Archivi tag: Eventi

Festa dell’Europa

Un’occasione per riflettere, per rafforzare la consapevolezza delle studentesse e degli studenti sul tema della cittadinanza europea, intesa come appartenenza a una cultura, a valori, a una storia, a un percorso comuni. È questo il 9 maggio, Festa dell’Europa, secondo il Ministro dell’Istruzione Patrizio Bianchi, che ha inviato alle scuole una circolare in vista della ricorrenza che si celebra questa domenica.

“L’Europa è nata da un sogno nei momenti più difficili, quando era terreno di scontro, di violenza, della guerra. In quegli anni è nata l’idea di un’Europa unita. È stata una costruzione faticosa, che a volte viene data per scontata. È una costruzione che si fortifica solo se le nostre ragazze e i nostri ragazzi hanno la capacità di lavorare insieme”, afferma il Ministro dell’Istruzione, Patrizio Bianchi.

Il Ministero dell’Istruzione dedicherà alla Giornata alcune iniziative. In particolare, domenica 9 maggio, il video ‘Ode alla Gioia’, realizzato da Europa InCanto, in collaborazione con il Ministero dell’Istruzione e il Servizio Europeo per l’Azione esterna dell’Unione Europea – SEAE, farà da apertura alle celebrazioni e ai collegamenti delle delegazioni europee trasmessi in diretta in tutto il mondo. L’inno, cantato da bambine e bambini delle scuole italiane ed europee, sarà pubblicato sui canali social del Ministero.

Lunedì 10 maggio è poi previsto un evento online, a partire dalle ore 10.30, in diretta sul canale YouTube del Ministero. Aprirà i lavori il Ministro dell’Istruzione Patrizio Bianchi.

Nel corso della mattinata verranno presentati i progetti PON sulla conoscenza dell’Europa e sugli ambienti di apprendimento e i progetti Erasmus delle scuole sulla mobilità. Saranno coinvolti studentesse e studenti delle scuole di tutta Italia, le Bande scolastiche giovanili e la banda “J. Lennon” che suonerà l’Inno alla Gioia.

Giorno della Memoria

9maggio

Con la Legge n. 56 del 4 maggio 2007 il Parlamento Italiano riconosce il 9 maggio, anniversario dell’uccisione di Aldo Moro, come ‘Giorno della memoria’, al fine di ricordare tutte le vittime del terrorismo, interno ed internazionale, e delle stragi di tale matrice.

Domenica, 9 maggio, sono state annunciate, nell’Aula di Palazzo Madama, le opere delle scuole vincitrici della VII edizione del Concorso nazionale “Tracce di Memoria”, nell’ambito del Giorno della Memoria dedicato alle vittime del terrorismo e delle stragi di tale matrice.

La cerimonia si è svolta alla presenza del Presidente della Repubblica Sergio Mattarella, della Presidente del Senato Maria Elisabetta Alberti Casellati, del Presidente della Camera dei Deputati Roberto Fico. L’evento, trasmesso in diretta su RAI 2, è stato condotto dai giornalisti Maurizio Molinari e Monica Maggioni. Si sono alternate, nell’emiciclo, le testimonianze di alcuni familiari delle vittime del terrorismo.  

In un video di saluto, il Ministro dell’Istruzione Patrizio Bianchi ha introdotto i lavori realizzati dalle studentesse e dagli studenti.  

“Ringrazio moltissimo la Presidente del Senato per aver voluto le scuole in questa giornata della Memoria dedicata alle vittime del terrorismo. Dedicata alle famiglie. A tutti coloro che hanno portato il peso del dolore – ha dichiarato il Ministro Patrizio Bianchi nel suo messaggio -. Costruire la Memoria può permettere anche ai nostri bambini e alle nostre bambine, alle nostre ragazze e ai nostri ragazzi, di ricordare quelle persone, quei difensori dello Stato, che con il loro sacrificio hanno costruito e stanno costruendo ancora oggi, nella nostra Memoria, la nostra democrazia”.  

“Le nostre scuole sono presenti – ha concluso il Ministro – e vogliono trasformare questa Memoria in una fiamma continua che deve alimentare la volontà delle nostre ragazze e dei nostri ragazzi di vivere insieme, in pace e in solidarietà”.  

Per la scuola secondaria di II grado, i vincitori ex aequo sono: il Liceo statale scientifico e musicale “Farnesina” di Roma – Sezione musicale, classe di Musica d’insieme I N, con il video “Era un giorno di aprile. Ricordiamo Settimio Passamonti”; il Liceo statale “Galileo Galilei” di Voghera (PV) – Classe V dello Scientifico, con i documenti di testo “12 DICEMBRE. 17 VITE. Le cartoline”, dedicato alle vittime della strage di Piazza Fontana.  

Per la scuola secondaria di I grado, l’Istituto Comprensivo “Andrea Zanzotto” di Caneva e Polcenigo (PN) – classe III A del plesso secondario di I grado “Giovanni Pascoli” di Polcenigo, con il video “La solitudine degli uomini giusti. Non vali una scarpa bucata”, dedicato alla memoria del giudice Mario Amato.  

Per la scuola primaria, l’Istituto Comprensivo di Rastignano di Pianoro (BO) – Classe V A della Primaria “Rita Levi Montalcini”, con il video “Gocce di memoria”, dedicato alle vittime della strage di Bologna.  

Il concorso per le scuole – giunto alla settima edizione – è promosso dal Ministero dell’Istruzione, in collaborazione con la Rete degli archivi per non dimenticare e con la Direzione Generale Archivi del Ministero della Cultura.  

Olimpiadi di Filosofia

La cerimonia

Si è svolta venerdì 7 maggio 2021, a partire dalle 11.30, la proclamazione e premiazione dei vincitori della XXVIII edizione delle Olimpiadi nazionali di filosofia.

L’evento è stato preceduto dal seminario dal titolo ‘La filosofia per tutti’, a partire dalle 10.00.

Sono stati 85 i finalisti che si sono contesi la vittoria: 47 studentesse e 38 studenti. In 6 hanno conquistato il podio. Con una novità: fra i vincitori della sezione dedicata ai saggi in lingua straniera c’è uno studente di un Istituto tecnico. Un segnale importante che fa emergere l’interesse dei ragazzi per questa materia.

Quest’anno circa 10.000 studentesse e studenti hanno partecipato alla prima fase delle Olimpiadi, in rappresentanza di 316 istituti italiani e di 6 scuole italiane all’estero. Nella fase regionale sono stati ammessi in 994 (611 le ragazze e 383 i ragazzi). Tutte le sfide si sono svolte su piattaforme online, una scelta fatta per consentire di non perdere questo appuntamento, nonostante l’emergenza sanitaria.

Ogni anno possono partecipare alla competizione studentesse e studenti della scuola secondaria di secondo grado, anche delle scuole italiane all’estero. Le Olimpiadi di Filosofia sono promosse dalla Direzione Generale per gli Ordinamenti scolastici e per la valutazione del sistema nazionale di istruzione del Ministero. La competizione si avvale della collaborazione del Ministero degli Affari Esteri e della Cooperazione Internazionale, degli Uffici Scolastici Regionali, della Società Filosofica Italiana e ha il supporto del Liceo Classico “Massimo D’Azeglio” di Torino.

Per la gara nazionale, ai ragazzi e alle ragazze è stato chiesto di sostenere un’unica prova consistente nell’elaborazione di un saggio filosofico, scritto in lingua italiana (Sezione A) o in lingua straniera (Sezione B).

I nomi degli studenti premiati:

SEZIONE A – SAGGIO IN LINGUA ITALIANA
Gioele Marangotto – IIS “Majorana-Cascino” indirizzo Liceo Scientifico statale “Vito Romano” di Piazza Armerina (Enna)
Lorenzo Michelangeli – Liceo Classico Statale “Cesare Beccaria”, Milano
Enrico Clerico – Liceo Musicale “Cavour”, Torino

SEZIONE B – SAGGIO IN LINGUA STRANIERA
Giovanni D’Antonio – Liceo Scientifico “Evangelista Torricelli”, Somma Vesuviana (NA)
Gökçe Arslan – Liceo Italiano I.M.I., Istanbul (Turchia)
Aron Fiore – Istituto Tecnico D’Istruzione Superiore “Pininfarina”, Moncalieri (TO)

Festa della Liberazione

25 aprile, al Palazzo del Quirinale, il Ministro dell’Istruzione, Professor Patrizio Bianchi, partecipa alle celebrazioni ufficiali della Festa di Liberazione.

In occasione delle celebrazioni ufficiali per il 76esimo anniversario della Liberazione, il Ministro dell’Istruzione, Patrizio Bianchi, ha premiato al Palazzo del Quirinale, le Scuole che si sono distinte nel concorso nazionale “Uguaglianza e pari dignità sociale, conquiste della democrazia”, alla presenza del Presidente della Repubblica, Sergio Mattarella.

Il concorso, promosso dal Ministero dell’Istruzione e dall’Associazione Nazionale Partigiani (Anpi), è rivolto a tutte le Scuole, con l’obiettivo di promuovere la consapevolezza del principio di uguaglianza sancito dall’articolo 3 della Costituzione.  

Le Scuole sono state premiate in video collegamento. 

A conclusione dell’evento è stato trasmesso un video con le opere vincitrici. 

“Oggi celebriamo la Festa della Liberazione – ha detto il Ministro rivolgendosi alle Scuole in collegamento – cioè dell’atto cosciente di una, cento, mille, centomila persone che insieme hanno combattuto unite per la libertà non solo di se stessi ma di tutti, senza distinzione di fede, di origine, di genere, di convinzioni politiche, di condizioni sociali.  
“Il 25 Aprile oggi – ha concluso – deve essere il richiamo a tutti noi ad avere cura della nostra democrazia, al dovere di coltivare quel fiore di libertà così delicato da richiedere tutti i giorni la nostra attenzione e la nostra passione”. 

Le scuole vincitrici del concorso sono:  

Sezione Scuola dell’Infanzia 

  • Istituto comprensivo S. Prospero Medolla – Scuola dell’Infanzia Il Girotondo – San Prospero (MO), per l’elaborato “Il muro” 
  • Direzione Didattica 2 Circolo Aldo Moro – Gubbio (PG), per l’elaborato: “Diversamente uguali, ugualmente diversi” 

Sezione Scuola Primaria  

  • Istituto Comprensivo Verjus , Scuola Primaria Gianni Rodari – Novara, per l’elaborato: “Sarebbe bello…se ci impegniamo lo sarà” 

Sezione Scuola Secondaria di I grado 

  • Istituto Comprensivo Trento 5 , Scuola Secondaria di I grado G. Bresadola – Trento, per l’elaborato: “Come una preghiera laica. L’art. 3 della Costituzione. Riflessioni fra le righe” 

Sezione Scuola Secondaria di II Grado  

  • Istituto di Istruzione Superiore A.M. De Liguori – Sant’Agata de’Goti (BN), per l’elaborato “Un mondo migliore”

CONCORSO NAZIONALE a.s. 2019/2020

“Uguaglianza e pari dignità sociale, conquiste della democrazia”

Il Ministero dell’Istruzione e l’Associazione Nazionale Partigiani d’Italia, hanno indetto per l’a.s. 2019/2020 il Concorso nazionale “Uguaglianza e pari dignità sociale, conquiste della democrazia” rivolto a tutte le scuole di ogni ordine, grado e tipologia.
Il concorso ha avuto lo scopo di far maturare la consapevolezza del principio di uguaglianza sancito nell’Articolo 3 della Costituzione, entro il quale i cittadini possono esercitare veramente il loro ruolo per la crescita collettiva della società.

Gli Istituti di seguito elencati hanno partecipato al concorso nazionale nell’anno scolastico 2019/2020, in quanto il termine di scadenza del concorso è stato prorogato oltre il 25 aprile 2020, a causa dell’emergenza sanitaria.

ELENCO ISTITUTI SCOLASTICI VINCITORI E MOTIVAZIONI

VINCITORI PER LA SCUOLA DELL’INFANZIA

  1. Istituto Comprensivo S. Prospero Medolla – Scuola dell’Infanzia Il Girotondo – San
    Prospero (MO)
    Titolo elaborato: Il Muro
    Motivazione: “Se apriamo la mente e il cuore…i muri svaniscono…uno dopo l’altro… e scopriamo tante belle cose che non immaginiamo neanche”. Con questa frase, le immagini che ritraggono i gesti dei bambini e le voci della loro semplicità ci trasferiscono la straordinaria normalità delle differenze, che abbattono i muri delle nostre paure e ci invitano a conoscere di più le diversità.
  2. Direzione Didattica 2 Circolo Aldo Moro – Gubbio (PG) Titolo elaborato: Diversamente Uguali, ugualmente diversi

Motivazione: I disegni e il linguaggio semplice e immediato dei bambini spiegano che le parole della nostra Costituzione hanno bisogno di vivere nel quotidiano. Gli esempi, le efficaci spiegazioni, sono un insegnamento e un monito per gli adulti a ricordare che è nelle differenze che si può crescere “Tutti uguali, esseri umani!”

VINCITORE PER LA SCUOLA PRIMARIA

Istituto Comprensivo Verjus , Scuola Primaria Gianni Rodari – Novara
Titolo elaborato: Sarebbe bello…se ci impegniamo lo sarà
Motivazione: “Un futuro migliore dipende da tutti e anche da te”. Con questa frase conclusiva, la canzone ci ricorda che, anche attraverso la musica, le parole della Costituzione trovano armonia con la realtà. I bambini propongono uno spartito impegnativo anche per gli adulti perché chiedono di aiutarli a diventare “adulti più felici che mai!”

VINCITORE PER LA SCUOLA SECONDARIA DI I GRADO

Istituto Comprensivo Trento 5 , Scuola Secondaria di I grado G. Bresadola – Trento
Titolo elaborato: Come una preghiera laica. L’art. 3 della Costituzione. Riflessioni fra le righe.
Motivazione: Attraverso la scansione delle parole dell’art. 3 della Costituzione, si sviluppa un’analisi critica e costruttiva. Il lavoro di ricerca trasferisce un elaborato completo e complesso, che dimostra quanto le riflessioni attorno all’uguaglianza continuano a essere motivo di crescita individuale e collettiva. Le attente riflessioni e le diverse modalità di scrittura contribuiscono alla cultura della conoscenza.

VINCITORE PER LA SCUOLA SECONDARIA DI II GRADO

Istituto di Istruzione Superiore A.M. De Liguori – Sant’Agata de’Goti (BN)
Titolo elaborato: Un mondo migliore
Motivazione: Un pregevole brano musicale originale, accuratamente arrangiato e magistralmente suonato, ci propone un testo sull’uguaglianza sociale attraverso il sogno di una ragazza che prova a immaginare, a occhi chiusi, un mondo migliore, senza pregiudizi e senza distinzioni sociali. Un mondo senza paura, senza parole che feriscono. Un mondo dove il cambiamento e la varietà sono elementi fondamentali e vitali. Gli autori credono che questo sarà possibile solo se tutti noi, se la “gente” è disposta ad aprirsi al bene. Perché siamo tutti uguali, tutti umani.

Festa Liberazione al Salone Internazionale del Libro

Il Salone Internazionale del Libro di Torino celebra il 25 aprile con i consigli di lettura sulla Resistenza

Dal 23 aprile su www.salonelibro.it

Il Salone Internazionale del Libro di Torino celebra la giornata del 25 aprile, con i suoi valori di libertà, uguaglianza e giustizia, attraverso saggi, romanzi e libri per ragazzi che raccontano e riflettono sulla Resistenza. 

In occasione della Festa della Liberazione, da venerdì 23 aprile sul sito www.salonelibro.it una bibliografia online, ragionata e motivata, proporrà ai lettori un’ampia rosa di titoli dedicati alla Liberazione e alla lotta contro il nazifascismo. Un modo per rendere omaggio a donne e uomini, giovanissimi e adulti, che agirono con coraggio e amore per la libertà e contribuirono a liberare l’Italia dall’occupazione fascista e nazista, dando inizio a una nuova fase nella storia del Paese, che vide i suoi momenti fondanti nel referendum istituzionale del 2 giugno 1946 – che dichiarò la fine della monarchia – e nella Costituzione della Repubblica italiana del 27 dicembre 1947, che garantisce tuttora le libertà civili.

Sono una sessantina titoli selezionati, tra saggi, romanzi, graphic novel e libri per ragazzi. Ciascuna proposta sarà accompagnata dalle motivazioni degli editori, affinché i lettori possano facilmente orientarsi nella scelta del libro che reputerà più adatto.

La proposta dei consigli di lettura sul tema della Resistenza si inserisce nell’iniziativa delle bibliografie tematiche online, inaugurata dal Salone Internazionale del Libro di Torino in occasione dell’appuntamento digitale Vita Nova a dicembre 2020 (con i suggerimenti di libri legati alle tematiche sviluppate dagli incontri online) e proseguita con i titoli selezionati in occasione del Giorno della memoria a gennaio 2021, con I libri dell’amore proposti per San Valentino, con i volumi scelti per riflettere sulla Giornata internazionale dei diritti della donna a marzo 2021 e con il percorso bibliografico sullaGiornata dell’acqua ad aprile. Le bibliografie tematiche sono sempre disponibili online su www.salonelibro.i.

International Jazz Day


Scuola, il 30 aprile un webinar dedicato al jazz con Fresu, Bosso e Rava

Alle ore 16,30 l’evento streaming sul sito INDIRE

Un recital di musiche e parole dedicate al jazz, con i contributi di tanti musicisti, tra cui Paolo Fresu, Fabrizio Bosso ed Enrico Rava. Per il secondo anno consecutivo, INDIRE parteciperà il 30 aprile all’International Jazz Day, la Giornata internazionale del Jazz promossa dall’Unesco, con il webinar “FREE…Liberi di leggere: Cos’è il jazz? (Musiche e storie di Jazz)”, in orario 16,30 – 19, sul sito INDIRE, con partecipazione gratuita. Durante l’incontro, i musicisti Jazz italiani si alterneranno con i docenti e i dirigenti di alcune scuole del Movimento delle Avanguardie Educative e del Movimento delle Piccole Scuole per fare ascoltare ai partecipanti la loro musica o le loro storie di jazz.

L’incontro, organizzato da INDIRE in collaborazione con la rete di biblioteche scolastiche innovative Biblòh! e le associazioni nazionali Il Jazz va a scuola e Italia Jazz Club, è stato ideato da Angelo Bardini, Ambassador Indire e dal musicista Claudio Angeleri.

Sempre il 30 aprile, all’interno dell’International Jazz Day Unesco, e ancora dal 24 al 28 maggio, durante la settimana della musica a scuola promossa dal Ministero dell’Istruzione, si svolgerà il progetto Il Jazz va a scuola…dal palco, nato da una collaborazione tra le associazioni della Federazione Nazionale Il Jazz Italiano, e in particolare, IJVS, IJC, I-Jazz e MIDJ, con il Comitato Nazionale per l’apprendimento pratico della musica. L’evento consiste in una serie di lezioni concerto tenute da diverse formazioni jazz su palchi allestiti nelle scuole e nei club. Parteciperanno circa 800 studenti in presenza e oltre 200 classi in collegamento web, per un totale di quasi 6.000 studenti di ogni ordine e grado. I palchi verranno proposti in gran parte dalle scuole aderenti al Movimento delle Avanguardie Educative e al Movimento delle Piccole Scuole. Nell’ambito di tale iniziativa si inserisce la lezione di Massimo Nunzi in collaborazione con il Liceo Melchiorre Gioia di Piacenza, scuola fondatrice e scuola polo regionale di Avanguardie Educative, dal titolo “A qualcuno piace Fred”, dedicata al centenario della nascita di Fred Buscaglione. La lezione multimediale, realizzata con il concorso delle band, del coro del conservatorio Nicolini di Piacenza, e del gruppo dei Buscaja, la più importante band nella rilettura di Buscaglione, è rivolta agli studenti di ogni ordine e grado, e verrà ospitata sulla piattaforma Indire.

Link per iscriversi all’evento di “Free… liberi di leggere: Cos’è il jazz?”: https://www.indire.it/free-liberi-di-leggere-che-cose-il-jazz/

L’evento potrà essere seguito anche in diretta streaming sulla pagina facebook INDIRE

PROGRAMMA 30 aprile orario 16,30 – 19

L’evento sarà introdotto e moderato da Angelo Bardini ambassador INDIRE, Elisabetta Mughini Marco Morandi, ricercatori INDIRE, Eloisa Manera, musicista. 

Seguiranno gli interventi di: Gabriella Benzi, DS IC di Govone (Cn); Enrico Rava, musicista; Daniele Di Bonaventura, musicista; Umberto Petrin, musicista; Claudio Angeleri, musicista; Enrico Intra, musicista; Luigi Garioni, DS e Ilaria Manfredi, docente, IO di Bobbio (Pc); Danilo Rea, musicista; Anais Drago, musicista; Rita Marcotulli, musicista; Stefania Tallini, musicista; Giovanni Serrazanetti, presidente Italia jazz club; Michela Lombardi, musicista;Alessandro Creola, docente del Liceo Attilio Bertolucci, Parma; Fabrizio Bosso, musicista; Pasquale Mirra, musicista; Paolo Fresu, musicista; Francesco Bearzatti, musicista; Ada Montellanico, musicista; Dario Cecchini, musicista; Pino Ninfa, fotografo.

Scuola capofila dell’evento: IC Govone (Cuneo).

Earth Day

Il 22 aprile 2021 si svolgono le Celebrazioni italiane della 51a Giornata Mondiale della Terra, il più grande evento di sensibilizzazione alla tutela del Pianeta, che coinvolge ogni anno le scuole e i giovani.

Le Celebrazioni si svolgeranno sulla piattaforma Rai Play con la 2a edizione di #OnePeopleOnePlanet, la Maratona Multimediale prodotta Earth Day Italia: un intreccio di testimonianze, una staffetta di voci da tutto il mondo.

L’iniziativa è fruibile da tutte le scuole dell’infanzia, primarie, secondarie di primo e di secondo grado.

Nota 21 aprile 2021, AOOGABMI 16933

Il Ministro dell’Istruzione

Agli Uffici Scolastici Regionali LORO SEDI
All’Intendenza Scolastica per la Lingua Italiana di BOLZANO
All’Intendenza Scolastica per la Lingua Tedesca di BOLZANO
All’Intendenza Scolastica per la Lingua Ladina di BOLZANO
Alla Sovrintendenza Scolastica per la Provincia di TRENTO
Alla Sovrintendenza agli Studi per la Regione Autonoma della Valle D’Aosta AOSTA
e.p.c. AlleIstituzioni scolastiche di ogni ordine e grado LORO SEDI

Oggetto: Settantaseiesimo anniversario della Festa della Liberazione – 25 aprile 2021

Protocollo d’intesa Ministero dell’Istruzione e Guardia Costiera

Il mare è una risorsa di inestimabile valore culturale, scientifico, ricreativo ed economico. Un privilegio da difendere. Un’opportunità preziosa da consegnare alle nuove generazioni.

Nasce da queste importanti premesse il protocollo d’intesa firmato a Roma, oggi, venerdì 9 aprile, dal Ministro dell’Istruzione, Professor Patrizio Bianchi, e dal Comandante Generale della Guardia Costiera, Giovanni Pettorino.

L’obiettivo, come si legge nel Protocollo, è quello di “contribuire alla formazione delle giovani generazioni, alla tutela del territorio, alla convivenza civile, alla legalità”.

La firma dell’Accordo, non a caso, coincide con le celebrazioni della “Giornata del mare e della cultura marinara”. Un’iniziativa che ogni anno coinvolge la Guardia Costiera e gli Istituti scolastici italiani, per valorizzare le tradizioni marittime del nostro Paese e rivalutare il patrimonio storico, sociale e culturale del suo mare.

Una serie di iniziative, idee e progetti portati avanti su tutto il territorio e che si riassumono anche con l’individuazione delle classi vincitrici del Concorso Nazionale “La cittadinanza del mare” edizione 2020, che prevedeva l’elaborazione di percorsi e progettualità volti alla diffusione della cultura del mare. Il concorso si è concluso con la premiazione di 11 dei ben 500 progetti pervenuti. In occasione della firma del Protocollo, il Ministro Patrizio Bianchi ha incontrato, in modalità telematica, le classi vincitrici, complimentandosi per i lavori realizzati. È stata quindi presentata la nuova edizione del concorso, dal tema “Cambiamenti climatici e sostenibilità, effetto di molteplici cause in gran parte attribuibili all’uomo e, a loro volta, causa di effetti sia sull’ambiente marino e costiero che sulle comunità che vivono in prossimità del mare”.

Questa iniziativa, fortemente voluta dal Ministero dell’Istruzione e ampiamente condivisa dal Corpo, sottolineano il Prof. Patrizio Bianchi e l’Amm. Pettorino, sarà quanto mai utile e necessaria per comprendere il contesto nazionale ed europeo verso il quale le nuove generazioni potranno indirizzare le loro legittime ambizioni formative e professionali.

“Vi ringrazio per aver partecipato a questo progetto, nel quale ragioniamo sul mare, come luogo che non divide, ma unisce – ha detto il Ministro Patrizio Bianchi alle studentesse e agli studenti in collegamento -. A voi è affidato il compito di testimoniare come l’ambiente marino sia una delle ricchezze più importanti che abbiamo. Non dovete solo proteggerlo, ma anche raccontarlo. È stato un anno complicato, sono grato a voi, ai vostri docenti e dirigenti, alle vostre famiglie. Ne usciremo anche dialogando e riflettendo sempre su ciò che ci unisce. E la tutela dell’ambiente è un valore fondamentale per tutti noi. Ringrazio la Guardia Costiera, custode di una risorsa tanto preziosa, per questa collaborazione importantissima per la scuola”.
“Un contesto che non può prescindere dalla tutela dell’ambiente marino – ha sottolineato l’Ammiraglio – di cui il Corpo si fa ogni giorno garante verso i cittadini, attraverso l’impegno di undicimila uomini e donne e l’impiego di mezzi aeronavali e tecnologie all’avanguardia, distribuiti lungo tutti gli ottomila km di coste del Paese”.
“Avvicinare sempre di più il mare alle scuole e alle giovani generazioni – è il pensiero di Pettorino – per far comprendere l’importanza di questo immenso patrimonio ambientale che è l’habitat naturale più esteso del nostro pianeta, che produce il 50% dell’ossigeno che respiriamo e al contempo assorbe il 30% dell’anidride carbonica prodotta”.

Per il raggiungimento degli obiettivi indicati e per consentire la pianificazione strategica degli interventi programmati nel protocollo stesso, è stato costituito un Comitato tecnico-scientifico al quale saranno invitati a partecipare, in qualità di esperti, anche rappresentanti di altre istituzioni pubbliche che lavoreranno in sinergia.

Notte europea della geografia

Il 9 aprile 2021 si celebra la quarta edizione della Notte europea della geografia.

L’evento è pensato per avvicinare studentesse e studenti, ma anche cittadini e cittadine ai temi della geografia e alle sue potenzialità scientifiche e formative.

Tante sono le iniziative delle scuole in tutta Italia e in contemporanea in altri Paesi europei: laboratori didattici, seminari, visite guidate, mostre, conferenze e tanto altro!

Il tema scelto per il 2021 è Pachamama – Madre Terra, con l’intento di declinare anche in una prospettiva di genere argomenti e prassi proprie di iniziative di public geography come questa.

Seguite l’evento dedicato al mondo dell’istruzione, in diretta streaming dalle ore 17.30 su @raicultura: https://www.raicultura.it/speciali/pachamama-notteeuropeadellageografia2021/

La carta di tutte le iniziative nel mondo: https://www.geonight.net/geonight-2021-events-map/

Il programma per l’Italia: https://www.geonight.net/category/italia – https://www.aiig.it/news

Nota 1 aprile 2021, AOOGABMI 14014

Ministero dell’Istruzione

Agli Uffici Scolastici Regionali LORO SEDI
All’Intendenza Scolastica per la Lingua Italiana di BOLZANO
All’Intendenza Scolastica per la Lingua Tedesca di BOLZANO
All’Intendenza Scolastica per la Lingua Ladina di BOLZANO
Alla Provincia di Trento Servizio Istruzione TRENTO
Alla Sovrintendenza Agli Studi per la Regione Autonoma della Valle D’Aosta AOSTA
e. p.c. Alle Istituzioni Scolastiche di ogni ordine e grado LORO SEDI

Oggetto: Giornata Mondiale della Consapevolezza sull’Autismo – 2 aprile 2021

M’illumino di Meno

Il 26 marzo con “M’illumino di Meno”, la Giornata del risparmio energetico e degli stili di vita sostenibili lanciata da Rai Radio2 con Caterpillar nel 2005.

Alle ore 18 spegniamo insieme i dispositivi elettrici non indispensabili, un piccolo grande gesto che creerà un momento di simbolico silenzio energetico per invitare tutte e tutti a riflettere sull’importanza del consumo.

Poi, anche quest’anno, alle ore 19, spegneremo le luci del Ministero dell’Istruzione per contribuire alla sensibilizzazione su questi temi!

Seguite l’evento in diretta su Rai Radio2 e per la prima volta anche in Visual su RaiPlay.

Nota 25 marzo 2021, AOODGSIP 798

Ministero dell’Istruzione
Dipartimento per il Sistema Educativo di Istruzione e di Formazione Direzione Generale per lo Studente, l’Inclusione e l’Orientamento Scolastico
Ufficio Terzo

Agli Uffici Scolastici Regionali LORO SEDI
Al Sovrintendente Scolastico per la Provincia di Bolzano
Bolzano
Al Sovrintendente Scolastico per la Provincia di Trento
Trento
All’Intendente Scolastico per la Scuola in lingua tedesca
Bolzano
All’Intendente Scolastico per la Scuola località Ladine
Bolzano
Al Sovrintendente degli Studi per la Regione Valle d’Aosta
Aosta

Oggetto: Celebrazioni 51° Earth Day e Maratona Multimediale #OnePeopleOnePlanet – 22 aprile 2021

#Dantedì

#Dantedì, laboratori interattivi, app, versi in rap: le scuole di tutta Italia celebrano la giornata dedicata al Sommo Poeta. Il Ministro Patrizio Bianchi: “Grazie alla comunità scolastica per il grande impegno profuso per queste celebrazioni. Versi di Dante sempre attuali”

Laboratori di realtà virtuale, videogiochi, app sulla geografia dantesca. E ancora, declamazioni, versi in rap, endecasillabi cantati in coro. Sono alcune delle attività messe in campo dalle scuole italiane per il #Dantedì, la Giornata nazionale dedicata al Sommo Poeta, che ricorre il prossimo 25 marzo. Una celebrazione che, quest’anno, ha un valore ancora più simbolico: nel 2021 cadono anche 700 anni dalla morte Dante Alighieri. Il poeta rivive nelle opere e nelle attività delle ragazze e dei ragazzi come narratore di sentimenti, paure e speranze universali. Come guida in questo periodo oscuro. Mentre la Commedia si trasforma in una metafora dei nostri tempi.

“Voglio ringraziare tutta la nostra comunità scolastica per il grande impegno profuso in occasione di queste celebrazioni. Come sempre, nonostante il momento difficile, la scuola ha saputo guidare le nostre ragazze e i nostri ragazzi, condurli in un percorso fatto di studio, approfondimento, aiutandoli a far proprio il messaggio di Dante e dei suoi versi bellissimi e sempre estremamente attuali”, sottolinea il Ministro dell’Istruzione, Professor Patrizio Bianchi.   

Il Dantedì, una settimana di celebrazioni 
Il Ministero ha accompagnato costantemente le scuole in questo percorso di avvicinamento al #Dantedì. Già nelle scorse settimane, attraverso i canali social, sono stati raccontati i progetti di alcuni Istituti. Mentre fitto è il programma della settimana che si apre domani e che vedrà il suo clou nella Giornata del 25. 

Si parte in diretta streaming dalla Sala Dantesca della Biblioteca Classense di Ravenna. Da lì, domani, lunedì 22 marzo, alle ore 11.00, prenderà il via “Futura Dante”, un’iniziativa che prevede laboratori sulla figura e l’opera di Alighieri. Parteciperanno oltre 3.000 studenti e 600 scuole da tutta Italia. Interverranno il Ministro Patrizio Bianchi, il Sindaco di Ravenna, Michele De Pascale. Ci saranno gli interventi di alcuni fra i massimi esperti di Dante: Giulio Ferroni, Professore emerito di Storia della Letteratura all’Università Sapienza di Roma, Luca Serianni, Presidente della Fondazione “I Lincei per la scuola”, Francesco Sabatini, Presidente emerito dell’Accademia della Crusca. 

Tra le attività in programma, “Dante in a Chatbot”, un laboratorio progettuale per la trasformazione digitale in chatbot interattivi della figura di Dante e dei personaggi allegorici presenti nella Divina Commedia. Ci sarà, poi, “GeoDante”, laboratorio di co-progettazione di una web app sulla geografia dantesca, con il contributo di 6 scuole in rappresentanza di 6 città che hanno ospitato Dante (da Firenze a Ravenna passando per Verona, Mantova, Lucca e Forlì). L’app consentirà di visualizzare e ordinare le località per esplorare le connessioni tra il testo e la geografia di Dante.  

#Dante VR Art sarà, invece, un laboratorio in ambiente virtuale, con l’ausilio di visori, dove studentesse e studenti esprimeranno la loro creatività disegnando ambientazioni ispirate alle opere e ai contenuti danteschi. #DanteSocial vedrà protagonista l’opera di Dante sui social network. Ogni classe potrà rielaborarla in modo creativo in chiave digitale attraverso cinque workshop: “Divine parole” (riscrittura in emoji di versi danteschi, dialoghi di Dante e altri personaggi in chiave social, ecc); “Divine immagini” (stop motion a tema, quadri di pixel art, paesaggi danteschi a 360 gradi, Dante in realtà aumentata, ecc); “Divini suoni” (versi di Dante in rap, realizzazione di un audiolibro, soundscape: paesaggi sonori, ecc); “Divini giochi” (videogioco, quiz e cruciverba digitali, librogame, escape room a tema, ecc); “Divini progetti” (progettazione in 3D, tinkering led, Dante pop up, ecc).

Per i 700 anni dalla morte di Dante, il Ministero dell’Istruzione ha poi promosso il progetto pilota “Cantare Dante a scuola” di Ambrogio Sparagna, in collaborazione con l’Associazione Culturale Archivio Aurunco, l’Orchestra Popolare Italiana dell’Auditorium Parco della Musica di Roma e la Finisterre Srl. Il progetto ripropone l’antica e affascinante modalità dell’esercizio della poesia cantata di area appenninica, accompagnata da strumenti musicali tradizionali e intende celebrare Dante utilizzando alcune composizioni musicali originali in stile popolare su versi di endecasillabi tratti dalla Divina Commedia.  

Un mese di iniziative sui social del MI  
Ogni settimana, per un mese, fra febbraio e marzo, sui social del Ministero dell’Istruzione, scuole, studenti e docenti hanno raccontato il cammino verso il #Dantedì. Tra le iniziative,“La GraphiCommedia”, la rappresentazione di alcuni canti dell’Inferno realizzata da una classe dell’Istituto Tecnico G. Falcone di Gallarate (VA). Ma anche“D.A.8, Dante Alighieri 8”, il droide che interpreta i versi del sommo poeta, creato, grazie al coding e alla robotica, dalle studentesse e dagli studenti dell’Istituto Tecnico G. Russo di Paternò, in provincia di Catania. Le classi del Liceo artistico “Nervi-Severini” di Ravenna hanno collaborato a una Divina Commedia da record con l’artista Enrico Mazzone, realizzando un mosaico come da tradizione della città. All’Istituto Comprensivo “Matteo Ricci” di Roma, leggendo la Divina Commedia, le alunne e gli alunni hanno affrontato temi come la paura, l’angoscia, il bisogno di una guida e di protezione, la rabbia, il coraggio, l’amore e la passione.  

La scuola di formazione per docenti
Le iniziative proseguiranno anche dopo la giornata del 25 marzo. Il prossimo 14 maggio, durante la proclamazione dei vincitori delle Olimpiadi di Italiano, dedicate a Dante, si terrà una lectio magistralis del professor Giuseppe Patota, Professore ordinario di Storia della lingua italiana presso l’Università degli Studi di Siena e Accademico dei Lincei. Nel mese di luglio ci sarà una Scuola estiva di formazione docenti dedicata alla didattica innovativa per l’insegnamento e l’apprendimento di Dante. La tre giorni, destinata a 90 docenti della scuola secondaria di secondo grado, è organizzata in collaborazione con il Comitato nazionale per le celebrazioni dei 700 anni dalla morte di Dante Alighieri del Ministero dei Beni Culturali.