Archivi tag: Stranieri

Avviso 1 febbraio 2017, AOOODGOSV 1020

Ministero dell’Istruzione dell’Università e della Ricerca
Dipartimento per il sistema educativo di istruzione e formazione
Direzione generale per gli ordinamenti scolastici e la valutazione del sistema nazionale di istruzione

Avviso 1 febbraio 2017, AOOODGOSV 1020

Assistenti di lingua italiana all’estero – Anno scolastico 2017-2018

Nota 23 gennaio 2017, AOODGRUF 1161

Ministero dell’Istruzione, dell’Università e della Ricerca
Dipartimento per la programmazione e la gestione delle risorse umane, finanziarie e strumentali
Direzione Generale per le risorse umane e finanziarie
Ufficio IV

Alle Direzioni Generali
Sede
Ai Direttori degli U.S.R.
LL.SS.

Oggetto: Pubblicazione programmi Tirocini Brevi I sessione 2017.

Si trasmette, con preghiera di diffusione a tutto il personale, la nota del 13 gennaio 2017 del Ministero degli Affari Esteri – Direzione Generale per l’Unione Europea – Ufficio IV, concernente il sottoelencato bando:
I sessione 2017 programma Tirocini Brevi
Bruxelles dal 6 giugno al 16 giugno 2017
Scadenza 30 gennaio 2017

Si fa presente che ulteriori informazioni potranno essere assunte dagli interessati visitando il sito del Ministero degli Affari Esteri e della Cooperazione Internazionale.

Copia della presente e dei relativi allegati sarà pubblicata sul sito del
Ministero.

IL DIRETTORE GENERALE
Jacopo GRECO


Ministero degli Affari Esteri
Direzione Generale per l’Unione Europea
Ufficio IV

Oggetto: PROGRAMMA TIROCINI BREVI – II SESSIONE 2017
Data: 13/01/2017

Si comunica che nel sito di questo Ministero degli Affari Esteri e della Cooperazione Internazionale
(http://www.esteri.it/mae/it/ministero/servizi/italiani/opportunita/nella_ue/nelle_istituzioni/tirocini_breve_durata), è disponibile il bando relativo alla prima sessione 2017 del programma Tirocini Brevi, che avrà luogo a Bruxelles dal 6 al 16 Giugno 2017.
Si attira l’attenzione di Codeste Amministrazioni sui seguenti punti:
– i posti disponibili indicati per l’Italia per la seconda sessione 2017
sono 3;
– la Commissione europea provvede alle spese di alloggio a Bruxelles e ad eventuali costi di trasferimenti per visite al di fuori di Bruxelles;
– la Commissione non provvede al costo del biglietto aereo per/da
Bruxelles;
– le Amministrazioni di appartenenza devono assicurare la retribuzione e agli oneri previdenziali e assicurativi dei partecipanti al programma tirocini brevi;
– ciascuna Amministrazione può proporre una sola candidatura, inviando CV in formato europeo (redatto in inglese o in francese) e nulla osta;
– i candidati devono essere in possesso di tutti i requisiti richiesti –
consultabili sul sito di questo MAECI al percorso sopra indicato e i cv
devono esplicitare in modo chiaro e dettagliato l’esperienza professionale in settori che trattano materie afferenti all’Unione Europea. Deve, altresì essere chiaramente indicata l’anzianità di servizio;
– la data di scadenza per la presentazione delle candidatureè il 1
Febbraio 2017.

Cordiali saluti,
Cesare Borgia
M.A.E.C.I.
D.G.U.E. – IV

Schema Decreto Legislativo (CdM, 14.1.17)

Schema di decreto legislativo
recante disciplina della scuola italiana all’estero

Nota 21 ottobre 2016, AOODGOSV 11703

Ministero dell’Istruzione, dell’Università e della Ricerca
Dipartimento per il sistema educativo di istruzione e formazione
Direzione generale per gli ordinamenti scolastici e la valutazione del sistema nazionale di istruzione

Ai Direttori degli Uffici Scolastici Regionali
LORO SEDI

Ai Dirigenti Scolastici delle Istituzioni Scolastiche di secondo grado

Al Sovrintendente agli Studi della Valle d’Aosta
AOSTA

Al Dirigente del Dipartimento Istruzione per la Provincia Autonoma di TRENTO

All’Intendente Scolastico per le scuole delle località ladine di BOLZANO

All’Intendente Scolastico per la scuola in lingua tedesca di BOLZANO

Al Sovrintendente Scolastico della Provincia di BOLZAN=

e p.c     Al Capo Dipartimento per il sistema educativo di istruzione e formazione

SEDE

 

Oggetto: Fiera “Studiare in Canada” 2016.

Si informano le SS.LL. che l’Ambasciata del Canada in Italia organizza la Fiera “Studiare in Canada”, con un doppio appuntamento:

  • Roma, presso il Centro Congressi Cavour, Via Cavour 50A, in data 3 novembre 2016 dalle ore 10.30 alle ore 17.00
  • Milano, presso il Palazzo alle Stelline, Corso Magenta 61, in data 5 novembre 2016 dalle ore 10.00 alle ore 15.00.

 

La Fiera è aperta al pubblico, in particolare a docenti, studenti e genitori delle scuole secondarie di secondo grado e dei corsi ITS. Saranno presenti i rappresentanti canadesi di università, colleges, istituti d’istruzione secondaria e scuole di lingua, che forniranno materiale informativo e informazioni sulle opportunità formative offerte dal Canada.

 

Focus particolare dell’edizione di quest’anno è la promozione dei programmi studio post-secondari presso le università e presso i “Colleges and Institutes”, istituzioni post-secondarie equiparabili agli Istituti Tecnici Superiori (ITS) in Italia. Si tratta di un settore sempre più in espansione in Canada, in quanto capace di integrare istruzione e formazione di qualità, adeguandosi alle richieste del mercato del lavoro per un rapido e efficace inserimento nel sistema produttivo del Paese.

 

L’ingresso alla Fiera è totalmente gratuito. Per informazioni sugli espositori canadesi e per registrarsi è possibile consultare la pagina dedicata alla Fiera sul sito dell’Ambasciata www.canada.it.

Si confida nella massima diffusione dell’iniziativa ai docenti di lingua inglese e francese, ai                                                                       docenti referenti delle relazioni internazionali e alle Fondazioni ITS.

 

Ringraziando per l’attenzione, si porgono cordiali saluti.

 

IL DIRETTORE GENERALE
Carmela Palumbo

Stati Generali della lingua italiana: Italiano Lingua Viva

Il 17 e 18 ottobre si svolge a Firenze la seconda edizione degli Stati Generali della lingua italiana, intitolata Italiano Lingua Viva. L’evento sarà dedicato ad approfondire i temi della promozione linguistica e culturale all’estero con particolare attenzione al ruolo del mondo dell’impresa e delle produzioni creative del Made in Italy, proseguendo la riflessione avviata  nel 2015. L’iniziativa avverrà in concomitanza con la XVI Settimana della lingua italiana nel mondo (17 – 23 ottobre 2016) che sarà dedicata al tema della creatività ed avrà il titolo L’italiano e la creatività: marchi e costumi, moda e design.
Il 17 ottobre verrà lanciato il nuovo Portale della lingua italiana nel mondo. Verrà inoltre approfondita il tema dell’uso della lingua italiana nelle strategie di comunicazione delle aziende del Made in Italy con la partecipazione di rappresentanti dei settori della moda, del design, dell’enogastronomia e dell’auto-motive. Il 18 ottobre verranno presentati i risultati dei progetti avviati con la prima edizione del 2014 e i dati aggiornati sulla diffusione dell’insegnamento dell’italiano nel mondo. Allo stesso tempo si discuterà del legame tra lingua italiana e creatività.
Anche in questa edizione degli Stati Generali, sarà centrale il contributo di esperti, accademici e rappresentanti degli altri enti attivi nella promozione linguistica all’estero, convocati lo scorso 6 maggio dal Vice Ministro Mario Giro e dal Direttore Generale per la Promozione del Sistema Paese, Vincenzo De Luca, per l’avvio dei seguenti 5 Gruppi di Lavoro:

  • L’italiano nel mondo e l’italofonia
  • Strategie di promozione linguistica all’estero e attrazione degli studenti
  • Le nuove tecnologie e la comunicazione linguistica
  • La certificazione unica
  • Lingua, valore e creatività

Questa seconda edizione segue la prima edizione degli Stati Generali dell’ottobre del 2014, manifestazione che ha avuto il merito di rilanciare la promozione della lingua italiana all’estero, quale straordinario strumento di politica estera e di promozione del sistema paese nel suo insieme. In quell’occasione si è fatto il punto sullo stato di diffusione dell’insegnamento dell’italiano all’estero e si è definita una strategia operativa con l’avvio si progetti nuovi ed innovativi.
L’iniziativa del 2014, promossa dal Ministero degli Affari Esteri e della Cooperazione Internazionale in collaborazione con il Ministero dell’Istruzione, dell’Università e della Ricerca e con il Comune di Firenze, è stata l’occasione per delineare nuove strategie di diffusione dell’italiano all’estero sulla base delle attuali sfide.
Tra le principali proposte emerse nel 2014 ricordiamo:

  • La creazione del Portale della Lingua italiana nel mondo, che sarà lanciato nella prossima edizione degli Stati Generali di ottobre 2016;
  • L’avvio di un progetto per  l’invio di laureati specializzati nell’insegnamento dell’italiano come lingua straniera, lanciato in via sperimentale nell’anno accademico 2015/2016, e a cui hanno aderito oltre 30 università straniere per l’anno accademico 2016/2017;
  • L’istituzione di una classe di concorso apposita per i docenti specializzati nell’insegnamento dell’italiano come L2, realizzata dal MIUR con la nuova classe di concorso A23;
  • La costituzione dell’Albo degli Italofoni che viene aggiornato periodicamente con l’inserimento di nuovi nominativi;
  • L’avvio di una Valutazione Indipendente dei corsi di lingua italiana all’estero, iniziata nel 2016, con una prima raccolta di dati relativi alla qualità didattica dei corsi d’insegnamento erogati dagli IIC.

Ad ottobre 2015, si è svolto a Firenze l’evento Riparliamone: la lingua ha valore per fornire un aggiornamento sull’attuazione dei progetti avviati nel 2014. Oltre ai dati aggiornati sulla diffusione dell’insegnamento dell’italiano nel mondo, il convegno ha fornito l’occasione per riflettere sul valore dell’italiano per il sistema economico e fare il punto sulle priorità su cui lavorare verso gli Stati Generali 2016. Il Vice Ministro Giro ha sottolineato l’importanza di sviluppare una certificazione della lingua unitaria da realizzare  in collaborazione con il MIUR.
Il convegno è poi proseguito con gli interventi di esponenti del mondo dell’economia e delle imprese che hanno fornito il loro contributo alla riflessione sul legame esistente tra la lingua italiana e le produzioni tipiche del Made in Italy. Sempre più spesso infatti la lingua italiana è utilizzata all’estero per comunicare un legame con l’Italia in molti settori quali la moda, l’enogastronomia, l’arte, il design, l’architettura e la musica Inoltre, imprese italiane e straniere usano l’italiano nella loro strategia di comunicazione aggiungendo così valore al proprio prodotto e al proprio marchio. Anche nei casi in cui gruppi stranieri hanno acquisito aziende italiane, si assiste spesso alla valorizzazione del marchio italiano quale fattore distintivo e collettore di clientela. La lingua italiana svolge, quindi, un ruolo molto importante per la proiezione dell’immagine dell’Italia all’estero con ricadute positive per il sistema economico.


ITALIANO LINGUA VIVA
Firenze, 17 – 18 ottobre 2016
Palazzo Vecchio – Salone dei Cinquecento
RSVP: statigenerali2016@esteri.it

Lunedì 17 ottobre – Salone dei Cinquecento, Palazzo Vecc hio

Ore 8.30 Registrazione partecipanti
Modera: Mario Giro, Vice Ministro agli Affari Esteri e alla Cooperazione Internazionale

Ore 9.20 Paolo Gentiloni, Ministro degli Affari Esteri e della Cooperazione Internazionale
Matteo Renzi, Presidente del Consiglio dei Ministri
Stefania Giannini, Ministro dell’Istruzione, dell’Università e della Ricerca
Dario Nardella, Sindaco di Firenze
Andrea Riccardi, Presidente Società Dante Alighieri
Monica Maggioni, Presidente Rai

Ore 10.30 Pierfrancesco Favino interpreta il Design
Video “Il Design parla Italiano”

Ore 10.45 Lancio del Portale della lingua italiana nel mondo
Vincenzo De Luca, Direttore Generale per la Promozione del Sistema Paese MAECI
Modera: Beppe Severgnini, editorialista Corriere della Sera

Ore 11.00 Tavola rotonda: l’italiano nelle strategie di comunicazione
Olivier François, Fiat Chrysler Automobiles Direttore Marketing Gruppo FCA & Responsabile Marca Fiat
Andrea Illy, Presidente Fondazione Altagamma e Presidente Illycaffè
Clemént Vachon, Direttore comunicazione e relazioni internazionali Gruppo San Pellegrino
Lelio Gavazza, General manager Europa, Asia, Medio Oriente Bulgari
Annamaria Testa, esperta di comunicazione e saggista

Ore 13.00 Presentazione del video “In Italiano è meglio” a cura degli studenti di Quasar – Università di Design (Roma)

Ore 13.30 Pausa dei lavori

Ore 15.30 Ripresa dei lavori – Sala delle Armi, Palazzo Vecchio
Presentazione dei coordinatori dei Gruppi di Lavoro
Barbara Turchetta, Università per Stranieri di Perugia
Guido Baldassarri, Conferenza dei Rettori delle Università Italiane
Rossella Schietroma, Ministero dell’Istruzione, dell’Università e della Ricerca
Paolo Corbucci, Ministero dell’Istruzione, dell’Università e della Ricerca
Massimo Vedovelli, Università per Stranieri di Siena

Ore 16.00 Carmela Palumbo, Direttore Generale per gli ordinamenti scolastici e la valutazione del sistema nazionale di istruzione, MIUR

Ore 16.20 Rosanna Rummo, Direttore Generale Biblioteche e Istituti Culturali, MIBACT

Ore 16.30 Interventi del pubblico e in chat dal vivo dall’estero

Ore 18.00 Conclusioni Mario Giro, Vice Ministro agli Affari Esteri e alla Cooperazione Internazionale

Martedì 18 ottobre – Salone dei Cinquecento, Palazzo Vecc hio

Ore 8.30 Registrazione partecipanti

Ore 9.00 Mario Giro, Vice Ministro agli Affari Esteri e della Cooperazione Internazionale
Monica Barni, Vice Presidente e Assessore alla Cultura della Regione Toscana
Giancarlo Kessler, Ambasciatore di Svizzera in Italia
Julia Victoria Rodríguez Suárez e Kristi Nika, Vincitori stranieri Olimpiadi d’Italiano, Spagna e Grecia

Ore 9.30 Presentazione seguiti Stati Generali 2014 e azioni di promozione linguistica
Introduce: Massimo Riccardo, Direttore Centrale DGSP MAECI
Cristina Ravaglia, Direttore Generale per gli Italiani all’estero e le politiche migratorie MAECI
Roberto Cincotta, Direttore Istituto Italiano di Cultura di Varsavia
Carla Bagna, Università per Stranieri di Siena
Stefano Assolari, Docente di italiano presso la University of Cyprus
Lucia Pasqualini, Capo Ufficio promozione della lingua italiana all’estero DGSP MAECI
Paolo Balboni, Università Ca’ Foscari di Venezia

Ore 10.45 Esibizione Heidi Li, cantante
Modera: Benedetta Rinaldi, giornalista e conduttrice televisiva RAI

Ore 11.00 L’italiano e la creatività: marchi e costumi, moda e design
Claudio Marazzini, Presidente Accademia della Crusca
Lila Azam Zanganeh, Scrittrice
Davide Rampello, Professore Politecnico di Milano
Antonio Calabrò, Consigliere delegato di Fondazione Pirelli

Ore 11.40 Esibizione dei cantanti lirici Eunhee Kim e Quianming Dou

Ore 12.00 Italofonia e comunità italofone
Piero Bassetti, Presidente Associazione Globus et Locus
Piero Corsini, Direttore Rai Italia
Norberto Lombardi, Consigliere CGIE
Eike Schmidt, Direttore Museo Uffizi
Hammadi Agrebi, Italianista

Ore 12.40 Saluti
Dario Nardella, Sindaco di Firenze
Mario Giro, Vice Ministro agli Affari Esteri e alla Cooperazione Internazionale

Ore 12.50 Conclusioni
Sergio Mattarella, Presidente della Repubblica

IN DIRETTA STREAMING www.esteri.it

Sezione degli studenti in Museo della fiducia e del dialogo

Migranti, Faraone sigla accordo con Sindaco Lampedusa:
ci sarà sezione degli studenti in Museo della fiducia e del dialogo

Oggi, 3 ottobre, in occasione della prima Giornata della memoria dedicata alle vittime del naufragio di 3 anni fa a largo delle coste di Lampedusa, il sottosegretario Davide Faraone ha chiuso l’accordo che impegna il Ministero dell’Istruzione, dell’Università e della Ricerca a sottoscrivere con il Comune di Lampedusa e Linosa e con il Comitato 3 ottobre un Protocollo di intesa per l’istituzione di una sezione speciale all’interno del Museo della Fiducia e del Dialogo nato sull’isola.

Il documento è stato firmato nei locali del Comune di Lampedusa e Linosa, alla presenza del Sottosegretario, del Sindaco Giusi Nicolini e di Tareke Brhane, Presidente del Comitato 3 Ottobre. Il Protocollo è la naturale prosecuzione del progetto biennale “L’Europa inizia a Lampedusa” organizzato dal MIUR in collaborazione con il Comitato 3 ottobre, tramite il Ministero dell’Interno. Il progetto ha preso il via in questi giorni e ha portato sull’isola oltre 200 studenti italiani e proveniente dai Paesi dell’Unione Europea per confrontarsi e discutere sui temi dell’integrazione. I tre giorni di dibattiti – dal 30 settembre al 3 ottobre – sono culminati con la celebrazione della “Giornata per la memoria delle vittime dell’immigrazione”.

Il frutto dell’esperienza condotta in questi giorni a Lampedusa costituirà l’avvio di una progettualità che si svilupperà per l’intero anno scolastico, con l’intento di raccogliere e selezionare le opere che saranno prodotte per il Museo della Fiducia e del Dialogo da studenti di tutta Europa. Le finalità del Protocollo si inscrivono fra gli obiettivi del MIUR che mira a innovare il sistema educativo per affermare, a livello europeo, il ruolo centrale assunto dall’istruzione nei processi di crescita e modernizzazione sociale.

Per approfondimenti www.europalampedusa.it

L’Europa comincia a Lampedusa

europa_lampedusa

“L’Europa inizia a Lampedusa”,
Giannini-Faraone: “Oltre 200 studenti nell’isola da tutta Italia e
dall’Europa. Integrazione e accoglienza passano dalla scuola”

Dalle simulazioni di soccorso, al traffico di esseri umani, dall’etica della comunicazione, ai corridoi umanitari, ai diritti dei rifugiati e dei richiedenti asilo. Sono alcuni dei temi che stanno affrontando da ieri pomeriggio gli studenti arrivati a Lampedusa da tutta Italia e dall’Europa. Più di 200 alunni, accompagnati dai loro insegnanti, si stanno confrontando concretamente con i “colleghi” dell’isola sui temi dell’immigrazione e dell’integrazione. È il progetto “L’Europa inizia a Lampedusa”, promosso dal Ministero dell’Istruzione, dell’Università e della Ricerca in collaborazione con il Comitato 3 Ottobre. Gli studenti parteciperanno a workshop, laboratori, seminari, ascolteranno testimonianze e assisteranno a proiezioni video in un luogo simbolo dell’accoglienza, Lampedusa. E lo faranno in occasione di una ricorrenza significativa: il 3 ottobre di tre anni fa al largo dell’isola persero la vita 368 migranti.

Per gli studenti si tratta di un’occasione di apprendimento formale e informale che si concluderà con le celebrazioni per la Giornata nazionale in memoria delle vittime dell’immigrazione, il 3 ottobre, appunto, a cui parteciperà per il Miur il Sottosegretario all’Istruzione Davide Faraone.

Ai ragazzi, questa mattina, è arrivato il saluto del Ministro dell’Istruzione, dell’Università e della Ricerca Stefania Giannini. “Fenomeni globali come l’immigrazione non possono essere affrontati soltanto con politiche di sicurezza o di difesa – ha sostenuto il Ministro -. I 200 studenti venuti sull’isola da tutta Europa stanno vivendo una esperienza educativa unica e sanno dove stare nella contrapposizione tra “aperto” e “chiuso” che caratterizza il nostro tempo. Grazie al loro entusiasmo, “L’Europa inizia a Lampedusa” lancia una sfida e un esempio culturale alle istituzioni e ai cittadini europei: pensare all’accoglienza come incontro intelligente tra popoli diversi. Una responsabilità sociale, civile e politica che affonda le sue radici in una società consapevole, oltre gli allarmi dell’emergenza”.

“In questi giorni a Lampedusa tanti giovani si sono incontrati con gli studenti del luogo per confrontarsi su ciò che vogliono dire concretamente parole come inclusione, integrazione e accoglienza – spiega il Sottosegretario Faraone –. Lo stanno facendo in occasione dell’anniversario di una strage, quella del 3 ottobre, che ci ha richiamati tutti brutalmente ad una riflessione su ciò che sta avvenendo nel Mediterraneo. E se ci sono governi che alzano muri e barriere, la scuola ancora una volta dimostra la sua naturale apertura al mondo. Se questo è il futuro che stiamo costruendo siamo sulla buona strada”.

“L’Europa inizia a Lampedusa” è un progetto biennale finanziato con il Fondo Asilo Migrazione e Integrazione (FAMI) tramite il Ministero dell’Interno (autorità responsabile per la gestione di questo fondo). Il progetto è stato pensato per sensibilizzare e informare gli studenti dell’ultimo triennio delle scuole secondarie di II grado con dei percorsi didattici mirati e approfonditi.

Nel corso della Giornata nazionale del 3 ottobre sarà siglato un accordo tra il Miur, il Comune di Lampedusa e Linosa e il Comitato 3 Ottobre, per istituire la sezione “giovani” del Museo della Fiducia e del Dialogo che ha sede nell’isola.

Le attività svolte dagli studenti a Lampedusa sono organizzate con il supporto di organizzazioni nazionali e internazionali che collaborano con il Comitato 3 Ottobre e con il contributo del Prix Italia della Rai, ospite dell’isola negli stessi giorni.

Il progetto proseguirà nel corso dell’anno scolastico e sarà rafforzato anche con un concorso per le scuole – italiane ed europee – che andrà a raccogliere e selezionare le opere che saranno sin da ora prodotte per il Museo della Fiducia e del Dialogo e servirà a individuare i partecipanti all’evento del 2017.

Tutte le informazioni sul progetto sono disponibili sul sito www.europalampedusa.it, punto di incontro virtuale per le scuole. Gli eventi a Lampedusa potranno essere seguiti in diretta social attraverso il profilo twitter @EuropaLampedusa e sul canale Facebook www.facebook.com/EuropaLampedusa/.