza degli Istituti Tecnici Superiori (ITS), evidenziandone il valore e l’efficacia come vere e proprie “officine del sapere tecnico” ad alto contenuto tecnologico e anche come garanzia per l’occupabilità dei giovani.

È questo lo scopo degli ITS POP DAYS, la prima fiera virtuale degli ITS, organizzata da Confindustria, Umana e in collaborazione con INDIRE che si svolgerà dal 5 al 7 di maggio in formato interamente online sul sito www.it’s pop days.it

Sarà una tre giorni dedicata all’orientamento di queste vere e proprie Accademie del Made in Italy del sistema terziario professionalizzante, una sorta di “città digitale”, che opererà attraverso una piattaforma online appositamente progettata. 

Sarà possibile navigare tra gli stand virtuali di 92 Fondazioni ITS iscritte con cui dialogare in diretta tramite live chat, oltre alla possibilità di partecipare a incontri e webinar tematici sulla formazione, sul lavoro e sul futuro delle nuove generazioni.

Con l’arrivo dei fondi del Recovery Plan, l’Italia è a una svolta e i primi driver su cui indirizzare i progetti e le risorse europee sono quelli della formazione e dell’occupazione giovanile. 

Gli iscritti agli ITS sono ancora troppo pochi rispetto al fabbisogno delle imprese e per questo è necessario promuovere la scelta degli Istituti Tecnici Superiori come investimento sul futuro. Secondo il monitoraggio INDIRE, infatti, l’83% dei diplomati in queste eccellenze del territorio ha trovato lavoro a un anno dal diploma, di cui il 92% in un’area coerente con il percorso concluso e, in alcuni percorsi, l’occupazione ha raggiunto il 100% dei diplomati.

Si tratta di percorsi terziari professionalizzanti, dove la competenza tecnologica si sposa con la pratica aziendale. Sono correlati a 6 aree tecnologiche:

  1. Efficienza energetica
  2. Mobilità sostenibile
  3. Nuove tecnologie della vita
  4. Tecnologie innovative per i beni e le attività culturali – Turismo
  5. Tecnologie dell’informazione e della comunicazione
  6. Nuove tecnologie per il Made in Italy (Servizi alle imprese; Sistema agro-alimentare; Sistema casa; Sistema meccanica; Sistema moda).

Il legame strutturale con la manifattura e i servizi collegati sono la chiave del sistema ITS. Grazie alla partecipazione attiva delle imprese sia nella co-progettazione didattica che nella governance stessa degli Istituti, rappresentano un accesso privilegiato al mondo del lavoro.

Gli ITS POP DAYS saranno l’occasione per conoscere e avvicinarsi a un percorso formativo che può costituire un trampolino di lancio per il futuro dei nostri giovani.

I nuovi modelli PEI

Il calendario dei nuovi webinar

Inclusione e nuovo PEI
Decreto interministeriale 182/2020: i nuovi modelli di Piano Educativo Individualizzato (PEI)
Webinar dedicati ai docenti con contributi a cura del Gruppo di lavoro D.Dip 75/2021

1) La scuola dell’infanzia: il nuovo modello di PEI
Esempi e proposte, domande, osservazioni, quesiti ricorrenti
4 maggio 2021 dalle ore 17 alle ore 19

2) Lascuola primaria: il nuovomodello di PEI
Esempi e proposte, domande, osservazioni, quesiti ricorrenti, la valutazione dell’ alunno con disabilità nella scuola primaria alla luce delle innovazioni normative
7 maggio 2021 dalle ore 17 alle ore 19

3) La scuola secondaria di 1°grado: il nuovo modello di PEI
Esempi e proposte, domande, osservazioni, quesiti ricorrenti
11 maggio 2021 dalle ore 17 alle ore 19

4) La scuola secondaria di 2° grado: il nuovo modello di PEI
Esempi e proposte, domande, osservazioni, quesiti ricorrenti
13 maggio 2021 dalle ore 17 alle ore 19

5) PEI provvisorio, verifiche finali e misure di sostegno
Esempi e proposte, domande, osservazioni, quesiti ricorrenti
18 maggio 2021 dalle ore 17 alle ore 19

6) Il nuovo modello di PEI: la scuola si racconta alle famiglie
Concetti chiave e innovazioni del nuovo modello di PEI
I gruppi per l’inclusione a scuola, il rapporto scuola e famiglia
20 maggio 2021 dalle ore 17 alle ore 19

I precedenti incontri:


Al via un ulteriore ciclo di incontri, sei in tutto, sui nuovi modelli del PEI, il Piano Educativo Individualizzato. Si comincia da martedì 4 maggio, alle 17.00, con l’appuntamento dal titolo “La scuola dell’infanzia: il nuovo modello di PEI”. Il calendario degli incontri si articolerà in due fasi: i primi quattro momenti di formazione saranno dedicati ciascuno a un grado di istruzione, mentre i restanti due saranno dedicati a focus più generali (PEI provvisorio e rapporti scuola-famiglia). Gli appuntamenti sono organizzati dal gruppo di esperti del Ministero dell’Istruzione e sono rivolti a tutti i docenti.
L’iniziativa rientra tra le misure di accompagnamento alle novità introdotte dal decreto interministeriale 29 dicembre 2020, n. 182.
Tutti i seminari di approfondimento potranno essere seguiti in diretta streaming collegandosi alla piattaforma https://aka.ms/PEI4maggio2021, oppure sul canale YouTube del Ministero dell’Istruzione. I webinar resteranno comunque sempre disponibili sul canale YouTube.
Nelle scorse settimane si è tenuto un primo ciclo di incontri con una presentazione generale dei nuovi modelli di PEI, con un approfondimento rivolto ai dirigenti scolastici.



Nota 22 gennaio 2021, AOODPIT 106
Webinar di presentazione del decreto interministeriale 29 dicembre 2020, n. 182, modalità per l’assegnazione delle misure di sostegno, previste dal decreto legislativo 66/2017, e i modelli di piano educativo individualizzato (PEI), da adottare da parte delle istituzioni scolastiche – Diretta streaming sul canale Youtube del Ministero dell’Istruzione

Link: https://aka.ms/InclusionePEI
Canale YouTube del MI

Martedì 26 gennaio alle ore 18.30 si terrà il primo webinar su “i nuovi modelli PEI e le modalità di assegnazione delle misure di sostegno”. L’evento, che vedrà la partecipazione della Ministra Lucia Azzolina, intende avviare le misure di accompagnamento alle novità introdotte dal decreto interministeriale 29 dicembre 2020, n. 182.

Il decreto è corredato di apposite Linee guida e comprende i quattro nuovi modelli di PEI (per la scuola dell’infanzia, primaria, secondaria di primo e secondo grado), la scheda per l’individuazione del bisogno di supporto per l’alunno, nonché una tabella per l’individuazione dei fabbisogni di risorse professionali per il sostegno e l’assistenza.

L’adozione del nuovo strumento e delle correlate linee guida implica di tornare a riflettere sulle pratiche di inclusione e costituisce una guida per la loro eventuale revisione e miglioramento.