03 2006

Nota 31 marzo 2006, Prot. n. 404
Direttiva n. 25 del 2 marzo 2006 prot. n. 291, concernente la conferma degli incarichi di presidenza nelle scuole primarie e secondarie di I grado, nelle scuole secondarie superiori e negli istituti educativi per l’a.s. 2006/2007 – Registrazione alla Corte dei Conti

Nota 31 marzo 2006, Prot. n. 442
Programmi dei corsi abilitanti speciali art.2 comma 1 c-bis e comma 1-ter

Avviso 31 marzo 2006
16 – 22 ottobre 2006 “SETTIMANA DELL’AMICIZIA” nelle scuole italiane e cinesi

31 marzo Documento programmatico per la Sicurezza

Con nota 15 marzo 2006, prot. n. 2634, il MIUR rammenta che rimane invariata la data del 31 marzo per la definizione del Documento Programmatico per la Sicurezza e l’adozione delle misure minime di sicurezza da parte degli Uffici Scolastici Regionali e delle Istituzioni scolastiche di ogni ordine e grado, come previsto dall’allegato B (Disciplinare tecnico in materia di misure minime di sicurezza) del Decreto Legislativo 196/03.

In Educazione&Scuola:

Circolare Ministeriale 29 marzo 2006, n. 31
Contributi alle scuole non statali. E.F. 2006

Nota 28 marzo 2006, Prot. n. 2415/A3°
D.P.R. n. 301 del 23 dicembre 2005: modifiche ed integrazioni al D.P.R. 567/96. Circolare esplicativa

Nota 27 marzo 2006, Prot. n. 218
Relazione sull’andamento dei corsi di formazione erogati su scala nazionale nei mesi di gennaio e febbraio 2006

Avviso 27 marzo 2006, Prot. nr. 1742/INT./U02
Le Cifre chiave dell’istruzione in Europa – 2005

Avviso 27 marzo 2006, Prot. n. INT/ 1744 /5
Da oggi è in linea il nuovo sito dedicato ai Fondi Strutturali

Decreto Dipartimentale 27 marzo 2006, n. 6, Prot. n. 16 Dip./Segr.
Misure minime di sicurezza, ai sensi degli artt. 33 e seguenti del D.Lgs. n. 196/2003 e dell’allegato B allo stesso regolamento (Disciplinare tecnico in materia di misure minime di sicurezza)

26 marzo Inizio Ora Legale

Dalle ore due del 26 marzo, come previsto dalla Direttiva 2000/84/CE del Parlamento europeo e del Consiglio del 19 gennaio 2001, si ritorna all’ora legale; l’ora normale era in vigore dalle ore tre di domenica 30 ottobre 2005.

In Educazione&Scuola:

Avviso 24 marzo 2006
VII Settimana dell’Astronomia: “Gli studenti fanno vedere le stelle” Astronomia in rete: materiali per la didattica

Circolare Ministeriale 24 marzo 2006, n. 30
Adozione dei libri di testo nella scuola primaria, nella scuola secondaria di primo grado e negli istituti di istruzione di secondo grado per l’anno scolastico 2006/2007. Chiarimenti

Decreto Dipartimentale 24 marzo 2006, n. 11, Prot. 454\Dip\Segr
Misure minime di sicurezza, ai sensi degli artt. 33 e seguenti del D.Lgs. n. 196/2003 e dell’allegato B allo stesso regolamento (Disciplinare tecnico in materia di misure minime di sicurezza)

24 marzo Mobilità 2006-2007

L’Ordinanza ministeriale 29 dicembre 2005, n. 94 fissa il termine per la diffusione dei risultati delle domande di mobilità secondo il calendario di seguito riportato:

Tipo di personale Diffusione risultati
Docenti Scuola Primaria 24 marzo

Sul tema si veda la rubrica di Educazione&Scuola:

In Mobilità, Utilizzazioni e Assegnazioni Provvisorie

Nota 23 marzo 2006, Prot. n. 983
Diffusione risultati trasferimenti scuola primaria

Nota 23 marzo 2006, Prot. 1497 /Dip/segr.
Sviluppo e promozione della cooperazione culturale tra Italia e Cina nel settore dell’istruzione – seguito alla CM prot. 2033
del 12 ottobre 2005

Nota 22 marzo 2006, Prot.n. 2815
Concorsi internazionali destinati agli studenti:
– VII Mostra del Cinema della Scuola
– V Mostra del Teatro Classico della Scuola
– I Premio Letterario della Scuola San Valentino Racconti d’amore e Cultura Classica

Nota 21 marzo 2006
Direttiva n. 29 del 20 marzo 2006, concernente la definizione degli obiettivi formativi assunti come prioritari in materia di formazione e aggiornamento del personale docente, educativo, amministrativo, tecnico e ausiliario – comparto scuola – anno scolastico 2006-2007

Nota 21 marzo 2006, Prot. 2772
Iniziative per miglior conoscenza equilibri naturali e dell’ambiente

Avviso 21 marzo 2006
VII Settimana dell’Astronomia: “Gli studenti fanno vedere le stelle” Planetario di Roma – “Omaggio a G.V. Schiaparelli”

Direttiva 20 marzo 2006, n. 29
Definizione degli obiettivi formativi assunti come prioritari in materia di formazione e aggiornamento del personale docente, educativo, amministrativo, tecnico e ausiliario – comparto scuola – anno scolastico 2006-2007

Nota 20 marzo 2006, Prot. n. 267 – P – 0108601
Disposizioni annuali per le nomine a presidente o commissario d’esame presso le scuole secondarie italiane funzionanti all’estero. Anno scolastico 2005/06

Nota 20 marzo 2006, Prot. n.33/N
Implementazione banca dati SIMPI

Avviso 20 marzo 2006, Prot. n. 2755
Minoranze linguistiche – Il finanziamento annuale ai progetti delle scuole per l’anno scolastico 2005-2006 – Integrazione

20 – 26 marzo Settimana Astronomia

Il MIUR, con la nota 6 febbraio 2006, Prot. n. 1065, promuove, dal 20 al 26 marzo 2006, la VII Settimana Nazionale dell’Astronomia “Gli studenti fanno vedere le stelle”, dal titolo Ardue quistioni che tennero lungamente dubbiose le menti, e delle quali soltanto negli ultimi anni è stato possibile di indicare una soddisfacente soluzione.” (Giovanni Virginio Schiaparelli)

MUSEO NAZIONALE DELLA SCIENZA E DELLA TECNOLOGIA: “LEONARDO DA VINCI” MILANO
VII SETTIMANA DELL’ASTRONOMIA – PROGRAMMA DELLE ATTIVITA’
Il Museo Nazionale della Scienza e della Tecnologia di Milano partecipa alla VII Settimana dell’Astronomia con specifiche iniziative rivolte sia ad un pubblico adulto sia, soprattutto, ai visitatori più giovani.
L’attività divulgativo-didattica è sicuramente obiettivo primario per il Museo; attività che si realizza in modo efficace grazie ad un consolidato rapporto con la realtà scolastica del territorio.
Nel recepire e condividere le preoccupazioni del Ministero circa il progressivo allontanamento manifestato dalle fasce giovanili italiane ed europee in generale riguardo alle tematiche di carattere scientifico, il Museo è entusiasta di aderire alla manifestazione di cui trattasi, proponendo una serie di eventi a tema astronomico per avvicinare, affascinare e incuriosire i partecipanti al meraviglioso mondo della Scienza.
Il Museo darà corso alle proprie iniziative nei giorni 25 e 26 marzo, nei quali sono previste visite guidate alla Sezione di Astronomia, dove, sfruttando gli strumenti esposti, sarà possibile comprendere come sia mutato, nel corso dei secoli, il modo di guardare il cielo e il lavoro stesso dell’astronomo.
I visitatori più interessati potranno, oltre che ascoltare, anche sperimentare: sarà infatti possibile, in laboratorio, imparare a costruire da sé alcuni classici strumenti astronomici. La realizzazione di un astrolabio o la costruzione di una meridiana, così come imparare come è fatto un notturnale, potrebbero apparire come obiettivi ambiziosi. Viceversa, possono però rivelarsi esperienze divertenti e istruttive allo stesso tempo, soprattutto se l’aspetto ludico e la soddisfazione manuale saranno accompagnati dalla spiegazione dei fenomeni naturali che sono alla base del funzionamento di questi antichi strumenti.
Il Museo, inoltre, estenderà le sue iniziative al giorno 29 marzo quando, in concomitanza con l’eclisse di Sole, darà ai suoi visitatori la possibilità di seguire questo spettacolare fenomeno naturale con la guida di personale esperto e di strumenti in grado di permettere tale osservazione in tutta sicurezza.
Il Programma completo e dettagliato delle attività proposte dal Museo nell’ambito della VII Settimana dell’Astronomia è comunque presente sul sito www.museoscienza.org.

Festa di Primavera Notte bianca di Milano del 25 marzo
Chiusura VII Settimana dell’Astronomia MIUR 20-26 marzo 2006
In occasione della Festa di Primavera – Notte bianca di Milano del 25 marzo, promossa dal Comune di Milano, l’INAF-Osservatorio Astronomico di Brera apre le porte al pubblico per un fitto programma serale e notturno di incontri, visite della struttura e visione del cielo con telescopi. L’iniziativa rappresenta anche la chiusura della VII Settimana dell’Astronomia “Gli studenti fanno vedere le stelle” promossa dal MIUR, che quest’anno è incentrata sulla figura di Giovanni Virginio Schiaparelli, direttore dell’Osservatorio di Brera per 38 anni fino al 1900.
In occasione della Festa di Primavera sarà presentata al pubblico, per la prima volta, una piccola cupola astronomica recentemente restaurata: al suo interno un telescopio “cercatore di comete”.
Collaborano il Gruppo astrofili milanese, l’ Associazione Assomab Made in Solferino e la società cooperativa Opera d’Arte.
PROGRAMMA
Dalle 19.00 alle 22.00 – in collaborazione con Associazione Assomab Made in Solferino,
BRERA A CIELO APERTO
4 turni di visite dell’INAF-Osservatorio Astronomico di Brera di circa 40 minuti ciascuna con il seguente programma:
– l’Inaf e l’astrofisica moderna
– Poesie e musica sotto le stelle
– Visita guidata del cielo
Ingresso: max 40 persone ogni 40 minuti. Ingresso da Via Fiori Oscuri 4.
La partecipazione è gratuita. Per prenotare: 335 5240220 – Marco Torrani, Presidente Associazioni Assomab Made in Solforino.
Dalle 23.00 alle 03.00– in collaborazione con Opera d’Arte,
NOTTE STELLATA, CON GLI OCCHI DI VAN GOGH
Una notte bianca tra arte e scienza alla scoperta del cielo di primavera nell’emisfero boreale, lo stesso che Van Gogh osservò in Provenza nel 1889, anno di composizione di notte stellata, uno dei suoi capolavori. Tra interpretazione scientifica e interpretazione artistica, un astronomo e uno storico dell’arte ci guideranno nell’osservazione del capolavoro di Van Gogh e del cielo primaverile.
Ingresso: max 40 persone ogni 30 minuti a partire dalle 23.00. Ingresso da Via Fiori Oscuri 4.

Nota 17 marzo 2006, Prot. n. 32/N
Trattamento di quiescenza del personale del comparto scuola. Cessazioni dal 1° settembre 2006 – Trasmissione dei dati necessari alla liquidazione e al pagamento delle pensioni attraverso il flusso informatico

Avviso 17 marzo 2006
Casa Editrice “E. Le Monnier” – nota informativa

Nota 17 marzo 2006
Giornata Nazionale “Scuola e Legalità”

Decreto Ministeriale 16 marzo 2006, n. 28
Istituzione della “Giornata Nazionale della Legalità”

Di seguito il comunicato stampa del MIUR:

Sarà celebrata all’inizio di ogni anno scolastico Presentato anche il Manifesto “Cittadinanza legalità e sviluppo”
In tutte le scuole la “Giornata nazionale della Legalità”
Il Ministro Moratti: “Le scuole diventino luoghi privilegiati di convivenza civile, rispetto dei diritti umani, di pratica della democrazia e di solidarietà”
(Roma, 17 marzo 2006) Il primo giorno di ogni anno scolastico sarà celebrata la “Giornata nazionale della Legalità”, nelle modalità e con le iniziative che le scuole riterranno opportune. Lo ha stabilito il Ministro dell’Istruzione, dell’Università e della Ricerca, Letizia Moratti, con un decreto che affida ai Direttori degli Uffici scolastici regionali il compito di adottare i provvedimenti più idonei per tale celebrazione.
“Come avevo annunciato nella cerimonia d’inaugurazione dello scorso settembre alla presenza del Capo dello Stato”, spiega il Ministro Moratti, “l’anno scolastico 2005/2006 è stato dedicato interamente all'”educazione alla convivenza civile, alla partecipazione e alla cultura della legalità. In tutti gli istituti scolastici italiani sono state pertanto realizzate numerosissime iniziative finalizzate a far divenire le nostre scuole luoghi privilegiati di rispetto dei diritti umani, di pratica della democrazia, di apprendimento delle diversità e della ricchezza delle identità culturali, per formare cittadini responsabili e solidali. Proprio per valorizzare queste esperienze e promuovere sempre più una partecipazione consapevole dei ragazzi alla vita della scuola e della comunità scolastica, entro cui sia possibile lo sviluppo di senso critico e della capacità di riflessione, abilità di comunicazione, cooperazione e partecipazione sociale costruttiva, integrazione e senso di appartenenza alla comunità, ho deciso di istituire la Giornata Nazionale “Scuola e legalità” che sarà celebrata in apertura dell’anno scolastico, nelle modalità e con le iniziative che le singole scuole riterranno opportune”.
“Oggi lanciamo anche il Manifesto “Cittadinanza, legalità e sviluppo”, prosegue il Ministro, “che si avvale dei preziosi contributi di quanti ogni giorno operano per il rispetto delle regole e di coloro che hanno raccolto la testimonianza dei propri cari, che hanno pagato con la vita la fedeltà alle istituzioni e alle leggi. Il Manifesto costituisce un forte riferimento per le istituzioni scolastiche e le altre agenzie educative che vogliano individuare percorsi, attività, iniziative, per riflettere su come il rispetto delle norme e delle regole sia un fattore fondamentale per la convivenza civile, nella vita quotidiana, a scuola come nella società. A tutti i componenti il Comitato nazionale della Scuola per la Legalità, la Cittadinanza e lo Sviluppo va dunque il mio più vivo ringraziamento e apprezzamento per il contributo che hanno offerto e sapranno offrire in futuro per supportare le scuole del nostro Paese in questo percorso di crescita della cultura della legalità”.
Il contributo di ciascun membro del Comitato è disponibile sul sito del Ministero www.istruzione.it.
Ricordiamo che fanno parte del Comitato Magdi Allam, Giancarlo Maria Bregantini, Mario Cinque, Virginio Colmegna, Fernanda Contri, Luigi Delle Rose, Maria Falcone, Elisabetta Mancini, Giovanni Moro, Livia Pomodoro, Tullia Zevi, Michele Dipace, Pasquale Capo, Patrizia Monterosso, Mariolina Moioli, Alberto Bottino, Guido Di Stefano.
“Stiamo infine realizzando”, ha concluso Letizia Moratti, “un progetto europeo di peer education (educazione tra pari) che prevede il coinvolgimento di 230 scuole italiane le quali lavoreranno in rete secondo metodologie educative innovative con numerose scuole europee. Questo sistema si coniuga ottimamente con l’educazione alla legalità, valorizzando il ruolo attivo e costruttivo dei giovani nei confronti dei propri coetanei e della società civile in cui vivono. Tale programma, cofinanziato dalla Commissione Europea e dal Miur, contribuirà a determinare una evoluzione naturale dall'”educazione” alla legalità verso una “cultura” della legalità come pratica diffusa nella comunità scolastica”. Ma ecco, di seguito, il Manifesto “Cittadinanza, Legalità, Sviluppo”.
Manifesto Nazionale “Cittadinanza, Legalità, Sviluppo”
Per un adolescente riconoscere ed accettare un mondo di regole è sempre un percorso difficile e faticoso, tanto più se la società contemporanea, sempre più spesso, non propone mediazioni simboliche credibili e coinvolgenti, modelli positivi e motivazioni appaganti. La scuola, luogo privilegiato di cultura e conoscenza, si impegna a coltivare e a far crescere sempre più la cultura della legalità valorizzando anche gli altri ambiti educativi, primo fra tutti quello della famiglia, dove i ragazzi possono vivere la dimensione di una sana appartenenza. Ecco un impegno con e per i giovani e le future generazioni.
Le regole sono condivise quando comprese nel loro significato più assoluto, quello cioè del rispetto per la dignità di tutti.
Perché la legalità?
Vivere la legalità è vivere il valore della regola come:
strumento di libertà e progresso;
garanzia affinché le differenze di ognuno siano un arricchimento per tutti;
protezione dalla violenza, dall’arroganza e dagli abusi di chi pensa di essere più forte;
vivere la legalità è consapevolezza che non vi sono scorciatoie nella vita e che la via più breve ha sempre un prezzo alto che prima o poi dovrà essere pagato;
essa è una scelta che esige partecipazione, capacità di critica ma, soprattutto, di autocritica, non disgiunta dal sentimento della solidarietà, senza il quale nessuna società può dirsi veramente civile;
vivere la legalità è credere nelle istituzioni, crescere nella partecipazione democratica, nel pieno riconoscimento della centralità della persona;
vivere la legalità è vivere la libertà;
vivere la legalità è prima di tutto capirla: dove le leggi negano i diritti fondamentali dell’uomo, lì non c’è legalità;
vivere la legalità significa accettarla, farla propria accogliendone le ragioni profonde e farne pratica quotidiana;
vivere la legalità vuol dire condividerla, riconoscendo che dimensione costitutiva della persona è la relazione con l’altro, con la comunità più vasta che ognuno contribuisce a realizzare con la propria libertà e responsabilità;
vivere la legalità significa non barattare diritti con favori; la legalità vissuta da tutti o, almeno dai più, aiuta a sconfiggere l’individualismo, gli interessi di parte, l’indifferenza.
Educarsi alla legalità è dunque il passaporto per la vera cittadinanza, nutrito dalla necessità di dare qualcosa di sé per collaborare al BENE COMUNE cui tutti dobbiamo aspirare.

Nota 16 marzo 2006, Prot. n. 430/DIP/Segr.
Visione del film “Forever blues”

Nota 15 marzo 2006, Prot. n. 2634
Decreto Legislativo n. 196/2003 – Codice in materia di protezione dei dati personali. Adempimenti

15 marzo Part-Time

Il personale interessato alla trasformazione del rapporto di lavoro da tempo pieno a tempo parziale deve produrre domanda entro il 15 marzo con le modalità previste dalla CM 449/97 che trasmette l’OM 446/97, successivamente integrata dall’OM 55/98.

In Educazione&Scuola:

Nota 14 marzo 2006, Prot. 2548/ORD/U08/C/Ac15
Decreto legislativo 30 giugno 2003 n. 196. Codice in materia di protezione dei dati personali. Regolamenti degli Enti pubblici vigilati o controllati, relativi al trattamento dei dati sensibili e giudiziari

Nota 14 marzo 2006, Prot. n. 198
Rapporto di valutazione delle attività formative destinate al personale amministrativo del MIUR – Anno 2005

Nota 14 marzo 2006, Prot. n. 2580
2° Convegno Nazionale sull’Asino e Concorsi connessi. Palermo 21/24 settembre 2006

Nota 13 marzo 2006, Prot. n. 2506
“Vivere il mare” – “Marinando” – “Parchi & Parchi”. Bandi di concorso 2005-2006

Avviso 13 marzo 2006
Certamen Nazionale Fisico-Matematico “Fabiana d’Arpa”

Direttiva 13 marzo 2006, n. 27 (Reg. Corte dei Conti 21 aprile 2006)
Individuazione obiettivi generali delle politiche educative nazionali per l’anno scolastico 2006/2007 cui dovrà attenersi l’INVALSI per lo svolgimento della propria attività istituzionale – Articolo 2, comma 4, decreto legislativo 19 novembre 2004, n. 286

13 – 19 marzo Settimana della Cultura Scientifica

Si svolge dal 13 al 19 marzo la XVI Settimana della cultura scientifica, promossa dal MIUR.

Di seguito il comunicato stampa del MIUR:

La scienza in vetrina
Visite guidate a laboratori e osservatori, esperimenti dal vivo, seminari in tutta Italia per avvicinare la gente alla cultura scientifica
(Roma, 11 marzo 2006) La descrizione di un calcolatore greco di duemila anni fa ritrovato fra i relitti di una nave in fondo al mare; studi sui segreti delle bolle di sapone; la costruzione di piccoli robot automatizzati; la realizzazione di una meridiana solare e di un astrolabio; Science Cafè su tematiche scientifiche di attualità; conferenze sulle idee “pazzesche” della scienza; seminari sulle modalità di impiego dell’acqua nelle fontane; laboratori interattivi sulla prevenzione dei disastri naturali; visite guidate all’osservatorio astronomico di Frascati. Sono soltanto alcune delle iniziative che compongono il calendario della sedicesima Settimana della cultura scientifica, promossa dal Ministero dell’Istruzione, dell’Università e della Ricerca e in programma da lunedì 13 fino a domenica 19 marzo.
Centinaia le iniziative che saranno organizzate da scuole, associazioni, università, enti di ricerca pubblici e privati, fondazioni ed enti locali. Cinque i temi scelti per questa edizione: “Il clima”, “Centralità dell’acqua”, “L’energia alla base delle moderne società industriali”, “La complessità del mondo vivente e della sua evoluzione nel tempo”, “Il recente grande sviluppo della conoscenze sul cervello”. Su questi argomenti, e su altri eventualmente scelti dagli enti e dalle associazioni, il Miur intende promuovere l’approfondimento attraverso seminari, mostre, incontri, visite guidate, forum, conferenze, dibattiti, ipertesti, manifestazioni via rete, eventi vari.
Il calendario delle manifestazioni, suddivise per regione, provincia e comune, è consultabile sul sito del Ministero www.miur.it oppure direttamente sul sito speciale www.plinio.net gestito dal Cilea, che fornisce informazioni utili sugli enti organizzatori, i luoghi e gli orari delle iniziative.
Istituto nazionale di geofisica e vulcanologia (Ingv). L’ente apre i laboratori di Roma, Napoli, Catania e Palermo e organizza proiezioni di filmati e incontri mirati a far conoscere alcuni degli aspetti sismici, climatici, geologici, vulcanici che caratterizzano il nostro pianeta. Da segnalare il tour itinerante che coinvolge varie località italiane. Sono previsti incontri nelle scuole di Palermo e Catania sulle “terre del fuoco” della Sicilia orientale. Seminari sono in programma a Grottaminarda (Av), sulla misurazione dei terremoti; al teatro comunale di Sulmona (Aq), sui fenomeni geologici; al Museo di Scienze della Terra a S. Gemini (Tn), con visite al laboratorio didattico sul geomagnetismo; infine a Pisa, dove sono in programma incontri sui vulcani analizzati nel tempo.
Istituto nazionale di astrofisica (Inaf). In occasione della XVI edizione della Settimana l’Inaf presenta una nutrita serie di iniziative in tutt’Italia. In primo piano c’è il tema dei cambiamenti del clima: un sito web, conferenze, visite a musei e osservatori astronomici e laboratori per scoprire qual è il rapporto che intercorre tra l’astrofisica e il clima terrestre. Nel sito www.oltrelenuvole.it si trovano informazioni dettagliate sulle iniziative svolte in varie sedi dell’Istituto: Bologna, Catania, Milano, Napoli, Padova, Palermo, Roma, sede di Monte Porzio Catone, Teramo, Torino.
Istituto nazionale di fisica nucleare (Infn). Ragazzi protagonisti anche all’Infn, che per l’occasione apre le porte dei suoi laboratori di Legnaro (Pd) e Frascati, con visite guidate alla strumentazione dei laboratori e conferenze divulgative su aspetti della fisica moderna. A Catania i ragazzi degli ultimi due anni delle scuole superiori potranno visitare l’intera struttura dei laboratori nazionali del sud. In particolare sarà possibile visitare il complesso degli acceleratori, le strumentazioni per le ricerche in astrofisica nucleare e subnucleare, le attrezzature per applicazioni della fisica nucleare alla medicina e il progetto del nuovo telescopio sottomarino, Nemo. Da segnalare inoltre la mostra promossa da Infn e Inaf a San Giovanni Valdarno, incentrata sul rapporto tra arte e scienza, e il laboratorio itinerante “La fisica su due ruote”, allestito nel rettorato dell’Università di Torino.
Area science park. Domenica 12 marzo e domenica 19, dalle 10 alle 12.30, sarà possibile conoscere le attività del parco scientifico triestino grazie ad un punto di informazione e animazione allestito all’interno della Galleria Tergesteo, in piazza della Borsa a Trieste. Sarà allestito uno stand espositivo con pannelli e poster e sarà distribuito dagli addetti del parco scientifico materiale illustrativo. Particolare attenzione sarà riservata ai bambini, che saranno coinvolti nella preparazione di disegni sui cinque temi proposti nella Settimana.
Museo della scienza e della tecnologia “Leonardo da Vinci” di Milano. Il museo milanese propone anche quest’anno “La primavera della scienza” giunta alla quarta edizione: in primo piano, le conversazioni con i protagonisti della scienza, tra cui Edoardo Boncinelli (15 marzo, Istituto scientifico San Raffaele, ore 18.30). Sono in programma visite guidate alla sezione Astronomia del Museo, in cui sarà possibile imparare a costruire e a utilizzare due tra gli strumenti astronomici più antichi: la meridiana solare e l’astrolabio. In particolare per i ragazzi delle scuole, sono previste attività educative in alcuni laboratori interattivi, tra cui quelli dedicati alle bolle di sapone e alla robotica.
Divulgazione televisiva. “Explora” (la tv satellitare di Rai Educational dedicata alla ricerca e nata da un progetto sviluppato con il Miur) seguirà gli incontri promossi dal Centro spaziale del Fucino della Telespazio sui temi dell’atmosfera e del ciclo dell’acqua, compresa la visita virtuale ad uno dei centri spaziali più grandi d’Europa. I dibattiti saranno mandati in onda sul canale satellitare Rai Edu2 lunedì 13 e mercoledì 15 marzo, a partire dalle ore 10.30. Programmazione “ad hoc” anche per il Network per l’Università Ovunque “Nettuno”, che offrirà agli utenti un ciclo di lezioni video-telematiche incentrate sulle cinque tematiche della XVI edizione della Settimana.

Nota 10 marzo 2006, Prot. n. 890/Uff.4
Organico di diritto del personale educativo anno scolastico 2006/2007. Acquisizione dati

Nota 10 marzo 2006, Prot.1280 / INT 4
Consiglio d’Europa – Programma di Formazione Continua per il Personale Educativo (Sistema di borse di studio per brevi corsi di aggiornamento all’estero) – Circolare prot.782/INT/UO4 del 23 Marzo 2001. Diffusione per l’anno 2006

Nota 10 marzo 2006, prot. 2427
Istituti scolastici paritari – Classi collaterali – Quesito

Avviso 10 marzo 2006, Prot. n° 397
Formazione: avviso di scadenza

Nota 9 marzo 2006, Prot. n. Uff. VIII/425
Personale docente avente diritto alla mensa gratuita – Contributo erariale agli Enti Locali per l’anno 2006

Nota 9 marzo 2006, Prot. 1482 p/A5
Comunicazione Vincitori I edizione Concorso per la promozione tra i giovani della cultura della sicurezza sulle piste da sci Legge 363/2003 – Progetto “CASCO” – rivolto agli studenti delle Scuole di ogni ordine e grado – nota n. 3627/A5 del 20 maggio 2005

Avviso 9 marzo 2006
Materiali didattici per l’ autoformazione : fruizione di contenuti basati su tecnologia flash-player

Avviso 9 marzo 2006
Accordo tra il Ministero dell’Istruzione, dell’Università e della Ricerca e Cisco Systems

Avviso 9 marzo 2006
Concorso “BACCO E MINERVA”

Nota 8 marzo 2006, Prot. n.394
Determinazione delle dotazioni organiche della scuola secondaria di I grado a.s. 2006/2007 – seconda lingua comunitaria

Nota 8 marzo 2006, Prot. 131
Articoli 33 e 58 del CCNL 24 luglio 2003: estensione dell’applicabilità

Avviso 7 marzo 2006, Prot. 1158/6
Concorso “Forum Europa”

06 marzo – 10 aprile 2006 Preiscrizioni Università

Come previsto dal DM 16 febbraio 2006, Preiscrizioni universitarie a.a. 2006/07 – Modalità di effettuazione, gli studenti iscritti all’ultimo anno della scuola secondaria superiore interessati all’iscrizione all’università, ai corsi delle istituzioni di alta formazione artistica e musicale e coreutica, ai corsi di istruzione e formazione tecnica superiore (IFTS), possono effettuare le preiscrizioni universitarie per l’A.A. 2006/2007 dal 6 marzo 2006 al 10 aprile 2006

Di seguito il comunicato stampa del MIUR:

Al via da oggi le preiscrizioni on line per l’anno accademico 2006/2007
Uno strumento per orientare gli studenti tra i percorsi dell’offerta formativa superiore
(Roma, 6 marzo 2006) Da oggi 6 marzo fino al 10 aprile 2006, per gli studenti iscritti all’ultimo anno della scuola secondaria superiore sarà possibile effettuare le preiscrizioni per l’anno accademico 2006-2007 all’università, ai corsi delle istituzioni di alta formazione artistica e musicale e coreutica, ai corsi di istruzione e formazione tecnica superiore (IFTS), in attuazione del decreto del Ministro dell’Istruzione, dell’Università e della Ricerca, Letizia Moratti, del 16 febbraio 2006.
Gli studenti dell’ultimo anno delle scuole secondarie superiori potranno compilare il modulo telematico collegandosi al sito http://universo.miur.it da scuola, con l’aiuto degli insegnanti, da casa o attraverso una qualsiasi postazione collegata con la rete Internet. Il sito fornirà tutte le informazioni utili per una scelta ragionata e sarà costruito come una guida pratica di facile e immediata consultazione. Non si tratta di un adempimento burocratico, ma di un utile strumento che aiuta gli studenti ad orientarsi nel modo più consapevole possibile. Nel caso di scelta universitaria, non essendo la preiscrizione vincolante, al momento della immatricolazione sarà possibile comunque modificare la preferenza precedentemente indicata.
Effettuare la preiscrizione consente di entrare nel sistema universitario, conoscere l’offerta formativa di tutti gli Atenei, gli insegnamenti previsti per ciascun corso, i relativi sbocchi professionali. Consente anche di acquisire la conoscenza del sistema dell’Alta formazione artistica e musicale e coreutica (Accademie di Belle arti, Accademia nazionale di arte drammatica, Istituti superiori per le industrie artistiche (ISIA), Conservatori di Musica, dell’Accademica di danza, Istituti musicali). Per i giovani che dopo il conseguimento del diploma intendono raggiungere livelli di qualificazione elevata e competenze professionali specifiche, il sistema presenta anche i corsi di istruzione e formazione tecnica superiore (IFTS).
Consultando il sito http://universo.miur.it si trova il fac-simile della scheda di preiscrizione e una parte informativa che comprende: la presentazione animata per aiutare a capire l’attuale sistema universitario; le leggi di riferimento; notizie utili sulle borse di studio concesse dalle Regioni e dalle Province Autonome e dalle Università; l’elenco dei Collegi universitari; alcune informazioni sui laureati; notizie sui corsi di laurea cui si accede attraverso una prova di concorso; un questionario che consente alle Istituzioni presso cui lo studente manifesta l’intenzione di iscriversi di conoscere i motivi della scelta effettuata dagli studenti o alcune delle loro aspettative; un numero verde cui rivolgersi per qualsiasi informazione di tipo tecnico relativo alla compilazione del modulo.
Al termine delle operazioni di preiscrizione verrà predisposta una banca dati contenente i moduli compilati e ne sarà consentito l’accesso telematico – attraverso una specifica chiave di accesso – alle università, ai centri servizi amministrativi, alle scuole pubbliche collegate in rete ed agli istituti di alta formazione artistica, musicale e coreutica in modo che attraverso i dati acquisiti possano essere promosse, anche d’intesa, idonee attività di orientamento.

In Rete:

In Educazione&Scuola:

Nota 3 marzo 2006, Prot. n. 1268/A5
Norme tecnico-organizzative per la Manifestazione Nazionale Giochi Sportivi Studenteschi – Corsa Campestre 2005/2006 – Istituzioni scolastiche di 1° e 2° grado

Circolare INPS 3 Marzo 2006, n. 32
Legge n. 104/1992 – Agevolazioni a favore dei genitori, parenti o affini di persone handicappate gravi e dei lavoratori portatori di handicap grave. Certificazione provvisoria. Prime istruzioni

Direttiva Ministeriale 2 marzo 2006, n. 25
Incarichi di Presidenza 2006-2007 in applicazione dell’art. 1 sexies del D.L. 31/01/2005, n. 7, convertito, con modificazioni, nella legge 31/03/2005, n. 43

Nota 2 marzo 2006, Prot. n.1226/A III
Progetto “GENITORI E SCUOLA” a.s. 2005 – 2006

Nota 2 marzo 2006, Prot. n.351
Progetto Giovani – “Lingua e pane d’Italia”

Avviso 2 marzo 2006
Apertura della piattaforma per i corsi di qualificazione destinati al personale ATA (art.3 dell’Intesa 20 luglio 2004)

01 – 31 marzo Esami di Stato 2006

Il MIUR con la Circolare Ministeriale 20 febbraio 2006, n. 17, stabilisce i termini degli adempimenti amministrativi e tecnici relativi alla formazione delle commissioni degli esami di Stato conclusivi dei corsi di studio d’istruzione secondaria superiore per l’anno scolastico 2005/2006.

1 Termine per l’abbinamento delle classi degli istituti legalmente riconosciuti agli istituti statali o paritari da parte degli uffici scolastici regionali e relativa comunicazione alle scuole

6/3/2006

2 Termine per la compilazione delle proposte di configurazione delle commissioni (modelli ES-0 ed ES-C) da parte dei dirigenti scolastici e recapito agli uffici scolastici regionali 22/2 – 20/3/2006
3 Termine per la presentazione delle schede di partecipazione dagli aspiranti ai dirigenti scolastici (modelli ES-1)

22/2 – 8/3/2006

4 Gestione delle proposte di configurazione delle commissioni (modelli ES-0) da parte degli uffici scolastici regionali

2/3 – 31/3/2006

5 Gestione delle schede di partecipazione (modelli ES-1) da parte degli istituti scolastici

1/3 – 31/3/2006

In Educazione&Scuola:

01 –  31 marzo Attività Sindacale

Proseguono gli incontri di ARAN e MIUR con le OOSS su:

  • 27: direttiva formazione Area V
  • 24: regolamenti supplenze personale docente e ATA
  • 23: handicap
  • 23: informativa sui progetti biblioteche per le scuole
  • 09, 10, 16: procedure di attuazione dell’articolo 7 del C.C.N.L. sul biennio economico 2004-05, per la valorizzazione professionale del personale ATA
  • 09: CCNL Area V 2002-2005 (siglato il 29.11.05)

Sul tema si veda la rubrica di Educazione&Scuola:

Nel settore Archivio di Educazione&Scuola:

Legge 1 marzo 2006, n. 67 (in GU 6 marzo 2006, n. 54)
Misure per la tutela giudiziaria delle persone con disabilità vittime di discriminazioni

Circolare Ministeriale 1 marzo 2006, n. 24
Linee guida per l’accoglienza e l’integrazione degli alunni stranieri

Nota 1 marzo 2006, Prot. n. 2087
Rimini 12 marzo 2006 – “SCUOLA MUSICAFESTIVAL” – Convegno M.I.U.R. “La RIFORMA DELLA SCUOLA E LA MUSICA”

Parlamento

Camera
Aula
Commissioni
7a 22 – Schema di decreto ministeriale per il riparto dello stanziamento iscritto nello stato di previsione della spesa del Ministero dell’istruzione, dell’università e della ricerca per l’anno 2006, relativo a contributi ad enti ed altri organismi, per la quota concernente gli istituti scientifici speciali (esame atto n. 640 – Rel. Maggi)
– Schema di decreto ministeriale recante ripartizione dello stanziamento iscritto nello stato di previsione del Ministero per i beni e le attività culturali, relativo a contributi in favore di enti, istituti, associazioni, fondazioni ed altri organismi, per l’anno 2006 (esame atto n. 641 – Rel. Orsini)
7a 01

– Relazione concernente l’individuazione della destinazione delle disponibilità del Fondo per l’università e la ricerca e del Fondo per l’edilizia universitaria, per l’anno 2006
– Schema di decreto ministeriale recante definizione delle classi di laurea
– Schema di decreto ministeriale recante definizione delle classi di laurea magistrale
– Schema di decreto ministeriale recante definizione delle classi delle lauree magistrali sanitarie

Senato
Aula
Commissioni
7a 14 Schema di direttiva per l’anno 2006 concernente gli interventi prioritari, i criteri generali per la ripartizione delle somme, le indicazioni sul monitoraggio, il supporto e la valutazione degli interventi previsti dalla legge n. 440 del 1997, recante l’istituzione del fondo per l’arricchimento e l’ampliamento dell’offerta formativa e per gli interventi perequativi
7a 14 Schema di riparto di una quota dello stanziamento iscritto nello stato di previsione della spesa del Ministero dell’istruzione, dell’università e della ricerca per l’anno 2006, relativo a contributi in favore di enti, istituti, associazioni, fondazioni ed altri organismi

Governo

29 Il Consiglio dei Ministri si riunisce alle ore 13,15 a Palazzo Chigi.

(…) Sono stati poi approvati i seguenti provvedimenti:
su proposta del Presidente del Consiglio, Berlusconi, del Ministro per le politiche comunitarie, La Malfa, e del Ministro dell’istruzione, dell’università e della ricerca, Moratti:
– un decreto-legge che sana, a fini economici, la posizione dei collaboratori linguistici (ex-lettori di mare lingua straniera) delle Università degli studi della Basilicata, di Milano, Palermo, Pisa, Roma- La Sapienza, Napoli–L’Orientale, già titolari di un contratto di diritto privato stipulato ai sensi della vigente disciplina sull’insegnamento universitario, mediante l’attribuzione del trattamento economico di ricercatore a tempo pieno, accogliendo un indirizzo espresso in sede comunitaria; (…)
su proposta del Ministro dell’istruzione, dell’università e della ricerca, Moratti:
– un regolamento per la disciplina degli esami di Stato per l’accesso a professioni, sul quale è stato acquisito il parere del Consiglio di Stato e dei vari Ordini professionali; (…)
La riunione ha avuto termine alle ore 14.40.

23 Il Consiglio dei Ministri si riunisce alle ore 9,40 a Palazzo Chigi.

(…) Il Consiglio ha poi approvato i seguenti provvedimenti:
su proposta del Ministro dell’istruzione, dell’università e della ricerca, Moratti:
– un decreto legislativo che attua la delega prevista dalla legge n.230 del 2004 per il riordino della disciplina concernente il reclutamento dei professori universitari, sul quale sono stati sentiti il Consiglio universitario nazionale e la Conferenza dei Rettori delle università italiane ed acquisiti i pareri delle Commissioni parlamentari. (…)
Il Consiglio ha autorizzato il Ministro per la funzione pubblica ad esprimere il parere favorevole del Governo sui seguenti Atti:
Ipotesi di contratto collettivo nazionale di lavoro relative al personale:
– area I della Dirigenza – comparto Ministeri – (quadriennio normativo 2002-2005 e relativi bienni economici);
– area VIII della Dirigenza – Presidenza del Consiglio dei Ministri e ruolo speciale tecnico della Protezione civile – (quadriennio normativo 2002-2005 e relativi bienni economici);
– non dirigente, comparto Presidenza del Consiglio dei Ministri (biennio economico 2004-2005);
– comparto Agenzie fiscali (biennio economico 2004-2005).
Successivamente il Consiglio su proposta del Ministro degli affari esteri ha nominato Ministri plenipotenziari i seguenti consiglieri d’ambasciata:
Mario BOFFO, Giovanni POLIZZI, Pasquale D’AVINO (fuori ruolo), Paolo SERPI, Renato Maria RICCI, Lucia FIORI, Pietro Giovanni DONNICI, Antonio BERNARDINI, Pasquale FERRARA, Pietro BENASSI, Gianni BARDINI, Adriano CHIODI CIANFARANI (fuori ruolo), Renato VARRIALE, Marco Claudio VOZZI, Enrico GRANARA, Valeria SPINELLI, Fabrizio SANTURRO, Roberto PALMIERI, Brunella BORZI in CORNACCHIA, Donatino MARCON (fuori ruolo), Ombretta PACILIO (fuori ruolo), Alberto GALLUCCIO, Maurizio PAVESI (fuori ruolo), Giovanni ADORNI BRACCESI CHIASSI (fuori ruolo), Mario MUSELLA. (…)
La riunione ha avuto termine alle ore 10,55.

17 Il Consiglio dei Ministri si riunisce alle ore 12,55 a Palazzo Chigi.

(…) Il Consiglio ha poi approvato i seguenti provvedimenti:
su proposta del Ministro per l’innovazione e le tecnologie, Stanca:
– un decreto legislativo che integra il Codice dell’amministrazione digitale (decreto legislativo n.82 del 2005) al fine di rendere ancora più incisivo l’impatto sul processo di digitalizzazione e di ammodernamento della pubblica amministrazione e sulla diffusione delle tecnologie informatiche e telematiche. Sul provvedimento, che è stato notificato alla Commissione europea e sul quale è stato sentito il Garante per la protezione dei dati personali, sono stati acquisiti i pareri della Conferenza unificata, del Consiglio di Stato e delle Commissioni parlamentari; (…)
E’ stato poi approvato, su proposta del Presidente del Consiglio, il nuovo regolamento per la disciplina delle modalità di esercizio e dei casi di esclusione del diritto di accesso ai documenti amministrativi.(…)
Il Consiglio ha poi deliberato, su proposta del Presidente del Consiglio, la nomina a consigliere della Corte dei conti del prof. Paolo PELUFFO e la nomina a componente del CNEL del dott. Enzo PIERANGIOLI in rappresentanza del settore agricoltura e pesca. (…)
La riunione ha avuto termine alle ore 13,20.

8 Il Consiglio dei Ministri si riunisce alle ore 10,30 a Palazzo Chigi.

Il Consiglio dei Ministri, appositamente convocato, ha approvato un decreto-legge che reca adempimenti tecnici in materia elettorale. In considerazione dell’elevato numero di contrassegni di liste collegate che sono stati depositati viene modificata la disposizione di legge che prevede che tali contrassegni vengano disposti sulla scheda elettorale in senso verticale. Al fine di renderne più agevole la consultazione nella cabina elettorale il decreto-legge dispone infatti che tal contrassegni siano disposti in senso orizzontale. Il Consiglio ha altresì deciso che le elezioni amministrative avranno luogo il 28 maggio prossimo (con eventuali ballottaggi l’11 giugno). Conseguentemente il Ministro dell’interno adotterà gli opportuni provvedimenti.
La riunione ha avuto termine alle ore 11.10.

2 Il Consiglio dei Ministri si riunisce alle ore 13,05 a Palazzo Chigi.

Il Ministro per la funzione pubblica è stato poi autorizzato ad esprimere il parere favorevole del Governo sulle seguenti ipotesi di contratto collettivo nazionale di lavoro:
– per il personale del comparto Università (biennio economico 2004-2005);
– per il dirigenti scolastici e delle Istituzioni artistiche e musicali (quadriennio normativo 2002-2005 e relativi bienni);
– per il personale delle Istituzioni e degli Enti di ricerca e sperimentazione (quadriennio normativo 2002-2005 e relativi bienni). (…)
Successivamente, su proposta del Ministro dell’istruzione, dell’università e della ricerca, il Consiglio ha avviato la procedura per la nomina del prof. Vincenzo CAPPELLETTI a Presidente dell’istituto italiano di studi germanici. (…)
La riunione ha avuto termine alle ore 14.05.

Educazione&Scuola©

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: