Archivi tag: Ed.Fisica

Studenti e atleti? Ora si può!

Scuola: studenti e atleti? Ora si può!
L’8 febbraio al Miur la conferenza stampa

con la Ministra Fedeli,
il Sottosegretario Toccafondi, il Segretario del Coni Fabbricini
e il Presidente della Lega Serie A Beretta

Studenti e atleti? Ora si può! Ai nastri di partenza il programma sperimentale per gli studenti delle scuole secondarie di II grado che praticano attività sportiva ad alto livello. Conciliare le ore di allenamento senza dover rinunciare allo studio ora sarà più facile.

L’iniziativa sarà presentata mercoledì 8 febbraio 2017, alle ore 14.00, presso la Sala della Comunicazione del Ministero dell’Istruzione, dell’Università e della Ricerca, a Roma (viale Trastevere 76/a). Saranno presenti la Ministra dell’Istruzione, Valeria Fedeli; il Sottosegretario all’Istruzione, Gabriele Toccafondi; il Segretario del Coni, Roberto Fabbricini; il Presidente della Lega Serie A, Maurizio Beretta; il Presidente del Comitato Italiano Paralimpico, Luca Pancalli, e Roberto Murgia, Amministratore Delegato di Alfabook – Olivetti (Gruppo TIM).

Il nuovo Liceo sportivo di Amatrice

Terremoto, Fedeli, Pirozzi e Malagò
presentano il nuovo Liceo sportivo di Amatrice

Mercoledì 1 febbraio, la Ministra dell’Istruzione, dell’Università e della Ricerca Valeria Fedeli, il Sindaco di Amatrice Sergio Pirozzi e il Presidente del CONI Giovanni Malagò presenteranno il nuovo Liceo scientifico ad indirizzo sportivo e internazionale di Amatrice.

La conferenza stampa si svolgerà alle ore 12.30, presso la Sala della Comunicazione del Miur, in viale Trastevere 76/a.

 Il Salto – Amatrice Rinasce

Presentazione del Liceo scientifico ad indirizzo sportivo e internazionale – 1 febbraio 2017. Presentato al Miur il video che lancia il nuovo Liceo scientifico ad indirizzo sportivo e internazionale di Amatrice. Erano presenti la Ministra dell’Istruzione, dell’Università e della Ricerca Valeria Fedeli, il Sindaco di Amatrice Sergio Pirozzi, il Presidente del CONI Giovanni Malagò.


Nasce il liceo sportivo internazionale di Amatrice
La presentazione al Miur con la Ministra Fedeli,
il Sindaco Pirozzi e il Presidente del Coni Malagò

Aprirà le porte con l’inizio del prossimo anno scolastico,  il liceo scientifico ad indirizzo sportivo internazionale di Amatrice, sperimentazione unica in Italia. Nel nuovo liceo le ragazze e i ragazzi potranno sviluppare tutte le discipline sportive, avranno a disposizione un convitto dedicato e si punterà molto sulla didattica digitale.

La sperimentazione è stata presentata questa mattina al Miur dalla Ministra dell’Istruzione, dell’Università e della Ricerca Valeria Fedeli, dal sindaco di Amatrice Sergio Pirozzi e dal presidente del CONI Giovanni Malagò. A partire dal prossimo anno scolastico, il 2017/2018, l’istituto omnicomprensivo ‘Romolo Capranica’ di Amatrice attiverà il nuovo indirizzo che avrà durata  quinquennale e avrà un massimo di due prime classi.

Iscrivendosi e scegliendo l’opzione “sport e turismo”, gli studenti avranno la possibilità di formarsi come atleti o come tecnici sportivi con l’obiettivo, in quest’ultimo caso, di diventare professionisti in grado di seguire gli sportivi a livello motivazionale e fisico e di definire strategie di gara e tecniche innovative di gioco. Per migliorare la preparazione degli studenti in questo senso, il Coni invierà periodicamente allenatori e professionisti nazionali del mondo dello sport. I ragazzi potranno scegliere tra tutte le discipline sportive: dalle specialità sciistiche all’atletica, fino a tutti i giochi di squadra. Lo studio di due lingue straniere darà l’impronta internazionale all’indirizzo che permetterà agli studenti anche di svolgere esperienze all’estero. Il progetto prevede inoltre una scuola con convitto, per ospitare gli studenti provenienti da tutta Italia. Saranno infine attivate convenzioni e accordi con le facoltà di Scienze motorie degli atenei italiani per il riconoscimento dei crediti agli studenti iscritti.

“Credo che oggi stiamo dando un messaggio di grande forza e di sostegno alle popolazioni colpite dal terremoto. Il nuovo Liceo sarà un elemento di grande attrattività per il territorio. Bisogna ora creare tutte le condizioni di coinvolgimento e di comunicazione perché i ragazzi e le ragazze si iscrivano. L’11 marzo sarò ad Amatrice per fare il punto sullo stato di avanzamento del progetto”, ha dichiarato la Ministra Fedeli.

Il sindaco di Amatrice, Sergio Pirozzi ha voluto ringraziare “tutti coloro che hanno creduto in questa idea. Dalle macerie si riparte con una visione del futuro. Il futuro passa per i giovani e lo sport rappresenta la vita perché insegna che, dopo una sconfitta, ti devi allenare ancora di più per ottenere risultati. Oggi ad Amatrice non c’è più alcun luogo di aggregazione, ma torno stasera portando un messaggio forte di speranza e di futuro”.

“Bisogna fare di tutto per riportare queste persone alla normalità – ha chiuso il Presidente Malagò – Abbiamo pensato che lo sport possa essere il volano e garantiremo la realizzazione delle infrastrutture sportive. Si tratta di una bella idea e una bella sfida. Faremo di tutto per sostenerla e promuoverla. Siamo sicuri che tra qualche anno ci sarà una lista d’attesa per iscriversi”.

Bando Concorso Nazionale “Onesti nello Sport”

Bando Concorso Nazionale “Onesti nello Sport”

VI edizione

Sport e Tricolore

A.S. 2016/2017

 

Il C.O.N.I. e la Fondazione Giulio Onesti – Accademia Olimpica Nazionale Italiana, in collaborazione con il Ministero dell’Istruzione, dell’Università e della Ricerca, bandiscono, per l’A.S. 2016/2017, la VI edizione del Concorso Nazionale “Onesti nello Sport”, con l’obiettivo di diffondere la cultura sportiva e della legalità sportiva, in particolare attraverso un approccio basato sul rispetto e la condivisione dei valori sportivi, esaltando lo sport come divertimento e la cultura del fair-play come stile di vita, educando i giovani ad una cittadinanza attiva, alla conoscenza delle regole, combattendo ogni forma di violenza e di discriminazione connesse allo sport, valorizzando l’importanza dello sport come strumento di inclusione sociale.

Il tema di questa edizione: “Sport e Tricolore“. Lo sport è motivo di grande orgoglio nazionale: l’immagine del Tricolore che si solleva mentre risuona l’inno di Mameli suscita forti emozioni e senso di appartenenza, condividendo moralmente i successi e l’eccellenza che il nostro Paese dimostra soprattutto in questo ambito. Sentirsi orgogliosi di essere italiani è il primo passo per poter far pienamente parte della Comunità dove ognuno diventa ambasciatore di questi valori .

I giovani studenti sono dunque chiamati a raccontare il sentimento d’orgoglio che il simbolo del Tricolore trasmette attraverso lo sport nel mondo.

I linguaggi universali dello sport, per eccellenza, sono le immagini e la musica. Gli strumenti propri dei giovani sono i social media e le nuove tecnologie.

Per questo motivo, il Concorso è rivolto a tutti gli studenti degli Istituti secondari di II grado, statali e paritari, nazionali e italiani all’estero, e ha come oggetto la produzione di un elaborato multimediale proiettato al futuro tramite le nuove tecnologie, simbolo delle giovani generazioni.

Per esaltare il talento degli studenti, la Fondazione ha deciso di lasciar loro ampia scelta sullo sviluppo degli elaborati, purché questi adottino una forma di comunicazione fotografica, video e musicale. Gli elaborati dovranno essere classificabili all’interno di uno dei due settori denominati rispettivamente CINEMUSICALE e VIDEOFOTOGRAFICO.

La Fondazione immagina che gli studenti si cimentino nella produzione degli elaborati coadiuvati dai docenti di qualunque ambito disciplinare. Saranno apprezzati la fantasia, l’innovatività, la qualità generale degli elaborati e la possibilità di utilizzare gli stessi per la promozione e la sensibilizzazione su larga scala.

I vincitori verranno premiati con un viaggio per assistere ad un evento legato allo sport che si svolgerà nel corso del 2017.

Nel regolamento allegato alla presente sono contenute tutte le informazioni necessarie alla partecipazione al Concorso. Considerata la particolare rilevanza dell’iniziativa, s’invitano le SSVV a darne la massima diffusione.

Il Presidente Comitato Olimpico Nazionale Italiano

Il Presidente Fondazione Giulio Onesti


Allegati

Nota 11 gennaio 2016, Prot. n. 68

Dipartimento per il sistema educativo di istruzione e di formazione
Direzione Generale per lo Studente, l’Integrazione e la Partecipazione
Ufficio V
Politiche sportive scolastiche

 

Ai Direttori Generali e ai Dirigenti preposti Uffici Scolastici Regionali

Al Dipartimento istruzione – Provincia Autonoma di Trento

Al Sovrintendente Scolastico per la Provincia di Bolzano

All’Intendente Scolastico per la Scuola in lingua tedesca Bolzano

All’Intendente Scolastico per le Località Ladine Bolzano

Al Sovrintendente degli studi per la Regione Valle D’Aosta Aosta

Ai Dirigenti delle Istituzioni scolastiche secondarie di secondo grado

LORO SEDI

e, per conoscenza

Al Comitato Olimpico Nazionale Italiano

Al Comitato Italiano Paralimpico

Al Comitato promotore di ”Vivere da sportivi: a scuola di fair-play”

Ai Coordinatori regionali di Educazione Fisica

 

Oggetto: Campagna Vivere da sportivi: a scuola di fair-play a.s. 2015/2016

Il Comitato promotore della campagna di sensibilizzazione sui valori etici dello sport  ”Vivere da sportivi: a scuola di fair-play” indice per l’anno scolastico 2015/16 un concorso rivolto a studenti e insegnanti delle scuole secondarie di secondo grado statali e paritarie, finalizzato alla realizzazione di spot e brevi video che interpretano il concetto di Fair Play nello sport.

In considerazione del carattere educativo dell’iniziativa, tesa a trasmettere corretti stili di vita insiti nell’attività sportiva, si invitano le SS.LL. a diffondere l’iniziativa in oggetto alle Istituzioni scolastiche secondarie di secondo grado del proprio territorio.

Si allega alla presente l’abstract della Campagna promossa, dove le scuole interessate troveranno le indicazioni utili per approfondirne la conoscenza e le modalità di partecipazione.

 

Ulteriori informazioni sono reperibili sul sito: www.viveredasportivi.it

Si ringrazia della collaborazione

IL DIRIGENTE
F.to Giuseppe Pierro


 

ABSTRACT

“VIVERE DA SPORTIVI: A SCUOLA DI FAIR-PLAY” è una campagna di sensibilizzazione sui valori etici dello sport rivolta ai ragazzi di tutte le scuole superiori di secondo grado italiane sia pubbliche che paritarie, patrocinata dal CONI.

http://www.viveredasportivi.it/ www.viveredasportivi.eu

Il concept di questa campagna è restituire centralità alla funzione educativa dello sport per stimolare nei ragazzi quei valori etici e sociali indispensabili alla crescita individuale e collettiva, focalizzando l’attenzione su:

RISPETTO E LEALTA’

❏ lo sport nella vittoria e nella sconfitta;

❏  il rispetto per l’avversario;

❏ sport e tifoseria, i pro ed i contro di un fenomeno di massa;

❏ lo sport contro il razzismo;

❏ sport e doping, lealtà con sé stessi e lealtà con gli altri, siano essi compagni di squadra o avversari.

 

LO SPORT PER CRESCERE ED ESSERE SANI

❏ lo sport come strumento di trasmissione dei corretti stili di vita;

❏ movimento + sana alimentazione = prevenzione;

❏ lo sport come opportunità per migliorare sé stessi ed il rapporto con gli altri;

❏ attività fisica: il miglior investimento per il tuo futuro.

 

LA CULTURA DELLO SPORT

❏ sport e disabilità, un diritto acquisito;

❏ l’importante non è vincere ma partecipare: la cosa essenziale non è la vittoria ma la consapevolezza del proprio impegno.  (Pierre de Coubertin)

❏ incontri ed esperienze vissute con sportivi e/o con figure professionali che lavorano con/per l’ambiente sportivo;

❏ i grandi sportivi nell’agonismo e nella vita;

❏ lo sport nella nostra cultura (vita, storia, miti e leggende, tradizioni, usi e costumi, inerenti “l’universo sportivo”.

 

Sezione speciale “Roma 2024”

 

Il Comitato promotore “Vivere da Sportivi” ha inserito per questa annualità una sezione speciale dedicata alla candidatura di Roma per lo svolgimento dei Giochi Olimpici nel 2024. Almeno uno spot/flash spot ed un video partecipanti a questa sezione saranno selezionati fra i finalisti, ma in qualsiasi caso tutti i lavori partecipanti alla sezione “Roma 2024” verranno valutati dalla Giuria per essere ammessi alla manifestazione finale Video-festival 2016.

 

Argomenti suggeriti:

❏ 2024: traguardo o punto di partenza per l’Italia e gli italiani?

❏ il ruolo delle Olimpiadi nel passato, nel presente e nel futuro;

❏ immaginiamo le Olimpiadi 2024 a Roma.

 

“Vivere da sportivi: a scuola di fair-play”- promuove la diffusione dello spirito di lealtà nello sport  e nella vita quotidiana, sostenendo pertanto i valori etici dello sport contro ogni forma di razzismo, sfruttamento, alienazione ed esaltando i valori di dignità umana, di non violenza e solidarietà tra le persone e tra i popoli.

 

L’obiettivo della campagna è quello di coinvolgere gli studenti  italiani in un progetto pluriennale di comunicazione interattivo che li porti ad essere protagonisti  e li induca a riflettere  e ad interagire con i loro coetanei  e con l’opinione pubblica in generale, focalizzando l’attenzione su quanto sia importante  assumere atteggiamenti di  vera sportività, abbandonando ed eliminando gli stereotipi del tifo non rispettoso degli avversari e qualsiasi azione che non rientri nello spirito di lealtà  alla base della filosofia dello sport.

 

Di fatto si tratta di una campagna di educazione civica, della cui necessità si rendono conto per primi proprio gli insegnanti, indispensabile anello perché il progetto abbia successo.

Campagna 2016:

·      http://www.viveredasportivi.it/index.php?option=com_content&view=article&id=73&Itemid=585

·      http://www.regione.lazio.it/rl_sport/?vw=newsDettaglio&id=114

La campagna si articola attraverso un concorso dove insegnanti e studenti si impegnano per realizzare spot e brevi video  che meglio interpretano il concetto di Fair Play nello sport. Un format comunicativo che ha già prodotto significativi risultati sia in ambito nazionale che internazionale. http://www.vivere-da-sportivi.eu/CONCORSO.html

LINK BANDO 2015:  http://www.viveredasportivi.it/images/pdf/2016_vds_bando_studenti.pdf

LINK INFORMATIVA INSEGNANTI: http://www.viveredasportivi.it/images/pdf/2016_vds_informativa_insegnanti.pdf

 

Una commissione di esperti –dai media, alle istituzioni, allo sport esaminerà  gli elaborati multimediali  e decreterà i vincitori  http://www.viveredasportivi.it/index.php?option=com_content&view=article&id=71&Itemid=590   i quali saranno ospiti  per tre giorni a Roma dove si svolgerà il Video Festival e si terranno la  cerimonia di inaugurazione e la cerimonia di premiazione alla presenza di rappresentanti delle Istituzioni, del mondo dello sport e della scuola, momenti di grande emozione e condivisione sia sul piano etico che sul piano umano.

Il programma prevede anche attività formative, sportive e culturali.

Tre i momenti principali del concorso: lancio nel mese di gennaio, adesione scuole il 10 giugno, il Video-Festival e la cerimonia conclusiva ad ottobre.

L’efficacia e l’incisività del messaggio lanciato da “Vivere da Sportivi: a scuola di fair-play” sono supportati da TG2 e RAI SPORT, nostri media partner, che, tramite la messa in onda degli spot e dei video realizzati dalle scuole, coinvolge sul tema il grande pubblico.

https://www.facebook.com/Vivere.da.Sportivi.VDS

https://www.youtube.com/channel/UChHxe8ABog7EFICUcSKyp_g

https://twitter.com/VDSPORTIVI

DATI RELATIVI ALLA CAMPAGNA:

Ø Membri Comitato:   http://www.viveredasportivi.it/index.php?option=com_content&view=article&id=72&Itemid=587

Ø  Partner Istituzionali: http://www.viveredasportivi.it/index.php?option=com_content&view=article&id=79&Itemid=596

Ø  Contatti: http://www.viveredasportivi.it/index.php?option=com_content&view=article&id=74&Itemid=600

Nota 4 dicembre 2015, Prot. n. 16552

Dipartimento per il sistema educativo di istruzione e di formazione
Direzione Generale per lo Studente, l’Integrazione e la Partecipazione
Ufficio V
Politiche sportive scolastiche

 

Ai Direttori Generali e ai Dirigenti preposti Uffici Scolastici Regionali

Al Dipartimento istruzione – Provincia Autonoma di Trento

Al Sovrintendente Scolastico per la Provincia di Bolzano

All’Intendente Scolastico per la Scuola in lingua tedesca

Bolzano

All’Intendente Scolastico per le Località Ladine

Bolzano

Al Sovrintendente degli studi per la Regione Valle D’Aosta

Aosta

Ai Dirigenti delle Istituzioni scolastiche sedi di scuola primaria

LORO SEDI

 

e, per conoscenza

Al Comitato Olimpico Nazionale Italiano

Al Comitato Italiano Paralimpico

Ai Coordinatori regionali di Educazione Fisica


Oggetto: Progetto nazionale “Sport di Classe” per la scuola primaria – anno scolastico 2015/2016

Il Ministero dell’Istruzione, dell’Università e della Ricerca (MIUR) e il Comitato Olimpico Nazionale Italiano (CONI), con il sostegno del Comitato Italiano Paralimpico (CIP) e di diverse Regioni ed Enti Locali promuovono il progetto “Sport di Classe”.

L’obiettivo è la valorizzazione dell’educazione fisica e sportiva nella scuola primaria per le sue valenze trasversali e per la promozione di stili di vita corretti e salutari, favorire lo star bene con se stessi e con gli altri nell’ottica dell’inclusione sociale, in armonia con quanto previsto dalle Indicazioni nazionali per il curricolo della scuola dell’infanzia e del I ciclo d’Istruzione, di cui al Decreto Ministeriale 16 novembre 2012, n. 254.

Il progetto presenta caratteristiche comuni e omogenee su tutto il territorio nazionale e il suo coordinamento è affidato ad un sistema di governance per lo Sport a Scuola che prevede un Organismo Nazionale e Organismi territoriali regionali e provinciali dei quali fanno parte rappresentanti del MIUR, del CONI e del CIP.

Il coordinamento nazionale del progetto Sport di Classe è, pertanto, affidato all’Organismo Nazionale per lo Sport a Scuola, composto da rappresentanti del MIUR, del CONI e del CIP e si avvale della collaborazione tecnica di una Commissione didattico scientifica, composta da esperti individuati dai tre Enti. A livello regionale la realizzazione del progetto è affidata agli Organismi Regionali per lo Sport a Scuola.

 

CARATTERISTICHE GENERALI DEL PROGETTO

 

Il progetto ha le seguenti caratteristiche generali:

  • coinvolgimento di tutte le classi dalla 1^ alla 5^ delle Istituzioni scolastiche ed educative statali, paritarie sedi di scuola primaria per l’anno scolastico 2015/16 a partire da dicembre 2015;
  • insegnamento dell’Educazione fisica per due ore settimanali impartite dal docente titolare
  • della classe;
  • coinvolgimento dei docenti di Educazione fisica eventualmente presenti nei posti dell’organico dell’autonomia per effetto della Legge 107/2015;
  • inserimento della ­figura del Tutor Sportivo Scolastico all’interno del Centro Sportivo Scolastico per la scuola primaria come figura a supporto dell’Istituzione scolastica;
  • affiancamento del Tutor all’insegnante titolare della classe per due ore mensili in compresenza durante le lezioni di Educazione fisica e realizzazione delle altre attività trasversali previste dal progetto;
  • piano di informazione/formazione iniziale ed in itinere del Tutor sportivo scolastico;
  • coinvolgimento dell’insegnante titolare della classe e del docente referente per l’Educazione fisica di plesso in momenti informativi sull’attuazione del progetto;
  • realizzazione di attività che prevedono percorsi d’inclusione degli alunni con “Bisogni Educativi Speciali” (BES) e con disabilità;
  • realizzazione dei Giochi di primavera nella seconda metà del mese di marzo e dei Giochi di fine anno scolastico che si terranno in occasione della settimana dello sport scolastico programmata dal 29 maggio al 4 giugno 2016;
  • realizzazione di un percorso valoriale contestuale alle attività del progetto, aventi ad oggetto i corretti stili di vita ed i principi educativi dello sport;
  • coinvolgimento delle Regioni e degli Enti Locali in eventuali implementazioni e sinergie relative al progetto Sport di Classe;
  • compatibilità con altre progettualità promosse dagli Uffici Scolastici Regionali, Enti e Organismi del territorio, riferite alla promozione ed al potenziamento dell’Educazione fisica nella scuola primaria.

 

L’Organismo Nazionale per lo Sport a Scuola, successivamente all’adesione delle Istituzioni Scolastiche al progetto, verificate le risorse residue disponibili, potrà eventualmente considerare un incremento dell’impegno orario del Tutor nelle ore di Educazione fisica in compresenza o per le azioni trasversali previste dal progetto.

 

Gli approfondimenti inerenti al progetto sono disponibili su www.progettosportdiclasse.it

 

PARTECIPAZIONE AL PROGETTO

 

ISTITUTI SCOLASTICI

Le Istituzioni scolastiche ed educative statali e paritarie sedi di scuola primaria, possono partecipare al progetto per l’anno scolastico 2015/16, registrando l’adesione dei plessi sull’area riservata del sito www.progettosportdiclasse.it provvedendo ai seguenti adempimenti:

  • prevedere due ore settimanali di Educazione fisica per tutte le classi di scuola primaria coinvolte, ed inserire il progetto nel Piano Triennale dell’Offerta Formativa (PTOF) dell’Istituto;
  • Sport di Classe si pone come obiettivo prioritario il coinvolgimento di tutte le classi degli Istituti scolastici, con interi corsi che vanno dalla classe 1^ alla 5^. Tuttavia, per le Scuole che aderiscono ad altri progetti proposti da Regioni ed Enti Locali, è possibile aderire a Sport di Classe anche con le sole classi non coinvolte in tali attività;
  • istituire o confermare il Centro Sportivo Scolastico per la scuola primaria, presieduto dal Dirigente Scolastico, composto dai Referenti di Educazione fisica di plesso, ove presenti, dal Tutor Sportivo Scolastico e dai docenti di Educazione fisica eventualmente in organico. Dove esistente, favorire la continuità verticale con il Centro Sportivo Scolastico per la scuola secondaria di primo grado dell’Istituto comprensivo;
  • coinvolgere gli insegnanti titolari di classe e i docenti referenti per l’Educazione fisica di plesso in momenti informativi sull’attuazione del progetto. A livello locale potranno essere concordate occasioni di apertura alla partecipazione dei Referenti di Educazione fisica di plesso ai momenti di formazione e coordinamento proposti dall’Organismo Provinciale per lo Sport a Scuola;
  • formalizzare la richiesta di adesione al progetto, inserendo sull’area riservata del sito progettosportdiclasse.it i dati richiesti dal format: dati della scuola ed i rispettivi recapiti, plessi che aderiscono e rispettive classi, presenza di alunni con disabilità e Bisogni Educativi Speciali nelle classi coinvolte nel progetto, disponibilità della palestra scolastica per le ore di Educazione fisica, presenza di progetti in corso realizzati con altri Enti o Associazioni del territorio, nominativo del referente di Educazione fisica del plesso.

 

L’adesione al progetto comporta una contrattualizzazione del Tutor Sportivo Scolastico e l’assolvimento degli obblighi a norma di legge. Pertanto, la stessa non è più revocabile dopo la procedura di abbinamento del Tutor alle classi partecipanti (anche in presenza di un eventuale incremento dell’impegno orario del Tutor deliberato dall’Organismo Nazionale dello Sport a Scuola successivamente all’adesione degli Istituti Scolastici).

 

Gli Istituti scolastici possono inviare richiesta di partecipazione al progetto dal 9 al 21 dicembre 2015.

Qualsiasi problematica inerente al funzionamento del portale www.progettosportdiclasse.it potrà essere segnalato all’indirizzo e-mail: sportdiclasse@coni.it

 

 

TUTOR SPORTIVI SCOLASTICI

Il Tutor ha il compito di partecipare alle attività del Centro Sportivo Scolastico per la scuola primaria, fornendo supporto organizzativo/metodologico/didattico, secondo le linee programmatiche dettate dall’Organismo Nazionale Sport a Scuola.

 

In particolare:

  • collabora alla progettazione delle attività didattiche, alla programmazione e realizzazione delle attività motorie e sportive scolastiche, in stretto raccordo con il Dirigente scolastico, l’insegnante di classe, il referente di Educazione fisica di plesso e con i docenti di educazione fisica eventualmente presenti nei posti dell’organico dell’autonomia per effetto della Legge 107/2015;
  • garantisce supporto ed esemplificazioni operative in orario curricolare in compresenza con il docente di classe per due ore al mese per ciascuna classe assegnata;
  • partecipa all’individuazione di strategie per la partecipazione attiva degli alunni con Bisogni Educativi Speciali (BES) e con disabilità;
  • favorisce la razionalizzazione delle collaborazioni con Organismi Sportivi del territorio in coerenza con il Piano Triennale dell’Offerta Formativa (PTOF) e promuove la continuità metodologica dell’intera offerta formativa sportiva scolastica d’intesa con l’Organismo Provinciale per lo Sport a Scuola;
  • supporta la realizzazione del percorso valoriale previsto dal presente progetto;
  • garantisce la programmazione, organizzazione e la presenza in occasione dei Giochi di primavera e dei Giochi di fine anno scolastico, coinvolgendo eventualmente Organismi e società sportive del territorio, sulla base delle indicazioni dell’Organismo Regionale per lo Sport a Scuola, istituito dall’Ufficio Scolastico Regionale di appartenenza territoriale;
  • condivide, con il Dirigente scolastico, i docenti di classe ed i referenti per l’Educazione fisica di plesso, il piano di informazione previsto dal progetto favorendo l’integrazione delle competenze di tutti i soggetti coinvolti nell’azione educativa, con il supporto dei formatori territoriali delle Scuole regionali dello sport del CONI;
  • partecipa obbligatoriamente al modulo formativo che sarà organizzato dalla Scuola regionale dello sport del CONI ed ai successivi incontri periodici di coordinamento e di formazione con l’Organismo Regionale e Provinciale per lo Sport a Scuola.

INDIVIDUAZIONE DEI TUTOR

L’individuazione dei Tutor avverrà attraverso un “Avviso pubblico di candidatura” (pubblicato sul sito www.progettosportdiclasse.it) valido per tutto il territorio nazionale e in cui vengono definiti i seguenti elementi:

  • requisiti per la partecipazione al progetto;
  • prestazioni richieste;
  • modalità di svolgimento della prestazione;
  • compensi previsti e modalità di erogazione;
  • incompatibilità nello svolgimento dell’incarico.

 

I Tutor stipuleranno un contratto di prestazione d’opera, per svolgere le attività nelle Istituzioni scolastiche loro assegnate, con il Presidente del Comitato Regionale del CONI competente per il territorio cui è demandata la corresponsione economica prevista. I candidati Tutor devono rendersi pienamente disponibili per lo svolgimento dell’incarico, in relazione alle attività (didattiche, di progettazione e per gli incontri periodici) che si potranno effettuare sia in orario antimeridiano che pomeridiano.

Gli Organismi Regionali per lo Sport a Scuola individueranno i Tutor in relazione all’elenco graduato dei candidati per la rispettiva Regione, definito in base ai requisiti stabiliti dall’avviso pubblico.

Gli Organismi Regionali per lo Sport a Scuola provvederanno al loro abbinamento con le Istituzioni scolastiche, secondo l’elenco graduato e le indicazioni di seguito fornite.

 

DOMANDE DI PARTECIPAZIONE DEI TUTOR

Gli interessati devono presentare apposita istanza di partecipazione registrandosi sull’area riservata del sito www.progettosportdiclasse.it e devono provvedere agli adempimenti previsti nell’Avviso pubblicato sul sito medesimo.

I candidati Tutor possono inviare domanda di candidatura dal 9 al 16 dicembre 2015.

 

Qualsiasi problematica inerente al funzionamento del portale www.progettosportdiclasse.it potrà essere segnalato all’indirizzo e-mail: sportdiclasse@coni.it

DURATA DEL PROGETTO

L’inizio dell’attività coincide con la giornata di abbinamento Tutor/Istituzioni Scolastiche e si concluderà al termine delle lezioni previste dal calendario scolastico.

 

ORGANISMI REGIONALI

ADEMPIMENTI

A livello regionale la realizzazione del progetto è affidata agli Organismi Regionali per lo Sport a Scuola, istituiti presso ciascun Ufficio Scolastico Regionale con Decreto del Direttore Generale o del Dirigente ad essi preposto, e composti da:

  • Direttore Generale dell’Ufficio Scolastico Regionale o dal Dirigente ad esso

preposto;

  • Presidente Regionale del CONI;
  • Presidente Regionale del CIP;
  • Assessore allo sport e Assessore all’istruzione della Regione;
  • Coordinatore regionale di Educazione fisica e sportiva;
  • Referente per la scuola del Comitato regionale CONI.

L’Organismo Provinciale per lo Sport a Scuola è composto da:

  • Dirigente dell’A.T.;
  • Docente referente territoriale di educazione fisica e sportiva del MIUR;
  • Referente per la scuola del comitato regionale CONI;
  • Referente del CIP.

Gli Organismi Regionali provvedono a:

  • verificare la congruenza e correttezza delle domande di candidatura on-line;
  • verificare, anche a mezzo di campionatura ai sensi e per gli effetti degli articoli 71 e seguenti, del DPR 445/2000, le dichiarazioni rese dai candidati Tutor sulla piattaforma telematica;
  • pubblicare nei siti istituzionali gli elenchi graduati provvisori dei candidati Tutor della rispettiva regione il 17 dicembre 2015;
  • rendere noti i recapiti degli Uffici competenti per informazioni ed eventuali reclami;
  • vagliare eventuali reclami da parte dei candidati Tutor entro il 22 dicembre 2015;
  • pubblicare l’elenco graduato definitivo dei Tutor entro il 22 dicembre 2015;
  • pubblicare l’elenco delle Istituzioni scolastiche ed educative statali e paritarie (plessi e classi) aderenti al progetto entro il 22 dicembre 2015;
  • abbinare entro il 12 gennaio 2016 i Tutor alle Istituzioni scolastiche statali, paritarie ed educative, nel rispetto degli elenchi graduati definitivi dei candidati. Tali procedure avvengono in presenza degli stessi candidati e dei Dirigenti scolastici delle scuole aderenti o dei loro rispettivi delegati. Nelle regioni dove l’elevato numero di candidati e scuole aderenti non consentono la procedura di abbinamento in presenza, l’Organismo Regionale indicherà le diverse modalità procedurali che verranno adottate. In caso di nomine decentrate, gli Organismi Regionali per lo Sport a Scuola delegano i corrispondenti Organismi Provinciali per lo Sport a Scuola;
  • individuare, in caso di esaurimento delle disponibilità dei Tutor dell’elenco graduato di una provincia, altri candidati dall’elenco di province attigue secondo il criterio di viciniorietà tra residenza del candidato e la scuola che necessita del Tutor, e completare gli abbinamenti nel rispetto dell’elenco graduato regionale;
  • pubblicare gli abbinamenti Tutor/Istituzioni scolastiche ed educative entro il 12 gennaio 2016 sui siti degli Uffici Scolastici Regionali.
  • contrattualizzazione dei Tutor entro il 12 gennaio 2016;
  • organizzare un incontro formativo entro il 30 gennaio prevedendo l’estensione della partecipazione alla formazione regionale anche a possibili “sostituti Tutor”, individuati tra i primi candidati non incaricati disponibili per la sostituzione in caso di eventuale interruzione di rapporto contrattuale di Tutor, nella misura massima del 10% degli incarichi attribuiti a livello provinciale;
  • raccordare gli impegni delle eventuali articolazioni territoriali per garantire il rispetto delle operazioni e dei tempi previsti per la realizzazione del progetto.

 

PROGETTI REGIONALI/TERRITORIALI PER L’EDUCAZIONE FISICA NELLA SCUOLA PRIMARIA

 

Nei territori in cui le Regioni o gli Enti Locali prevedono risorse per progetti Territoriali per l’educazione fisica nella scuola primaria, i competenti Organismi Regionali per lo Sport a Scuola, in accordo con l’Organismo Nazionale per lo Sport a Scuola, cureranno la razionalizzazione delle risorse, realizzando opportune sinergie con il Progetto Sport di Classe, al fine di:

 

  • garantire il più ampio coinvolgimento possibile delle scuole;
  • incrementare il numero delle classi;
  • incrementare l’impegno orario dei Tutor nelle ore in compresenza.

 

 

Per quanto non contenuto nella presente nota, si fa riferimento all’Avviso pubblico di candidatura disponibile nel sito www.progettosportdiclasse.it
 

RIEPILOGO SCADENZE

 

 

 

Presentazione domande

candidati Tutor

 

dal 9 al 16 dicembre 2015

 

Presentazione richiesta di partecipazione

Istituti Scolastici

dal 9 al 21 dicembre 2015
Pubblicazione elenchi

graduati provvisori dei Tutor

il 17 dicembre 2015
Pubblicazione elenchi

Istituzioni scolastiche aderenti

entro il 22 dicembre 2015
Presentazione eventuali reclami

da parte dei Tutor

dal 17 al 21 dicembre 2015
Verifiche da parte dell’Organismo Regionale

dei reclami presentati dai tutor e pubblicazione elenchi graduati definitivi

entro il 22 dicembre 2015
Abbinamento Tutor/Istituzioni scolastiche, pubblicazione e contrattualizzazione entro il 12 gennaio 2016

 

Si ringrazia della collaborazione

 

IL DIRIGENTE

F.to Giuseppe Pierro

Nota 1 dicembre 2015, Prot. n. 16324

Dipartimento per il sistema educativo di istruzione e di formazione
Direzione Generale per lo Studente, l’Integrazione e la Partecipazione
Ufficio V
Politiche sportive scolastiche

 

Ai Direttori Generali e ai Dirigenti preposti Uffici Scolastici Regionali

Al Dipartimento istruzione – Provincia Autonoma di Trento

Al Sovrintendente Scolastico per la Provincia di Bolzano

All’Intendente Scolastico per la Scuola in lingua tedesca Bolzano

All’Intendente Scolastico per le Località Ladine Bolzano

Al Sovrintendente degli studi per la Regione Valle D’Aosta Aosta

Ai Dirigenti delle Istituzioni scolastiche sedi di scuola primaria

LORO SEDI

e, per conoscenza

Al Comitato Olimpico Nazionale Italiano

Al Comitato Italiano Paralimpico

Segreteria Biciscuola

Ai Coordinatori regionali di Educazione Fisica


Oggetto : Progetto “Biciscuola” a.s. 2015/2016

 

Il progetto Biciscuola, promosso da “RCS Sport-La Gazzetta dello Sport” riservato agli alunni delle scuole primarie, nasce per avvicinare le nuove generazioni al Ciclismo e al Giro d’Italia e sensibilizzarli su alcuni importanti tematiche educative.

Giunto alla quattordicesima edizione, Biciscuola nel corso degli anni ha coinvolto oltre 1.400.000 ragazzi e premiati oltre 25.000 durante il Giro d’Italia.

Il percorso didattico del 2016, affronterà il ruolo della bicicletta e dell’ecologia attraverso la produzione di lavori sui seguenti temi:

  • Bicicletta e mobilità sostenibile
  • Educazione alimentare
  • Educazione stradale

Le classi vincitrici verranno premiate ed invitate a vivere una giornata esclusiva al prossimo Giro d’Italia, dal 6 al 29 maggio 2016.

In considerazione del carattere educativo dell’iniziativa, tesa a trasmettere corretti stili di vita insiti nell’attività sportiva, si invitano le SS.LL. a diffondere l’iniziativa in oggetto alle Istituzioni scolastiche sedi di scuola primaria del proprio territorio.

Si allega alla presente il modello informativo, dove le scuole troveranno le indicazioni utili per approfondire la conoscenza del progetto e le modalità di adesione.

Ulteriori informazioni sono reperibili sul sito www.biciscuola.it

Si ringrazia della collaborazione

 

IL DIRIGENTE

F.to Giuseppe Pierro


Allegati

Nota 23 novembre 2015, Prot. n. 15817

Dipartimento per il sistema educativo di istruzione e di formazione
Direzione Generale per lo Studente, l’Integrazione e la Partecipazione
Ufficio V
Politiche sportive scolastiche

 

Ai Direttori Generali e ai Dirigenti preposti Uffici Scolastici Regionali

Al Dipartimento istruzione – Provincia Autonoma di Trento

Al Sovrintendente Scolastico per la Provincia di Bolzano

All’Intendente Scolastico per la Scuola in lingua tedesca
Bolzano

All’Intendente Scolastico per le Località Ladine
Bolzano

Al Sovrintendente degli studi per la Regione Valle D’Aosta
Aosta

Ai Dirigenti delle Istituzioni scolastiche secondarie di secondo grado

Alla Presidenza del Consiglio dei Ministri
Dipartimento per gli Affari regionali, Turismo e Sport
Ufficio per lo Sport

Al Comitato Italiano Paralimpico

LORO SEDI

 

e, per conoscenza

 

Al Comitato Olimpico Nazionale Italiano

Alla Fondazione Giulio Onesti

Accademia Olimpica Nazionale Italiana

Ai Coordinamenti regionali dei Presidenti delle Consulte Studentesche Provinciali

Ai Forum Regionali delle Associazioni dei genitori

Al Forum Nazionale delle Associazioni Studentesche

Ai Coordinatori regionali di Educazione Fisica

 

Oggetto : V edizione- Concorso Nazionale “Onesti nello Sport” a.s. 2015/2016

 

Il CONI e la Fondazione Giulio Onesti – Accademia Olimpica Nazionale Italiana, in collaborazione con il Ministero dell’Istruzione, dell’Università e della Ricerca, bandiscono per l’anno scolastico 2015/2016 la V edizione del Concorso Nazionale “Onesti nello Sport”, riservato agli studenti della scuola secondaria di secondo grado statali e paritarie.

Questa edizione ha come tema “Le Olimpiadi che vorrei”, in quanto il 2016 è l’anno in cui i Giochi Olimpici e Paralimpici saranno organizzati per la prima volta nella storia in Sud America con Rio 2016. Contestualmente, il Concorso costituisce un un’utile occasione per gli studenti di condividere la grande opportunità che ha il nostro Paese con la candidatura di Roma per i Giochi Olimpici e Paralimpici del 2024.

Il MIUR, come sempre, supporta le iniziative che trasmettono i valori etici legati allo sport e si invitano le SS.LL. a diffondere l’iniziativa in oggetto alle Istituzioni scolastiche secondarie di secondo grado del proprio territorio.

Si sottolinea, che gli studenti che parteciperanno al Concorso potranno essere coadiuvati dai docenti di tutti gli ambiti disciplinari, poiché i valori che l’iniziativa intende promuovere sono di carattere trasversale e coinvolgono tutte le discipline.

Si ringrazia della collaborazione

IL DIRIGENTE
F.to Giuseppe Pierro


Bando

Concorso Nazionale “Onesti nello Sport”

V edizione

“Le Olimpiadi che vorrei”

A.S.2015/2016

 

Il C.O.N.I. e la Fondazione Giulio Onesti – Accademia Olimpica Nazionale Italiana, in collaborazione con il Ministero dell’Istruzione, dell’Università e della Ricerca, bandiscono, per l’A.S. 2015/2016, la V edizione del Concorso Nazionale “Onesti nello Sport”, con l’obiettivo di diffondere la cultura sportiva e della legalità sportiva, in particolare attraverso un approccio basato sul rispetto e la condivisione dei valori sportivi, esaltando lo sport come divertimento e la cultura del fair-play come stile di vita, educando i giovani ad una cittadinanza attiva, alla conoscenza delle regole, combattendo ogni forma di violenza e di discriminazione connesse allo sport, valorizzando l’importanza dello sport come strumento di inclusione sociale.

Il tema di questa edizione: “Le Olimpiadi che vorrei“. Il 2016 è l’anno in cui i Giochi Olimpici e Paralimpici sbarcheranno per la prima volta nella storia in Sud America, con Rio 2016. È l’anno in cui la candidatura di Roma per i Giochi Olimpici e Paralimpici del 2024 diventa ufficiale. Con l’obiettivo di influenzare positivamente le nuove generazioni, chi se non gli stessi giovani studenti può essere sfidato a coniugare i valori olimpici in maniera positiva ed innovativa, servendosi del linguaggio proprio dei giovani?

I linguaggi universali dello sport, per eccellenza, sono le immagini e la musica. Gli strumenti propri dei giovani sono i social media e le nuove tecnologie.

Per questo motivo, il Concorso è rivolto a tutti gli studenti degli Istituti secondari di II grado, statali e paritari, e ha come oggetto la produzione di un elaborato multimediale proiettato al futuro tramite le nuove tecnologie, simbolo delle giovani generazioni.

Per esaltare il talento degli studenti, la Fondazione ha deciso di lasciar loro ampia scelta sullo sviluppo degli elaborati, purché questi adottino una forma di comunicazione fotografica, video e musicale. Gli elaborati dovranno essere classificabili all’interno di uno dei due settori denominati rispettivamente CINEMUSICALE e VIDEOFOTOGRAFICO.

La Fondazione immagina che gli studenti si cimentino nella produzione degli elaborati coadiuvati dai docenti di qualunque ambito disciplinare. Saranno apprezzati la fantasia, l’innovatività, la qualità generale degli elaborati e la possibilità di utilizzare gli stessi per la promozione e la sensibilizzazione su larga scala.

I vincitori verranno premiati con un viaggio per assistere ad un evento legato allo sport che si svolgerà nel corso del 2016.

Nel regolamento allegato alla presente sono contenute tutte le informazioni necessarie alla partecipazione al Concorso. Considerata la particolare rilevanza dell’iniziativa, s’invitano le SSVV a darne la massima diffusione.

 

Il Presidente
Comitato Olimpico Nazionale Italiano

Il Presidente
Fondazione Giulio Onesti


Regolamento