Archivi categoria: Altre rubriche

IL CONNETTOMA

IL CONNETTOMA: Corrisponde alla costruzione con cui si codificano i nostri pensieri emozioni e pulsioni della attivita neurale connettendole strutturalmente comepercorsi di  memoria delle nostre esperienze mentali che variano modificando la struttura delle nostre percezioni mentali. Pertanto i pensieri e esperienze emotive e pulsionali che comunicano la  nostra attivita mentale individuale , sociale ed ambientale non sono semplici astrazioni proprio in quanto l’attività neurale viene cablata.  Cosi in una immagine che risale a Leonardi da Vinci  il connettoma e paragonabile al letto dei corsi di acqua nella terra o le vene del flusso del sangue visto in relazione ai flussi di energia di informazione  Pertanto il connettoma e’ decisivo nel condurre le nostre esperienze cosi come senza un letto del fiume  l’acqua non avrebbe memoria della direzione verso cui scorrere .Inoltre come nella metafora del letto dei fiumi o delle vene l’attività neurale è in continuo mutamento e viene organizzata dalla memoria finche la struttura dei percorsi non si modifica in a decisi cambiamenti  delle esperienze indotti  da fondamentali modifiche dell’ ambiente culturale e naturale . Paolo Manzelli 06/05/2019

—————————————————————————————-

Per  sostenere e collaborare con le iniziative di EGOCREANET-CLUSTER , vedi Modalita di Iscrizione: http://www.egocrea.net/2019/01/15/adesione-al-cluster-egocreanet/

NOTA 1) Paolo Manzelli <egocreant2016@gmail.com .Il 01 e 02 giugno 2019 -si terra il SEMINARIO di Studio e di Ricerca su : MENTE QUANTICA E GEOMETRIA SACRA -Presso Scuola ABC via dei Rustici 9 a FIRENZE ., Il Corso si propone di mettere in evidenza come i codici epigenetici ( da EPI= Sopra la genetica ) permettono di selezionare la morfogenesi del “Connettoma Cerebrale” .

Il Connettoma consiste nelle relazioni tra i neuroni che si attua tra le sinapsi (chimiche ed elettriche) i dendriti e gli assoni , che nel loro insieme controllano la comunicazione cerebrale ponendola in plastica coerenza con la informazione epigenetica proveniente dalla struttura energetica/evolutiva dell’ ambiente naturale e culturale . 

Nel contesto di studio della ” epigenetica cerebrale” il Corso Egocreanet Cluster 2019 mettera in evidenza come la Geometria Sacra, naturale e culturale, vada ad agire nella costruzione degli archetipi morfologici del Connettoma selezionandone la forma della interattivita’, la quale puo divenire “armonica o disarmonica” con il cambiamento dei codici epigenetici . L’ armonia della interazione comporta maturazione neurobiologica e potenziamento della creativita , viceversa la poca flessibilita di indole conservatrice al cambiamento delinea una decrescita selettiva che inibisce le funzionalita cerebrali dell’ aprendimento che da stabili divendono labili , fino a determinare comportamenti degenerativi che inducono disturbi mentali fino a produrre un forte condizionamento cognitivo che si traduce in patologie psicofisiche di ampio rilievo sociale .

Il corso Egocreanet cluster 2019 dara indicazioni sulle opportunita’ di favorire la ricerca sulla segnatura epigenetica piu adatta ala crescita delle potenzialita cerebrali tali che possano favorire la creativita artistica e scientifica contemporanea facendo riferimento esemplare alle condizioni ambientali e culturali del Genio Rinascimentale di Leonardo Da Vinci. Paolo Manzelli 335/6760004 , egocreanet2016@gmail.com ( 04/05/2019)

———————————————————————————-

NOTA 2. ) Il 01 e 02 giugno 2019 -si terra il SEMINARIO di Studio e di Ricerca su : MENTE QUANTICA E GEOMETRIA SACRA -Presso Scuola ABC via dei Rustici 9 a FIRENZE .

Uno dei motivi dl corso sara orientato a mettere in evidenza il Progetto sul CONNETTOMA -UMANO  di Egocreanet Cluster è quello di  trovare adesioni delle persone che vorranno sperimentare una tesi sull’ argomento di ricerca internazionale denomiato Open Connectome Project

http://www.humanconnectomeproject.org/

II progetto Egocreanet-Cluster si propone di mettere in evidenza come le funzionalita superiori della mente sia cognitive che affettivo emotive e pulsionali vengano a dipendere preferenzialmente dello sviluppo delle interazioni neuronali sia culturali che  ambientali le quali agiscono sulla formazione cerebrale con diversi caratteri epigenetici di tipo adattativo o creativo .

In tale contesto il Corso Egocreanet Cluster 2019 intende iniziare lo studio innovativo del “Connettoma Umano” nel suo fondamentale contributo creativo nel rimodulare la costruzione epigenetica in sintonia con una piu’ elevata coscienza  delle necessita’  di cambiamento dell’ l’ambiente culturale e naturale contemporaneo.

Per contribuire allo sviluppo di questo Progetto e’ necessario in primo luogo comprendere che il cervello umano è gia’ predisposto  geneticamente all’atto della nascita ed ha una dimensione corrispondente al peso di circa 300 Grammi;…. poi fino alla puberta ( circa 15 anni)  cresce prevalentemente come Connettoma Cerebrale fin al peso di circa 1.0 Kg ..  Questo dato ci dice come sia decisivo il Connettoma del determinare l’ apprendimento cognitivo ed inoltre agire sulle relazioni orto –e parasimpatiche che definiscono l’ atteggiamento mentale ed  il comportamento umano.

Il “Connettoma Cerebrale” si presenta com una rete che organizza gli impulsi neuronali in una tessitura in tre dimensioni omologabile a quella di un semi-cristallo di acqua che comunica come un oscillatore biologico i campi elettromagnetici quantici di luce (biofononi) e di suono (biofononi) . https://www.neuroscienze.net/il-cervello-quantico-e-la-comunicazione-di-biofotoni/

Uno degli aspetti principali dello sviluppo del “Connettoma Umano” è il fatto  che esso protrae la sua crescita  lungo termine dopo la nascita e che ha la plasticita’ di cambiare durante tutto l’ arco della vita . Pertanto tale sua caratteristica lo rende ampiamente indipendente la carattere genetico inizialmente acquisito, mentre è principalmente soggetto alle interazioni epigenetiche sia della formazione del pensiero appreso come acquisizione del sapere  ed inoltre alle caratteristiche di informazione derivanti dal cambiamento ambientale.

Pertanto l’ attività del cervello tramite la plasticita’ della crescita del suo connettoma , non è quella di un organo statico e passivo di fronte a una non meno statica paradigma della «realtà oggettiva», ma altresi ha la possibilia di comportarsi come un sistema dinamico creativo , plasmato da un’incessante interazione con l’ambiente naturale culturale e sociale modificando il proprio pensiero nel quadro di una nuova dimensione creativa dei sogni, sensazioni, ed immaginazione finalizzata al superamento della obsoleta  rappresentazione meccanica ormai obsolescente del mondo esterno

Certamente il riduzionismo del paradigma meccanico rendendo per  rendere arbitrariamente oggettiva la realta percettiva escude ogni influenza del  pensiero sulle funzionalita cerebrali superiori e di consegiuenza tale interpretazione escude a priori ogni  consapevolezza sulla responsanilita delle modalita di pensare sul riscaldamento globale determinato dal cambiamento ambientale contemporaneo . https://www.edscuola.eu/wordpress/?p=107673

Pertanto questa riflessione sulla importanza dello sviluppo del “connettoma cerebrale” implica una fondamentale acquisizione di coscienza sui limiti del sapere scientifico e culturale storicamente acquisito visto in relazione al cambiamento ambientale contemporaneo. Un tale risveglio della creativita della “Mente Quantica” ci permettera di capire come le due tipologie di informazione epigenetiche debbano essere armonizzate onde evitate una sempre poi netta dissociazione della consapevolezza umana la quale progressivamente degenera nel divaricare ogni assetto neuro-psichico della espressione cerebrale dell’ uomo e della donna fino a creare diffusi disturbi mentali e della salute –

———————————————————————————-

<NOTA 3) Paolo Manzelli <egocreant2016@gmail.com .Il 01 e 02 giugno 2019 -si terra il SEMINARIO di Studio e di Ricerca su : MENTE QUANTICA E GEOMETRIA SACRA -Presso Scuola ABC via dei Rustici 9 a FIRENZE .

IL GAP TRA CULTURA E NATURA DETERMINA ENTROPIA NELL.AMBIENTE E SPECULARMENTE INSTABILITA NELLA SALUTE MENTALE DELL.UOMO E DELLA DONNA. Questa asserzione e alla base del corso Egocreanet.Cluster del 01/02 giugno 2019 nel quale si metterà in evidenza come il riduzionismo meccanico della cultura industriale separando arbitrariamente l’uomo dall’essere parte integrante della natura abbia reso il ”pensiero” una entità astratta anziché essere una componente epigenetica concreta della evoluzione del Connettoma dei sistemi viventi. IL CORSO di formazione del cluster EGOCREANET intende dare una risposta al cambiamento radicale richiesto dai giovani del movimento contemporaneo FRIDAY for FUTURE , al fine di percepire la strategia per ottenere un futuro migliore. .Infatti la divaricazione sempre piu ampia TRA CULTURA E NATURA DETERMINA un cambiamento del disordine ambientale a cui corrisponde SPECULARMENTE la INSTABILITA NELLA SALUTE MENTALE DELL.UOMO E DELLA DONNA causata dalla corrispondente scissione della connettivita neuronale . LA EPIGENETICA infatti mette in evidenza come si instauri un radicale cambiamento della funzionalità del “connettoma della comunicazione cerebrale” come conseguenza della influenza delle disarmonie tra pensiero emozioni pulsioni e memoria sulla salute dell’ organismo umano. PERTANTO i recenti studi sulla influenza epigenetica sulla modificazione della comunicazione cerebrale, consentono di avere una nuova visione di evidenti patologie individuali e sociali contemporanee che vanno dal pesante condizionamento mentale alla diffusione di disturbi psichiatrici i quali modificano lo stato di salute psico-fisico in funzione di una segnatura epigenetica dettata da una cultura meccanica obsoleta non più consona alla evoluzione mentale dell’ uomo e della donna. Ad es l’ aumento dell’ autismo come di altre forme malattia psicofisica è addebitabile ad una profonda alterazione delle connessioni tra aree cerebrali che si dissociano dalla loro comunicazione interiore .La causa prevista risiede in processi di neuro-infiammazione che inducono alterazioni delle connessioni dettate da condizioni di insicurezza e quindi di stress tra le relazioni emotive /pulsionali  e razionali e la rete dei processi memonici. Il cervello infatti  consuma una percentuale di Ossigeno che e 4 volte superiore a quella delle cellule del corpo e pertanto la dissociazione del connettoma puo’ provocare neuro-infiammazione in quanto l’aumento dell’ossidazione in aree dissociate accresce la produzione delle specie super-reattive dell’ossigeno (radicali liberi) da parte degli organelli mitocondriali deputati alla produzione di Energia Biologica in forma di ATP .

Questo è solo un accenno su come le alterazioni del Connettoma provocando un deficit della architettura delle connessioni nervose renda di conseguenza imperfetta o limitata la realizzazione di funzioni mentali complesse generate dal gap tra la articolazione armonica delle connessioni tra pensiero e memoria le quali inducono stress psico-fisico nel quadro della evoluzione della natura umana. Pertanto a causa della permannza di elementi culturali e scientifici obsoleti molti giovani si trovano inconsapevolmente ad avere un cervello disconnesso dalla evidenza del cambiamento ambientale cosi che tale frattura ,interiore al proprio sistema mentale evolutivo, inizia progressivamente con il provocare funzioni psichiche e stati mentali specularmente alterati che acquisiscono la dimensione di una progressiva disabilita mentale. Altri giovani piu’ sensibili al cambiamento della natura vengono stimolati epigeneticamente in modo che, agendo a livello cosciente tendono spontanemente a favorire la esigenza di attuare i loro sogni , quali espressione della ricerca della felicita relativa ad un futuro migliore.

Queste sono le principali linee di Formazione del Corso EGOCREANET CLUSTER sommariamente qui riassunte, le quali presuppongono lo sviluppo di una ricerca di un cambiamento culturale e scientifico unitario di indole olistica volto al fine di promuovere pratiche di prevenzione epigenetica delle relazioni tra il Connettoma e la salute mentale .

Biblio on Line : http://www.simaiss.it/PDF/articoli/Cesalpino-epigenetica.pdf

SEE : I am My Connecton

 https://www.ted.com/talks/sebastian_seung/transcript?source=googleplus&language=it

————————————————————————————-

 Paolo Manzelli . CORSO. EGOCREANET.CLUSTER del 01/02 giugno 2019 a FIRENZE . egocreanet2016@gmail.com. Firenze 06/05/2019 

Per  sostenere e collaborare con le iniziative di EGOCREANET-CLUSTER , vedi Modalita di Iscrizione: http://www.egocrea.net/2019/01/15/adesione-al-cluster-egocreanet/

Il IV STATO dell’ ACQUA

Il IV STATO dell’ ACQUA e i SEGRETI CHE SVELANO LE CORRELAZIONI TRA ACQUA E LA VITA

di Paolo Manzelli – egocreanet2016@gmail.com

Abstract :-à L’ acqua e la base della vita di tutte le forme viventi . infatti  l’ Acqua e stata da secoli il simbolo di purificazione,  benedizione , fertilita della donna e della salute dell’ uomo e dell’ ambiente . Leonado Da Vinci, di cui oggi ricorre il 500 anno della morte ritenne che “La vita è creata dalla acqua e  vive con l’acqua” ed infatti osserviamo che  la linfa dei fiumi da vita alla terra ed il sangue irrora la vita dell’uomo .

L’ Acqua ( simbolo chimico H2O)  e’macroscopicamente nelle tre forme principali “Liquida ,Solida ed Areiforme” ed il ciclo idrogeologico dell’ acqua tra queste principali forme e garante degli equilibri della  vita sulla terra che oggi vengono alterati dal cambiamento climatico. Per quanto la molecola di acqua sia apparentemente semplice (H2O) le proprieta biologiche dell’ acqua sono ancora da interpretare in quanto le molecole di acqua non sono isolabili ma formano una rete complessa (cluster) di interazioni  i cui misteri sono inclusi nella capacita di trasformazione delle combinazioni strutturali dei complessi Cluster di Acqua.  Tali trasformazioni geometriche  diventano visibili ad es. quando si osserva al microscopio la variazione strutturale delle bellissime forme che assumano i fiocchi di neve.  Sappiano anche che  il ghiaccio puo’ esistere in due principali forme a diversa densita 1) “Cristallina” quella che é situata in superficie dei ghiacciai 2) “Amorfa” piu’ densa che normalmente si trova nel interno dei ghiacciai. Facendo attenzione scopriamo che  anche la Acqua Liquida si trova in due Forme: a) in una struttura  semi-cristallina in superficie del liquido (meno densa, (denominata IV Stato ), essa forma una pellicola sottile ad alta tensione superficiale  b) mentre quella piu densa è quella liquida situata nella massa del contenitore dell’ acqua. . Le due forme di acqua liquida mostrano  un’ interscambio dinamico  la cui trasformazione viene utilizzata nella organizzazione dei sistemi viventi per realizzare un supporto alla comunicazione biologica .

https://www.repubblica.it/scienze/2017/06/28/news/l_ultimo_segreto_dell_acqua_ne_esistono_due-169391449/

 I segreti dell’ acqua dipendono dalla natura della Rete di Hydrogen Bonds (HB) dei cluster di acqua

Al SEMINARIO EGOCREANET-CLUSTER SUL IV STATO DELL.ACQUA .CASCIANA TERME .PISA . 20.GIUGNO 2019,tratteremo in un approccio scientifico culturale della importanza dell’ Acqua nella Vita e di come essa sia  derivata dalla dinamica della rete di  ponti ad idrogeno ( Hydrogen Bonds –HB)  cosi come mise per primo in evidenza , Linus Pauling. (1939) nel libro su / The nature of chemical bond./

E importante sottolineare che non esistono molecole singole di acqua che non siano aggregate in Cluster ( o Clatrati) . Le principali forme geometriche dei cluster di H2O , ipotizzate da studi ai raggi X ,sono la Tetraedrica (3Dimensioni) e la Esagonale (layers in 2D) .Spesso esse coesistono: ad es 1) a 10 °C,  l’acqua  Esagonale è il 22% ,mentre a 0°C la H2O esagonale. è il 26 % , esiste inoltre la possibilita di avere anche una H2O “super Cooled” dai -30//40 °C, dove la Struttura H20 esagonale è prevalente ed assorbe molta energia capace di esercitare il lavoro di “auto-pulitura”  ( = espulsione dei soluti ) e quindi possiede una caratteristica inversa a quella dell’ acqua normale le cui proprieta’ sono la solubilita’ e la corrosione elevata di sostanze polari.

Emilio del Giudice e G , Preparata applicando la Elettrodinamica Quantistica a forme di cluster di H2O a struttura diversa intuirono che le diverse forme geometriche dei cluster di acqua potevamo  emettere  fotoni di luce di bassa frequenza, quali quelli che vengono utilizzati in biologia per creare una rete di comunicazioni in modo da sincronizzare le transizioni dei cluster di H2O entro i domini di coerenza di dimensioni nanometriche

Il Quarto Stato dell’ Acqua : https://www.macrolibrarsi.it/libri/__la-quarta-fase-dell-acqua-libro.php

Da tali studi sappiamo che la struttura variabile dell’ acqua, in specialmodo quella biologica cambia con l’ assorbimento di frequenze elettromagnetiche e quindi anhe con le variazioni del campo magnetico solare e terrestre, come dimostro il Prof Giorgio Piccardi direttore dell’ istituto di chimica -fisica della Universita di Firenze. I segreti dall’ Acqua : https://www.ibs.it/segreti-dell-acqua-opera-scientifica-libro-vari/e/9788883232749

Per il fatto che il nostro corpo e composto da circa il 70 % di acqua  sappiamo che tutto il metabolismo biologico avviene per tramite la dinamica ultra veloce della ricomposizione del legami a idrogeno dell’.acqua i quali  sono da supporto  alla costruzione dei legami a ponte con atomi fortemente elettronegativi del DNA ( con Ossigeno –(O) e l’ Azoto (N).

Infine riprendendo gli studi di G. Pollack sul IV STATO DELLA ACQUA , il Seminario Egocreanet mettera in evidenza come a vita biologica possa ricavare energia dalla transizione geometrica dalla forma tetraedrica a quella esagonale nella superfici di interfaccia tra diversi tessuti biologici. In particolare verra evidenziato come agiscano  gli effetti della ri-organizzazione geometrica degli H-bonds sulla variazione della tensione superficiale  nella ristrutturazione forme a geometria variabile da cui si genera un potenziale bio-elettrico che permette di organizzare il supporto biologico  dell’ acqua nel favorire le  possibilita di  trasmissione  di segnali intracellulari la cui comprensione e decisiva per capire il valore della comunicazione bioquantica /non locale / nella vita biologica dell’uomo e piu in generale della natura. dei sistemi viventi

Vedi :Tesi sulla Acqua: https://www.sanpellegrino-corporate.it/files/tesi/Tiziana%20Biunno.pdf Paolo Manzelli

Arte e Scienza nell’anno dedicato a Leonardo Da Vinci

ARTE E SCIENZA CONTEMPORANEA nell’ ANNO 2019 dedicato a LEONARDO DA VINCI.

EGOCREANET CLUSTER – 29 Giugno 2019  c/ o TERME di CASCIANA . (PISA)

di Paolo Manzelli

LA PAROLA contiene la energia del suono e la luce dell’ intelletto che entrando in risonanza empatica genera significati creativi . ( dalla Genesi Giovanni 1.1-Dio creo il mondo per tramite il suono e l’ illuminazione della parola) L’arte contemporanea nell’ orma della creativita’ tracciata da Leonardo rientra a pieno titolo nelle scienze biologiche e neurologiche della mente in quanto viene inclusa nella metodologia della biologia quantica la quale non spiega l’ignoto con l’ osservazione del visibile, ma con il ricorso alla interpretazione probabilistica delle strutture nascoste dell’invisibile che si evolvono con l’evoluzione di quel metodo conoscitivo che  si fonda  la immaginazione e la fantasia come nel sogno  http://www.treccani.it/enciclopedia/percezione-visiva-e-arte_%28XXI-Secolo%29/

Il Cluster Egocreanet il 11.04/2019 , c/o Incubatore UNIFI di Sesto F.no .ha realizzato un incontro su  ARTE E SCIENZA CONTEMPORANEA dell’ ANNO 2019 dedicato a LEONARDO DA VINCI. nel quale e stato trattato il Tema sull’ IMMAGINARIO E FANTASIA nel quadro evolutivo della antropologia culturale contemporanea. .

La riunione si è conclusa dicendo :<<NON E IL VISIBILE MA l’INTELLELLEGGIBILE>> e’ il fondamento che veicola il Futuro del Cambiamento mentale creativo/consapevole .

Infatti nella evoluzione globale contemporanea, lo sviluppo evolutivo delle sensazioni e percezioni, trova la sua genesi nell’ acuirsi delle funzioni dell’ immaginario scientifico e contemporaneamente nella fantasia artistica le quali esercitano una stimolazione attrattiva sull’ insieme della rete delle potenzialita’ intenzionali sia biologiche che neurologiche dell’ uomo e della donna. Pertanto l’ immaginario e la fantasia contemporanee favoriscono una novella ‘indagine della realta’ futura” su tutto cio’ che “non è materialmente visibile” sia all’ interno che all’ esterno del mondo percettivo e sensoriale tradizionalmente concepito. “Il cambiamento culturale contemporaneo è pertanto la manifestazione antropologica della capacità evolutiva creatrice della mente umana”.

Tale sviluppo antropologico della mente permette di dar valore sociale al processo di radicale ri–definizione dei significati tradizionali delle sensazioni e percezioni acquisite diversa dalla  concettualita’ dell’ ormai obsoleto “ paradigma riduzionista meccanico” . Nuovi simboli quali la <<Quarta Forma Dell’ Acqua>> emergono come potenti informazioni innovative della auto-purificazione dalla illusione materiale relativa a tutto cio che appare come immediato aspetto della realta sensoriale e percettiva.

Infatti gli sviluppi della “Realta Virtuale” nonche dalle applicazioni tecnologiche della “Intelligenza Artificiale” determinano un radicale superamento della falsa concezione di oggettivita della percezione, proprio in quanto la finalita storica dello sviluppo non è piu quella di descrivere fatti osservativi in modo rigidamente oggettivo meccanicistico che quindi si presenta come “neutrale” rispetto alle problematiche della vita sociale che caratterizzano gli sviluppi antropolgici globali di tutta la umanita’. Molte nuove domande nascono dalla necessita che la natura dell’ uomo non possa identificarsi in una prospettiva nella quale essa rischia di venire identificato ad una macchina dotata da simulati tratti umani che comunque rimangono privi di coscienza .

Facendo seguito a tale rinnovamento della problematica e delleperplessita’ dello sviluppo antropologico dell’ Uomo contemporaneo , EGOCREANET -Cluster (www.egocrea.net)  ha iniziato a proporre e divulgare la nuova concezione derivata dalla biologia quantistica della vita la quale permette di dare forma integrata alla scienza ed alla cultura dotata di una nuova concezione del futuro dello sviluppo biologico e relazionale della societa umana.

Al Seminario Egoceranet-Cluster sul tema i  <Quarto° STATO DELL’ACQUA  tratteremo della correlazione tra l’ Acqua e la Vita per individuare nuove prospettive di Futuri Scenari  della Salute”

“Si invita a partecipare alla   Manifestazione  /Progetto che si realizzera il Sabato 29 Giugno 2019 , c/o Terme di Casciana. (PISA) in collaborazione con il PREMIO ECCELLENZA ITALIANA . https://www.premioeccellenzaitaliana.it/. quale Evento di valorizzazione scientifica e culturale ed artistica  inclusa  nell’ anno della Commemorazione del’ 500* anniversario del Genio di Leonardo la Vinci.

Disegnare il futuro della mente

Disegnare il  futuro della mente. la scienza studia come potenziare il nostro cervello

Paolo Manzelli – Riflessioni sul Seminario  EGOCREANET-Cluster 2019 .

https://youtu.be/-XNC4Ykovs8

Il riduzionismo del paradigma meccanico della scienza ci ha condizionati a pensare ed a osservare il mondo materiale esterno con modalita utili per dare sviluppo a macchine e tecnologie della comunicazione digitale contemporanea . La Domanda “Cosa è la Vita e come si evolve nelle dimensione interiore biologica e relazionale dell’ uomo e della donna, non  ha avuto la stessa attenzione scientifica, cosi che grave è divenuto il rischio che le masse  di persone che vivano nell’ era  della industria 4.0,si trovino culturalmente dissociati dal processo di avanzata de-materializzazione della economia , la dove digitalizzazìone verra’ strutturata in forma “5G” delle comunicazioni unificate tra uomini , macchine robots:  Pertanto e possibile prevedere che le  persone impreparate a riflettere su la importanza di questo imminente cambiamento tecnologico , rimangano condizionate dalla prassi della innovazione tecnologica fino a regredire nelle potenzialita evolutive dello sviluppo della intelligenza e creativita naturali dell’ uomo e della donna.

Il paradigma meccanico-materialista che è stato storicamente acquisito come dimensione scientifica e culturale paradigmatica durante tutta nella epoca industriale (1600 -1900)  in tutta evidenza  oggi è in profonda crisi di identita’, proprio  in quanto ad iniziare dalla concezione quantistica il fondamento concettuale del  dualismo ipotizzato da Newton e Kant  basato sulla separazione tra “soggetto ed oggetto della osservazione” ha progressivamente perso il suo carattere assiomatico assumendo un carattere di indeterminazione ( 1927- Heisemberg) .

https://studylibit.com/doc/3742713/paolo-manzelli—scienza-e-arte

Egocreanet , ONG in Firenze,  si e proposta di favorire una inversione della  tendenza a mantenere inalterato il “Paradigma Meccanico” in quanto ormai è da considerarsi un riferimento cognitivo deviante lo sviluppo creativo contemporaneo della mente, in quanto essendo obsoleto, rischia di condurre l’ Umanita’ verso un massivo  de-potenziamento  della qualita consapevole dell’ intelletto ancora costretto ad apprendere .passivamente i fondamenti riduzionisti dalla struttura logica della scienza meccanica classica che oggigiorno viene è inclusa in macchine ad automi privi di coscienza.

Al seminario di studi e ricerca su “Anticipazione di n Futuro Migliore “ Firenze 30.03.2019 , abbiamo in prima istanza posto  in evidenza come oggi  il mito della oggettivita’ della percezione sia e ormai sconfitto proprio in funzione dalla immersione nella “Realta Virtuale” e degli sviluppi della “Intelligenza Artificiale” ,

Un androide è un robot dall’aspetto esteriore umano,che maschera una struttura meccanica contenente un computer in una scatola di metallo dotata una ampia possibilita di elaborazione digitale di dati di informazione che lo rendano in grado di interagire con l’uomo, quasi come fosse un suo simile.

Questa similitudine determina certamente una prospettiva futura nella quale il rapporto dell’ uomo con la realta’ sociale dello sviluppo tende profondamente a cambiare, sia nella dimensione del lavoro che della organizzazione economica e manageriale della impresa. Questa nuova dimensione a cui tende la nuova rivoluzione industriale 4.0, dobbamo considerarla una opportunita’ , perché il cambiamento di ottica dello sviluppo tende contemporaneamente a favorire  nuove opportunita di ristrutturazione evolutiva della cultura e della scienza piu’ aperte e congeniali a favorire benefits sociali ed economici derivanti dalla promozione delle potenzialita innovative dell’ immaginazione umana e della creativita artistica.

Pertanto il Cluster Egocreanet ha assunto ll compito di attuare e diffondere una elevazione di coscienza dei giovani allo scopo di trasformare la condizione di incertezza derivante da la interazione contemporanea tra reale e virtuale per la quale non esiste più la netta distinzione derivante dal  “dualimo tra il vero  il falso” che è stata indotta arbitrariamente  dalla supposta netta separazione tra soggetto  ed oggetto della percezione .

In particolare i giovani mediante la intensiva utilizzazione dei media-interattivi oggi si rendono conto della impossibilita duale di distinguere nettamente “tra il vero il falso” nella risoluzione di problemi complessi che si presentano nella loro vita . Di conseguenza si assiste ad una accelerazione della riconversione della rappresentazione della realta’ percepita che a prima vista appare caotica ma che di fatto ha la intrinseca possibilita’ di superare definitivamente la obsoleta concezione del paradigma materialistico/meccanico con cui si separa la visione ideale ed immaginaria come qualita’ trascendente dalla realta operativa dallo classico  sviluppo quantitativo della produzione materiale della impresa meccanica tradizionale.

Pertanto si innesca nella mente dei piu’ giovani unnuova dimensione della capacita innovativa  orientata a disegnare una nuova visione del loro futuro nella quale la creativita rendera’ possibile realizzare un radicale cambiamento culturale proprio in quanto quelle concezioni che nel quadro del paradigma meccanico si opponevano come “reale ed irreale” oggi ritrovano una soluzione innovativa  proprio in funzione del superamento di tale dicotomia.

Iean Baudrillard “Non c’è più né finzione realtà, l’iperrealtà le abolisce entrambe.”

Intervista:  http://www.mediamente.rai.it/home/bibliote/intervis/b/baudrillard.htm

Il primo seminario Egocreanet Cluster 2019, incluso nelle iniziative della Commemorazione del 500.anno dalla morte di Leonardo da Vinci , ha visto questa occasione storica come motivazione essenziale di rinascita della creativita contemporanea in una dimensione altamente consapevole e cosciente .

Di conseguenza ci siamo interrogati su come trasformare questo primo seme in una progettazione di fattibilita’ operativa riguardante la formazione trans-disciplinare nella intenzione di favorire di nuove opportunita’ professionali e trends di sviluppo indirizzate al  “Futuro del Turismo”  viste in stretta relazione alle necessita di  trasformazione socio economica ed ecologica messe in evidenza dagli interventi degli importanti  leaders che hanno trattato ,durante il Programma de Seminario, i temi riguardanti i fondamenti strategici del cambiamento.

Un primo approccio sul “futuro professionale del turismo” lo abbiamo messo in evidenza ed abbozzato come impegno di orientamento innovativo della formazione dei giovani  in una preliminare riunione con Paolo Pestelli della Direzione di “Plus-Planet-Com” , concessionaria della sede dove abbiamo  organizzato il Seminario su “Anticipazione di un Futuro Migliore”.

(http://www.theplusplanet.com/informazioni-societarie/

La sfida essenziale del Progetto di formazione sul tema :“NEW DESIGN of TOURISM-FUTURE“ è quella di correlare l’ asset strategico della “formazione futura del turismo” nel quadro di una rinnovata dimensione culturale emergente del cambiamento eco-economico contemporaneo .

Future Tourism: Political, Social and Economic Challenges (Advances in Tourism)

La formazione e aggiornamento dei profili professionali verra’ associata alla rivoluzione di prospettiva della ricerca e sviluppo e del trasferimento della innovazione delle conoscenze che è quella propria nell’ era della “Industria 4.0”  Questa risoluzione  ci appare di grande rilevanza proprio al fine di favorire la tendenza che caratterizza la “Vision di Cambiamento” recentemente sollecitata dal movimento dei giovani denominato <Fridays for Future>, proprio in seguito al crescente impatto del turismo mondiale sugli aspetti locali della crescita culturale contemporanea .

Infine sulla base di questa primo approccio degli obiettivi del Progetto sul Futuro del Turismo, realizzeremo il partenariato necessario per correlare i contenuti trans-disciplinari della innovazione formativa alla prospettiva condivisa dello sviluppo futuro della industria culturale contemporanea al fine di rimodulare ed avviare nuove eventualita’ di avanzamento ed aggiornamento professionale  del Turismo.

Il Progetto “New Design for Tourism Future “ finalizzato alla crescita del capitale sociale ed umano, potra essere inserito nel quadro dei programmi di programmi di riconversione, ristrutturazione aziendale e re-industrializzazione della Regione ad es Burt: 2019-2020 ovvero nell’ ambito della programmazione della innovazione della Ricerca ed Innovazione Educativa Nazionale e/o Europea .

http://www.regione.toscana.it/cittadini/formazione-professionale/formazione-4.0

http://www.regione.toscana.it/-/avviso-per-la-formazione-continua-per-l-industria-4-0 

————————————————————-

Quanti ritengano di essere interessati a collaborare per realizzare  il Progetto Egocreanet-Cluster  “New Design for Tourism-Future “ potranno contattare per e mail  :

Paolo Manzelli egocreanet2016@gmail.com  , e Marcello Traversi traversimarcello@gmail.com

Firenze 06/04/2019 Firenze .

NB >> Iscrizione, collaborazione volontaria allo sviluppo progettuale 2019 di Egocreanet-Cluster: http://www.egocrea.net/2019/01/15/adesione-al-cluster-egocreanet

PS>>. Donazioni a Egocreanet -: :

https://www.retedeldono.it/it/progetti/egocreanet/il-iv-stato-dell-acqua

I fondamenti del cambiamento cognitivo

I fondamenti del cambiamento cognitivo

Paolo Manzelli  <egocreanet2016@gmail.com>

Note a Margine del Seminario di Studi su ANTICIPAZIONE DI UN FUTURO MIGLIORE

Crowdfunding :

https://www.retedeldono.it/it/progetti/egocreanet/il-iv-stato-dell-acqua

Paolo Manzelli , www.egocrea.net , egocreanet2016@gmail.com  (335/6760004)

Viviamo in una epoca nella quale emerge con evidenza il bisogno di espandere le nostre conoscenze , ma cio si scontra con la incapacita’ di prendere atto dei nostri pregiudizi cognitivi determinati dalle concezioni riduzioniste meccaniche acquisite durante tutta l’ epoca industriale. Infatti per convincerci della corretezza delle nostre idee normalmente ci affidiamo alla visione oggettiva delle cose che percepiamo dicendoci “lo ho visto con i miei occhi” e cosi alimentiamo le nostre limitate concezioni interpretative con cui normalmente comprendiamo la supposta oggettivita della realta’

Il non essere quindi diviene semplicemente cio’ a cui è  arbitrariamente negata la esistenza . Cosi crediamo che il non essere sia qualcosa di diverso dall’essere cosi che non riteniamo che la vita non sia una continua trasformazione in divenire tra morte e vita come lo è la nostra percezione che e’ in divenire tra realta e sogno.

Per la soluzione di questo dilemma molti amici si rivolgono a cercare in una profonda meditazione cercando di stimolare una modificazione soggettiva di idee pensieri e credenze  che infine risulta ingannevole perche l’intenzione  di  estendere l’ orizzonte cognitivo rende essenziale un salto quantico della razionalita’ che puo essere solo un prodotto della innovazione scientifica e culturale iniziato con la Biologia Quantistica (Bioquantica) .

Per raggiungere un nuovo orizzonte del sapere dobbiamo soprattutto convincerci che i pregiudizi cognitivi e associate  motivazioni appartengono ad un unico paradosso che rende inevitabile pensare in modo tradizionale riduzionista e confermarlo  nel modo in cui crediamo di vedere il mondo che ci circonda come oggettivo.

Pertanto dobbiamo ammettere che non è possibile una azione di cambiamento progressiva e graduale poiche’ dobbiamo realizzare una completa inversione delle conoscenze acquisite a partire dalle sue vecchie radici cognitive.

Dobbiamo iniziare dall’idea che non vediamo le cose come sono.ma come le immaginiamo proprio in quanto, come ci insegna la moderna biologia quantistica , non ci è possibile vedere oggettivamente neppure la luce . Infatti riteniamo di aprire gli occhi e vedere la luce , che invero ci possiamo anche sognare di notte . Sappiamo infatti che  nella fovea avviene una reazione fotochimica,che similmente  alla fotosintesi, stimola la azione neuronale a produrre “ interiormente” la luce  che è quella che effettivamente percepiamo.

Questa prima ed importante riflessione ci dice che quando  pensiamo di vedere le cose in modo oggettivo perseguiamo soltanto una obsoleta razionalita’ che diventa in gran misura  dal momento che oggi  realizziamo metodi e strumenti di “realta’ virtuale” guidati da forme di “intelligenza artificiale” che sono solo simili ma profondamente diversi dalla nostre modalita’ di consapevolezza e molto lontani dalle nostre potenzialita di coscienza.  

Infatti cio che vediamo dipende in gran misura da cio che conosciamo , dalle nostre emozioni che ettivano la nostra attenzione ed anche da cio che ci aspettiamo e desideriamo di vedere .

Infatti per quanto siamo convinti di vedere cio che si muove intorno a noi in modo continuo con frequenza max di 5 Sec, battiamo le ciglia e chiudiamo rapidamente gli occhi . La discontinuita della percezione è fisiologicamente necessaria per dar tempo al controllo mnemonico della costruzione della percezione visiva che viene attuata  dalla area di Wenicke che verifica il rapporto tra segni e significati comunicativi (razionali e motivazionali ) della visione

Pertanto la nostra percezione visiva e tutt’ altro dall’ essere oggettiva ma e neppure soggettiva ma il rapporto duale viene modulata per  trovare soluzioni immaginarie creativamente piu avanzate che sono relative alla evoluzione  agli stati di conoscenza e di intenzione motivata e  che l’ uomo creativo e in grado di anticipare.

Al fine di creare nuovi orizzonti di consapevolezza condivisa riteniamo utile invitarvi a partecipare al Seminario di Studi Egocreanet –Cluster del 30.03.2019 a Firenze che abbiamo organizzato in celebrazione del 500 Anniversario della Morte di Leonardo da Vinci.

Vedi programma e modalita’ di iscrizione in www.egocrea.net

 Programma  https://dabpensiero.wordpress.com/2019/03/19/seminario-di-studi-e-ricerca-anticipazione-di-un-futuro-migliore/

L’ Uomo Nuovo: https://dabpensiero.wordpress.com/2019/03/23/la-nascita-delluomo-nuovo-dab/

Manifesto per la Felicità Futura

Lancio del  << Manifesto per la  Felicità Futura>>

FIRMATE IL MANIFESTO PER LA FELICITA’ FUTURA https://www.change.org/p/paolo-manzelli-manifesto-per-la-felicita-futura/share_for_starters?just_created=true

PRIMA BOZZA a cui si chiede di collaborare e sottoscrivere 18/03/2019-Firenze  
Paolo Manzelli , Presidente di EGOCREANET

Il Manifesto verra’ presentato e condiviso in occasione del Seminario di Studi sul Tema Anticipazione di un Futuro Migliore .30.Marzo2019 c/o Info Point Sala Multimediale Piazza Stazione di SMN n°4 in Firenze.

Vedi Programma in www.egocrea.net

NB la Partecipazione al Seminario e Gratuita . E’ richiesta la Prenotazione inviando una email a: egocreanet2016@gmail.com Paolo Manzelli

Richiesta di sottoscrizioni motivate dalla ricerca della Felicità Contemporanea

L’essere umano è biologicamente strutturato per essere felice afferma il neurologo Shimon Edelman, infatti miliardi di neuroni, producono modelli del mondo e prevedono le possibili conseguenze: ed “ogni previsione corretta è compensata con la felicità”.Per il raggiungimento della ‘FELICITA, scrive Alessandro Lo Presti nel  libro “Destinazione Felicita”, è necessario dare senso e motivazione alla vita che si evolve e cambia modificando continuamente la  percezione interiore di benessere cosi che  non è possibile stabilizzare uno stato di felicita assoluto e permanente che  corrisponda ad essere individualmente felici per sempre. E’ necessario quindi capire come raggiungere effettivamente la  felicità perseguendo la realizzazione gratificante di  nuovi e rinnovati obiettivi della vita. La ricerca della felicità può essere immaginata come un viaggio nel quale si evitano ostacoli accettando le nuove sfide per trasformarle in nuove opportunita’ da sviluppare nel procedere dinamico della vita. Di conseguenza non bisogna mai credere che la felicita sia il Nirvana (Condizione estatica, corrispondente al puro godimento dello spirito o all’annullamento di ogni concreta realtà) perche’ tale illusione di una suprema felicita individuale rischia di trasformarsi in ansia a depressione gravemente condizionante la neurologia funzionale alla naturale evoluzione cerebrale.

La Ricerca della Felicita e le ragioni del  Fallimento del Sogno Americano.

Il Presidente degli Stati Uniti di America Benjamin Franklin  ed i Padri Fondatori inserirono (il 04 Luglio 1776) nella Dichiarazione d’Indipendenza degli USA un paragrafo sulla eguaglianza tra gli uomini sulla base del diritto che garantisce :     “La vita, la libertà e la ricerca della felicità”, di ciascun cittadino .

Quanto sopra  fu redatto facendo  riferimento esplicito alle idee del Padre del’ Illuminismo il  filosofo Napoletano Gaetano Filangieri. –

Purtroppo nella  realtà, l’ ideale del raggiungimento della Felicita resta ancora assai lontano dalla evidenza della vita della società americana dove oggigiorno si registra il piu elevato tasso di uso di anti depressivi ed anche  un alto consumo di droghe che in tutto il mondo dimostrano come cresca l’ esatto contrario della ricerca della Felicita.

  • Al seminario di Studi e Ricerca su ANTICIPAZIONE DI UN FUTURO MIGLORE , ci proporremo di indagare la ragione profonda di tale insuccesso e cosa si può fare per invertire sviluppano una strategia che agisca come antidoto di questo fenomeno di sistematica decrescita della Felicita Mentale che malauguratamente deprime il comportamento di troppi giovani e  giovanissimi .

La Strategia di Ricerca della : <FELICITA COMPIUTA >

come scienza del benessere comune equo e sostenibile .

D’ora in poi dovremo parlare di  “Felicita Compiuta” non piu’  come assenza generica di infelicita’ ma di una conquista creativa intelligentemente predisposta a modificare le vecchie strategie di comportamento lineare dello sviluppo per  rilanciare nuove soluzioni crescita eco-ecologica circolari che inducono la espressione della energia vitale coerenti alle dinamiche della Felicita e del Ben-essere Pubblico. . Il compimento della Felicita contemporanea è pertanto il frutto di  un complesso processo di rinascita culturale ,ambientale e sociale, indirizzato a superare le  perturbazioni  e  le alterazioni nel cervello  umano che sono la causa di molteplici disturbi neurologici e psichiatrici”.

Le ricerche di Egocreanet Cluster indicano che il  superamento delle patologie neuro-psichiatriche quali ansia, depressione, schizofrenia e autismo risiedono principalmente  nella azione di cambiamento culturale  finalizzata ad evitare condizionamenti derivanti da il mantenimento conservativo di significati  obsoleti che ci impediscono di perseguire scelte innovative e di liberarci da superate e limitate concezioni le quali  riducono la nostra intelligenza e sensibilita’ a rimanere nel dubbio del “vero o del falso” come nel caso del paradosso  dell’ Asino di Buridano .

D’ora in poi è divenuto importante uscire  dalla contrapposizione duale di significati opposti come individuale//collettivo,bene//male,favorevole//contrario,destra//sinistra  ecc…  che razionalmente, ovvero ideologicamente, bloccano il flusso della ricerca di una “Felicita’ Compiuta” peggiorando il nostro ben-essere psichico invaso nel dubbio e da emozioni e pulsioni cerebrali negative.

Infine proprio per superare la trappola epistemologica del “tertium non datur” derivante “Principio Aristotelico di non Contraddizione” ci viene incontro la Scienza Quantistica con la quale si opera un cambiamento radicale di prospettiva e di atteggiamento della costruzione contemporanea del sapere probabilistico , fondata sulla base della simultaneita di esistenza “corpuscolare ed ondulatoria” dei quanti di energia//materia.

Infatti la quantistica con il “Principio di Indeterminazione (1927)”  supera ogni  precedente atteggiamento dogmatico volto a  far credere a sistemi di causa//effetto lineari e quantitativi , descritti come leggi predeterminate della scienza meccanica-riduzionista ,le quali  di fatto tendono a limitare la liberta del pensiero nel verificare la variazione semantica dei significati direttamente dalla evidenza del cambiamento ciclico della qualita’ della vita .

 Ed è proprio la sensazione di Decrescita della Felicita’ quella che apre la mente ed induce la “evoluzione della coscienza”  a riflettere e ripensare ad una profonda ed estesa  revisione e rigenerazione delle scelte probabili che inducono a potenziare il percorso della ricerca di un Mondo Migliore.

Concludendo  è  proprio lo sviluppo spontaneo e consapevole della esigenza di  una nuova cultura della coscienza quella che ha condotto recentemente in tutto il Pianeta  i giovani e giovanissimi del  movimento “Friday for Future” a  vivere e vedere la realta’ contemporanea  oltre gli schemi riduzionisti delle logiche lineari della meccanica ricercando nuove risposte e soluzioni creative –circolari  dei problemi strategici di sopravvivenza del pianeta.

D’ora in poi  come sottoscrittori del <<Manifesto della Felicita>> ci impegniamo  a favorire la crescita di una coscienza collettiva di  rinnovamento circolare per una tutela dell’ambiente sostenibile, capace di contenimento dei costi e dei consumi dei beni materiali e simultaneamente investiremo le nostre potenzialita creative individuali e relazionali, nel favorire lo sviluppo consapevole di una scienza condivisa della politica ad elevato valore culturale e di coscienza sociale idonea a favorire la aspirazione umana della costruzione futura della Felicita Compiuta.

NB.  Questa Prima Bozza potra essere rivista e corretta dai Sottoscrittori della Petizione su Change ORG  postata il 18 /03/20 che verra discussa al Seminario di Studi e Ricerca organizzato dal Cluster EGOCREANET il 30.Marzo 2019 a Firenze.

L’ Isola Che Non C’è

<<L’ Isola Che Non C’è>>

di Paolo Manzelli
egocreanet2016@gmail.com  

<<L’ Isola Che Non C’è>>  .  L’ impatto della Quarta Rivoluzione Industriale 4.0 sul lavoro basata sulla robotizzazione e la  dematerializzazione digitale dello sviluppo rendera’ il lavoro tradizionale un qualcosa che, come l’ isola che non c’e , si cerca ma non si trova; questo accadra’ se non modificheremo alle radici il modello di sviluppo contemporaneo per dar vita a molte opportunita di lavoro socialmente innovativo e creativo.

Il Lavoro tradizionale con la nuova concezione di sviluppo della  industria 4.0 cambiera rapidamente  pertanto   lavoro socialmente creativo sara’ consapevolmente da innovare

In ogni momento storico di cambiamento si aprono alternative  che sbloccano le possibilita’ di rinnovare  obsolete modalita di concepire la realta’ evolutiva dello sviluppo sociale ed economico.

(1)-http://nuovadidattica.lascuolaconvoi.it/agire-educativo/2-la-mediazione-plurale-nel-lavoro-educativo/thomas-samuel-khun/

Purtroppo l’ uomo contemporaneo si comporta come colui che cerca il suo cappello ovunque e non lo trova perche’ lo tiene sulla sua testa  cosi che similmente non pensa che le radici della regressione progressiva della crescita economica e sociale  risiedono nelle modalita riduzioniste  incluse nella concezione meccanica della scienza e della cultura del progresso  industriale, la quale è  stata fondata sulla paradigma utile per la costruzione di macchine anziche sulla comprensione della evoluzione della vita biologicca e relazionale.

Pertanto al fine di evitare motivi irreversibili di crisi permanente diventa oggi necessario superare obsolete concezioni meccaniche che in primariamente determinano insanabili contraddizioni logiche.

La prima tra esse e il “Dualismo Kantiano tra Fenomeno e Noumeno” che rende trascendente il pensiero cosi da affermare un “Realismo Ingenuo” della concettualita’ meccanica per la quale si ritiene oggettivo cio’ che è solo una nostra rappresentazione del mondo esterno  costruita dal cervello.(2)- http://www.caosmanagement.it/n67/art67_03.html

Infatti dalla neuro-chimica  sappiamo che “non” ci sono occhi nella idea di un “soggetto isolato ed astratto” che al posto nostro percepisce oggettivamente la realta’ .  Diversamente sappiamo che quando gli occhi di una persona reale vengono temporaneamente accecati da un forte flash di luce i recettori fotochimici non emettono il segnale neuronale e pertanto rimaniamo temporaneamente come fossimo al buio malgrado la intensita’ luminosa esterna sia elevata.

 Cio significa che quando normalmente apriamo gli occhi non vediamo oggettivamente la luce esterna  cio’ i quanto  la sensazione di luce che percepiamo “non” e’ oggettivamente quella dei fotoni della luce interagenti nell’ ambiente esterno ma altresi proviene dalla sensazione cerebrale interiore che crea una immagine di luce diffusa che in realta’ è quella  prodotta dal cervello.

 Infatti sappiamo che  l’ impulso neuronale, generato dalla reazione fotochimica dei coni e bastoncelli della fovea, va a stimolare le sinapsi cerebrali, in particolare quelle bioelettriche che avvicinando il “gap” tra le cariche positive e negative emettono “sparks” di luce ( “biofotoni” ) ;  quindi è la produzione cerebrale di luce all’ interno del nostro cervello quella che genera la effettiva sensazione dei  luminosita che vediamo. (3)-   http://www.caosmanagement.it/n67/art67_03.html

Dallo sviluppo della storia delle conoscenze sappiamo come l “realtà percepita ” non sia  mai stata la stessa nel quadro del cambiamento dei paradigmi di sviluppo storico dei sapere sociale .

(4)- https://noemalab.eu/ideas/essay/tempo-–-bidimensionale-nell’arte

In seguito agli sviluppi della “Intelligenza Artificiale “ che  permettono la visione di una   “Realta’ Virtuale” oggi sappiamo che gli ologrammi   che osserviamo in tre dimenzioni (  3D ) sono fisicamente costituiti da immagini piatte che assumono la visione tri-dimensionale solo nel cervello che le osserva .

Si tratta senza ombra di dubbio che la terza dimensione in cui si esplica un ologramma nella visione cerebrale non è oggettiva , cio proprio  in quanto la nostra percezione del mondo esterno è stata biologicamente programmata per elaborare immagini visive tridimensionali poiche’ esse fanno seguito a costruzioni cognitive che si limitano a descrivere il mondo materiale  come reale oggettivazione della realta’ della  vita,  che in verita sappiamo essere  molto piu’ complessa per essere coerente con tutte le altre forme di energia che non vediamo.

(5)- https://dabpensiero.wordpress.com/2015/04/07/linterpretazione-quantistica-della-percezione-e-il-cambiamento-di-conoscenze-nella-scienza-e-nell-arte-contemporanea/

La organizzazione del lavoro sociale del futuro ,sulla base del riduzionismo meccanico della scienza, somiglia quindi “Isola che non c’e” in quanto in assenza di un netto cambiamento del paradigma della oggettivita della percezione materiale del mondo, la mancanza di lavoro  diverra una carenza effettiva  che provochera’ un regresso irreversibile della societa’ e dell’ ambiente . Di conseguenza  diviene una esigenza prioritaria rimodulare le nostre concezioni della creativita dello sviluppo in modo che esse non siano piu’ limitate da concezioni di oggettivita’ percettiva che come nel “Mito della Caverna di Platone” ci costringono ad essere prigionieri di una illusione materialistica di ombre olografiche come condizione di apparenza cerebrale ed inganno mentale che progressivamente ci condurra’ verso una irreversibile  catastrofe biologica e ambientale dei sistema vivente sul nostro Pianeta.

Simili considerazioni hanno dato origine al “Principio Olografico” sviluppato dall’ istituto Astronomico del FERMI-LAB – in USA  , dove si studia la Astrofisica Quantica , partendo dal fatto noto che suddividendo un ologramma piatto in due parti ,ogni meta e in grado di far vedere tutta la figura in 3D. Allora gli scienziati del FERMI LAB hanno ritenuto che fosse possibile suddividere il Quadrivettore della Energia dell’ Universo, definito come “HOLOMETER” in (4D) nelle varie dimensioni della  “matrix del cronotopo”  cosi da suddividerla in ( 4-1 )  dimensioni , che sono quelle del mondo materiale che percepiamo in 3D , per poi proiettarla in ( 4-2 ) cioe in due Dimensioni Olografiche, ma successivamente fosse possibile trasformarla anche in ( 4-3 ) dimensioni (2D) riducendo l’ Universo  in un campo  di onde/particelle i cui PIXEL QUANTICI fluttuano nella dimensione del “Quanto di azione di Plank” generando la fondamentale dimensione di uno spazio “non” continuo  perche quantistico , che è molto  diverso da quanto abbiamo ritenuto fino ad oggi assumendo come  oggettiva la illusione della nostra percezione visiva.

(6)-https://www.scienzainrete.it/contenuto/articolo/filippo-bonaventura/siamo-solo-ologrammi-2d/settembre-2014

à Di queste affascinanti probabilita’ fondanti il cambiamento futuro delle nostre conoscenze , discuteremo  al <<Seminario Anticipazione di un Futuro Migliore>> Firenze 30 .03. 2019 , c/o –Info-Point , Sala Multimediale “Visitor Centre” in Piazza della Stazione di Santa Maria Novella a Firenze.

Lo obiettivo del Seminario di Studi e Ricerca, Organizzato dal Cluster Egocreanet (NGO-Firenze)) è quello di promuovere una rinnovata consapevolezza per osservare lo sviluppo culturale e sociale  da un punto di vista piu ampio e creativo di quello ereditato dal riduzionismo meccanico in modo da riconoscere la effettiva opportunita’ del cambiamento di una nuova dimensione della vita finalizzata a reinterpretare la realta’ dello sviluppo eco-economico e sociale contemporaneo in modo da  rimodulare creativamente  il modello formativo tradizionale

Vedi il Programma  sul : Portale Giovani del Comune Firenze in :

https://portalegiovani.comune.fi.it/pogio/news_publish/rubrica_pace_dettaglio.php?ID_REC=16714

RICERCA DI PARTNERS del Progetto:

“SFIDA CONTEMORANEA PER LA  FORMAZIONE CREATIVA E COSCIENTE”

Come Egocreanet Cluster (ONG no for profit) richiediamo  ai potenziali partners  la partecipazione al seminario nella intenzione di proseguire nella collaborazione del  Progetto di Formazione trans-disciplinare da condividere con giovani Talenti allo scopo di realizzare successivamente una progettazione formativa  del tipo “Job Coaching” tendente a creare nuovi profili professionali emergenti e percorsi di inclusione nell’ impresa sociale innovativa. In estrema sintesi riteniamo che per tale obiettivo si debbano superare le ormai obsolete concezioni del paradigma meccanico che con ogni evidenza non sono piu complementari allo sviluppo al tempo della  industria 4.0 .

Attendiamo pertanto proposte  di collaborazione e partecipazione.

Il Cambiamento ed il Movimento dei Giovani

Il Cambiamento ed il Movimento dei  Giovani

di Paolo Manzelli

Gli studi sulla timore del futuro dei giovani  sottolineano, che esso si associa a una mancanza  di sentimenti positivi, che determinano piu elevati  livelli di smarrimento di depressione, e di ansia, che inducono comportamenti disadattivi che sempre piu spesso si risolvono in un aumento dell’ abuso di sostanze che permettano lo sballo per dissociarsi da una situazione inconscia di frustrazione per incapacita di vedere soluzioni di felicita e soddisfazione nel futuro della propria vita sociale.

Per tale motivo Egocreanet-Cluster ritiene  fondamentale, dar origine ad una strategia di rinnovamento culturale e scientifico della vita biologica e relazionale capace di ottenere un impatto positivo nel rimodellarsi dell’arco evolutivo dell’adolescenza, educando  i giovani alle prospettive di cambiamento, fondate su una nuova visione delle potenzialita’ umane di intelligenza atte a rimodellare lo sviluppo sociale ed economico con  responsabilità  mediante una ricerca  innovativa di sviluppo cosciente orientata a  dare un rinnovato senso alla vita.

Recenti ricerche  sulla percezione dei giovani rispetto al futuro e alla progettualità,(1) mostrano come nuovi costrutti di autoefficacia, resilienza e ottimismo in eta’ evolutiva possano fornire delle risposte adattivo/creative a questa fase complessa di cambiamento .

L’attenzione su questi temi  è indirizzata a tutti coloro che, a vario titolo, si occupano di promuovere un rinnovamento della  cultura educativa in quanto vogliono interagire in maniera propositiva con i giovani per approfondire e a far conoscere e valorizzare le risorse dei giovani nell’attuale contesto socio-culturale.

-(1)- Giovani tra speranza, fiducia e progettualità Risultati di una ricerca http://isfoloa.isfol.it/xmlui/bitstream/handle/123456789/709/Aprile_Di%20Giuseppe_Paoletti_Pavoncello_Giovani_speranza_fiducia.pdf?sequence=1

L’ articolo «Giovani tra speranza, fiducia e progettualità» trova il suo fondamento in un momento di grande trasformazione sociale e politica ed economica che richiede una profonda riflessione sulle pratiche educative e pedagogiche necessarie per sostenere le nuove generazioni ad affrontare con determinatezza il proprio futuro per sentirsi realmente cittadini attivi fin da giovani e giovanissimi .

Egocreanet . Cluster condivide a pieno la necessita di proporre ai giovani di valorizzare  e credere nelle proprie capacità con ottimismo potenziando il  valore della intelligenza e della flessibilita  come costrutti da cui partire per rilanciare il sistema economico, sociale e politico  nella sfida del reinventarsi.  (2)

(2)- https://www.facebook.com/groups/758332701226366/

Resta infine il compito di indicare ai giovani la strategia di rinnovamento della visione culturale che permetta di sopravanzare la condizione d’insicurezza e indeterminatezza nei confronti del futuro che  oggi caratterizza le nuove generazioni .

Per le ricerche del Cluster Egocreanet la nuova visione strategica culturale ed economica  si fonda sul superamento delle obsolete concezioni meccaniche della scienza  che sono ancora  la radice cognitiva acquisita nel quado storico della societa’ industriale (3

(3)- https://www.scienzaeconoscenza.it/blog/scienza_e_fisica_quantistica/il-crollo-del-vecchio-paradigma-meccanico-della-scienza

Purtroppo la visione meccanica della realta’ permane ancora durante questa epoca di cambiamento e tale modalita di pensiero paradigmatico è capace di inibire sistematicamente  le potenziali risorse creative dei giovani cosi inibire la fiducia dei giovani nelle proprie risorse con le quali  potranno  rendere effettivo e sostenibile un punto di svolta creativo del cambiamento dell’ attuale momento storico.

Pertanto come metteremo in esplicita evidenza al Seminario di Studi e Ricerca  su: “Anticipazione di un  Futuro Migliore” ( Firenze 30.03/2019) diviene estremamente  necessario comprendere profondamente la sfida scientifica e culturale capace di proporre un  diverso mondo di conoscere la vita biologica e relazionale bioquantica  (3)  associata  a  differenti criteri e modalita’  di organizzazione e di management economico e politico tali da permettere  la espressione di rinnovata  forza generativa  dei giovani strategicamente volta al fine di promuovere la trasformazione globale in senso costruttivo, sostenuta da atteggiamento propositivo di speranza ed ottimismo nel futuro correlata all’ obiettivo di  dare sviluppo coscientemente ad elevate abilità progettuali di risoluzione innovativa dei problemi fondate su maggiori livelli di creatività,

(2) Bioquanica:

http://gsjournal.net/Science-Journals/Communications-Mind%20and%20Consciousness/Download/7217

Vedere è guardare oltre i limiti di ogni apparenza superficiale

<<VEDERE è  GUARDARE  OLTRE il LIMITE DI OGNI APPARENZA SUPERFICIALE>>.

Paolo Manzelli Presidente Egocreanet, <egocreanet2016@gmail.com>

<Se apriamo gli occhi e ci liberiamo dai pregiudizi senza restare a guardare passivamente , riusciamo a vedere anche l’invisibile per non scoprire in punto di morte di non aver mai vissuto!>> Tratto dal  pensiero di Henry David Thoreau, padre del Rinascimento in America.

Se i giovani impareranno a vedere e non limitarsi a guardare certamente “ Vivremo in un Mondo Migliore”:  questa è a tesi del Seminario di Studi e Ricerca Egocreanet Cluster del 2019 . https://www.facebook.com/groups/758332701226366/

Spesso le parole sono fonte di malintesi concettuali.

La concezione Meccanica della scienza  isolando arbitrariamente il soggetto della percezione dall’ oggetto rende sinonimi ed intercambiabili i significati di “Vedere e Guardare” che in vero sono profondamente diversi sia etimologicamente che di rappresentazione mentale.

Vedere indica andare oltre la percezione della superfice osservabile della realta’ ed esercitare una azione consapevole sui limiti tra cio che ci e reso visibile dai sensi e la realta invisibile ma fondamentale per capire la nostra vita . Il guardare significa  atteggiarsi  a guardia di cio che accade nel mondo esterno con  una impostazione  analitica di osservazione  deprivata da una chiave di accesso per la comprensione piu profonda della realta’. Questa distinzione tra “vedere e guardare” è importante oggi dal momento che il riduzionismo della scienza meccanica ha concepito la osservazione come oggettiva escludendo il vedere come capacita interiore creativa capace di superare la visione di un mondo speculare , proiettata come ombra nella retina oculare . La estetica e lo spettacolo come finzione hanno pertanto preso il sopravvento come sembianze della reale conoscenza interiore del vedere con la mente, fino a rendere virale  la moda nei giovani di guardarsi facendosi dei autoritratti (Selfies) amando il guardarsi il viso ed il proprio corpo senza vedersi oltre la apparenza di se stessi Oggettivizzare la percezione separata dalla partecipazione consapevole del soggetto oggi nell’ epoca contemporanea della “Realta  Virtuale” e della “Intelligenza Artificiale” è ormai divenuto  un assurdo palese .  Infatti è esemplare capire che la luce che osserviamo non puo essere’ causata dalla osservazione oggettiva di fotoni visibili in quanto essi provenienti da una fonte luminosa producono una reazione fotochimica dei coni e bastoncelli della retina , che induce un segnale neuronale il quale eccita le sinapsi elettriche del cervello nel produrre “sparks” di luce ( biofotoni) ; pertanto la sensazione di luce che percepiamo puo’ essere quella esterna ma altresi corrisponde alla visione interiore e soggettiva della luce. E’ stato recentemente dimostrato che il sistema “occhio/cervello” è altamente  sensibile alla luce in quanto è sufficiente un solo fotone per creare un segnale neuronale , mentre il successivo invio sulla retina di 4 / 5 fotoni  diviene sufficiente a stimolare la visione cerebrale della luce. Quanto sopra permette di comprendere come possiamo vedere la luce quando sogniamo nel mentre gli Occhi Roteano Rapidamente ( REM) espellendo alcuni fotoni rimasti intrappolati (entangled) nella retina durante il giorno , cosi che nel sogno iniziamo a vedere immagini e colori  in piena luce che vengono costruite virtualmente dal cervello mentre abbiamo gli occhi chiusi e siamo al buio. 

In conclusione questa effettiva “de –oggettivazione” della osservazione nella situazione onirica mette in evidenza come il modello percettivo della scienza meccanica sia ormai obsoleto e di conseguenza una piu cosciente riflessione ci propone  di intuire come i sogni piu vividi ed emozionanti siano quelli che si verificano nella immaginazione scientifica e nella fantasia artistica che per esprimersi compiutamente nella nostra epoca necessitano di modernizzare le vecchie modalita’ di dare forma figurativa dell’ essere e del pensare alla vita.

Egocreanet -Cluster si propone sviluppare una cultura della creativitache vada oltre l’ orizzonte  degli schemi riduzionisti della “meccanica” , in memoria del 500* anniversario del genio di Leonardo da Vinci. NB: Le modalita di Iscizione,partecipazione e collaborazione e sostegno al Cluster Egocreanet 2019 , sono descritte in : http://www.egocrea.net/2019/01/15/adesione-al-cluster-egocreanet/

CURRICULUM

CURRICULUM di PAOLO MANZELLI sul tema ” ARTE e SCIENZA QUANTICA “

Paolo Manzelli Nato a Terni il 25/06/1937 è Presidente di Egocreanet (ONG di R&S) , ricercatore e docente di Chimica-Fisica della Universita di Firenze dalla Laurea del 1967 , Direttore dal 1985 del Laboratorio di Ricerca ed Innovazione Educativa LRE/UNIFI.

A partire dall’ anno 2004, anno del proprio pensionamento , ha iniziato a promuovere una programma transdisciplinare di ” Arte e Scienza Quantica ” esercitando un ruolo di indirizzo culturale, sociale ed economico per favorire l’emergere di proposte progettuali innovative di alto profilo nel quadro dello sviluppo di nuovi orizzonti della conoscenza biologica e relazionale Vedi: http://www.edscuola.it/lre.html

Egocreanet tra gli anni 2012 fino ad oggi ha organizzato molteplici iniziative di ampio impatto scientifico /culturale e di elevata fecondità euristica con lo obiettivo di emancipare e potenziare ogni forma di espressione creativa contemporanea onde ottenere una piu’ completa combinazione tra quantita’ e qualita’ della percezione cerebrale sulla base di nuovi criteri di interpretazione della interattivita’ sensoriale

A partire dl 2017 Egocreanet ha proposto di fondare il CLUSTER EGOCREANET al fine di promuovere un avanzamento della nuova frontiera dello sviluppo innovativo basata su una strategia di ricerca Bioquantica delle scienze biologiche e relazionali della vita , essenzialmente finalizzata a capire come si evolva la Mente Quantica in seguito alla interazione con il cambiamento della “informazione epigegetica” sia culturale che ambientale, per orientarla verso l’ intenzione condivisa di potenziare lo sviluppo dell’ apprendimento cerebrale .con il proposito di rimodulare le obsolete credenze e preconcetti inclusi nel riduzionismo colturale scientifico, storicamente acquisito durante tutta l’era definitivamente obsoleta dello sviluppo industriale.

Paolo Manzelli 22/01/2019

Nota Breve:
Pensionato della Universita di Firenze ,ex, Ordinario di Chimica Fisica all’Università di Firenze dal 1970. Esperto di Programmazione Neurolinguistica, Fondatore e Presidente dell’Associazione telematica culturale e scientifica EGO-CreaNet (Espansione Globale degli Osservatori sulla Creativita’) dal 1997 vedi: http://www.egocrea.net

PAOLO  MANZELLI
Director of LRE/EGO-CreaNet – University of Florence
EGOCREANET- VALIDATED EUROPEAN -PIC = 959882416
c/o BUSINESS INCUBATOR  ,
POLO SCIENTIFICO UNIVERSITA’ di FIRENZE 
50019 -SESTO F.no– 50019 Firenze- 
Via Madonna dl Piano ,06
-room: d.132: Phone: +39/055-4574662 Fax: +39/055 2756219
Mobile: +39/335-6760004; SKIPE “manzelli3″posta certificata : <egocreanet@pec.it>
E-mail.1 : pmanzelli2016@gmail.com
http://http://www.caosmanagement.it/
http://www.edscuola.it/lre.htmlhttp://dabpensiero.wordpress.com/
http://www.egocrea.net/
http://www.ticonzero.name/1/scienza_e_arte_di_paolo_manzelli_6597996.html
http://gsjournal.net/Science-Journals-Papers/Author/742/paolo,%20manzelli
http://squa62.wix.com/future-life-netNutra-Scienza: http://www.facebook.com/groups/195771803846822/
quARte: https://www.facebook.com/groups/431161846963599/
Nutra-Africa : https://www.facebook.com/groups/483765628411000/
Nutra-Tuscany: https://www.facebook.com/groups/EGOCREANET/https://www.facebook.com/groups/777824802310650/?ref=bookmarks

Relazione Morale Egocreanet 2018

Relazione Morale Egocreanet 2018  e attivita di R&S di Formazione eDivulgazione  ad indirizzo strategico Cluster Egocreanet  tema della “Biologia Quantistica”.

Paolo Manzelli egocreanet2016@gmail.com 

Marcello Traversi traversimacello@gmaol.com

Statuto EGOCREANET : http://www.egocrea.net/2017/12/18/lo-statuto-di-egocreanet/

———————————————————————————

WEB Egocreanet : http://www.edscuola.it/lre.html ; Statuto Egocreanet:

Facebook : https://www.facebook.com/pg/eventiolisticiegocreanet/posts/

Bioquantica; https://www.facebook.com/groups/1438751666245637/?ref=bookmarks

Web Bioquantica : http://www.bioquantica.org (web Master : Maurizio Buzzi)

————————————————————————————-

La Aggregazione del Cluster Egocreanet ha fatto seguito al successo del Convegno  a partecipazione gratuita organizzatoda Egocreanet sul tema : “Biofotoni ed Energia per la Vita” (c/o laaccademia dei Georgofili (28/sett.2017) , http://www.georgofili.info/evento.aspx?id=4414,)  dopo il quale i gruppo di partecipanti propose di approfondire tale tematica in relazione al interazione quantica tragenetica ed epigenetica nei sistemi viventi . Decidemmo allora di aggregare sul puro volontariato un gruppo di ricercatori di varia provenienza formatosi in seguito per trattare da un punto di vista innovativo la “BiologiaQuantistica”  con l’obiettivo di superare le limitazioni delle concezioni meccaniche e quanto meccaniche tradizionali della scienza. Nell’ intento di favorirela creativita’ scientifica e culturale contemporanea nel quadro di un nuovo Vitalismo capace di prendere in considerazione  le potenzialita della Energia Vitale (Prana,Qi,Chi,ecc) . Pertanto agli inizio del 2018 decidemmo di realizzare un nuovo convegno che si è tenuto il 24/05/2018, sulla  informazione epigenetica  derivante dalla bio-informazione quantica di  acqua, luce, suono ed alimentazione.  Convegno che e stato  organizzato da Egocreanet ed alcuni collaboratori c/o  la Sala della Giunta Regionale Toscana , Vedi: http://www.egocrea.net/2018/03/16/convegno-acqua-luce-e-suono-nella-programmazione-epigenetica-del-benessere.

Per controllare l’effettivo interesse di partecipazione chiedemmo ai partecipanti di firmare un modulo  nel quale si dichiarava di voler collaborare nell’intento di delineare un superamento del tradizionale paradigma meccanico della scienza al fine di promuovere una rinnovata  visione trans-disciplinare ed olistica della scienza e della cultura. (allegato.”1”)

Al suddetto convegno parteciparono oltre 80 firmatari del modulo in allegato , e conseguentemente al successo di questa seconda iniziativa  come Egocreanet proponemmo di organizzare il CLUSTER EGOCREANET.

La organizzazione del Cluster Egocreanet e le attivita di indirizzo orientate a realizzare Ricerca ,Sviluppo e Formazione Bioquantica  sono state discusse nelle tre Riunioni  Tenute il 05/Giu./18 , l’11/Sett./18 ed il 27.Sett./18 c/o la Sede Operativa di Egocreanet (Incubatore Unifi di Sesto F.no , vedi All. “3” )  ed inoltre è previsa una riunione Conclusiva 2018 da tenersi  l’11/Dic. /18  che sarà preferenzialmente dedicata a programmare le iniziative di promozione e i progetti da sviluppare nel 2019 in una metodologia di open innovation e di ricerca di partners per ottenere il coinvolgimento di nuovi contributi transdisciplinari della mission strategica del Cluster per la  attivazione del cambiamento paradigmatico delle scienze della vita tramite la realizzazione di iniziative e progetti scientifici lungimiranti le necessita contemporanee di cambiamento scientifico culturale e sociale.

Il Piano di Azione Promozionale  e Progettuale ha attuato ad oggi le seguenti iniziative.

15/Settembre Incontro Egocreanet Cluster (gratuito) Organizzato da Flavio Burgarella sul Tema Potenzialita della Mente Quantica a Spinone del Lago (Bg) .

15/16/ Sett, Partecipazione Egocreanet al Festival OLOS in Fiesole  (in coll: Emy Narbone , Traversi Marcello e Amal Oursana)

13/14 Ottobre Corso di Formazione Olistiche della Salute . c/o Scuola “ABC”in Firenze

Coord. Fabio Bottaini (Con chiusura per la Discussione Tesi 30 Nov 2018) Vedi:http://www.ectomusica.it/site/ectomusica/corso-di-formazione-e-ricerca/

30 NOV 2018 , Presentazione Progetto Laser e Laser Terapia per il Diabete, Coord. Leonardo Longo , PaoloManzelli . co Stala Stampa O.Fallaci della Provincia di Firenze . Vedi in:Florentina Richeldi Ricerche : https://www.facebook.com/FlorentinaRicheldiAura/videos/515491165631904/

Programma : nel Blog di Daniela Biganzoli: https://dabpensiero.wordpress.com/2018/11/27/seminario-laser-e-le-sue-applicazioni-tecnologiche/

01/Dic/2018 , Progetto “Laboratorio” Coord.. Alfredo Rossi , Florentina Richel di Maurizio Buzzi  sintesi materiale elaborato dal gruppo laboratorio da condividere con il Cluster.

All’interno si possono trovare:

1) Presentazioni fatte alle varie riunioni

2) File relativo all’analisi e costruzione del glossario

3)Cartella con articoli scientifici che abbiamo considerato originale del laboratorio

5)Ipotesi di pattern sperimentali in relazioni a prove e idee emerse durante le riunioni

————————————————————————————-

Il 27 Sett abbiamo dato incarico  ad uno dei membri volontari  del cluster a Iain Antony Mc Leod  di realizzare il Logo del Cluster Ego Creanet .

La scelta simbolica della Uva è quella della tradizione di “Buon Presagio” come simbolo della fertilita e della salute della terra.

La scelta del segno “Uva” e anche dovuta al fatto che il Grappolo d’Uva è unCluster dove la Linfa Vitale risiede nel “Graspo” ( cioe’  nelle iniziative a cui tutti i membri partecipano ) che lascia un ampio grado di liberta alla crescita dei diversi “Acini”che nel nostro cluster rappresentano i  diversi progetti  ciascuno dei quali rimanente in stretta condivisione  con la strategia generale del Cluster , vengono proposti  da uno o più membri interni al cluster ma anche possono collaborare con competenze e partners esterni , purche’ il piano di azione e di avanzamento del progetto venga reso pubblico e  converga coerentemente  le traiettorie di crescita e sviluppo del Cluster.

NB       : Il LOGO VERRA REGISTRATO PRESSO L’UFFICIO DEL REGISTRO NON SEMPICEMENTE COME SEGNO GRAFICO (marchio) MA COME SIGNIFICATO ACQUISITO E CONDIVISO DALLE PERSONE SIGNIFICANTI LE QUALI SOTTOSCRIVERANNO UNA REGOLA COMPORTAMENTALE STRATEGICA DELLO SVILUPPO PROGETTUALE DEL CLUSTER EGOCREANET .

17/Ott./2018 FIRMA della Lettera di intenti EGOCREANET con Valerio Sgalambro ed Eva Veliksow scritta nella forma di memorandum of understanding (MOU)  sul tema:

“COUNSELING BIOQUANTICO” orientato a sviluppare la migliore strategia di Couseling di grande impatto scientifico e culturale e di innovazione sociale della “SCIENZA BIOQUANTICA” caratterizzato da una impostazione trans-disciplinare. L’idea sottesa al MOU e quelle di   favorire una NUOVA VISIONE Quanto-OLISTICA della scienza. Si tratta di redifinire le potenzialità di cambiamento di un nuovo umanesimo scientifico  capace di agire sull’ inconscio individuale per favorire la crescita della intelligenza collettiva che riconfiguri le modalità di pensare individuali psico-pedagogiche che escludono la epigenesesi del cambiamento della società e dell’ambiente  dal futuro della previsione anticipativa delle professioni innovative, fondate sulla promozione della creatività bioquantica, piuttosto che sull’adattamento meccanico e quantomeccanico del  passato .

Infine EGOCREANET dichiara la intenzione di proseguire nel anno 2019  la evoluzione transdisciplinare del Cluster Egocreanet sia partecipando alla promozione di insieme (GRASPO ) che della realizzazione dei progetti che come gli ACINI di un grappolo di Uva saranno diversificati e coordinati da chi propone il progetto (individualmente o in collaborazione con partners , preferenzialmente  interni ma anche con competenze specifiche  esterne al Cluster)  e quindi investe e profonde  impegno nella realizzazione del progetto in modo che faccia riferimento costante alla strategia di sviluppo evolutivo del CLUSTER la quale verrà garantita dal coordinamento generale affidato consensualmente ad  Egocreanet come fondatore della strategia di sviluppo del Cluster.

Infine come approvato nella riunione del 27 Sett 2018 saranno membri del Cluster Egocreanet tutti coloro che sottosciveranno una donazione liberale a sostegno delle attivita di EGOCREANET per lo sviluppo strategico del Cluster da versare sul C/C di Egocreanet come contributo  minimo di 50.euro entro il 31 Genn 2019 .

————————————————–

Un caro saluto a Tutti. Paolo Manzelli  17/12/ 2018

<IL CLUSTER EGOCREANET RICONFIGURA L’OBSOLETE MODALITA DI PENSARE AL FUTURO>

Concorso straordinario per primaria e infanzia

L’istanza di partecipazione al concorso tramite POLIS deve essere presentata a partire dalle ore 9,00 del 12 novembre 2018 fino alle ore 23,59 del 12 dicembre 2018

  • Decreto Direttore Generale 7 novembre 2018
    Concorso straordinario per titoli ed esami per il reclutamento a tempo indeterminato di personale docente per la scuola dell’infanzia e primaria su posto comune e di sostegno, indetto ai sensi dell’articolo 4, comma 1-quater, lettera b), del decreto-legge 12 luglio 2018, n. 87, convertito, con modificazioni, dalla legge 9 agosto 2018, n. 96, recante: «Disposizioni urgenti per la dignità dei lavoratori e delle imprese»

Scuola, conclusa la fase di candidatura al concorso straordinario per infanzia e primaria. Oltre 42.000 le domande presentate

Si è conclusa il 12 dicembre 2018 la fase di candidatura al concorso straordinario per posti comuni e di sostegno nella scuola dell’infanzia e primaria. Sono 42.708 le domande di partecipazione presentate.

Lombardia, Lazio e Piemonte sono le regioni con il numero più alto di iscrizioni con 8.955, 3.815 e 3.747 candidati.

Le istanze totali, considerando chi ha presentato la propria candidatura sia per la scuola dell’infanzia che per la primaria, sia per i posti comuni che per il sostegno, sono 48.472.

Il concorso per il reclutamento a tempo indeterminato di docenti per la scuola dell’infanzia e primaria porterà alla formazione di graduatorie di merito straordinarie su base regionale.

I candidati hanno potuto presentare la domanda di partecipazione, esclusivamente on line, attraverso il sistema POLIS, dalle ore 9 del 12 novembre alle ore 23.59 del 12 dicembre 2018.

Sono ammessi a partecipare al concorso: docenti in possesso di diploma magistrale, conseguito entro l’anno scolastico 2001/2002, che abbiano svolto, nel corso degli ultimi otto anni scolastici (dal 2010/2011 al 2017/2018) almeno due annualità, anche non continuative, di servizio specifico; docenti in possesso di laurea abilitante in Scienze della Formazione primaria, che abbiano svolto, nel corso degli ultimi otto anni scolastici (dal 2010/2011 al 2017/2018) almeno due annualità, anche non continuative, di servizio specifico. Per i posti di sostegno, oltre ai requisiti del titolo di studio e delle due annualità di servizio, è richiesto anche il titolo di specializzazione sul sostegno. I docenti immessi in ruolo saranno sottoposti, per la conferma dell’assunzione, al periodo di formazione e di prova.

Così come previsto dall’art. 2, comma 2 del bando, nella Gazzetta Ufficiale – IV Serie Speciale, Concorsi ed Esami del 18 dicembre 2018, verranno pubblicate le aggregazioni territoriali delle procedure concorsuali per le quali è stato acquisito un esiguo numero di domande.


Scuola, pubblicato in GU il bando di concorso straordinario per infanzia e primaria. Iscrizioni dal 12 novembre al 12 dicembre 2018

Avviate le procedure anche per un concorso ordinario da oltre 10.000 posti fra quelli comuni e di sostegno

È stato pubblicato nella serata di oggi in Gazzetta Ufficiale, IV serie speciale “Concorsi ed esami”, il bando di concorso straordinario per posti comuni e di sostegno nella scuola dell’infanzia e primaria.

Il concorso per il reclutamento a tempo indeterminato di docenti per la scuola dell’infanzia e primaria porterà alla formazione di graduatorie di merito straordinarie su base regionale. I candidati potranno presentare la domanda di partecipazione, esclusivamente on line, attraverso il sistema POLIS, dalle ore 9 del 12 novembre alle ore 23.59 del 12 dicembre 2018. Sono ammessi a partecipare al concorso: docenti in possesso di diploma magistrale, conseguito entro l’anno scolastico 2001/2002, che abbiano svolto, nel corso degli ultimi otto anni scolastici (dal 2010/2011 al 2017/2018) almeno due annualità di servizio specifico, anche non consecutive; docenti in possesso di laurea abilitante in Scienze della Formazione primaria, che abbiano svolto, nel corso degli ultimi otto anni scolastici (dal 2010/2011 al 2017/2018) almeno due annualità di servizio specifico, anche non consecutive. Per i posti di sostegno, oltre ai requisiti del titolo di studio e delle due annualità di servizio, è richiesto anche il titolo di specializzazione sul sostegno. I docenti immessi in ruolo saranno sottoposti, per la conferma dell’assunzione, al periodo di formazione e di prova.

“Con il concorso bandito oggi abbiamo mantenuto gli impegni presi con il decreto dignità e sbloccato una situazione che ha tenuto sospesi per mesi migliaia di insegnanti italiani – dichiara il Ministro dell’Istruzione, dell’Università e della Ricerca, Marco Bussetti -. Insieme all’uscita del bando per il concorso straordinario abbiamo inviato al Ministero dell’Economia e delle Finanze la richiesta formale per far partire il concorso ordinario, sempre per la scuola dell’infanzia e primaria. Vogliamo dare – conclude Bussetti – risposte precise agli insegnanti, anche ai più giovani, che attendono di poter entrare in ruolo e alle esigenze degli istituti e delle comunità scolastiche”.

Il concorso ordinario, per il quale il MIUR ha presentato richiesta al MEF, prevede un contingente complessivo di 10.183 posti: 5.626 comuni e 4.557 di sostegno.


Il Ministro dell’Istruzione, dell’Università e della Ricerca, Marco Bussetti, ha firmato il decreto che consente di dare avvio alle procedure concorsuali straordinarie per la scuola dell’infanzia e la scuola primaria previste dal cosiddetto Decreto Dignità.

  • Decreto Ministeriale 17 ottobre 2018
    Concorso straordinario, per titoli ed esami, per il reclutamento di personale docente per la scuola dell’infanzia e primaria su posto comune e di sostegno

Il concorso prevede assunzioni sia su posti comuni che di sostegno ed è riservato a chi è in possesso del requisito di abilitazione (Laurea in Scienze della Formazione Primaria, diploma magistrale conseguito entro l’anno scolastico 2001/2002) e ha svolto almeno due anni di servizio nel corso degli ultimi otto anni. Per i posti di sostegno è richiesto anche il possesso dello specifico titolo di specializzazione. Nel decreto vengono dettagliati il contenuto del bando, i termini e le modalità di presentazione delle domande, i titoli valutabili, le modalità di svolgimento della prova orale, i criteri di valutazione dei titoli e della prova, la composizione delle commissioni di valutazione e i programmi di esame.

Abbiamo mantenuto l’impegno preso con il Decreto Dignità, sbloccando la situazione di paralisi ereditata dal precedente Governo – commenta il Ministro Bussetti -. Ma non ci fermiamo: a breve partirà anche il concorso ordinario, sempre per la scuola dell’infanzia e primaria, per il quale i miei Uffici stanno avviando le relative procedure autorizzatorie”.

Il decreto per il concorso straordinario è già stato inviato alla Gazzetta Ufficiale per la relativa pubblicazione dopo la quale il Ministero pubblicherà il bando sul proprio sito web.