Riscoprire

RISCOPRIRE REINVENTARE RICOSTRUIRE QUESTE OPERAZIONI FANNO GLI ALUNNI di Umberto Tenuta

CANTO 724

RISCOPRIRE

REINVENTARE

RICOSTRUIRE

SONO QUESTE LE OPERAZIONI CHE FANNO GLI ALUNNI NELLA BUONASCUOLA

 

 

SCOPRIRE/RISCOPRIRE

Signor Dirigente, io quest’anno non lezionerò.

Voglio dire, Signor Dirigente, che io quest’anno non farò lezioni!

Mi licenzia? E perché?

-Mica io sono una docente incompetente che si mette a far lezioni di qua e di là, lezioni che non servono a niente, lezioni che non fanno comprendere, lezioni che annoiano, lezioni che squalificano me e la scuola!

Signorsì, Ella, Meritevole Signor Dirigente, vuol sapere che cosa io faccio a scuola se non tengo lezioni.

Bene!

Potrei anche illudermi, ma io oso pensare che Ella, Meritevole Signor Dirigente, ben sappia che di lezioni gli alunni non hanno bisogno, perché sanno leggere da soli, sia sui libri, sia su Internet.

Potrei anche illudermi, ma io oso pensare che Ella, Meritevole Signor Dirigente, ben sappia che per comprendere ed apprendere occorre che gli alunni riscoprano, reinventino, ricostruiscano i contenuti dell’apprendimento.

Potrei anche illudermi, ma io oso pensare che Ella, Meritevole Signor Dirigente, vuole sapere da me, proprio da me, maestra, pardon, maestrina di scuola primaria, che cosa significa riscoprire, reinventare, ricostruire i contenuti dell’apprendimento!

Bene, è così.

Allora, andiamo con ordine, Meritevole Signor Dirigente!

RISCOPRIRE L’ACQUA SALATA.

Come si fa a riscoprire, ri-scoprire, scoprire di nuovo.

Riscoprire qualcosa che nel corso dei Millenni gli uomini hanno già scoperto.

Ecco, Signor Meritevole Dirigente, possiamo ipotizzare che le cose siano andate così: un uomo primitivo, assetato, ebbe la ventura di bere l’acqua del mare, e la trovò gradevole.

Tornò a casa e disse a LINA, sua adorata moglie: -sai, cara, ho bevuto un’acqua saporita!

E la moglie lo ascoltava, lo guardava negli occhi, e taceva.

Ed il maritino: -Hai capito, carina, acqua salata!

Figliuoli cari, mi dispiace dirvelo, ma vostro padre vaneggia, dice parole senza senso, incomprensibili.

Mortificato, il marito ebbe un’idea geniale.

Disse alla moglie ed ai figli: -venite con me!

Arrivati al mare, azzurra distesa di acqua, disse ai suoi cari:

Bevete un sorso, un sorso piccolo piccolo, di quest’acqua azzurra!

Bevvero, ribevvero, riribevvero!

Oh che acqua!

Mica ha il sapore dell’acqua della fonte alla quale noi ci dissetiamo!

Quest’acqua ha un sapore speciale!

Maritino caro, grazie, grazie tante, sei veramente un genio tu!

Ma, dimmi come la hai battezzata, tu, quest’acqua saporita?

SALATA.

Il suo nome è ACQUA.

La sua qualità è SALATA.

Il buonuomo aveva scoperto due cose.

Aveva scoperto come si fa una SCOPERTA.

Era nata la prima ACCADEMIA DELLE ESPERIENZE, il cui motto in seguito fu: PROVANDO E RIPROVANDO.

In conclusione, Meritevole Signor Dirigente, possiamo concludere con Tommaso D’Aquino:

<<vi è un doppio modo di acquistare la scienza: uno quando la ragione naturale da se stessa giunge alla conoscenza di cose ignote, questo modo si chiama invenzione; l’altro quando la ragione naturale viene aiutata da qualcuno dall’esterno, e questa maniera si chiama dottrina (insegnamento). In ciò in vero che viene prodotto dalla natura e dall’arte, l’arte procede allo stesso modo e con gli stessi mezzi che la natura. Come infatti la natura guarirebbe riscaldando chi soffre di frigidezza, così fa pure il medico; per cui si dice che l’arte imita la natura. Il simile accade anche nell’acquisto della scienza: il docente cioè conduce altri alla scienza di cose ignote allo stesso modo che uno, scoprendo, conduce se stesso alla conoscenza di ciò che ignora>>( S. TOMMASO D’AQUINO (a cura di M. Casotti), De magistro, La scuola, Brescia, 1957, p 28).

 

PER APPROFONDIRE:

http://www.rivistadidattica.com/metodologia/metodologie_61.htm

 

Tutti i miei Canti −ed altro− sono pubblicati in:
http://www.edscuola.it/dida.html
Altri saggi sono pubblicati in
www.rivistadidattica.com
E chi volesse approfondire questa o altra tematica
basta che ricerchi su Internet:
“Umberto Tenuta” − “voce da cercare”

https://www.facebook.com/utenuta/posts/10208519934589217?pnref=story000.144111115

Lascia un commento