Il 1o Rapporto sulla salute e la sicurezza nei luoghi di lavoro

Superando.it del 19-05-2017

Il 1o Rapporto sulla salute e la sicurezza nei luoghi di lavoro

È stato presentato dall’ANMIL (Associazione Nazionale fra Lavoratori Mutilati e Invalidi del Lavoro) il “1o Rapporto sulla salute e la sicurezza nei luoghi di lavoro”, prezioso documento voluto per analizzare l’efficacia della normativa in tale materia – che verrà d’ora in poi presentato con scadenza annuale – dedicato a un fenomeno come quello infortunistico o delle malattie professionali, che oltre a causare costantemente numerose vittime, provoca anche annualmente la disabilità di svariate migliaia di persone
Copertina del 1o Rapporto sulla Salute e la Sicurezza nei Luoghi di Lavoro dell’ANMIL

L’immagine scelta per la copertina del Rapporto prodotto dall’ANMIL.

«Negli ultimi anni l’attenzione di media, istituzioni e cittadini è molto cresciuta verso il tema della sicurezza sul lavoro, ma, al di là dei meri dati statistici che con impegno l’INAIL diffonde periodicamente, è nostra convinzione che il fenomeno degli infortuni e delle malattie professionali e le problematiche legate alla loro prevenzione meritino una più approfondita valutazione, analizzando l’efficacia della normativa in materia»: così, nei giorni scorsi a Roma, insieme ai principali esponenti istituzionali in materia, i rappresentanti dell’ANMIL (Associazione Nazionale fra Lavoratori Mutilati e Invalidi del Lavoro) hanno presentato il 1° Rapporto sulla salute e la sicurezza nei luoghi di lavoro, prezioso documento dedicato a un fenomeno come quello infortunistico o delle malattie professionali, che oltre a causare costantemente numerose vittime, provoca anche annualmente la disabilità di svariate migliaia di persone.

«Già da diversi mesi – spiegano dall’ANMIL -, un nostro gruppo di esperti si è dedicato allo studio dei principali interventi del legislatore, della giurisprudenza, della prassi amministrativa e del mondo della ricerca in materia di salvaguardia della salute dei lavoratori e della loro sicurezza in àmbito lavorativo che hanno caratterizzato in modo significativo l’anno precedente e la metà dell’anno in corso. I risultati di tale lavoro – che ha rivolto lo sguardo al contesto nazionale, senza tuttavia perdere di vista la prospettiva europea ed internazionale – costituiscono il nucleo di questo nostro Primo Rapporto, che intendiamo d’ora in poi presentare con scadenza annuale, per comprendere come sia cambiato nell’ultimo decennio il lavoro nel nostro Paese, con i Decreti 81 e 106*, fornendo in tal modo a tutti gli addetti ai lavori un servizio informativo e culturale aggiornato e completo, con l’auspicio di contribuire all’innalzamento del livello di conoscenza, di spirito critico e di quella consapevolezza che il tema merita, considerati i valori costituzionali che lo governano». (S.B.)

* Il riferimento è al Decreto Legislativo 81/08 (“Testo unico in materia di sicurezza e salute sul lavoro”) e del Decreto Legislativo 106/09 (“Disposizioni integrative e correttive del decreto legislativo 9 aprile 2008, n. 81, in materia di tutela della salute e della sicurezza nei luoghi di lavoro”).

Un commento su “Il 1o Rapporto sulla salute e la sicurezza nei luoghi di lavoro”

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.