Quattro innovazioni necessarie

QUATTRO INNOVAZIONI NECESSARIE PER UNA SCUOLA ADEGUATA ALLE SUE FINALITÀ di Umberto Tenuta

­­CANTO 629 ECCOLE:

1–PROBLEM SOLVING

2–QUATTRO RAPPRESENTAZIONI

3–COOPERATIVE LEARNING

4–TEAM TEACHING

 

Son cinquant’anni che se ne scrive e se ne parla.

Ma le parole il vento se le porta via.

E le scritture nessuno le legge.

La Scuola è ferma alla gentile riforma.

Scuola della selezione, e non della formazione.

Voti ed esami servono ad eliminare chi dotato non è.

La scuola è la Piramide di Cheope.

Ai piani alti non c’è posto per tutti.

La sostituzione delle piramidi con i parallelepipedi non si attua, perché non si attuano:

  • IL PROBLEM SOLVING

La   sostituzione della LEZIONE con la INVENZIONE/COSTRUZIONE/SCOPERTA/RICERCA.

  • LE QUATTRO RAPPRESENTAZIONI
  1. Rappresentazione concreta (oggetti concreti, comuni e strutturati)
  2. Rappresentazione digitale (oggetti virtuali bidimensionali e tridimensionali)
  3. Rappresentazione iconica (digitale e non digitale)
  4. Rappresentazione simbolica (digitale e non digitale.

3–IL COOPERATIVE LEARNING

La sostituzione dello studio individuale degli alunni con la ricerca di gruppo.

Vedere ancora alunni isolati nei tavolinetti biposti o monoposti è una pena!

Ma l’educazione sociale quando la si fa nella BUONASCUOLA?

Ma come la BUONASCUOLA prepara i futuri ricercatori?

  • IL TEAM TEACHING

Organi collegiali mai attuati!

I docenti lavorano ancora ognuno per conto suo.

La mano destra non sa che cosa fa la mano sinistra.

La Matematica non ha nulla a che fare con l’Italiano.

La Storia non ha nulla che fare con la Geografia.

Monadi vaganti nel deserto della BUONASCUOLA!!!

Forse è il caso di chiudere la scuola1, almeno ora che è morta2!

 

  • REIMERLa scuola è morta. Alternative nell’educazione, Armando, Roma 1973
  • ILLICH, Descolarizzare la società, Mondadori, Milano, 1983.

Lascia un commento