Archivi categoria: LRE

Breve storia della luce

BREVE STORIA DELLA LUCE E LA PERCEZIONE VISIVA .

(I°PARTE ) PAOLO MANZELLI , WWW.EGOCREA.NET

———————————————————-

Nella cultura della antica Grecia la percezione visiva era considerata un miracolo dell’ anima e gia’ allora si contrapponevano due spiegazioni sul trasporto della luce a distanza che permette la visione del mondo .

La Prima degli atomisti (Democrito di Abdera ) che ritennero che la visione fosse trasmessa una forma virtuale (EIDOLA’) che spogliandosi come una veste , trasferisse immediatamente la informazione della aggregazione atomica negli occhi rendendo la vista sensibile l’ ambiente.

Tale concezione trovo’ in disaccordo Epicuro di Samo e in seguito Pitagora e Aristotele, i quali ritennero che la trasmissione della luce si trasferisse come una “freccia animata” che veniva emessa dagli occhi la quale ,avendo una velocita’ finita, faceva decadere la percezione visiva all’ orizzonte proprio come avviene nel percorso curvo di una freccia. Di conseguenza fu attribuita a Talete di Mileto ed ai Pitagorici la concezione che la Terra potesse essere “piatta” anche se all’orizzonte essa prendeva la forma illusoria di una sfera.

Questa dualita’ iniziale tra Luce e trasmissione percettiva della luce , rimase in tutto il medioevo cosi che la fisica si disinteresso’ della percezione del colore ,come sensazione, che divento propria solo dell’ indagine filosofica.

Isaac Newton (1650) riporto alla Fisica l’ unificazione tra percezione visiva e colore , in seguito allo studio della diffrazione della luce di un “Prisma” che al passaggio della luce produce un arcobaleno di Colori . Newton considero’ la luce composta di numerose particelle corpuscolari che si muovono linearmente con diverse velocita e come raggi si separano in uno spettro di colori. A riguardo della percezione visiva Newton si limito’ a ritenere che la pupilla si comportasse come il foro si una camera oscura che proietta le ombre degli oggetti illuminati sulla retina invertendone e minimizzandone la immagine .

Il Dualismo interpretativo sulla trasmissione della luce rimase comunque , in quanto nel 1678 lo scienziato olandese Christian Huygens, mise in evidenza come la luce si comportasse non linearmente come un raggio, ma similmente alle onde del mare o del suono le quali riescono a oltrepassare uno scoglio nel loro moto ondulatorio . Pertanto Huygens interpreto fenomeni luminosi come fenomeni ondulatori in aperto contrasto con la teoria corpuscolare del moto rettilineo uniforme della luce interpretata da Newton.

In vero per sostenere la propagazione ondulatoria della luce, diveniva necessario ammettere l’ esistenza di un supporto di trasmissione come è l’aria per il suono. Di conseguenza molti scienziati dell’ epoca ri-pensarono all’ “Etere Cosmico ” ,considerato fin dalla antichita’ una forma estremamente rarefatta di energia/materia esistente per sostenere l’ Universo che ancora una volta poteva essere ritenuta il mezzo di sostegno in cui si propaga la natura ondulatoria della luce .

Nel 1801 l’ Esperimento di Thomas Young della “Doppia Fenditura”, mise fine al dualismo della trasmissione tra onda e particella dimostrando inequivocabilmente che la natura del comportamento della luce era sia quello dell’onda che quello della particella in quanto i due modi di trasmissione potevano trasformarsi l’ uno nell’ altro.

Ref:  ( https://www.chimica-online.it/fisica/immagini/esperimento-di-young.jpg )

Infine nel 1988 fu realizzato l’esperimento degli scienziati statunitensi , Michelson e Morley , al fine di valutare l’ ipostesi dell’ esistenza dell Etere-Luminifero , con il quale si dimostrò l’indipendenza della velocità della luce rispetto all’ orientamendo della rotazione della terra, cosi che il risultato della invarianza della velocita della luce , fu misurato come costante “C = da “celerites”) ” delle velocita delle luce nel vuoto, e quindi costituì la prova sperimentale contro ogni rinascita dell’Etere Luminifero nella scienza.

NB

la II°PARTE Relativa allle concezioni che correlano la Luce alla Percezione Visiva – verra trattata nella relazione dal titolo : “Dalla Quantistica alla Bioquantica” nella relazione di :PAOLO MANZELLI , all’ incontro del 31.10.2020 in Firenze .

Vedi anche in : http://www.caosmanagement.it/741-dalla-quantistica-alla-bioquantica

Fast-Optic-neural transmission

Fast-Optic-neural transmission –
I Due canali di guida del Connettoma

Paolo Manzelli ..www.egocrea.net ….

Gli assoni di Mielina prodotti dalle Cellule di Schwann sono noti per isolare il Flusso Ionico di impulsi neuronali proprio della comunicazione “interna” degli assoni che si organizzano nel Connettoma Mente-Corpo.

La Mielina è una struttura di avvolgimento di 25 microstrati sottili (di 17-25 nm) separati in sezioni inter-nodali dalle cellule di Ranvier che vengono utilizzati per la conduzione di un ulteriore sistema di connessione veloce per salti, che è prodotto della informazione di segnali biofotonici.  

Ref: Mielina Https://en.wikipedia.org/wiki/Myelin

Questo secondo sistema di comunicazione ottica-quantica è stato tradizionalmente disconosciuto ,come funzione di guida intermittente di segnali biofotonici della luce, i quali comunicano rapidamente a grande distanza.

Questa carenza della scienza neurologica tradizionale  ha limitato la connessione degli impulsi neuronali al solo “flusso ionico” che scorre all’ interno dell’ assone, …. cio in quanto non e stata presa in attenta considerazione la comunicazione della biologia-quantica delle cellule degli organimi viventi.

Nel 1923  i Biofotoni furono scoperti dallo scienziato russo  Alexander G.Gurvich,  (nel 1923) che inizio la nuova biofisica quantica poi proseguita dagli studi del biologo Austriaco  Fritz Albert Popp (nel 1960) e da molti altri scienziati, cosi che  oggi è scientificamente provato che tutte le cellule viventi (batteri ,piante,animali, umani ), emettono deboli Biofotoni, come elementi quantici di comunicazione cellulare del campo elettromagnetico dello spettro ottico.

In particolare le cellule Neuronali emettono un ampio flusso di Biofotoni coerenti che utilizzano la nano-struttura dell’avvolgimento della mielina per creare un sistema-canale in modo da rendere possibile la guida di un efficiente e veloce trasmissione di segnali Biofotonici ,che viene indirizzata attraverso il Connettoma a interagire coerentemente con tutto il sistema di interazione Mente-Corpo , degli organi viventi per correlarne velocemente le differenti funzionalita’-

Ref-Gif: https://commons.wikimedia.org/wiki/File:Saltatory_Conduction.gif  —

Ref:Connettoma – https://www.edscuola.eu/wordpress/?p=135452

— Nodes of Ranvier as a sequence of re-transmission by nano-antenne .

— Ref: https://www.nature.com/articles/s41598-017-18866-x …

Recentti studi hanno messo in evidenza una duplice possibilita di conduzione dei segnali neuronali¸;

A) la prima consiste nella tradizionale conduzione dei segnali neuronali all’interno degli assoni che fluisce entro il cavo interno del flusso ionico , a potenziale di diffusione pulsante (AP) ;

B) la seconda  è contemporaneamente  sostenuta da un fenomeno di propagazione della radiazione elettromagnetica ottica dello spettro visibile ed del vicino infrarosso, che si trasmette come flusso di Biofotoni neuronali emessi dalle sinapsi bioelettriche .

Questa seconda trasmissione ottica del flusso di “biofotoni quantici ” utilizza come guida ottica il complesso multistrato di “mielina ” che riveste assoni creando un involucro lipidico che ha la doppia funzione:  A) di isolare come uno schermo elettrico  il flusso ionico interno, … ma B) .. che allo stesso tempo diviene un canale di guida e flusso esterno di Biofotoni  che attraversa la struttura nanometrica a strati della mielina .

Il riverstimento mielinico multistrato è quello fornito dalle cellule gliali dette di Schwann le quali sono interrotte ,a distanze regolari, dai Nodi di Ranvier (RN). Questi NR creano delle lacune distanziate ad intervalli ripetitivi , i quali  non sono mie linizzati , … cosi che mentre A) il flusso ionico nell’ interno dell’assone ,subisce variazioni del potenziale ed assume un andamento pulsante (AP) della trasmissione neuronale della corrente ionica (questo flusso ionico interno all’ assone è noto come “conduzione saltatoria”)   ….. B)   conteporaneamente, la successione regolare degli RN e stata recentemente interpretata come un sistema di “nano-antenne” per la codifica simultanea “esterna” all’ assone , dei segnali neuronali attivati per mezzo della radiazione Bioquantica di frequenze elettromagnetiche dello spettro ottico le quali fluiscono velocemente a lunga distanza,  tramite le antenne dei ripetitori nanomettrici forniti dai Nodi di Ranvier. ——–

——————————————
NB  – la trattazione bioquantica del sistema di guida della comunicazione di segnali di comunicazione quantica verra’ programmata e discussa durante il corso di formazione Egocreanet su: Quantum Light Therapy il 30.31.ottobre a Firenze. con  tutti gli interessati a partecipare al corso di Formazione ed innovazione . Per Partecipare si richiede di inviare una e.mail a <egocreanet2016@gmail.com< specificando le motivazioni e la collaborazione s descizione del  loro interesse. .

Ref:  https://dabpensiero.wordpress.com/2020/09/18/corso-di-formazione-foto-biomodulazione-quantica-della-luce-laser-led-terapia-non-farmacologica/

IL CONNETTOMA

IL CONNETTOMA
LA COMUNICAZIONE BIOFOTONICA DEL BENESSERE E DELLA SALUTE

di Paolo Manzelli

Il Connettoma e la mappatura dinamica ed interattiva delle connessioni cerebrali che articolano le relazioni corpo-mente attraverso i sistemi simpatico,parasimpatico ed enterico i quali connettono cervello e cordone spinale con tutto il corpo .

Il Connettoma Umano corrisponde alle radici di interazione del cervello che rendono sensibili l’ uomo e la donna maturandone la relazione tra intelletto ed esperienza.

I semi che rinnovano la crescita del Connettoma Neuronale sono le idee e pertanto deprivando la mente della creazione ed apprendimento di nuove idee, il connettoma degrada nella qualita’ della comunicazione dell’intelletto tra mente e corpo determinando problemi psico-fisici del benessere e della salute che possono divenire irreversibili fino a condurre alla morte.

La Biologia Quantica interpreta la comunicazione del Connettoma per tramite il flusso interattivo di Bioforoni della luce e Biofononi del suono, associabili alle frequenze del campo elettromagnetico visibile e alla articolazione delle vibrazioni molecolari .

Molti organismi , batteri funghi , piante animali e uomo producono luce quantica (fotoni) per comunicare .

Ref:  https://www.biorxiv.org/content/10.1101/558353v1.full.pdf

Negli gli anni 20′ del secolo scorso , alcuni biologi russi scoprirono che oltre le piante anche il cervello degli animali produce debole emissione di fotoni , questo fenomeno fu in seguito ampliamente studiato dal bio-fisico Austriaco Fritz Albert Popp (1960 e seguenti) che mise in evidenza che la elaborazione ed emissione della comunicazione quantica della luce (Biofotoni) era attribuibile al 90 % al DNA .

I Biofotoni prodotti in grande misura dei neuroni del cervello i quali, nel loro DNA eleborano (tramite l’ entanglement quantico con l’ informazione genetica ) le frequenze (eccitoni) emessi dalla ossigenazione metabolica molecolare .

E pertanto dimostrato che i cervelli dei mammiferi producono Biofotoni con lunghezza d’onda compresa tra 200 e 1.300 nanometri, nell’ area elettromagnetica che va dall’ultravioletto al vicino infrarosso.

Ref: https://dabpensiero.wordpress.com/2017/10/15/morfogenesi-e-quantum-dna-laser-antenna/

Pertanto sappiamo che le cellule del Cervello Umano producono naturalmente Biofotoni, ed quindi e importante capire come il “Connettoma Cerebrale” agisca come canale di propagazione Mente-Corpo per trasmettere interattivamente informazioni neuronali –

Recentemente La scienziata Parisa Zarkeshian presso l’Università di Calgary in Canada ha recstudiato le caratteristiche ottiche degli assoni le lunghe connessioni filiformi delle cellule nervose che si radicano in tutto il corpo ed ha concluso che la trasmissione di Biofotoni tramite il Connettoma come guida d’onda reversibile e’ del tutto fattibile .

Ref:  arxiv.org/abs/1708.08887 : Esistono canali di comunicazione ottica nel cervello?

La quida d’onda Biofotonica si forma nel confinamento all’interno della densa guida delle stratificazione mielinica interrotta da intervalli  regolari dei Nodi di Ranvier ,  che rendono  possibile realizzare una sequenza di microtuboli entro i quali si effettua la il salto quantico della popolazione di biofotoni assumento una forma di comunicazione quantica che aumenta la velocita’ di trasmissione ottica , rispetto a quella della interazione elettronagnetica -neuronale la quale normalmente viaggia all’ interno dell’ assone .

Ref: https://app.dimensions.ai/…/publication/pub.1100176559  ;

Ref: https://biomedicalcue.it/cervello-fibre-ottiche-ricerca-italiana/10698/

https://biomedicalcue.it/wp-content/uploads/2018/02/Nervo-periferico_1.jpg


NB: Questi criteri innovativi sulla comunicazione Biofotonica del Connettoma Neuronale verranno approfonditi al corso di Formazione Egocreanet Ref: www.egocrea.net , che si terra a Firenze il 30/31 Ottobre 2020 , per partecipare al quale si richiede una preiscrizione inviando un Email a : egocreanet2016@gmail.com …

Epigenetica Virale

Epigenetica Virale

di Paolo Manzelli

L’Epigenetica è lo studio di come il cambiamento dell’ambiente vada oltre i limiti della informazione  genetica  modulandone la espressione. Così  la diversa informazione ambientale non altera  la sequenza della informazione della genetica umana, che è unica,  ma agisce nella differenziazione cellulare modificando l’espressione della forma, la quale determina le varie  differenze etniche e culturali dell’umanità.

L’attività dei Virus fa parte integrante dell’informazione Epigenetica ,proveniente dall’ambiente esterno, che interagisce con l’informazione genetica. Di conseguenza l’Epigenetica Virale diviene importante per l’evoluzione umana, infatti almeno il 10%  del codice genetico dell’Uomo viene incluso nella sequenza dei  caratteri genetici e probabilmente ci aiuta al riconoscimento dell’informazione epigenetica dei nuovi virus che si evolvono nell’ambiente.

Il ruolo del  Sars -Cov-2 nell’Epigenetica Virale  contemporanea. 

L’azione epigenetica virale modifica i flussi di energia e comunicazione cellulare dell’ informazione. La modulazione dell’espressione genetica umana trova nel “ virus epigenetics del Sars-Cov-2. “ una nuova modalità di comprensione della funzionalita’ dei virus nell’evoluzione della vita. 

In particolare il virus Sars-Cov-2  inizia ad  esprimere la sua  funzione epigenetica  inserendosi nell’attività di comunicazione cellulare ed  alternandola  al fine di prelevare energia metabolica per tramite l’inserimento degli spikes nel tessuto cellulare al fine di liberarsi della Capside. 

In seguito l’RNA VIRALE deve trovare le condizioni ottimali, durante il  processo di maturazione del RNA-Umano, per poterlo sostituire ed effettuare la trascrizione  del proprio  RNA e quindi produrre le proteine virali che causano la infezione da Covid.19.

La maturazione del RNA-Umano  è associata al processo di differenziazione cellulare dalle cellule staminali a quelle specializzate-funzionali dei vari organi vitali. Infatti la traduzione del RNA-Virale con RNA-Umano  trova un momento critico durante la transizione della differenziazione cellulare in quanto in tale processo il RNA-Virale viene difficilmente riconosciuto.

Infine l’avvenuta sostituzione del RNA-Umano attiva la risposta immunitaria per combattere l’infezione virale allo scopo di disattivare completamente l’azione di alterazione epigenetica del Covid. Purtroppo può accadere che una eccessiva e sproporzionata potenza della risposta immunitaria (nota come: “Tempesta delle Citochine) non porti come risultato alla guarigione ma al contrario alla morte. 

Dalla precedente sintesi dello studio di “Biologia Quantica” di Egocreanet  si intuisce l’  importanza della comprensione EPIGENESI VIRALE, in quanto conoscendo la dinamica del processo biologico dell’infezione  da virus,  diviene possibile favorire una strategia di innovazione adeguata per  modificare l’azione dei confattori epigenetici ambientali per ridurre la virulenza  epigenetica del Virus .

Bibliografia on line 

LA IRRAZIONALITA’ DELLA PERCEZIONE MACROSCOPICA DELLA REALTA’

PAOLO MANZELLI  WWW.EGOCREA.NET .

Galileo Galilei  (1633) disse l.uomo deve esercitate la propria coscienza razionale per non essere fuorviato dalla illusione di ciò che vede , altresì continuera a credere che sia il sole a girare attorno alla terra evitando di capire quanto sia assurdo che la piccola terra sia  posta al centro di tutto il Creato .

Sempre allo scopo di evitare la illusione sulla percezione della distanza Galileo mise in evidenza che la distanza tra la terra e la luna, pur essendo logicamente costante , faceva apparire piu grande la luna alla sua apparizione dietro una collina mentre sembra  allontanarsi in alto  nel cielo perche la dimensione lunare al mezzogiorno appare normalmente più piccola .

Malgrado l.insegnamento di Galileo di non fidarsi della nostra percezione della realtà macroscopica che risulta efficace solo a distanza ravvicinata, ancora nel 2020 , in epoca della Pandemia Covid.19 , e stato  ritenuto utile considerare il contagio del virus Corona, che e di dimensione nanometrica, come se fosse generato unicamente dal contatto di “goccioline macroscopiche visibili “. le quali  per gravita cadono a terra dopo il distanziamento di circa un metro . Per inciso tale separazione tra le persone  di un metro e veramente riduttiva.Ricordiamo infatti che il Botanico Robert Brown, (1827) studio la impollinazione aerobica del polline di dimensioni micrometriche e si stupi di come la fluttuazione del polline sembrava impedire  di depositarlo a terra ( Moto Browniano) così che  misuro come il polline maschile di felci e piante  feconda l.organo femminile a distanze maggiori di un chilometro

 Questa è la ragione per cui le goccioline evaporando rilasciano il virus in ambienti  assai ampi che debbono essere periodicamente sanificati. 

Di conseguenza il virus Corona fluttua nell.aria  e può differenziarsi per via di  mutazioni locali ed infine   il Covid.19 non si trasmette unicamente per contagio diretto tra le persone.

Inoltre la impostazione riduttiva del “distanziamento sociale”, relativa alla opinabile distanza di un metro, decisa a protezione del contagio del virus , di fatto ha escluso ogni considerazione scientifica moderna ,sulle proprietà di comunicazione a distanza , effettuate dalla trasmissione d quanti di energia ,che vengono diffuse  e che sono  in relazione alla effettiva  dimensione nanometrica  del Covid.19 . 

Pertanto una più moderna concezione del contagio virale  implica una  profonda revisione “quantistica” della interazione tra la genetica umana  ed la epigenetica indotta dalla interazione virale .

Purtroppo in proposito della innovazione cognitiva della “Biologia Quantica”,proposta dal cluster Egogreanet, della quale avremo trattato al  convegno programmato per il 27 marzo 2020 , non ne abbiamo  potuto parlare , proprio a causa della imposizione del Look-Down .( vedi locandina in: 

https://www.edscuola.eu/wordpress/?p=124888  ) 

Cosi che  ora, durante la  graduale riapertura della mobilità , ci ritroviamo in una situazione ancora più accentuata di arretratezza concettuale della scienza , macroscopicamente imposta dalle visione obsoleta sulla percezione della vita ,del benessere e della  salute   che e stata imposta da gli esperti virologi ,infettivologi ,e epidemiologi,…ecc, … e infine i politici , i quali  non sembra che  conoscano  nulla o quasi del campo della ricerca  della moderna “Biologia Quantica”  applicabile alla comunicazione del virus Covid 19 con il  DNA .Umano.

 La Bioquantica infatti  permette, l’emergenza di una nuova visione moderna relativa alla azione epigenetica del virus. 

Ad esempio, nel quadro logico della scienza  “Bioquantica” ipotizziamo  che lo “Spike proteico ” ( chiodo,spina) che caratterizza il Covid.19. abbia la funzione di “sensore quantico” che permerre di esplorare. la attività di comunicazione della rete cellulare con cui interagisce puntualmente il.virus Corona determinando una variazione istantanea di energia della rete cellulare di comunicazione quantica così che  contemporaneamente lo “Spike”  attiva la risposta immunitaria e  inoltre permette al virus di estrarre la energia di attivazione necessaria per la fusione della “Capside ” per liberare l’RNA virale 

 Di questa ipotesi discuteremo al seminario di studi che come Egocreanet abbiamo intenzione di realizzare prossimamente, in date e luogo da concordare , con coloro che vorranno parteciparvi attivamente per rilanciare le tematiche.che hanno caratterizzato la promozione delle scienze Bioquantiche della vita nei recenti quattro anni che sono:

1).Dalla Quantistica alla  Bioquantica

2) Entanglement e Biocampi

3) DNA’- Antenna rice-trasmittente

4) La percezione cerebrale Bioquantica

5) Modulazione Laser ed effetti foto-bioacustici.

6) il Quarto Stato dell.Acqua

7) La quantizzazione della energia sottile

8) La  condivisione di informazione  tra genetica ed epigenetic

Una sintesi dei suddetti temi che hanno caratterizzato la ativita di promozione della innovazione scientifica e culturale dei recenti   anni , faranno parte integrante del “Nuovo Corso di Formazione”, co.organizzato dal Cluster Egocreanet , a partire dal prossimo Settembre 2020, che  sarà aperto ad ulteriori contributi proposti da i relatori che oggi  invitiamo a collaborare , inviandomi una e.mail di adesione.  alla iniziativa, specificando il tema del proprio eventuale contributo  all.indirizzo: <egocreanet2016@gmail.com>  

Il REALISMO LOCALE

Il REALISMO LOCALE
della Scienza Meccanica  e della Meccanica Quantistica e basato sulla misura sperimentale  la quale esclude ogni  azione a distanza

di Paolo Manzelli

Accettare l’esperimento basato sulla “misura eseguita localmente”, per fare esperienza di confronto e valutazione ,  significa ammettere che gli elementi interagenti ( fotoni, atomi molecole… individui … ecc… ) posseggano a priori proprietà caratteristiche individuali le quali interagiscono // istantaneamente // per tramite una interazione che avviene per contatto ravvicinato ,cosi come accade come nell’urto tra atomi e molecole  in chimica e biologia. Quanto sopra e inconfutabilmente vero in quanto solo i Campi di Energia rappresentano le proprieta collettive .

Il PRINCIPIO DI LOCALITA DELLA MISURA SPERIMENTALE afferma di conseguenza che oggetti tra loro distanti NON  possono avere influenza // istantanea// tra di loro.

Infatti se consideriamo gli oggetti interagenti come elementi distinti ,( in quanto posseggono una  caratterizzazione di proprietà specifiche che li rende distinguibili ), allora è possibile solo trattare la interconnessione  come una “variazione istantanea” tra  sistemi individuali ciascuno con un proprio  carattere definito chiuso o quasi.

La applicazione sistematica del cosidetto REALISMO INGENUO della Meccanica classica o quantistica, ha determinato la eliminazione della FORZA NUCLEARE DEBOLE (FND), inizialmente prevista come forza “agente a distanza” allo scopo di mantenere uniti elettroni e nucleo degli atomi del Sistema Periodico di Mendeleev.

Pertanto la FND, prima considerata come una forza fondamentale non riconducibile alle altre forze agenti nelle varie scale di distanza ,diversamente nella logica Meccanica della scienza   da un lato , è stata integrata con la Forza Nucleare Forte (FNF ) da Enrico Fermi (1935), tratrandola come “Decadimento Beta del Neutroni”, e successivamente dall.altro , e stata accoppiata con la Forza Elettromagnetica ,trattandola come Forza Elettro-debole ( Abdus Salam et Al. Nobel -1979) .

In tal modo il Modello Standard della Fisica tratta solo di 3 delle 4 forze fondamentali ,proprio al fine di mantenere in modello scientifico di “interazione per contatto istantaneo”  che permette di realizzare una esperimento di //misura locale// .Così che il Modello Standard , del CERN di Ginevra ,in vero assomiglia al gioco del biliardo nel quale la interazione tra i vari elementi distinguibili (perché sono considerati  in se stessi come chiusi) determina le varie possibilità geometriche del moto delle palle nello spazio definito dal tavolo del biliardo.

Il particolare ricordiamo che la fisica dei quanti era iniziata con Max Plank (1900) trattando della quantizzazione dell’ Atomo , derivante dalla impossibilita di esistenza di un “Corpo Nero” cioe di una sostanza che che potesse assorbire o riflettere la Energia Totale   ( E= h V , h= costante, e “V” = frequenza ) .

La dimostrazione dei salti quantici si  ottenne dalla osservazione dello spettro solare dove erano particolarmente evidenti le righe dell’ atomo di Hidrogeno che si trasforma in atomo di Helio .

In seguito con il Modello di Niels Bohr (1913) la rappresentazione  atomica venne visualizzata come un minuscolo sistema solare dove gli elettroni vengono trattati come fossero particelle classiche che orbitano in traiettrorie stazionarie a diversa distanza dal nucleo , mentre il nucleo  venne considerato semplicemente come avente una carica elettrica positiva, capace di equilibrare la somma delle cariche negative degli elettroni che ruotano attorno al nucleo.

Questa visualizzazione  quantisticamente  errata e fuorviante ,in particolare per la che semplificazione che candidamente eliminava la azione della FND , ottenne il Premio Nobel nel 1922 poiche ebbe il plauso della Meccanica Quantistica che non si sentiva di abbandonare nettamente le concezioni della Fisica Classica proposta da Newton fin dagli inizi del 1600 .A tal proposito  Erwin Schroedinger propose nel 1927 la equazione ,che porta il suo nome , nell’intento di ottenere la correlazione tra “Macrocormo classico e Microcosmo quantistico “.

Infatti tale Equazione, nota anche come “Principio di Inderminazione”, ottenne il Nobel nel 1933 , proprio in quanto manteneva il valore della Fisica Classica , nel caso che la lunghezza d’onda quantica fosse molto lunga così  da essere considerata simile ad una retta , mentre in tal guisa la meccanica quantistica veniva limitata alla indagine del microcosmo di particelle molto piccole  come gli elettroni  e fotoni . In tal modo   venne sostanzialmente approvata la limitazione della meccanica quantistica solo a quanto aveva  le caratteristiche relative all’  infinitamente piccolo. 
Da questa situazione di approssimazione ed incoerenza della Meccanica Quantistica come EGOCREANET ( www.egocreanet,com) , abbiamo a piu riprese tentato di uscirne , proponendo un progetto internazionale di Biologia Quantistica ( Bio-quantica)  , per attivare.lo sviluppo delle scienze della vita , finalizzato al netto superamento delle concezioni limitate dalla “Meccanica“ e Quanto Meccania che  ormai consideriamo storicamente obsolete . 

La evidente difficolta di rimuovere concezioni che normalmente continuano ad essere  affermate dalla scienza  tradizionale ed anche dalla politica mercantile, in vero non ci spaventa  in quanto riconosciamo la necessita e la econsapevolezza di elaborare una nuova dimensione del sapere, orientata a concepire una rinnovato paradigma  di sostenibilita della vita e dell’ambiente , che viceversa ,per tramite la permanenza delle limitazioni meccaniche della scienza stiamo sistematicamente distruggendo .

Biblio on Line 

1) Spooky action at Distance : https://dabpensiero.wordpress.com/author/dabpensiero/
2) https://www.corrierenazionale.net/2020/05/24/la-forza-nucleare-debole-e-la-quantizzazione-dellatomo/
3) http://www.caosmanagement.it/741-dalla-quantistica-alla-bioquantica

NB:Precisazione
1) istantanea e una azione casuale riferita al tempo  presente  nello stesso spazio di interazione  di tipo classico
2) simultanea   e  una azione  coerente  non casuale che avviene contemporaneamente a distanza  in un campo  di energia  ed informazione condivisa . ed estesa, come avviene nella sovrapposizione dell’entanglement 

LA SCIENZA NON E NEUTRALE

LA SCIENZA NON E NEUTRALE MA ASSERVITA AL BUSINESS FARMACEUTICO

Paolo Manzelli www.egocrea.net

Bisogna saper andare alla radice dei problemi per il fatto che mantiene come riferimento classico quello di  una scienza biologica- di concezione  ‘meccanica”, che vede il DNA come una scala a chiocciola molecolare nella quale si sostituiscono pezzi ( vaccinazione genetica) per provare come la distorsione  indotta della doppia elica ,da tecniche di ingegneria genetica,  provochi effetti di risposta immunitaria  …..tra l’altro  dimenticando volutamente  il rischio di attivare  malattie autoimmuni.       

Pertanto e  da far risalire il problema del rischio della vaccinazione genetica ,alla radice della conoscenza scientifica che permane essere essenzialmente  /meccanica /  e che pertanto e quella che costituisce la effettiva  limitazione cognitiva, la quale  permette di proporre e sperimentare le nuove tipologie di vaccini sulla base cognitiva ed irresponsabile della // ingegneria genetica //.

In proposito della pericolosità delle logiche meccaniche della ingegneria genetica dei nuovi vaccini e necessario far capire come i moderni vaccini non siano più quelli sperimentati da 200 anni fa dalla //Sieroterapia // di Jennifer e Pasteur e che quindi il pericolo odierno  e insito in una scienza che mantiene concezioni meccaniche non essendo più dedicata alla evoluzione del pensiero umano ma a quella più premiante e rischiosa del business farmaceutico . 

NULLA POTRA TORNARE COME PRIMA

NULLA POTRA TORNARE COME PRIMA

di Paolo Manzelli www.egocrea.net 

Chi spera e si illude di poter tornare al passato in modo che tutto possa tornare come prima, dopo la pandemia del covid 19  ed agisce  come  nulla fosse accaduto, denota una incoscienza politica e sociale.

La politica che, invece di adoperarsi a cambiare il paradigma economico e sociale, insiste nell.idea che tutto possa ripartire come prima ,tende ad indurre un inganno mentale nella gente , che potra condurre solo verso un irreversibile fallimento .     

Oggi, 5 giugno, ricorre la Giornata Mondiale dell’Ambiente, che ci ricorda che, per  un futuro sostenibile, dovremo  saper rimodulare  il modello di sviluppo per trasformare l.accuirsi della  crisi  ecologica in nuove ed innovative  opportunita economiche e culturali.

Infatti il modello di crescita economica  mercantile, fondato sul consumismo e sulla economia del lusso, non potrà reggere alla crescita di povertà indotta dalla recente pandemia, mantenendo un sistema mondiale che aumenta la diseguaglianza economica e sociale, avendo come risultatonuna insensato e crescente sistematico divario tra ricchi e poveri.     

La necessità impellente di queste trasformazioni ecologiche e sociali , e sotto gli occhi di tutti, e pertanto , come afferma il noto scrittore Gregg Braden, diviene  necessario separare il paradigma scietifico-culturale dalle false credenze per  liberare la mente umana dalla paura che il futuro corrisponda alla  trasformazione naturale  del passato.

Che fine ha fatto la FORZA NUCLEARE DEBOLE (FND)?

Che fine ha fatto la FORZA NUCLEARE DEBOLE?

di Paolo Manzelli 
www.egocrea.net

Delle quattro forze fondamentali in natura  la FND e complementare alla Forza.Nucleare FORTE (FNF) che e una forza attrattiva che agisce a distanza . La FNF agisce nel compattare  ( entro la distanza di 10/-13) il nucleo composto di protoni con carica (+) e neutroni ( con carica (0) evitando pertanto la repulsione tra i protoni del nucleo.

I neutroni aumentano quindi la stabilità del nucleo e, se vengono espulsi dal nucleo radioattivo ,  decadono trasformandosi in Protone + elettrone + neutrino.

Dalla loro scoperta  , Enrico Fermi (1935) ridusse la Funzione attrattiva a distanza della FND  relegandola alla spiegazione della  trasformazione  del /decadimento -beta / del Neutrone in Protone, di conseguenza dimenticando la funzione attrazione a distanza  della FND che agisce nel mantenere la coerenza di struttura degli atomi del sistema Periodico di Mendeleev e che inoltre va ad agire a distanza piu ampia anche nella formazione di aggregati intremolecolari e nella formazione dei ponti ad idrogeno . Purtroppo il /Modello Standard della Fisica / descrive solo tre delle quattro forze fondamentali… così che la FND viene sostanzialmente negletta come forza che si esprime come attrazione nucleare debole ad ampia distanza.

Il problema della difficoltà di misura  della FND nasce dal fatto che i nuclei atomici contengono stabilmente neutroni i quali avendo carica neutra non sono trattabili da campi elettromagnetici cosi da per poter fare misurazioni dirette della FND e pertanto si preferisce non prenderla in attenta considerazione al fine di non  porre in discussione il.Modello Standard su cui e costruita la fisica  che include la FNF  ,gia abbastanza complicata , ma troppo importante permanipolare l.atomo e realizzare la Bomba Nucleare ad Idrogeno.

LA FORZA NUCLEARE DEBOLE E LA QUANTIZZAZIONE DELL’ATOMO

LA FORZA NUCLEARE DEBOLE E LA QUANTIZZAZIONE DELL’ATOMO

di Paolo Manzelli

La quantizzazione atomica e molecolare che conosciamo e relativa alla quantizzazione dei livelli energetici degli elettroni che nel 1913 Niels Bohr defini come /stati stazionari / di energia . Successivamente il modello quantico di Bohr fu reinterpretato ed esteso come Orbitale Molecolare (O.M.) che riguarda la quantizzazione dei livelli energetici degli elettroni più esterni ( di Valenza) che formano i legami molecolari. Anche questo modello quantico lascia indifferente il Nucleo che viene trattato matematicamente come una costante di derivazione.  Pertanto l’atomo nel suo complesso di nucleo ed elettroni non e ancora quantizzato.

UN TEMA FONDANTE del cambiamento paradigmatico  promosso dalla R&S fi  Egocreanet, consiste nella rivalutazione scientifica della FORZA NUCLEARE DEBOLE ( FND),  che Enrico  Fermi (1935).limito alla osservazione del comportamento dei Neutroni . 

La FND e QUELLA CHE TIENE ASSIEME nuclei ed elettroni di tutti gli atomi del Sistema Periodico di Mendeleev ed inoltre agisce a distanza nella formazione di legami intramolecolari come i ponti ad idrogeno ed infine  interagisce nella formazione delle aggregazioni attribuite alle Forze  di van del Waals .

L’atomo quantico nel nuovo paradigma Bioquantico, va compreso  in termini innovativi di ONDA/PARTICELLA che ha in sé  due componenti : 

1) la Forza Nucleare Forte, che agisce come PARTICELLA in seguito ad una implosione finalizzata a  tenere uniti protoni e nucleoni

2) COME ONDA che agisce come esplosione che si diffonde a  distanza ed interagisce come forza flessibile capace di coordinamento e guida della coerenza del flusso di energia  nelle molteplici reazioni chimiche e biochimiche che conducono alla formazione e stabilizzazione di molecole.

Questa semplificazione integrata  Nucleo-elettroni, si propone di comprendere  la  attività di coordinamento quantico  coerente  dalla FND  sul flusso quantico di /eccitoni/  prodotti da attività metaboliche e fotochimiche ed altre interazioni energetiche della biochimica e  da approfondire e sviluppare… 

Pertanto questa semplice riflessione iniziale sul ruolo della FND sulla QUANTIZZAZIONE ATOMICO-MOLECOLARE, permette di intuire quanto dovremo impegnarci  per favore un netto cambio del OBSOLETO  paradigma /Meccanico  e Quanto-meccanivo  ormai concettualmente riduttivo ,limitato ed insufficiente a dare una prospettiva di innovazione scientifica e culturale al futuro della Scienza.

IL DILEMMA EPIGENETICO

IL DILEMMA EPIGENETICO

di Paolo Manzelli

A) La Genetica Classica e nata sulla base del principio riduttivo del silenziamento allo scopo di dare significato alla relazione tra codici Genetici e Costruzione di Proteine componendo   nelle probabili combinazioni i  20 Amminoacidi .

La prima limitazione riduzionista consiste  accettazione di un modello meccanico “Tipografico”  dove la sequenza di  4 lettere ATCG  ( Purine :Adenina e Guanina , Pirimidine : Timina e Citosina) , articolate per costruire Parole (Proteine) . Dato che le 4 Lettere trattate come combinazione a Coppie non possono rappresentare la codificazione di 20 Proteine in quanto 4 al Quadrato = 16  si preferisce la codificazione in Triplette cosi che 4 al Cubo = 64 . Pertanto  si eliminano silenziandole le 4 Triplette simmetriche ( AAA,TTT.CCC.GGG) perche’ genera    indecisione nell’ orientamento della informazione e allora si dividono per 3, le 60 Triplette decidendo che solo 20, dette ESONI , sono  quelle necessarie a codificare le 20 proteine mentre le rimanenti 40 ,dette INTRONI, potevano considerarsi silenziabili .

Trattando del rapporto di adattamento Genetico alla informazione Epigenetica dell’ ambiente di conseguenza si ritiene che, per interrompere il flusso di interazione tra Geni ed Ambiente la sezione del DNA.n , composta   Introni (Cromatina ),  puo ‘ essere Silenziata da un meccanismo di silenziamento prodotto dalla introduzione di un Metile (-CH3) detta Metilazione delle Citosine  ( come avviene nella trasformazione tra Citosina e Uracile) , oppure dal Distanziamento della Cromatina per introduzione di un gruppo Acetile (-COCH3), in modo  da controllare  lo svolgimento della Espressione Genetica con un sistema simile ad un Interruttore interposto meccanicamente  nel flusso  bio-informazione interattivo con l’ ambiente.

B) il Modello di Elettro-magnetica Quantica  sostenuto da Egocreanet /Cluster.

La Relaione tra Genetica ed Epigentica viene trattata dalla Biologia Quantica sulla base della azione del DNA.n che essendo  un semi-cristallo assimmetrico- piezoelettico , puo essere considerata come un sistema simile ad una “ ANTENNA Rice-Trasmittente di Biofotoni . 1) https://sites.google.com/site/etnoepsico/materiale-audio-video-e-scritti/altri-articoli/dna-genetica-e-biologia/dna-come-un-antenna-biologica ;

2) https://www.neuroscienze.net/biofotoni-quanti-di-vita/

3) https://dabpensiero.wordpress.com/2017/10/15/morfogenesi-e-quantum-dna-laser-antenna/

In tale Modello Bio-Quantico, non piu concepito come “meccanico” , il DNA doppia elica e’ interpretato come  un sistema Elettromagnetico-Quantico che, quando viene aperto dagli Enzimi di Restrizione, si polarizza: e da un lato della doppia elica agisce  come attrattore di “Eccitoni “ provenienti dalla rottura dei legami metabolici, o da reazioni fotochimiche, catalizzate dalla variazione della  Energia dell’ Ambiente . Gli  Eccitoni  vengono accelerati  all’ interno della struttura a doppia spirale del DNA ( a forma di nastro di Moebius) e attraverso l’ Entanglement quantico si trasformano n un Biocampo capace di emettere  simultaneamente ,dall’ altro lato della polarizzazione del DNA,  i  Biofotoni adatti alla diffusione di informazione cellulare intragrata tra Gene-Epigene .

https://www.edscuola.eu/wordpress/?p=100607   ;

http://www.edscuola.eu/wordpress/wp-content/uploads/2017/05/Biophotons.Prom_.pdf

Questo Modello a e ancora in fase di elaborazione  di R&S  e di diffusione mediante  una strategia di condivisione della innovazione scientifica e culturale organizzata dal Cluster Egocreanet a cui cerchiamo adesioni e collaborazioni . 16/05/2020

Per aderire; https://www.egocrea.net/2019/12/28/adesione-al-cluster-egocreanet/

Egocreanet -Cluster soluzioni di sviluppo sostenibile delle scienze Bio-quantiche della vita.

La Ripartenza, superata la fase critica del Covid.19 vedrà impegnato la NGO- Egocreanet nel promuovere le Scienze Bioquantiche della Vita che si fondano sulla Circolarita Evolutiva del Vivere sociale ed economico.

Il paradigma della sostenibilità della Scienze Quantiche della Vita Vissuta, e fondamentale per realizzare una profonda innovazione del sapere collettivo finalizzata a creare una economia sociale sana del benessere dell.Uomo e dell.Ambiente ,incentrata sulla strategia trans-disciplinare, tesa a migliorare il benessere la salute e contemporaneamente la ridistribuzione economica della ricchezza, per tramite un avanzamento cognitivo della popolazione.

Questa strategia di innovazione culturale e scientifica si associa al cambiamento sistematico delle concezioni lineari e disciplinari della meccanica, ancora dominate dal calcolo economico del PIL.

La strategia di innovazione culturale del Cluster Egocreanet si svolgerà nel restante anno 2020 in una ottica di formazione della innovazione sostenibile di imprese e servizi ,i cui punti salienti saranno orientati dal superamento della competitività in favore dell.ampliamento della collaborazione nello sviluppo della Green. Economy e del Qusntum Habitat ed inoltre del Quantum Marketing, già precedentemente programmate come iniziative di formazione e congressuali , le quali putroppo sono state cancellate dalla necesdita del Distanziamento sociale a causa del corona virus .

Paolo Manzelli http://www.egocrea.net .

La Salute Circolare nell’interazione evolutiva

La Salute Circolare nell’ interazione evolutiva tra :  Virus –Uomo – Ambiente

Paolo Manzelli (egocreanet2016@gmail.com)

La circolarita’ della evoluzione della salute include la mutazione dei Virus come elemento di disequilibrio e ri-equilibrio tra Fattori Ecologici , Salute , e cambiamento Ambientale .

Il genoma Virale muta la  sequenza genetica e la forma quando viene perturbato da il cambiamento ambientale e ,dato per riprodursi il Virus necessita di utilizzare il DNA di un ospite capace di elevata mobilita’, le strategie (1)  che utilizza sono  quelle che gli permettano  di passare tra le diverse forme viventi fino ad infettare il DNA- Umano per ottenere la massima diffusione possibile. .(2)

(1)-Cicli.  da Virus a RNA e DNA.

https://library.weschool.com/lezione/virus-riproduzione-virione-capside-genoma-rna-dna-ciclo-litico-lisogeno-5205.html

(2)- https://www.ilgiornale.it/news/cronache/coronavirus-arrivato-alluomo-novembre-scoperta-italiana-1833968.html

Per comprendere la “circolarita evolutiva della salute “ la azione di infezione del  Virus Cobis-19 ,  va compresa compiutamente nelle sue due attivita : 1) la Prima il Tasso di Mutazione causato dal cambiamento ambientale e 2) la Seconda la Dinamica di diffusione per contagio della mutazione del virus . Per quanto sia piu’ evidente la importanza di bloccare a Diffusione del contagio tra uomini , è necessario non dimenticare che l’ origine della mutazione in risposta all’ inquinamento ambientale, in particolare dell’ aria della quali respiriamo ben otto litri al minuto per assorbire mediamente 50 litri di ossigeno .gas. al giorno . (3)

(3) : https://www.focus.it/scienza/scienze/quanto-ossigeno-viene-consumato-respirando

A tal proposito L’ Istituto Superiore di Saniata Italiano, pone in evidenza che a proposito del contagio del ceppo di vitus del tipo Cobis-19 avvenuto in Italia, solo pochi casi sono stati trasferiti dalla Cina , mentre la maggior parte della diffuzione ha avito origine per mutazione del virus causata dalle condizioni ambientali reperibili localmente in Italia o in Germania . (4)

(4) – https://www.lastampa.it/cronaca/2020/03/10/news/l-istituto-superiore-di-sanita-il-contagio-e-avvenuto-in-italia-solo-3-casi-vengono-dalla-cina-1.38576146

Putroppo a proposito della localizzazione della mutazione del COBIS-19 vengono divulgate varie limitazioni concettuali  infatti  se falsamente si ritiene che il Cobis .19 abbia una data di nascita e infetti per primo un solo uomo (untore- zero) e successivamente , con progressione geometrica gli altri 2 4,16 ecc …. allora a causa di tale concezione viene esclusa la relazione epigenetica la quale induce la mutazione evolutiva del ceppo Covis.19 proveniente da gli altri precedenti ceppi di Corona Virus. Ma Tale concezione limitata a mettere in evidenza la importanza della  diffusione esponenziale del contagio, causato della riproduzione nell’ uomo del Covis-19, puo divenire fuoviante proprio perché non tiene conto del tasso di probabilità di mutazione biologica tra Ceppi diversi di Corona.Virus , mutabilita’ virale che in ultima analisi è conseguenza dello stato di informazione epigenetica dell’  inquinamento e del cambiamento climatico dell’ambiente.

Una volta superata la Infezione da Virus Cobis-19 NoN  verra cancellata definitivamente dalla sequenza del DNA –Umano ; infatti sappiamo che la composizione del nostro DNA contiene circa il 08% di retrovirus provenienti da infezioni virali a RNA che non hanno piu’ potere di infezione virale,  in quanto sono bloccate dalla evoluzione immunitaria sia innata che acquisita mediante i vaccini.(5)

(5)- http://www.biochronicles.net/news/retrovirus-endogeni/ .  –  https://www.ncbi.nlm.nih.gov/pmc/articles/PMC2817711/

Possiamo quindi capire come la azione dei Virus che infettano l’ Uomo non è solo patogena ma è e in una funzionalita “circolare –evolutiva” del potenziamento immunologico della salute  umana in relazione al cambiamento ambientale.

Le concezioni  riduzioniste della “scienza meccanica” sviluppate e culturalmente condivise  durante tutte le varie fasi  che sono state regolate 1) dall’ uso del vapore 2) della Elettriricita’ , 3) della Digitalizzazione  e 4) della Roobotica , putroppo ancora oggi nel 2020 impediscono di capire la funzione di comunicazione del DNA non codificante, come azione regolatrice della salute dell’ uomo e dell’ ambiente.

Nel 1976 facendo seguito alla scoperta del Biologo Russo A. Gurtwitsch , il Bio-fisico Austriaco  Fritz – Popp e collaboratori, misurarono per mezzi di un fotomoltiplicatore ,con modalita’ ripoducibili,  la debole emissione spontanea di Biofotoni del DNA Umano , ma anche quello di animali , piante , funghi e batteri .

Tutto il sistema vivente infatti utilizza pertanto quanti di Luce (Biofotoni) e Quanti di Suono (Biofononi) come segnali di comunicazione emessi dal DNA ( nucleare e mitocondriale) capaci di regolare coerentemente il flusso di  informazione della vita. (6)

(6) –https://www.neuroscienze.net/biofotoni-ed-armonizzazione-della-vita-biologica/

E probabile che la introduzione del genoma virale nel DNA Umano faccia variare  a emissione dei segnali dei quanti di luce (Biofotoni ) e di suono (Biofononi)  e pertanto la Misura tali segnali di comunicazione  potra essere un buon indicatore clinico del processo bio-quantico di informazione sull’ andamento della  comunicazione cellulare in caso di infezione virale. 

Questa idea innovativa di ricerca verra proposta e discussa al Convegno su GREEN -CULTURE INNOVATION,  Organizzato da SI-Toscana ed Egocreanet, attualmente programmato  per i 27 Marzo 2020 a Firenze , ma  che abbiamo dovuto re-inviare in data da ridefinire , proprio in seguito  alle recenti Disposizioni Governative in contrasto alla Diffusione del Covis-19 .  Informazioni su la futura data dl convegno Green Culture Innovation scrivere a < egocreanet2016@gmail.com>

Comunicato

Ancor prima di giungere ad un  disastro economico e sociale causato dalla incapacita di capire e gestire l’origine ambientale e le probabilita’ di diffusione delle mutazioni periodiche dei Corona Virus,  come Cluster Egocreanet riteniamo importante  proporre la seguente riflessione. 

Si e affrontato il problema sanitario, culturale e sociale del COVIS-19 sulla base di concezioni obsolete con le quali si inizia ad es. con il ricercare il primo infettato ( che normalmente non si trova)  poi si applica la progressione geometrica per ottenere un risultato simile a quando l’Economia del Faraone dell’antico Egitto fu messa in crisi dalla progressione dei chicchi di riso su una scacchiera. 

Ragionando in questo modo  simile alla sequenza di una catena di montaggio tra contatti ravvicinati, si escude a priori la influenza di interazione epigenetica con l’habitat naturale e sociale, che conduce a modificare le peculiari proprieta di virulenza e di diffusione del focolaio virale locale. 

I Virus infatti non essendo capaci di riprodursi innestano la loro sequenza nel DNA o nel filamento di RNA dell’ ospite e ,nel periodo di incubazione, si adattano al processo di interazione dinamica tra la informazione genetica ed epigenetica che è in grado di rimodulare la attivita’  genomiche  risultanti e di conseguenza quelle molecolari trascritte che delineano la effettiva viralita e modalita locali di diffusione del Virus COVID 19. 

La estrema specializzazione genetica e microbiologica disciplinare dei virologi sembra poter ignorare che la pericolosita’ dei Virus viene  “regolata da fattori di informazione epigenetica che redono il COBIS-19 con proprieta localmente diverse”, relative e ciascun ambiente naturale culturale e sociale umano. 

Se infine si riflette sul fatto che anche  la politica e divenuta una nuova professione si comprende come la vecchia concezione di un sapere “iper-specialistico” e sostanzialmente obsoleto , determini la condizione di ignoranza diffusa che ha reso il COVIS -19 , un danno economico socialmente piu’ pericoloso della sua contaminazione virale sulla salute.

EGOCREANET , trattera di queste importanti temi di riflessione al Covegno su: 

GREEN CULTURE INNOVATION del 27-03/2020 in Firenze c/o la Sala “Spadolini” del Consiglio Regionale Toscano in Via Cavour 04 Firenze-centro. 

Il Convegno e Gratuito previa Iscrizione per email a : <egoceanet2016@gmail.com>