Dal 2 febbraio mobility manager nelle scuole

da tuttoscuola.com 

Dal 2 febbraio mobility manager nelle scuole

Nel mondo della scuola esordisce la figura del mobility manager che sarà introdotto dal 2 febbraio per espressa previsione normativa della Legge 221 del 28 dicembre 2015 (Disposizioni in materia ambientale per promuovere misure di green economy e per il contenimento dell’uso eccessivo di risorse naturali). Ne dà notizia l’agenzia Dire.

Il Miur (come previsto dagli articoli 5 e 6) entro 60 giorni dalla data di entrata in vigore della legge, dovrà adottare specifiche misure per l’introduzione della nuova figura in tutti gli istituti scolastici.

Il mobility manager dovrà essere scelto tra i docenti su base volontaria e senza maggiori oneri per l’amministrazione. Occorrerà, poi, espressa previsione nell’ambito del piano per l’offerta formativa.

L’incaricato una volta scelto si occuperà di:

– ottimizzare i percorsi casa-scuola del personale scolastico e degli alunni lavorando con le aziende di trasporto e con gli altri istituti scolastici e verificando le possibilità di integrazione dei servizi locali di trasporto. Il tutto perché sia ridotto l’uso di mezzi privati o, quanto meno, la loro utilizzazione per più passeggeri;

– favorire l’uso della bicicletta e del car sharing;

– interfacciarsi con l’Ufficio Scolastico Regionale per l’ottimizzazione della mobilità prevedendo specifiche misure per i disabili;

– sensibilizzare personale e studenti sull’uso consapevole dei mezzi alternativi di trasporto per ridurre i livelli di inquinamento atmosferico ed acustico e i consumi energetici;

– organizzare specifiche attività per aumentare i livelli di sicurezza del trasporto e della circolazione stradale e ridurre l’uso individuale delle automobili al fine di migliorare la circolazione stradale.

Lascia un commento