Archivi tag: Eccellenza

Giornata delle Eccellenze

Il Miur e la scuola scendono in campo per Matera 2019
De Filippo firma Protocollo d’intesa con la Presidente della Fondazione

Promuovere la città di Matera, il suo patrimonio e le molte iniziative del programma di Matera 2019-Capitale Europea della Cultura. Coinvolgere le studentesse e gli studenti in progetti di cura e rigenerazione del patrimonio culturale, coniugando l’arte con il linguaggio digitale e la scienza. Promuovere la cittadinanza attiva e democratica attraverso la conoscenza e il rispetto delle differenze. Favorire il dialogo tra le culture. Sono gli obiettivi contenuti nel Protocollo d’intesa firmato questa mattina al Ministero dell’Istruzione, dell’Università e della Ricerca, dal Sottosegretario Vito De Filippo e dalla Presidente della Fondazione Matera-Basilicata 2019Aurelia Sole, Rettrice dell’Università degli Studi della Basilicata, con cui si avvia un rapporto di cooperazione tra il Miur e la Fondazione per promuovere nelle istituzioni scolastiche di tutta Italia le iniziative previste dal programma Matera-Basilicata 2019-Capitale Europea della Cultura.

Tra le prime azioni del Protocollo, il coinvolgimento di 80 studentesse e studenti vincitrici e vincitori delle competizioni nazionali organizzate dal Miur, chiamati a Matera dal 25 al 27 ottobre per scoprirne i tesori e confrontarsi con rappresentanti delle istituzioni e professionisti “eccellenti” di diversi settori. Il 27 ottobre, data in cui si celebrerà la Giornata delle Eccellenze, quest’anno proprio nella città lucana, le studentesse e gli studenti “eccellenti” saranno proclamati Ambasciatori di Matera 2019, con il compito di promuovere il vasto programma di Matera-Basilicata 2019-Capitale Europea della Cultura, presso le proprie realtà educative.

Il Protocollo prevede inoltre che, nel percorso di avvicinamento al 2019, il Miur e la Fondazione si impegnino a promuovere, presso le scuole di ogni ordine e grado, progetti che guardano all’arte e alla scienza e all’ambiente. In particolare, alunne e alunni saranno invitati a partecipare al progetto ‘Biophilia’ dedicato alla contaminazione tra musica e scienza, pensato per incentivare l’utilizzo della creatività imparando al contempo scienze, musica e tecnologia e ritenuto particolarmente adatto alle bambine e ai bambini affetti da dislessia e sindrome di deficit di attenzione. Il progetto “Matera 3019”, già inserito nel dossier di candidatura di Matera a Capitale della Cultura Europea, ha l’obiettivo di far riflettere sul futuro remoto e sulla consapevolezza ambientale. In generale, il Miur e la Fondazione incentiveranno l’innovazione culturale, la valorizzazione e la trasmissione della conoscenza del territorio, con la collaborazione di partner locali, nazionali ed internazionali, e degli atenei, in particolare l’Università della Basilicata.

«La collaborazione con il MIUR si inserisce in un percorso di costruzione di senso della comunità nazionale intorno ai temi della cultura, con particolare attenzione al ruolo dei giovani – ha sottolineato la Presidente della Fondazione Matera Basilicata 2019, Aurelia Sole -.  L’accordo con Matera 2019 riprende quanto già sperimentato con Expo 2015, prevedendo un ampio coinvolgimento delle scuole sia in attività online attraverso una piattaforma dedicata, sia on site all’interno dei progetti che si svilupperanno a Matera nel 2019. Tali azioni contribuiranno a portare avanti lo spirito del progetto avviato nel corso della candidatura e che ha riscosso grandissimo successo, dal titolo “Porta la tua scuola nel 2019”».

«Siamo molto contenti, come Ministero, di contribuire in modo concreto alle iniziative di avvicinamento al 2019, anno per il quale Matera è stata proclamata Capitale Europea della Cultura – ha commentato il Sottosegretario Vito De Filippo -. Le nostre giovani ambasciatrici e i nostri giovani ambasciatori si impegneranno a promuovere l’evento presso le loro compagne e i loro compagni e le famiglie. Un ruolo, quello di ambasciatori, che ha molteplici obiettivi: partecipare in modo attivo a un grande evento culturale di respiro nazionale ed internazionale traendone insegnamenti di condivisione e cittadinanza attiva, testare in prima persona il grande valore del nostro patrimonio artistico e culturale e divulgarlo quanto più possibile. Del resto, lo stimolo a diventare cittadine e cittadini sempre più attivi e consapevoli è uno degli obiettivi principali della Legge 107 approvata nel 2015, che ha previsto ore di insegnamento specifiche e risorse, sia in termini di personale che finanziarie, per poterle realizzare. Il Miur e la scuola non potevano dunque non rispondere all’appello di Matera nel suo ruolo di Capitale Europea della Cultura e – ha concluso De Filippo – lo hanno fatto mettendo a disposizione il proprio fiore all’occhiello: le studentesse e gli studenti vincitori delle Olimpiadi che ogni anno si svolgono e toccano tutte le materie di insegnamento».

Tutte le informazioni sulle attività dedicate alle scuole saranno consultabili al link www.matera-basilicata2019.it/it/scuola


Decreto Dipartimentale 3 aprile 2017, AOODPIT 256

Decreto Dipartimentale 3 aprile 2017, AOODPIT 256

Elenco dei soggetti esterni accreditati al fine di collaborare con l’Amministrazione scolastica per promuovere e realizzare procedure di confronto e di competizione, nazionali e internazionali, concernenti la valorizzazione delle eccellenze degli studenti delle scuole secondarie di secondo grado, statali e paritarie

I Fuoriclasse della scuola

Giovani talenti italiani crescono con “I Fuoriclasse della scuola”
Al via la seconda edizione del progetto MIUR-Feduf dedicato alle eccellenze della scuola italiana che l’anno scorso ha premiato 45 studenti.

Roma, 7 Marzo 2017 – “I Fuoriclasse della scuola”, il progetto dedicato alla valorizzazione degli studenti eccellenti, che lo scorso anno ha conferito borse di studio a 45 vincitori delle Olimpiadi organizzate dal MIUR, è giunto alla sua seconda edizione, presentata lo scorso mercoledì 1 marzo 2017 nella sede della Associazione Bancaria Italiana.
Nato nell’ambito del Protocollo tra la Fondazione per l’Educazione Finanziaria al Risparmio, nata su iniziativa dell’Associazione Bancaria Italiana, e il Ministero dell’Istruzione, dell’Università e della Ricerca e realizzato con il sostegno del Museo del Risparmio di Torino e dell’Associazione Bancaria Italiana, il progetto si pone l’obiettivo di valorizzare i giovani talenti della scuola attraverso borse in denaro e la partecipazione ad un innovativo Campus residenziale di educazione finanziaria.
“Questo progetto”, ha spiegato il Sottosegretario all’Istruzione Angela D’Onghia, “non consiste nel semplice conferimento di una borsa di studio. Con la partecipazione ad un Campus residenziale di educazione finanziaria, si offre agli studenti meritevoli un’opportunità in più per prepararli alle sfide della nuova geografia del lavoro in cui le competenze devono essere concretamente spendibili. Solo così possiamo contribuire alla formazione di futuri cittadini responsabili e capaci di emergere e di conquistare la visibilità che meritano nel mercato del lavoro. Premiare giovani talenti – ha concluso il Sottosegretario – vuol dire premiare la dedizione, la tenacia, la preparazione, lo studio, aiutandoli a costruire la propria strada e il proprio futuro. Ben vengano, dunque, queste iniziative che, mettendo a confronto gli studenti in una sana competizione, stimolano e promuovono la loro partecipazione, si spera sempre più numerosa”.
Caratteristica fondante del progetto è garantire il potenziamento delle eccellenze della scuola con l’acquisizione di competenze economiche oggi indispensabili per un pieno sviluppo delle giovani e dei giovani nella vita e nel lavoro. Non è prevista, quindi, solo l’assegnazione di borse di studio, finanziate tramite la filantropia privata, ma le studentesse e gli studenti sono anche coinvolti in tre giornate di full immersion presso il Museo del Risparmio di Torino per approfondire i temi della gestione consapevole del denaro, dello sviluppo delle capacità auto-imprenditoriali e del mondo del lavoro, stimolando l’uso dell’intelligenza emotiva per favorire il pieno sviluppo del capitale umano di questi giovani talenti.
Il progetto, esempio di collaborazione tra soggetti pubblici e privati, parte anche dall’analisi dei dati: l’OCSE, nelle sue periodiche rilevazioni sul livello di educazione finanziaria dei quindicenni, rileva come l’Italia si collochi al 17° posto su 18 Paesi, l’ultimo dei quali è la Colombia. Solo il 37% delle giovani e dei giovani italiani, infatti, è in grado di rispondere a tre delle quattro domande di base. Il progetto I Fuoriclasse della scuola, giunto al suo secondo anno di vita, ha già raggiunto importanti risultati: nel 2016 sono state conferite 45 borse di studio del valore di 1.600 euro ciascuna ad altrettanti Fuoriclasse; 27 donatori privati, la maggior parte dei quali espressione del mondo finanziario, hanno aderito all’iniziativa premiando uno o più vincitori delle Olimpiadi di diverse discipline, da quelle letterarie a quelle tecnico-scientifiche. In
occasione della cerimonia di premiazione, svoltasi a Torino nel novembre 2016, il progetto ha ricevuto la Medaglia d’Oro della Presidenza della Repubblica ed è stato elogiato dal Ministro dell’Istruzione con una lettera indirizzata ai 45 Fuoriclasse e ai loro sostenitori.
La nuova edizione dei Fuoriclasse della Scuola prevede un aumento nel numero dei finanziatori e delle borse di studio e una nuova edizione del Campus dei Fuoriclasse, in programma dal 13 al 15 novembre prossimo organizzato dal Museo del Risparmio di Torino. Presso questa struttura, unica nel suo genere in Italia, i ragazzi potranno lavorare in un ambiente interattivo ricco di stimoli e di strumenti multimediali, ideali per lo sviluppo di competenze economiche e per favorire il lavoro di gruppo.
I destinatari di questo Progetto sono le studentesse e gli studenti dell’ultimo triennio delle scuole secondarie di II grado delle seguenti competizioni individuali a livello nazionale comprese nel Programma annuale per la Valorizzazione delle eccellenze:
 Olimpiadi di: Astronomia, Chimica, Filosofia, Fisica, Informatica, Italiano, Lingue e civiltà classiche, Matematica, Scienze naturali, Statistica
 Concorsi: EconoMia e New Design
 Gara nazionale per gli alunni degli istituti professionali e per gli alunni degli istituti tecnici

Decreto Dipartimentale 22 dicembre 2016, AOODPIT 1438

Ministero dell’Istruzione dell’Università e dello Ricerca
Dipartimento per il sistema educativo di istruzione e formazione
Direzione generale per gli ordinamenti scolastici e la valutazione del sistema nazionale di istruzione
Ufficio I

Decreto Dipartimentale 22 dicembre 2016, AOODPIT 1438

Criteri per l’individuazione degli studenti meritevoli per i risultati raggiunti nelle competizioni indicate nel Programma annuale per la valorizzazione delle eccellenze e determinazione dell’ammontare dei relativi premi

Avviso 12 dicembre 2016, AOODGOSV 14334

Ministero dell’Istruzione, dell’Università e della Ricerca
Dipartimento per il sistema educativo di istruzione e formazione
Direzione generale per gli ordinamenti scolastici e la valutazione del sistema nazionale di istruzione
– Ufficio I –

Avviso 12 dicembre 2016, AOODGOSV 14334

Valorizzazione delle eccellenze

Il 28 febbraio 2017 scadono i termini per la presentazione delle domande per ottenere l’accreditamento e il riconoscimento delle competizioni nel Programma annuale per la valorizzazione delle eccellenze per gli studenti delle scuole secondarie di secondo grado.

Con il presente avviso viene data applicazione al decreto ministeriale 182 del 19 marzo 2015 che ha definito le modalità e i tempi per la presentazione delle domande da parte dei soggetti interessati ad ottenere il riconoscimento delle competizioni nel Programma annuale per la valorizzazione delle eccellenze per gli studenti delle scuole secondarie di secondo grado, statali e paritarie.

Si allegano i seguenti moduli:
Modulo 1 -Domanda di accreditamento
Modulo per ottenere l’accreditamento da parte dei soggetti esterni all’Amministrazione scolastica che intendono concorrere per un triennio, a partire dall’anno scolastico 2017/2018, alle iniziative di valorizzazione delle eccellenze riguardanti gli studenti delle scuole secondarie di secondo grado.

Modulo 2 -Competizione proposta
Modulo per ottenere il riconoscimento della competizione nel Programma annuale per la valorizzazione delle eccellenze, a partire dall’anno scolastico 2017/2018, da parte dei soggetti interni e dei soggetti esterni all’Amministrazione scolastica.

Modulo 3 -Elenco dati relativi alla competizione
Modulo contenente i dati relativi alla competizione realizzata dai soggetti interni e dai soggetti esterni all’Amministrazione scolastica per gli studenti delle scuole secondarie di secondo grado.

I suddetti moduli, debitamente sottoscritti dal legale rappresentante del soggetto proponente, potranno essere spediti per posta elettronica certificata (PEC) a DGOSV@postacert.istruzione.it oppure tramite raccomandata con ricevuta di ritorno al seguente indirizzo: Ministero dell’Istruzione, dell’Università e della Ricerca Dipartimento per il sistema educativo di istruzione e formazione -Direzione generale per gli ordinamenti scolastici e la valutazione del sistema nazionale di istruzione -Ufficio I- Viale Trastevere 76/A -00153 Roma.

Il Direttore Generale
F.to Carmela Palumbo


Allegati

Decreto Dipartimentale 1 dicembre 2016, AOODPIT 1295

Ministero dell’lstruzione dell’Università e della Ricerca
DIPARTIMENTO PER IL SISTEMA EDUCATIVO DI ISTRUZIONE E DI FORMAZIONE

Decreto Dipartimentale 1 dicembre 2016, AOODPIT 1295

Monitoraggio studenti dei corsi di istruzione secondaria superiore delle scuole statali e paritarie che abbiano conseguito risultati di eccellenza nell’ambito delle competizioni individuate per ambiti disciplinari con la tabella A annessa al decreto ministeriale 28 luglio 2015

Giornata delle Eccellenze

Giornata delle Eccellenze, martedì a Lecce assegnazione del riconoscimento a 100 ‘super bravi’

Sono i vincitori di Olimpiadi e competizioni nazionali

Saranno 100 gli alunni “super bravi” protagonisti della Giornata delle Eccellenze, la giornata dedicata agli studenti che si sono distinti nelle competizioni nazionali nelle diverse discipline scolastiche. L’iniziativa, alla sua quarta edizione, è promossa dal Ministero dell’Istruzione, dell’Università e della Ricerca nell’ambito del Programma nazionale per la valorizzazione delle eccellenze.

Quest’anno l’evento si svolgerà a Lecce martedì 25 ottobre, presso il Teatro “Politeama Greco”, dalle ore 9.30. A conferire il riconoscimento agli studenti sarà il Sottosegretario all’Istruzione Angela D’Onghia. Al suo fianco, diverse personalità che si sono distinte in ambito tecnico, scientifico e culturale, a livello nazionale e internazionale e con le quali gli studenti avranno anche modo di confrontarsi nel corso della cerimonia.
Le 100 eccellenze arrivano dalle scuole secondarie di secondo grado di tutta Italia. La loro età è compresa tra i 15 e i 18 anni (45 gli under 18 e 55 i maggiorenni). I ragazzi prevalgono sulle ragazze (70 contro 30). Si tratta di alunni che sono riusciti ad imporsi nelle 14 Olimpiadi e Competizioni nazionali, dalle più tradizionali come quelle di Informatica, Filosofia, Fisica e Matematica, alle più recenti come quelle di Italiano, Lingue e Civiltà Classiche, Astronomia. Si sono distinti in modo eccellente anche nelle Gare degli Istituti Tecnici e Professionali, promosse con la collaborazione degli Albi professionali per le discipline tecnico-pratiche. Competizioni che sono riconosciute dal Miur e che rientrano nel Piano annuale per la valorizzazione e promozione del merito.

La Giornata delle Eccellenze è organizzata dalla Direzione Generale per gli Ordinamenti scolastici e la valutazione del sistema nazionale di istruzione del Miur. La cerimonia si tiene ogni anno in luoghi simbolici e di alto prestigio culturale e istituzionale. Le precedenti edizioni si sono tenute a Napoli, presso Città della Scienza, a Lucca alla presenza del Ministro Stefania Giannini, e lo scorso anno nell’Aula del Senato, a Roma, con la partecipazione del Presidente Pietro Grasso. Quest’anno l’appuntamento si rinnova nella città di Lecce grazie anche alla collaborazione dell’Università del Salento.