01 2005

29 gennaio Programma Annuale

La nota 21 ottobre 2004, Prot. n. 1193 proroga al 29 gennaio 2005 il termine del 15 dicembre (stabilito dall’art. 2 del DI 44/01) per l’adozione della delibera di approvazione da parte del Consiglio d’istituto del  programma annuale.

Sul tema si veda nella sezione Autonomia di Educazione&Scuola:

Avviso 28 gennaio 2005
Selezione, per l’assunzione di 11 unità di personale con rapporto di lavoro subordinato a tempo determinato

Nota 27 gennaio 2005, Prot. n. 673
Gara nazionale per gli alunni degli istituti professionali che hanno conseguito il diploma di qualifica nell’anno scolastico 2003/2004 e per gli alunni degli istituti tecnici che avranno conseguito l’ammissione al quinto anno di corso negli scrutini conclusivi del corrente anno scolastico 2004/2005

Nota 27 gennaio 2005, Prot. n. 151/Dip/Segr
Divieto di fumo nei locali pubblici e privati – Circolare 17 dicembre 2004 del Ministero della Salute

Nota 27 gennaio 2005, Prot. n. 152/Dip/segr
Legge 30 marzo 2004, n. 92 “Il giorno del ricordo”

27 gennaio Giorno della Memoria

Con la Legge 211/00 “la Repubblica italiana riconosce il giorno 27 gennaio, data dell’abbattimento dei cancelli di Auschwitz, Giorno della Memoria, al fine di ricordare la Shoah (sterminio del popolo ebraico), le leggi razziali, la persecuzione italiana dei cittadini ebrei, gli italiani che hanno subìto la deportazione, la prigionia, la morte, nonché coloro che, anche in campi e schieramenti diversi, si sono opposti al progetto di sterminio, ed a rischio della propria vita hanno salvato altre vite e protetto i perseguitati.”

Il MIUR, con l’Alto Patronato del Presidente della Repubblica, in collaborazione con l’Unione delle Comunità Ebraiche, propone agli studenti delle scuole italiane una riflessione sul terribile passato attraverso due distinti concorsi, riservati rispettivamente alle classi dell’istruzione primaria (elementari e medie) ed alle classi dell’Istruzione secondaria.

Di seguito il comunicato stampa del MIUR:

A 60 anni dalla liberazione di Auschwitz i ragazzi ricordano la Shoah
Nel Giorno della Memoria premiati i vincitori del concorso Miur
(Roma, 25 gennaio 2005) Nel 60° anniversario della liberazione del campo di sterminio di Auschwitz, il 27 gennaio prossimo, che il Parlamento Italiano con la legge n. 211/2000 ha voluto istituire come “Giorno della Memoria”, il Capo dello Stato, Carlo Azeglio Ciampi, premierà al Vittoriano di Roma i vincitori del concorso riservato alle scuole primarie e secondarie sul tema del valore della testimonianza, bandito dal Ministero dell’Istruzione, dell’Università e della Ricerca, con l’alto Patronato del Presidente della Repubblica ed in collaborazione con l’Unione delle Comunità Ebraiche.
Il concorso sulla Shoah ha offerto alla scuola italiana l’occasione per dimostrare quanto grande sia la sensibilità per le tragedie del passato, la cui memoria deve rappresentare uno stimolo all’affermazione di valori quali la pace e la solidarietà.
Tra i numerosi quanto originali lavori presentati (disegni, favole, racconti, poster, ricerche e prodotti multimediali), una commissione nazionale, costituita da rappresentanti delle Comunità Ebraiche e da esperti del Miur, ha scelto le scuole vincitrici: il Liceo Scientifico “L. Mascheroni” di Bergamo, l’Istituto Comprensivo “Assisi 2” di Assisi e il III Circolo Didattico “A. Mereu” di Nuoro.
Al termine della premiazione, i ragazzi visiteranno la mostra “Dalle leggi antiebraiche alla Shoah – Sette anni di storia italiana 1938-1945” allestita nel complesso del Vittoriano, il Vecchio Ghetto e la Sinagoga.

Programma

Lettera Circolare 26 gennaio 2005, Prot. n. 655
Monitoraggio piani dell’offerta formativa delle istituzioni scolastiche – a.s. 2004/2005 – Questionario on-line sulla quota di flessibilità e compilazione dei piani dell’offerta formativa

Avviso 26 gennaio 2005, INT Prot. 276/3
Pubblicazione elenco aggiornato degli esperti idonei per la realizzazione di attività di valutazione, indagine e analisi nel contesto del programma d’azione comunitaria in materia di formazione professionale “Leonardo da Vinci”

Nota 26 gennaio 2005, Prot. n. 26 Esternalizzazione Ex UFF. VIII
Indicazioni operative per la prosecuzione del servizio in alcune Istituzioni Scolastiche mediante contratti di appalto di pulizia stipulati dai quattro Consorzi (CNS – CICLAT – MANITAL e MILES) per la stabilizzazione di ex LSU ai sensi del D.M.65/01

Nota 26 gennaio 2005, Prot. n. 619
VIII Rassegna nazionale di Teatro-Scuola-Sant’Arpino (CE) 29.4/8.5.2005

Nota 26 gennaio 2005, Prot.n. 634
Gara Nazionale per gli alunni degli Istituti Tecnici che hanno conseguito l’ammissione al quinto anno di corso negli scrutini conclusivi dell’anno scolastico 2003/2004: risultati

Nota 25 gennaio 2005, Prot. n. 16
Divieto di fumo

Nota 25 gennaio 2005, Prot. n. 330
Presidenza del Consiglio dei Ministri. Concorso pubblico per titoli per l’assegnazione di borse di studio in favore delle vittime del terrorismo e della criminalità organizzata, degli orfani e dei figli delle vittime del terrorismo e della criminalità organizzata, delle vittime e dei superstiti – figli e orfani – delle vittime del dovere. Termine di presentazione domande 10/02/2005

Nota 25 gennaio 2005, Prot. n. 582
Progetto R.I.So.R.S.E. – Riunioni in calendario

Avviso 25 gennaio 2005, Prot. n. 272/INT/U02
Ambasciata di Francia in Italia – Ufficio di cooperazione linguistica e artistica (BCLA) – Convegno nazionale dei professori di francese in Italia
Seminario nazionale di formazione per docenti di francese delle sezioni bilingui
17-19 febbraio 2005 Il francese e il plurilinguismo in Europa

25 gennaio Iscrizioni A.S. 2005/06

La CM 90/04 fissa le modalità ed il termine ultimo del 25 gennaio 2005 per la presentazione delle domande di iscrizione alle scuole dell’infanzia ed alle classi delle scuole di ogni ordine e grado per l’a.s. 2005/2006.

Di seguito il comunicato stampa del MIUR:

(Roma, 3 gennaio 2005) Con circolare n. 90 del 30 dicembre 2004, diramata oggi, sono state dettate istruzioni e indicazioni per l’iscrizione nelle scuole dell’infanzia e alle classi delle scuole di ogni ordine e grado per l’anno scolastico 2005/2006 ed è stato fissato al 25 gennaio 2005 il termine ultimo di presentazione delle domande.
Le iscrizioni, precisa la circolare, rappresentano, per le famiglie e per gli alunni, una scelta importante per il prosieguo degli studi e per le future prospettive personali e professionali dei ragazzi. Per le scuole invece le iscrizioni rappresentano un impegno a qualificare sempre meglio la propria offerta formativa e i propri servizi per corrispondere alle attese delle famiglie.
Possono iscriversi alla scuola dell’infanzia le bambine e i bambini che compiono i tre anni di età entro il 28 febbraio 2006, sempreché ricorrano determinate condizioni e alla prima classe della scuola primaria coloro che compiono i sei anni di età entro il 31 marzo 2006.
In occasione delle iscrizioni per la scuola primaria e per la scuola secondaria di I grado le famiglie possono esprimere le loro scelte per le attività opzionali offerte dalle singole scuole.
Alla circolare sono allegati il modello di domanda e quelli relativi alle varie opportunità formative offerte dalle scuole.
Anche quest’anno gli studenti che si iscrivono agli istituti d’istruzione secondaria di II grado potranno effettuare l’iscrizione on-line.

Circolare Ministeriale 24 gennaio 2005, n. 10
Indicazioni per la valutazione degli alunni e per la certificazione delle competenze nella scuola primaria e nella scuola secondaria di I grado

Decreto Ministeriale 21 gennaio 2005, n. 9
Esami di Stato conclusivi dei corsi di studio di istruzione secondaria superiore. Numero dei componenti le commissioni d’esame. Anno scolastico 2004/2005

Decreto Ministeriale 21 gennaio 2005, n. 8
Individuazione delle materie oggetto della seconda prova scritta negli Esami di Stato conclusivi dei corsi di studio ordinari e sperimentali di istruzione secondaria superiore

Nota 21 gennaio 2005, Prot. n. 111/Dip/segr
Protocollo d’Intesa MIUR – Società “Dante Alighieri” – Attuazione

Nota 21 gennaio 2005, Prot. n. 270P/A3°
Seminari interregionali di formazione rivolti ai genitori. Primo Seminario: Desenzano del Garda 25 – 26 febbraio 2005

Nota 21 gennaio 2005, Prot. n. 42
Rilevazione annuale dei crediti derivanti da sentenze di condanna pronunciate dalla Corte dei Conti

21 gennaio Esami di Stato 2005

Il MIUR con il Decreto Ministeriale 21 gennaio 2005, n. 8 rende note le materie della seconda prova scritta per gli esami di Stato 2004-2005.

Di seguito il comunicato del MIUR:

Esame di Stato 2005: ecco le materie della seconda prova scritta
Il Ministro Moratti: “Più spazio alle materie coerenti con le nuove professionalità richieste dal mondo del lavoro”.
(Roma, 21 gennaio 2005) “Più spazio alle materie coerenti con le nuove professionalità richieste dal mondo del lavoro all’esame di Stato 2005”. Così il Ministro dell’Istruzione, dell’Università e della Ricerca, Letizia Moratti, ha commentato la scelta delle materie oggetto della seconda prova scritta.
Economia delle imprese turistiche è la materia scelta per gli Istituti tecnici del turismo, mentre Economia delle aziende ristorative è la seconda materia dello scritto per gli Istituti alberghieri. “Con questa scelta”, ha detto il Ministro Moratti, “abbiamo voluto sottolineare l’importanza di queste discipline per le nuove esigenze richieste dal mondo del turismo”.
“Abbiamo inoltre scelto informatica”, ha aggiunto il Ministro, “sia per gli Istituti tecnici commerciali sia per quelli industriali, proprio perché questa è una materia trasversale alla realtà del mondo produttivo e utile per aumentare la competitività delle imprese, nonché importante per fornire ai giovani strumenti indispensabili in ogni attività professionale”.
Biotecnologie, ancora, è la seconda prova sia per gli Istituti tecnici industriali sia per quelli agrari, perché questa, ha detto il Ministro, “è una materia di frontiera che apre ai giovani orizzonti nuovi nel settore delle produzioni biologiche e agro-alimentari”.
Tra le altre materie scelte, latino al liceo classico, matematica allo scientifico, estimo ai geometri, economia aziendale ai ragionieri, figura disegnata al liceo artistico.
Più spazio alle lingue anche quest’anno: è stata infatti scelta la lingua straniera non soltanto per gli indirizzi linguistici, ma anche per altri indirizzi per i quali il piano di studio lo consente.

In Educazione&Scuola:

Nota 20 gennaio 2005, Prot. n. 461
Anno Mondiale della Fisica

Nota 20 gennaio 2005, Prot. n. 176
Trasmissione dell’O.M. n. 6 del 19 gennaio 2005 prot. n.165 e del Contratto Collettivo Nazionale Integrativo sottoscritto il 14 gennaio 2005 sulla mobilità del personale docente, educativo e A.T.A. per l’a.s. 2005/2006

Nota 20 gennaio 2005, Prot. n. 421
Concorso Nazionale “Il migliore giornalino scolastico” – a.s. 2004/05

Avviso 20 gennaio 2005
VI Settimana nazionale dell’astronomia “Gli studenti fanno vedere le stelle”

Direttiva generale 19 gennaio 2005, Prot. n. 422/MR
registrata dalla Corte dei Conti il 6 aprile 2005 (registro 1 foglio 94)
Azione amministrativa e gestione per l’anno 2005

Ordinanza Ministeriale 19 gennaio 2005, n. 6
Mobilità del personale, docente, educativo e A.T.A. – Anno Scolastico 2005/2006

Nota 19 gennaio 2005, Prot. n. 374
Concorso enologico nazionale “Bacco e Minerva”

Nota 18 gennaio 2005, Prot. n. INT/153/5
Fondi Strutturali – Programma Operativo Nazionale “La Scuola per lo sviluppo” 1999 IT 05 1 PO 013. Azioni di pubblicizzazione. Attuazione Regolamento Commissione Europea (CE) n. 1159/00

Nota 18 gennaio 2005, Prot. n. 384
3° premio ” Pandolfo – Roscioli ” 2004/2005

Avviso 17 gennaio 2005
Torna Libri in Gioco, torneo di lettura on line

Nota 13 gennaio 2005, Prot. n. 217
Concorso per la celebrazioni del 750° anniversario della nascita di Marco Polo: Progetto “Avviciniamo la Cina con Marco Polo” anno scolastico 2004-05

Avviso 13 gennaio 2005
Presentazione candidature per Esperti Nazionali Distaccati presso le Delegazioni Commissione europea

Circolare Ministeriale 12 gennaio 2005, n. 4
Limiti di reddito per l’esonero dal pagamento delle tasse scolastiche per l’anno scolastico 2005 – 2006

10 gennaio Cessazione Servizio

Il DM 9 dicembre 2004, trasmesso dalla CM 88/04, stabilisce il 10 gennaio 2005 come termine ultimo per la presentazione o il ritiro della domanda di pensionamento.

In Educazione&Scuola:

Nota 7 gennaio 2005, Prot. n. 48
Utilizzazione programmi DivertiPC e Divertinglese

Nota 5 gennaio 2005, Prot. n. 26/A 4°
Iniziative relative alla Dislessia

Nota 5 gennaio 2005, Prot. n. 07
O.M. n. 91 del 30 dicembre 2004 – Concorsi soli titoli accesso profili professionali dell’area A e B del personale ATA della scuola

Nota 4 gennaio 2005, Prot. n. 32
R.I.So.R.S.E. – avvenuta pubblicazione su Annali Istruzione del Rapporto Nazionale e dei Rapporti Regionali

Decreto Ministeriale 2 gennaio 2005, n. 1
Programmazione ministeriale, gestione ministeriale del bilancio, delle risorse umane e dell.informazione

01 –  31 gennaio Attività Sindacale

Proseguono gli incontri di ARAN e MIUR con le OOSS su:

Di seguito i comunicati stampa del MIUR:

Scuola: sulla riforma del II ciclo parte il confronto con le parti sociali, con le associazioni, con le forze politiche. Sul sito del Ministero consultabile la bozza di lavoro
(Roma, 13 gennaio 2005) È disponibile sul sito www.istruzione.it il documento di lavoro contenente i principi e le linee per la riforma del secondo ciclo del sistema educativo di istruzione e formazione a norma della legge 53/2003.
Su tale documento è iniziato in questi giorni il confronto con le parti sociali, con le Regioni, con le forze politiche, con gli ordini professionali, con le associazioni degli insegnanti, dei genitori e degli studenti.

Scuola: la bozza di decreto di riforma del II ciclo sul sito del Miur
Operazione trasparenza e partecipazione con il forum telematico
Il Ministro Moratti: “Vogliamo superare le disuguaglianze sociali dell’attuale sistema e garantire pari opportunità di accesso e di successo formativo a tutti gli studenti.
Pari dignità tra i percorsi liceali e quelli di formazione professionale”
(Roma, 18 gennaio 2005) Per garantire la massima trasparenza e partecipazione, il Ministero dell’Istruzione, dell’Università e della Ricerca rende disponibile da oggi sul sito www.istruzione.it la bozza decreto legislativo per la riforma del II ciclo di istruzione e formazione, già consegnata alle istituzioni interessate, alle forze politiche, alle Regioni, alle parti sociali, alle associazioni disciplinari, dei docenti, degli studenti e dei genitori, agli ordini professionali.
“Si tratta di una bozza messa a punto con gruppi di lavoro formati da oltre 200 esperti e dopo un primo confronto con le forze sociali e di categoria”, puntualizza il Ministro Letizia Moratti. “La bozza, definita tra l’altro in coerenza con gli indirizzi e con le indicazioni dell’Unione europea, è ora aperta al contributo di tutti”.
“Anzitutto”, aggiunge il Ministro, “sottolineo che il nuovo impianto, in attuazione della legge 53/2003, si propone quattro primari obiettivi: consolidare ed innalzare i livelli culturali sia nei licei sia nell’istruzione e formazione professionale; superare le disuguaglianze sociali perpetuate dall’attuale sistema educativo, garantendo pari opportunità di scelta a tutti gli studenti, anche a coloro che provengono da famiglie economicamente e socialmente più deboli; garantire, grazie a una maggiore libertà di scelta, un maggiore successo formativo per tutti; contrastare il fenomeno della dispersione scolastica elevando l’obbligo scolastico fino al 18° anno di età”.
“I percorsi liceali ed i percorsi di formazione professionale avranno pari dignità, in quanto il profilo educativo e culturale a conclusione degli studi sarà il medesimo. Ma vorrei soffermarmi brevemente su altri aspetti”, prosegue il Ministro. “Tutti gli studenti, assistiti dagli insegnanti, potranno passare da un sistema all’altro in qualsiasi momento, grazie ad un sistema di crediti e di certificazioni per qualsiasi segmento del secondo ciclo frequentato con esito positivo, e accedere all’università. Agli studenti di entrambi i percorsi sarà data infine la possibilità di effettuare stage e tirocini in modo da confrontarsi con la società e con il mondo del lavoro”.
“Un altro fondamentale punto caratterizzante”, dichiara ancora il Ministro, “è quello della personalizzazione dei percorsi di studio. Essa permette una flessibilità e un arricchimento dell’offerta formativa attraverso lezioni aggiuntive e approfondimenti mirati delle varie discipline, a scelta dello studente”.
“Invito tutti”, conclude Letizia Moratti, “a considerare la forte valenza culturale del nostro progetto di ammodernamento della scuola italiana e ad inviare proposte e suggerimenti per migliorare la bozza di decreto”.

Sul tema si veda la rubrica di Educazione&Scuola:

Nel settore Archivio di Educazione&Scuola:

Parlamento

I lavori parlamentari riprendono lunedì 10 gennaio 2005

Camera
Aula
Commissioni
7a 13, 18, 20, 25, 26

Esame degli schemi di decreto legislativo concernenti il diritto-dovere all’istruzione e alla formazione (atto n. 432) e l’alternanza scuola-lavoro (atto n. 439)

7a 18, 19, 26

Organi collegiali della scuola (C. 774 e abb.)

7a 19, 25 Risoluzione 7-00508 Garagnani: Valorizzazione della tradizione culturale italiana nelle scuole
7a 20 Interrogazioni a risposta immediata
Senato
Aula
Commissioni
7a 18, 19, 25, 26, 27 Schema di decreto legislativo recante: “Definizione delle norme generali sul diritto-dovere all’istruzione e alla formazione, a norma dell’articolo 2, comma 1, lettera c), della legge 28 marzo 2003, n. 53”. – Relatore alla Commissione ASCIUTTI
7a 18, 19, 25, 26, 27 Schema di decreto legislativo recante: “Definizione delle norme generali relative all’alternanza scuola-lavoro, ai sensi dell’articolo 4 della legge 28 marzo 2003, n. 53”. – Relatore alla Commissione ASCIUTTI

Governo

28 Il Consiglio dei Ministri si è riunito alle ore 10.00 a Palazzo Chigi.

Il Consiglio ha approvato i seguenti provvedimenti:
su proposta del Presidente del Consiglio, Berlusconi, e del Ministro dell’interno, Pisanu:
– un decreto legge che predispone le condizioni per un abbinamento in un’unica giornata, limitatamente alla tornata elettorale 2005, delle elezioni amministrative (presidenti delle province, consigli provinciali, sindaci, consigli comunali) la cui data è fissata dal Ministro dell’interno e delle elezioni regionali; senza interferire nelle competenze legislative delle Regioni stesse il provvedimento si limita a rendere possibili indubbi vantaggi economici, organizzativi e logistici con una sola interruzione del calendario scolastico. E’ prevista infine dal decreto una nuova fase della sperimentazione dello scrutinio elettronico, limitatamente alle elezioni regionali, che avverrà in una sola regione previa intesa con la regione stessa;
su proposta del Ministro per la funzione pubblica, Baccini, e del Ministro per l’innovazione e le tecnologie, Stanca:
– un decreto presidenziale per disciplinare le modalità di utilizzo della posta elettronica certificata, volto a dotare di valore giuridico la trasmissione di documenti prodotti ed inviati per via informatica. Viene introdotta nell’ordinamento la figura del gestore del servizio di posta elettronica certificata (un soggetto di natura pubblica o privata, iscritto ad apposito elenco) e previsti strumenti di garanzia relativi all’invio ed alla ricezione dei messaggi certificati, anche opponibili a terzi. Sul provvedimento, destinato a semplificare in maniera significativa i rapporti fra le pubbliche amministrazioni, fra queste ed i privati e fra privati, sono stati acquisiti i pareri del Consiglio di Stato e delle Commissioni parlamentari competenti; (…)
La seduta ha avuto termine alle ore 11.05.

21 Il Consiglio dei Ministri si è riunito alle ore 10.20 a Palazzo Chigi.

Il Presidente del Consiglio ha ricordato che il 27 gennaio prossimo ricorre il “Giorno della Memoria” per la deportazione degli ebrei ed ha raccomandato che presso gli Uffici pubblici venga osservato un minuto di silenzio in memoria delle vittime.
Il Consiglio ha poi approvato i seguenti provvedimenti:
su proposta del Presidente del Consiglio dei Ministri:
– un decreto-legge che provvede:
– a stabilire (in attuazione della Finanziaria 2005) al 31 marzo 2005 il termine per la predisposizione, da parte delle Università, dei programmi triennali del fabbisogno di personale docente, ricercatore e tecnico amministrativo, che dovranno essere sottoposti alla valutazione del Ministero dell’istruzione;
– a ridurre ad un anno il periodo di prova per i ricercatori, con conseguenti benefici economici per i medesimi;
– ad implementare il contributo ordinario alla Società Sincrotone di Trieste, nonchè a fornire la garanzia dello Stato per i debiti contratti dalla stessa;
– a ricostituire (con decreto del Ministro dell’istruzione) il Consiglio direttivo dell’Istituto nazionale di geofisica e vulcanologia;
– a rendere immediatamente fruibili le somme già stanziate per le attività cinematografiche e per il settore dei beni culturali, prevedendo per quest’ultimo ulteriori risorse finanziarie;
– ad assicurare la prosecuzione di attività per la conservazione, la valorizzazione e la fruizione del patrimonio museale;
– ad accelerare la realizzazione di opere stategiche, tenuto conto del nuovo assetto di competenze delle Regioni e degli enti locali delineato dalla riforma costituzionale del titolo V;
– a sterilizzare gli adeguamenti delle concessioni governative (previsti dalla legge finanziaria), relativi alla telefonia mobile ed agli abbonamenti RAI; ne consegue che non aumenta l’importo previsto per il canone Rai-Tv e non sono, pertanto, necessari versamenti integrativi per chi ha già pagato il canone;(…)
Previa relazione del Ministro Baccini, il Consiglio ha espresso avviso favorevole inordine all’ipotesi di accordo per il rinnovo del contratto nazionale di lavoro per il personale non dirigente del comparto delle Istituzioni di alta formazione e specializzazione artistica e musicale (quadriennio normativo 2002-2005 e primo biennio economico). (…)
La seduta ha avuto termine alle ore 12.05.

14 Il Consiglio dei Ministri si è riunito alle ore 10.20 a Palazzo Chigi.

Il Presidente Berlusconi ha informato il Consiglio circa la formalizzazione degli incarichi di Vice Ministro ai Sottosegretari Francesco NUCARA (Ambiente e tutela del territorio), Stefano CALDORO (Istruzione, università e ricerca) e Antonio MARTUSCIELLO (Beni ed attività culturali) con le deleghe di funzioni conferite dai rispettivi Ministri e approvate dal Consiglio, che ha formulato fervidi auguri di buon lavoro ai nuovi Vice Ministri. (…)
Successivamente, il Vicepresidente Fini ha illustrato il Documento programmatico triennale relativo alla politica dell’immigrazione e degli stranieri nel territorio dello Stato, predisposto, a norma dell’articolo 3, comma 1, del testo unico sull’immigrazione, d’intesa con i Ministri interessati e con l’apporto delle Regioni, delle Autonomie locali, del CNEL, del mondo sindacale e dell’associazionismo operante nel settore. Il Documento riepiloga le principali azioni programmate: piena operatività dello Sportello unico per l’immigrazione; programmazione dei flussi che tenga conto del mercato del lavoro italiano ed europeo, dell’offerta di lavoro proveniente dai Paesi di nuovo ingresso nell’Unione europea, nonché di quella dei Paesi extra UE che hanno stipulato accordi specifici con l’Italia; promozione di indagini sulle prospettive di fabbisogno lavorativo e dell’imprenditoria immigrata (con formazione ed orientamento professionale); implementazione di accordi bilaterali già sottoscritti e promozione di nuovi accordi con Paesi interessati, prevenzione dell’immigrazione clandestina; conclusione del processo di regolarizzazione. Il Documento, che fa altresì il punto sulla presenza straniera in Italia, sancisce ed esplicita il ruolo centrale che l’Italia intende svolgere nello sviluppo delle politiche europee sull’immigrazione, in particolare nell’Organo Comune degli esperti di frontiera, negli istituendi centri di coordinamento e nella futura Agenzia europea per le frontiere. Il Documento pone l’accento, altresì, sulla centralità della lingua italiana e promuove alfabetizzazione e formazione anche sui diritti umani, mettendo in rilievo il ruolo dei mediatori culturali nelle istituzioni, nelle scuole, negli uffici pubblici e nelle carceri. Il Documento sarà inviato alle Commissioni parlamentari per il parere.
Il Consiglio ha poi adottato le seguenti deliberazioni: (…)
su proposta del Ministro dell’Istruzione, dell’Università e della Ricerca:
– conferimento dell’incarico di Capo del Dipartimento per l’università, l’alta formazione artistica, musicale e coreutica e per la ricerca scientifica e tecnologica al prof. Luigi ROSSI BERNARDI. (…)
La seduta ha avuto termine alle ore 12.55.

Educazione&Scuola©

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: